Home / Articoli pubblicati daRedazione Ag (Pagina 62)

E’ stata depositata presso la  Polizia di Stato,una denuncia verso ignoti per minacce.

Giorni addietro nel parabrezza della macchina ,il responsabile regionale USB Sicilia Lavoro Privato ex lsu ata Aldo Mucci ha rinvenuto una lettera di minacce con la seguente frase: “se dovesse passare il Decreto non camminerai sulle tue gambe”.La minaccia è estesa anche ai “suoi amici” politici del Movimento 5 Stelle.

Gli “amici” ai quali ci siamo  rivolti, per il superamento delle criticità oggettive,relative ai lavoratori LSU –ATA  sono: il Ministro Luigi Di Maio,incontrato recentemente a Palermo. La Presidente della Commissione Lavoro alla Camera dei Deputati On. Nunzia Catalfo. Il V.Presidente dell’Assemblea Regionale Siciliana On.  Giancarlo Cancellieri. L’eurodeputato On.Ignazio Corrao ,l’On.Luigi Gallo,Presidente della Commissione Cultura alla Camera dei Deputati, ai quali và tutto il nostro ringraziamento per l’impegno profuso.

Il loro impegno e la nostra tenacia, ha fatto sì  che dopo anni di sofferenze e sfruttamento dei lavoratori ex LSU –ATA, dal 1° gennaio 2020 i servizi di pulizia e ausiliari nelle Scuole statali saranno affidati esclusivamente a personale dipendente appartenente al profilo di Collaboratore Scolastico.

Dalla stessa data cesseranno in via definitiva i contratti attualmente in essere con le imprese di pulizia. Naturalmente cesseranno anche le continue“trance” di milioni di euro destinate alle Cooperative.  Tanto è previsto dalla Legge 30.12.2018 n. 145 “Legge di Bilancio 2019”.

Il Decreto Interministeriale, citato nella lettera di minacce, in concerto con Il Ministero del Lavoro , Il Ministero della Funzione Pubblica ed il Ministero dell’Economia e Finanze  in cui determinare  i requisiti per la partecipazione alla procedura selettiva, nonché  le modalità di svolgimento e i termini  per  la  presentazione delle domande ,completerà la tanto sospirata “internalizzazione”.

“Naturalmente questo episodio non fermerà il mio impegno e quello del coordinamento regionale,circa il proseguo del nostro travagliato traguardo,l’internalizzazione di tutti i lavoratori ex LSU ATA e storici. A breve incontreremo il Presidente del Consiglio dei Ministri  Prof.Giuseppe Conte  ”ha dichiarato Aldo Mucci

 

La Fondazione FS rende omaggio alla memoria di Andrea Camilleri con una tre giorni di iniziative al Parco Ferroviario di Porto Empedocle che chiude il ciclo della rassegna denominata Binari d’estate. Il 6 settembre l’autore della fortunata serie di romanzi del Commissario Montalbano avrebbe compiuto 94 anni.

 

Venerdì 6 settembre alle 19.00 dalla stazione di Agrigento Centrale partirà un treno storico diretto al Parco Ferroviario di Porto Empedocle dove, con inizio alle 20.00, ci sarà un talk show dal titolo Tutti a Vigata per Andrea Camilleri. La serata, organizzata dall’associazione “La strada degli scrittori” con il patrocinio della Fondazione FS e del Comune di Porto Empedocle, sarà condotta dal giornalista del Corriere della Sera Felice Cavallaro e prevede la proiezione di una intervista-testimonianza, realizzata con Andrea Camilleri, alternata a brevi contributi di alcune autorità del mondo della cultura e delle professioni. Non mancheranno piccoli intermezzi teatrali curati del Piccolo teatro pirandelliano di Agrigento. Alle 23.15 è prevista la partenza del treno storico da Porto Empedocle ad Agrigento Centrale.

