Home / Articoli pubblicati daRedazione Ag (Pagina 633)

“Per il suo impegno sociale al servizio della Comunità Agrigentina e per la sua prestigiosa attività di docenza e ricerca nell’ambito della sociologia della comunicazione, di saggista e giornalista, apprezzata anche in contesti nazionali e internazionali”.

Con questa motivazione il Presidente della Sezione Territoriale dell’ANCRI (Associazione Nazionale dei Cavalieri al merito della Repubblica Italiana ha nominato, a nome del Consiglio Direttivo,  Presidente Onorario il professor Francesco Pira, sociologo e giornalista di origini licatesi. La consegna di una pergamena a firma dello stesso Presidente Sicurelli e del Segretario ANCRI cavalier Giuseppe Mongiovì, è avvenuta al termine dei lavori del seminario che si è svolto a Porto Empedocle  sui diritti dei bambini. A consegnare la pergamena è stato il sindaco di Porto Empedocle, dottoressa Ida Carmina.  “Abbiamo voluto riconoscere – ha detto il Presidente Sicurelli- al professor Pira il suo impegno a favore della comunità e la sua generosità ed impegno apprezzato da tutta la nostra associazione”.  La decisione è stata adottata dal Consiglio Direttivo dell’ANCRI nel corso della riunione dello scorso 16 febbraio, ma il Presidente Sicurelli ha voluto fare la comunicazione nel corso di un evento ufficiale dell’Associazione.

“Sono commosso ed onorato – ha commentato il professor Francesco Pira- ogni riconoscimento che viene dalla mia provincia di origine per me vale doppio. Mio padre Gino mi ha insegnato l’amore per questa terra e la necessità di mettersi al servizio degli altri con passione e amore”.

Francesco Pira, è professore di comunicazione e giornalismo presso il Dipartimento di Civiltà Antiche e Moderne dell’Università degli Studi di Messina, dove è Coordinatore Didattico del Master in “Manager della Comunicazione Pubblica”  e di Comunicazione Pubblica e d’Impresa presso lo IUSVE l’Università Salesiana di Venezia e Verona. E’ visiting professor presso l’Università Re Juan Carlos di Madrid.

Svolge attività di ricerca nell’ambito della sociologia dei processi culturali e comunicativi. Dal 1997 svolge indagini su vecchi e nuovi media, pre-adolescenti e adolescenti. Ha intrapreso una battaglia personale contro il Cyberbullismo e il sexting. Su questi temi ha tenuto: conferenze in Italia e all’Estero con studenti, corsi di formazione per docenti e genitori ed è stato nominato come Esperto in progetti PON e del Ministero della Pubblica Istruzione rivolti agli Istituti Scolastici. Saggista e Giornalista è autore di numerosi articoli e pubblicazioni scientifiche. Opinionista dei quotidiani on line La Voce di New York,  Affari Italiani e del magazine Spot and Web. Scrive per riviste specializzate. E’ attualmente consulente di Avis regionale Calabria. E’ stato relatore in convegni internazionali e conferenze in India, Thailandia, Grecia, Danimarca, Francia, Croazia, Slovenia, Spagna, Portogallo e Belgio. Nel 2010 e nel 2011 è stato coordinatore scientifico e moderatore dell’International Communication Summit che ha visto la presenza di Alastair Campbell, ex portavoce di Tony Blair e di Zygmunt Bauman, uno dei più noti sociologi e influenti pensatori contemporanei. Nel giugno 2008 per l’attività di ricerca e saggistica e giornalistica, è stato insignito dal Capo dello Stato, on. Giorgio Napolitano, dell’onorificenza di Cavaliere dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana e ha ricevuto numerosi Premi nazionali e internazionali.

