Home / Articoli pubblicati daRedazione Ag (Pagina 551)

 

 E’ stato consegnato venerdì mattina 22 giugno 2018 ad Avola presso il Teatro Garibaldi il Premio Speciale “Penna Maestra” al sociologo e giornalista, Francesco Pira, docente di comunicazione all’Università di Messina. Il riconoscimento è stato deciso dall’AGIRT (Associazione Giornalisti Radiotelevisivi e Telematici” Edizione 2018, in memoria di Gregorio Valvo, Molto toccante e significativa la motivazione: “per il grande lavoro svolto nella piattaforma Sigef dando un forte contributo alla formazione continua dei giornalisti e per l’instancabile attività scientifica di ricerca, da docente universitario, nel campo della comunicazione on line”.

Il Premio “Penna Maestra” alla carriera è stato consegnato al segretario regionale dell’Ordine dei Giornalisti di Sicilia, Santo Gallo“per i lunghi anni trascorsi al servizio della categoria”.

Il Premio “Tina Amato” è stato consegnato al Vice Presidente nazionale dell’Unci, Leone Zingales, ideatore ed animatore del “Giardino della Memoria” in ricordo delle vittime della mafia, “per l’impegno dei cronisti nella battaglia per la legalità, perché la lotta alla mafia è il primo baluardo della società civile nella difesa della buona qualità della vita”. Zingales è stato premiato da Giovanna Raiti, sorella del carabiniere siracusano, Salvatore Raiti, vittima della mafia, ucciso nella strage della circonvallazione di Palermo, il 16 giugno 1982, mentre era impegnato nel trasferimento del boss detenuto Alfio Ferlito.

La consegna dei Premi è avvenuta nel corso del seminario sul tema “Immigrazione e mass media, il ruolo della comunicazione nei processi d’integrazione dei richiedenti asilo. Linguaggio, metodologie e tecniche di chi deve lavorare in rete al servizio della società civile“, organizzato dall’associazione “Santo Stefano onlus”, che si è svolto ieri al teatro Garibaldi di Avola. Nel corso dei lavori è emerso che sarà firmato un protocollo d’intesa tra l’Ordine degli assistenti sociali e l’Ordine dei giornalisti di Sicilia. Un  impegno assunto da Santo Gallo, segretario regionale dell’Odg Sicilia.”

Il seminario è stato aperto con una relazione sul tema: “Globalizzazione e migrazione: i media, la spettacolarizzazione e la controinformazione dei social network” svolta dal professor Francesco Pira: “L’elemento che emerge con tutta evidenza è la contraddizione forte che esiste tra come giudichiamo i comportamenti degli altri e ciò che accettiamo possa entrare a far parte del nostro quotidiano”.

Seconda relazione quella del dottor Pippo Cascio, sul tema “giornalismi di frontiera e comunicazione responsabile, dalla carta stampata alla tv, all’on-line, la mobilitazione della categoria”. I lavori sono stati coordinati dal giornalista Damiano Chiaramonte.

“La legge sui minori non accompagnati ha trasformato le sue aspirazioni personali. Il minore adesso segue un percorso che lo mette di fronte a delle potenzialità che egli stesso disconosceva. Il compito dell’assistente sociale in questa nuova visione è quello di costruire esattamente il progetto sociale di vita del minore insieme ad altri professionisti e del tutore volontario”, ha spiegato Maria Concetta Storaci, segretaria dell’Ordine nazionale degli assistenti sociali.

Durante la stessa giornata, è stato consegnato il premio Tina Amato è stato consegnato anche al sindaco di Avola, Luca Cannata, che insieme a Tina Amato, ha intrapreso la grande avventura dello Sprar, per il suo “impegno, durato lunghi anni, nella comunità locale al servizio dell’integrazione e dell’aiuto agli ultimi”; all’assessore alle Politiche dell’istruzione ed Edilizia scolastica – Cultura – Politiche sociali e Pari Opportunità del Comune di Avola, Simona Caldararo, “per l’impegno, la disponibilità e la collaborazione nel progetto Sprar: una donna, un’avvocata, sempre in prima linea al servizio dei più deboli” e all’equipe dei servizi sociali del Comune di Avola: Gaetano RamettaVincenzo CarusoFabio Portuese e Lina Giallongo “per il grande lavoro che hanno svolto e continuano a svolgere per garantire il buon funzionamento del progetto Sprar”. Ed infine all’equipe dello Sprar di Avola: Sofia LabidPatrizia ForteSimona ZammittiGiuseppina PiazzaGianpiero ChiricoMarinella SpinaAntonio LucchesiFulvio FortunaMariagrazia Insolia e Donatella Alota “per il grande impegno quotidiano che ogni giorno profonde per garantire servizi ed integrazione ai rifugiati richiedenti asili”.