 

Sabato 7 settembre concerto-tributo del chitarrista Francesco Buzzurro. Per raggiungere il Parco Ferroviario, Fondazione FS ha organizzato un treno storico con partenza alle 19.00 dalla stazione di Agrigento Centrale. I viaggiatori avranno diritto al posto a sedere nelle prime file dell’area spettacoli. L’ingresso al parco ferroviario è gratuito, previa prenotazione all’indirizzo prenotazioni@fondazionefs.it, fino a esaurimento dei posti disponibili. Il treno di ritorno per Agrigento Centrale partirà alle 20.15.

 

Domenica 8 settembre giornata dedicata al teatro e alla scoperta di Vigata, il centro storico di Porto Empedocle teatro delle vicende del commissario Montalbano. Due i treni storici in programma: il primo partirà dalla stazione di Catania alle 9.22, l’altro da Palermo Centrale alle 10.30. L’arrivo a Porto Empedocle, per entrambi, è previsto per le 13.30 circa. I viaggiatori saranno coinvolti in visite guidate del centro cittadino con la possibilità di partecipare a un laboratorio del gusto promosso da Slow Food. Nel pomeriggio, nell’area spettacoli del Parco Ferroviario di Porto Empedocle, performance teatrale a cura del Piccolo Teatro Pirandelliano di Agrigento. Alle 19.30 il primo treno diretto a Catania ripartirà dalla stazione di Porto Empedocle effettuando una breve sosta a Tempio di Vulcano dove è in programma una suggestiva esibizione nel cuore del Parco Archeologico. Alle 20.15 partirà da Porto Empedocle il treno diretto a Palermo, sempre con fermata a Tempio di Vulcano.

 

I Treni storici del gusto nei luoghi di Camilleri del prossimo weekend sono promossi dall’Assessorato Regionale del Turismo, dello Sport e dello Spettacolo con la collaborazione della Fondazione Ferrovie dello Stato e Slow Food Sicilia, utilizzando i finanziamenti del Programma Operativo FESR Sicilia 2014/2020.

 

La rassegna “Binari d’estate”, che ha coinvolto ad agosto migliaia di visitatori al Parco Ferroviario di Porto Empedocle Centrale, è organizzata e curata da Fondazione FS in collaborazione con le associazioni Ferrovie Kaos e Mariterra.

 

I biglietti per viaggiare a bordo dei treni sono in vendita nelle biglietterie e self service di stazione, agenzie di viaggio abilitate e su trenitalia.com. Sarà possibile acquistarli anche a bordo treno, senza alcuna maggiorazione di prezzo, e in relazione alla disponibilità dei posti a sedere. Informazioni dettagliate consultando la sezione “viaggi ed eventi” del sito web fondazionefs.it o le fanpage ufficiali della Fondazione FS su Facebook e Instagram. Disponibile anche l’indirizzo email info@fondazionefs.it

 

Oggi martedì 3 settembre ricorre il 37esimo anniversario della strage Dalla Chiesa a Palermo, e della morte del Prefetto Carlo Alberto Dalla Chiesa, della Signora Emanuela Setti Carraro e dell’agente Domenico Russo, “vittime della barbarie mafiosa”, come ha scritto il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, in un messaggio.

Alla luce degli ultimi avvenimenti che hanno coinvolto l’affermatissima atleta​ Giusi Parolino “campionessa nazionale di giavellotto” con la quale siamo solidali,non possiamo esimerci dal denotare che questa amministrazione guidata solo ed esclusivamente dal Sindaco Firetto,ancora una volta snobba i reali problemi che affliggono la nostra Città rimanendo totalmente silente .Sindaco Firetto ed Assessore con delega allo sport,in questi 4 anni “di suo-vostro” governo cittadino, quali sono i progetti che avete programmato alfine di creare delle strutture idonee che consentano il normale allenamento di atleti dalla caratura della più volte campionessa italiana di giavellotto Giusi Parolino ,che tra le altre cose parteciperà a breve ai campionati europei del su citato sport rappresentando Agrigento è l’intera nazione?In merito agli avvenimenti che sono accaduti e che hanno colpito la nostra campionessa nazionale, non crede che​ sia il caso di attribuirle​ la cittadinanza onoraria come ha già fatto in precedenza con altre​ insigne figure?Crediamo che sia doveroso mettere in risalto una sportiva di fama nazionale come la signora Parolino ,considerato che è da svariati anni l’orgoglio agrigentino che appunto​ rappresenterà la nostra nazione e la nostra Agrigento ai campionati europei .Ribadendo la nostra solidarietà alla più volte campionessa nazionale Giusi Parolino della quale siamo tifosi e che ripeto sosterremo con forza ai campionati europei essendo davvero per noi agrigentini motivo di orgoglio,rimaniamo in attesa di una cordiale risposta da parte del Sindaco Firetto in merito all’onoreficienza da attribuirle,sperando che esso​ non faccia riconoscere ancora di più la nostra Agrigento come la Città di Pirandello.A dichiararlo il Consigliere comunale e Presidente della 1 commissione consiliare permanente Salvatore Borsellino.