Da domenica primo aprile in Sicilia inizia la stagione balneare. Così è sancito da un decreto dell’assessorato regionale alla Salute, pubblicato in Gazzetta Ufficiale. Il periodo di campionamento delle acque di mare si svolgerà, quindi, da aprile a ottobre. Nel decreto sono già elencati i tratti di mare balneabile e non. Nell’Agrigentino, a Sciacca è imposto il divieto di balneazione nei pressi del lido Salus, poi ad Agrigento a San Leone nei pressi del porticciolo, e così anche a Siculiana nei pressi del porticciolo. Nello stesso decreto, tra l’altro, si legge: “I tratti di mare e di costa già vietati alla balneazione per inquinamento, possono essere soppressi o rideterminati, per la successiva stagione balneare, solo a seguito di comunicazione, da parte dei sindaci dei comuni interessati, dell’avvenuta messa in atto delle misure di risanamento o consolidamento dell’area interessata con l’effettuazione dei campioni di acqua di mare”.

A Porto Empedocle lui avrebbe strappato i pantaloni all’ex moglie e l’avrebbe scaraventata sul letto per violentarla: la donna è riuscita a divincolarsi e a telefonare alla figlia, che interviene e allontana il padre, adesso condannato. Il Tribunale di Agrigento ha condannato G G, sono le iniziali del nome, 59 anni, di Porto Empedocle, a 2 anni e 3 mesi di reclusione per tentata violenza sessuale e lesioni.

Al palazzo di giustizia di Palermo, innanzi al Tribunale, è stato assolto per intervenuta prescrizione Alberto Sanna, imputato di diffamazione per aver diffuso nel 2007 su YouTube un video intitolato: “Costanzo Show: Totò Cuffaro aggredisce Falcone”. In tale processo, che si è svolto innznai al giudice monocratico di Palermo, l’ex presidente della Regione, Totò Cuffaro, si è costituito parte civile. Secondo l’inchiesta, intrapresa dopo la denuncia di Cuffaro nel 2009 e giunta alla conclusione dopo l’individuazione di Sanna da parte della polizia postale, il montaggio e il titolo del video sarebbero fuorvianti e lesivi nei confronti di Cuffaro.

I consiglieri comunali di Alternativa Popolare di Agrigento, Alfonso Mirotta, Teresa Nobile e Alessandro Sollano, in accordo con l’onorevole Giuseppe Marinello, dichiarano di fuoriuscire dalla maggioranza del sindaco Firetto. Mirotta, Nobile e Sollano affermano: “Riteniamo che chi governa una città piena di storia, tradizione e cultura deve confrontarsi costantemente con i cittadini, sentirne le loro esigenze e creare azioni di sostegno attraverso politiche di rilancio che ad oggi risultano essere assenti. E’ assente una chiara gestione, e riscontriamo il mancato rispetto del programma elettorale sottoscritto con gli elettori di Agrigento nel 2015 che ha dato inizio all’attuale governo della città di Agrigento sotto gli slogan “Agrigento Rinasce” e “Agrigento Cambia”, generando una grande aspettativa visto lo stato di degrado di Agrigento ai massimi storici. Pertanto, auspichiamo che la nostra azione possa essere un invito al Sindaco a fare meglio, ad essere più pragmatico, invitandolo a dare spazio più alle azioni concrete come il sostegno reale alle famiglie e non a programmazioni di eventi e comunicati stampa di personaggi del mondo dello spettacolo che, seppur importanti, non assumono posizioni apicali nella scala delle priorità. Sicuramente non saremo più nella maggioranza ma saremo i primi a sostenere tutti quegli atti, che arriveranno in consiglio comunale per essere approvati, che mirano realmente a migliorare la nostra Agrigento ed essere più vicini a giovani, famiglie e anziani”.

Dopo l’invio della nota del 09.10.17 da parte della Dirigente Generale del Dipartimento dei BB.CC. e dell’Identità Siciliana, con la quale evidenziava alla Soprintendenza ai BB.CC.AA. di Agrigento di non avere dato seguito alle indicazioni espresse con precedente nota del 08. 09.17, la Soprintendenza ai BB.CC.AA di Agrigento ha concesso autorizzazioni alla edificazione di tombe nel cimitero di Bonamorone.
Oggi, dopo qualche mese da questi fatti, siamo tornati indietro nel tempo: la edificazione nel cimitero di Bonamorone non è più autorizzata dalla Soprintendenza, sebbene una legge vigente – il D.M. 7.10.71 – sia chiara ed inequivocabile a riguardo e non sussistano al momento altre disposizioni vigenti che lo vietino.
Le leggi e le direttive dipartimentali devono essere rispettate da tutti e non possono essere disattese in maniera opportunistica da talune amministrazioni pubbliche.