 

La Palermo – Agrigento è attraversata, e interrotta, da cantieri spesso in stop, con gravi disagi agli utenti. Adesso, a fronte di ciò che ormai ha assunto i contorni di una vera e propria “incompiuta”, la Regione Sicilia ha lanciato l’ultimatum : “O ripartono subito i lavori o la ditta può dire addio al contratto”. L’impresa ravennate, che ha l’appalto della Palermo – Agrigento, ha già previsto la ripresa dell’intervento entro metà della prossima settimana. Le ragioni del blocco sarebbero legate alle frizioni fra Anas e la Cmc di Ravenna su una delle più importanti perizie di variante del maxi cantiere del raddoppio fra Palermo e Lercara Friddi. Infatti, un mese addietro l’impresa ravennate ha presentato varianti per quasi 80 milioni di euro, e tra le due parti vi sono ancora contese su circa 5-6 milioni di euro.

Lia Sava si è insediata come nuovo procuratore generale di Caltanissetta.

La cerimonia si è svolta nell’aula magna “Saetta e Livatino” del palazzo di giustizia di via Libertà. Lia Sava assume il posto di Sergio Lari, in pensione dallo scorso 4 marzo. Negli ultimi 5 anni ha lavorato sempre a Caltanissetta come procuratore aggiunto. In occasione dell’insediamento, Lia Sava, tra l’altro, ha affermato: “Il mio impegno sarà quello di organizzare al meglio gli uffici requirenti del distretto. Si tratta di un territorio ad alto tasso criminale che comprende zone, oltre a quella di Caltanissetta, come Gela ed Enna. E le Procure devono sempre far fronte a carenze di organico che riguardano sia i magistrati che il personale amministrativo. Non è nemmeno possibile pensare, ad esempio, che la Procura minorile nissena, che ha competenza sull’intero distretto, possa reggersi solo sull’impegno del procuratore e dell’unico sostituto in organico”.

L’associazione ambientalista “MareAmico” di Agrigento, coordinata da Claudio Lombardo, ha diffuso un video che testimonia la condizione di degrado in cui versa il boschetto del Viale delle Dune a San Leone. Recentemente si sono sollevate delle dispute sul soggetto istituzionalmente titolare del boschetto, e quindi competente ad intervenire. Anche lo stesso Lombardo spiega di avere rivolto tale quesito al Comune, e di essere ancora in attesa di una risposta.

video…

 
 

Il consigliere comunale di Agrigento, Salvatore Borsellino, interviene nel merito della perdurante chiusura del viadotto Morandi, e afferma: “Abbiamo richiesto già da tempo un Consiglio comunale straordinario affinché gli organi preposti ci diano notizie concrete per quanto riguarda il recupero sicurezza del viadotto. Attendiamo in Consiglio il sindaco Firetto affinchè relazioni sulle iniziative in itinere, i tempi di attuazione degli interventi, e, soprattutto, di conclusione. Il viadotto Morandi è un’arteria di collegamento essenziale e cruciale per il territorio. Non sono tollerabili ulteriori ritardi”.

Ad Agrigento fervono i preparativi in occasione della Festa di San Calogero, dall’uno all’otto luglio prossimi. Tra le novità, già annunciate in conferenza al Santuario, vi sarà il carrello con annessa guida al posto del mezzo a motore che finora ha trasportato il simulacro lungo le vie cittadine durante la sera. Dunque, non più il camion ma un carrello di ferro guidato da una persona, con due aste che saranno poggiate alla vara per consentire l’avvicinamento di famiglie e giovani tra la gente. E poi tante fiaccole che serviranno ad illuminare il tragitto fino all’ingresso del Santuario. Tra le altre novità di rilievo vi è il coinvolgimento di altre confraternite e associazioni di Agrigento. Per quanto riguarda il resto del programma è confermata l’uscita del Santo la prima domenica a mezzogiorno e alle ore 13 l’8 luglio. Per il 5 luglio, giovedì, è altresì confermata la preparazione della maxi torta che sarà offerta innanzi al Santuario. Poi protagonisti venerdì 6 luglio saranno l’attore Gianfranco Jannuzzo e i Tammura di Girgenti, con il patrocinio dell’Ente Parco dei Templi.

Beni per un valore di 2 milioni e 350mila euro sono stati sequestrati e confiscati dalla Guardia di Finanza, su ordine della sezione per le misure di prevenzione del Tribunale di Caltanissetta, ad un imprenditore di Gela, Fabio Paolo Fasulo, consulente aziendale, coinvolto in procedimenti penali soprattutto di natura finanziaria. Il procuratore di Gela, Fernando Asaro, spiega: “Il provvedimento, richiesto dal pubblico ministero Antonio D’Antona, è il frutto di accertamenti capillari che hanno consentito di ricostruire i coinvolgimenti in illeciti di oltre un decennio di attività di Fasulo, appurandone la sua abituale dedizione ai traffici delittuosi nonchè la sproporzione delle ricchezze accumulate rispetto ai redditi dichiarati”. I beni confiscati consistono in 27 unità immobiliari adibiti a civili abitazioni e ad uffici, l’intero capitale sociale di due aziende immobiliari (una a Gela e l’altra a Parma dove l’imprenditore nel frattempo ha trasferito la sua attività) 6 autoveicoli (tra cui una Maserati) e 3 moto di grossa cilindrata. Il tutto è stato affidato ad un amministratore giudiziario. Il tribunale nisseno ha inoltre applicato a Fasulo il provvedimento della sorveglianza speciale con obbligo di soggiorno per 4 anni nella città di residenza.