Sabato 14 settembre, infatti, la più piccola delle Pelagie ospiterà il concerto di Lello Analfino e i Tinturia. L’evento, fortemente voluto dal frontman del gruppo siciliano e dagli abitanti dell’isola, avrà come scopo quello di promuovere Linosa, il suo mare e i suoi paesaggi. E’ la prima volta che la piccola isola del Mediterraneo ospita un evento musicale di questo tipo. “Con Linosa è stato amore a prima vista – racconta Lello Analfino – . Quando si arriva su quest’isola si avverte un fascino difficile da spiegare. La sua gente, il suo mare, la sua magia, fatta di pietre nere e mare blu. E poi chissà, magari questo sarà soltanto il primo concerto di una lunga serie sull’isola…”. Il concerto è stato organizzato dall’associazione “Pelagos” con il contributo del Comune di Lampedusa e Linosa.

Venerdì 6 Settembre, ad aprire i festeggiamenti del Festival dell’Uva da Tavola I.G.P. di Mazzarrone, sarà la terza edizione del Festival Cinematografico “Ciak Si Cresce”. Il Festival, come da tradizione, chiude il percorso formativo avviato con giovani talenti, dai quattordici ai diciassette anni, con la proiezione dei cortometraggi da loro prodotti e l’assegnazione dei vari premi. Quest’anno, ad assegnarli, una giuria d’eccezione proveniente dal panorama cinematografico e televisivo nazionale. La regista modicana Alessia Scarso, firmando la regia del film “Italo” e del pluripremiato cortometraggio “Vasa Vasa”. Con lei, direttamente da Roma, Lucio Cocchia, regista di diversi programmi televisivi tra i quali “Miss Italia” e “A sua immagine”, e Anna Cuocolo, docente di Arte Scenica presso il Conservatorio di Musica “Arrigo Boito” di Parma, regista e coreografa che ha lavorato in diverse produzioni cinematografiche, ultima tra queste la fiction di Ricky Tognazzi “La vita promessa”. Presidente di giuria, l’attrice pugliese Cinzia Clemente, artista poliedrica che ha preso parte in produzioni quali “Il capitano Maria”, “Jesus VR” e “7 Miracles”.

Una serata ricca di musica e spettacolo ad accompagnare i tre film finalisti in gara, basati sulle tematiche del bullismo e del cyberbullismo. «Il progetto, quest’anno, ha raggiunto ben 32 scuole in tutta Italia – spiega Samuel Tasca, uno degli organizzatori della manifestazione – e molte altre sono pronte a partire già a fine Settembre. Le tematiche sociali, unite all’apprendimento delle tecniche di produzioni cinematografica, danno al progetto un carattere innovativo che viene ben recepito dai giovani e apprezzato dai docenti. Tanti i progetti ancora in cantiere, ma già ci riteniamo soddisfatti del risultato ottenuto in così poco tempo».

Per i partecipanti al festival, inoltre, una grande opportunità di formazione poiché, nella giornata di venerdì, avranno modo di partecipare alle masterclass tenute dai giurati. Un messaggio di crescita, formazione e prevenzione sociale è, quindi, il vero vincitore di questo festival, dove i protagonisti sono proprio gli adolescenti che vivono ogni giorno queste tematiche così delicate. Obiettivo del progetto è, infatti, quello di mettere i giovani in condizione di affrontare questa fase della vita in maniera più consapevole, potendo diventare anche loro ambasciatori di questo importante messaggio sociale.