La settimanale giornata di raccolta del sangue, organizzata dall’Adas, si svolgerà, dalle ore 8 alle 12:30, sabato 24 marzo, a Palma di Montechiaro in Piazza Bonfiglio, e domenica 25 marzo ad Agrigento in piazza Don Minzoni innanzi alla Cattedrale. Ai donatori saranno recapitate le analisi del sangue

 

Avrà luogo Mercoledì 28 Marzo a Caltanissetta alle ore 14,30, presso la Sala Convegni della Banca del Nisseno, il workshop internazionale sull’export agroalimentare Sicily ChinaFood and Winepromosso dall’IRPAIS Istituto di Ricerca e Promozione delle Aree Interne della Sicilia, dal Consorzio Universitario di Caltanissetta e dalla Banca del Nisseno in collaborazione con l’Hong Kong Economic and Trade Office, l’Honk Kong Trade Development Council, INVEST Hong Kong,l’Italian Chamber of Commerce of Hong Kong and Macau e Sviluppo Cina.

Nel 2017, l’export agroalimentare italiano in Cina ha segnato una crescita del 18% e più di 460 milioni di euro in valore. Il 2018, anno del turismo Europa Cina, e al contempo anno del cibo italiano nel mondo, si apre, a livello nazionale, con il 44% del export agroalimentare in Cina rappresentato da prodotti di punta della dieta mediterranea. In tale contesto, le esportazioni della Sicilia non riescono tuttavia a giocare un ruolo chiave, nonostante il ricco patrimonio di produzioni agricole e agroalimentari di pregio, caratterizzate da elevata tipicità e apprezzamento dal mercato.

L’iniziativa mira ad incrementare le opportunità commerciali per il settore agroalimentare e vitivinicolo tra Sicilia e Cinaaffrontando — alla presenza dell’Assessore all’Agricoltura Edy Bandieraedell’Assessore alle Attività Produttive della Regione Sicilia Girolamo Turano le problematiche inerenti l’internazionalizzazione delle imprese localizzate nelle aree interne e non della Sicilia e presentando agli imprenditori le possibilità e le facilitazioni di cui può usufruire un’impresa o una rete di imprese che decidesse di intraprendere un percorso di internazionalizzazione e/o di implementazione di iniziative di turismo enogastronomico con il Sud Est asiatico.

Introdurranno i lavori Fabiola SAFONTE, Presidente IRPAIS,e Pietro COLUMBA, Professore Ordinario di Economia Agraria del DISAAF dell’Università di Palermo e Vice Presidente del CORERAS. Relazioneranno: Fiona CHAU, Delegato Diplomatico del Governo di Hong Kong pressol’Hong Kong Economic and Trade Office di Bruxelles, responsabile delle relazioni internazionali con la Commissione europea e il Parlamento europeo e responsabile delle relazioni bilaterali tra Hong Kong e gli Stati membri dell’UE; Gianluca MIRANTE, Director Italy di HKTDC Hong Kong Trade Development Council, l’organizzazione governativa incaricata di promuovere e sviluppare il commercio estero di Hong Kong; Stefano DE PAOLI, Representative Italy di INVEST HK, ente governativo con la missione di attrarre gli investimenti esteri di importanza strategica per lo sviluppo economico di Hong Kong; RiccardoFUOCHI, Presidente di Sviluppo Cina, organizzazione con l’obiettivo di promuovere le relazioni commerciali e i rapporti di collaborazione economico-tecnica tra imprese italiane ed imprese cinesi,in particolare nel settoredell’agroalimentare.

Apriranno i lavori, con un indirizzo di saluto Giovanni RUVOLO, Sindaco della Città di Caltanissetta, il Commissario del Libero Consorzio Comunale di CaltanissettaRosalba PANVINI, il Vice Presidente della CCIAA CaltanissettaGiuseppe VALENZA, il Presidente del Consorzio Universitario di CaltanissettaGiovanni ARNONE, il Presidente della Banca del NissenoGiuseppe DI FORTI. Il Presidente dell’Ordine dei Tecnologi Alimentari di Sicilia e SardegnaDaniele ROMANO, il Presidente dell’Ordine dei Dottori Agronomi e Forestali di CaltanissettaMichele ASARISI, il Presidente dell’Ordine dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili di CaltanissettaSalvatore DILENA.

Sarà inoltre presente Carlo Ronzani, Central & Southern Italy Sales Supervisor diCathay Pacific Airways.

Le relazioni saranno seguite da una tavola rotonda cui prenderanno parte Ettore POTTINO, Presidente di Confagricoltura Sicilia, Rosa Giovanna CASTAGNA, Presidente di CIA Confederazione Italiana Agricoltori Sicilia, Ambrogio VARIO, Vice Presidente di Slow Food Sicilia, Giulia DI VINCENZO, Presidente del Consorzio Olio IGP Sicilia, Federica ARGENTATI, Presidente del Distretto Agrumi di Sicilia, Maurizio LUNETTA, Direttore del Consorzio di Tutela Vini Doc Sicilia,Giuseppe LI ROSI, Presidente di Simenza—Cumpagnìa Siciliana Sementi Contadine,Giovanni DARA GUCCIONE, Ricercatore del CREA PB.

Interverranno inoltreManuela PILATO della WinchesterUniversity,Ferdinando TRAPANI, Vice Presidente IRPAIS e Professore Associato del DARCH dell’Università di Palermo, Giuseppe BARBERA, Professore Ordinario di Colture Arboree dell’Università di Palermo, Francesco Paolo MARRA, Professore Associato di Frutticultura dell’Università di Palermo, Claudio BELLIA e Paolo GUARNACCIA, entrambi ricercatori del D3A dell’Università di Catania.

Concluderà i lavori Biagio PECORINO, Presidente del Distretto Unico Regionale Ceralicolo SWB e Professore Ordinario di Economia Agraria presso il Di3A dell’Università di Catania.

 

La partecipazione al workshop, gratuita e aperta a tutti gli imprenditori interessati previa registrazione entro il 24 Marzo, consentirà di assistere alle tradizionali manifestazioni rientranti nel programma della Settimana Santa di Caltanissetta e che avranno luogo sia durante tutta la mattina (Real Maestranza) sia nel pomeriggio (Varicedde).

 L’evento è stato accreditato quale iniziativa formativa valida per l’acquisizione dei Crediti Formativiai fini della formazione professionale continua dei dottori commercialisti e degli esperti contabili, dei dottori agronomi, dei dottori forestali e dei tecnologi alimentari.


 La società Girgenti Acque interviene nel merito delle polemiche insorte sulla legittimità o meno dell’aggiudicazione della concessione per la gestione del servizio idrico nell’Agrigentino, e sull’affidamento dell’appalto per la rete idrica di Agrigento. Girgenti Acque afferma: “L’assemblea dell’Ato di Agrigento, che comprende il presidente della Provincia e tutti i sindaci dei 43 comuni agrigentini, con deliberazione del 2003, ha scelto, come forma per la gestione del servizio idrico, l’affidamento in concessione trentennale secondo la legge Galli, la 36 del 1994, con l’esecuzione dei lavori connessi alle infrastrutture ed al miglioramento della rete idrica del territorio. Nel 2006, ancora l’Ato di Agrigento ha approvato il bando di gara, poi pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale. Con verbale del primo settembre del 2006, la Commissione giudicatrice ha ritenuto pienamente ammissibile e vantaggiosa l’offerta del raggruppamento di imprese che successivamente avrebbe costituito Girgenti Acque. Il 18 gennaio 2007 è stata confermata definitivamente l’aggiudicazione all’associazione temporanea di imprese Girgenti Acque per la gestione del servizio idrico e dei lavori connessi. Dunque, la Girgenti Acque è aggiudicataria del servizio idrico tramite espletamento di gara pubblica. In riferimento alle opere connesse al servizio idrico, tali opere, come secondo convenzione di gestione, devono essere realizzate dal gestore, che dovrà assicurare una partecipazione finanziaria nella misura del 30% dell’importo dell’investimento”.