L’associazione ambientalista MareAmico di Agrigento, coordinata da Claudio Lombardo, rileva che, ogni volta che piove, le acque piovane lavano il torrente canne e trasportano nella spiaggia delle Dune a San Leone tutto il loro contenuto inquinante, proveniente da intere zone a sud del villaggio Mosè. Lombardo, che allega delle foto, aggiunge: “Tutto ciò è facilmente documentabile attraverso la vista, l’olfatto e le analisi, che hanno testimoniato un elevatissimo livello di ammoniaca, segno di un forte inquinamento cloacale”.

Anche la messa è trasmessa in diretta su Facebook per coloro che sono impossibilitati, per qualsiasi motivo, a recarsi in Chiesa. Accade a Canicattì, e la prima messa in diretta, domenica scorsa alle ore 8, nella parrocchia di San Giuseppe, è stata un successo. Il parroco, don Giuseppe Livatino, commenta: “La Chiesa diventa così più vicina ai fedeli attraverso i moderni sistemi di comunicazione come i social”. Don Livatino ha sposato con entusiasmo la proposta della comunità dei fedeli. Ogni domenica alle 8, quindi, sul profilo facebook di Dante Campagna (https://www.facebook.com/dante.campagna) è possibile seguire la diretta della funzione religiosa, ripresa e messa in onda rispettando al massimo la privacy dei fedeli presenti in Chiesa che non saranno mai ripresi senza consenso. Saranno invece ripresi la maestra d’organo, il cantore ed i lettori delle sacre scritture e, naturalmente, l’officiante.

Venerdì prossimo, 6 settembre, Andrea Camilleri avrebbe compiuto 94 anni. E le associazioni “Strada degli Scrittori” e “Ferrovie Kaos”, con il patrocinio del Comune di Porto Empedocle, venerdì hanno organizzato la manifestazione intitolata “Tutti a Vigata per Andrea Camilleri”, dalle ore 19:30 in poi al Parco Ferroviario di Porto Empedocle. L’iniziativa rientra nell’ambito della rassegna “Binari d’estate”, promossa dalla Fondazione Ferrovie dello Stato. Tante saranno le testimonianze che arricchiranno l’evento, presentato dal direttore della Strada degli Scrittori, Felice Cavallaro, con il contributo artistico di Salvatore Nocera Bracco. Venerdì dalla stazione ferroviaria centrale di Agrigento partirà un treno alle ore 19:02 per raggiungere la stazione di Porto Empedocle. E poi sabato 7 settembre, sempre alla stazione di Porto Empedocle, si svolgerà un concerto tributo del Maestro Francesco Buzzurro, e domenica 8 settembre spettacoli teatrali a cura del Piccolo Teatro.

L’ex consigliere comunale di Agrigento, Giuseppe Di Rosa, coordinatore del movimento “Mani Libere”, ha presentato un esposto alla Procura di Agrigento, al Prefetto, all’Azienda sanitaria, all’Arpa e alla Polizia Provinciale. Di Rosa afferma di avere appreso, nel corso di un’intervista all’assessore Hamel in onda su Teleacras, che è prossima l’attivazione di un impianto mobile di conferimento e smaltimento del secco non riciclabile e dell’umido nella zona industriale agrigentina. E che in proposito si è svolta un’apposita conferenza di servizi. Dunque, Giuseppe Di Rosa ritiene che l’attivazione di tale impianto comporti la creazione di una discarica nei pressi dell’Istituto scolastico Fermi. E quindi si chiede, e chiede nell’esposto: “Può un istituto scolastico coesistere in piena zona industriale, con aziende di ogni tipo, a ridosso di un centro di stoccaggio e ad una discarica per lo smaltimento di rifiuti organici? Dobbiamo per forza aspettare che qualcuno si ammali per correre ai ripari?”.