Home / Articoli pubblicati daRedazione Ag (Pagina 544)

Sono anni che provo a dare risalto alle continue grida di allarme del mondo agricolo riberese. Tante volte, infatti, ho dato voce alle istanze degli agricoltori denunciando lo stato di totale abbandono delle strade rurali e le loro difficoltà nel recarsi nei poderi. Nonostante questi miei sforzi continuo a registrare il quasi totale disinteresse dell’amministrazione comunale alla risoluzione di questa problematicha.

In questi giorni, tuttavia, con piacevole sorpresa, ho appreso dalla stampa dell’inizio di una serie di iniziative programmate dalla giunta comunale che fanno ben sperare il mondo agricolo. Da quanto letto si tratterebbe di una serie di interventi volti alla manutenzione ordinaria di un numero indefinito di strade interpoderali.

Se da un lato è possibile giudicare l’iniziativa positivamente, dall’altro si può notare la artata nebulosità dei comunicati diffusi al fine di ingenerare false aspettative in quante più persone possibile. Tantissimi sono stati, infatti, gli agricoltori che incuriositi dalle notizie mi hanno contattato per conoscerne i dettagli e per sapere quali strade verranno riqualificate. Domande a cui non sono stato in grado di rispondere a causa del solito atteggiamento ostile di una maggioranza che si interfaccia con l’opposizione soltanto quando è alla ricerca del numero legale in consiglio comunale.

Sarebbe stato più corretto coinvolgere l’intero consiglio comunale in tali scelte: a Ribera non deve esistere differenza tra maggioranza e opposizione quando si parla di agricoltura!

Alla luce di quanto sopra esposto il sottoscritto Consigliere Comunale Benedetto Vassallo

INTERROGA

l’Assessore al ramo per sapere
– l’elenco esatto delle strade rurali che verranno interessate dalle migliorie;

– i criteri di individuazione delle stesse, l’elencazione di quelle scartate con le rispettive motivazioni;

– i tempi di inizio e di fine dei lavori e il loro costo.

Si richiede risposta scritta.

Nuova eruzione sull’Etna: dal nuovo cratere di Sud-Est del vulcano attivo più alto d’Italia da ieri sera è presente un’attività stromboliana con emissione di brandelli di magna incandescente e cenere lavica e un trabocco di lava. I fenomeni, monitorati dall’Ingv di Catania, sono confinati nella zona sommitale del vulcano. I tremori nei condotti magmatici interni dell’Etna si mantengono su livelli medio-alti. L’emissione di cenere non impatta sull’attività dell’aeroporto internazionale di Catania che è operativo.
   L’attività eruttiva è ripresa con insolito vigore, esattamente in corrispondenza del Nuovo Cratere di Sud Est. Dopo il suo risveglio a partire dal mese di luglio, e una graduale intensificazione dell’attività, l’Etna ha dato inizio a un nuovo episodio di attività stromboliana con emissione di colate di lava nella notte fra il 23 e il 24 agosto 2018.
Nel tardo pomeriggio del 23, un repentino aumento dell’ampiezza del tremore vulcanico ha annunciato l’inizio di una debole attività esplosiva dalla cosiddetta “bocca della sella”, che si trova esattamente a metà fra il vecchio cono del Cratere di Sud-Est e quello del Nuovo Cratere di Sud-Est. 
Questa attività è rapidamente diventata quasi continua, con lanci di bombe laviche incandescenti fino a circa 100-150 metri sopra il cratere. Poi, verso le ore 20.30 (locali), si è osservato un piccolo flusso lavico che veniva emesso da un’altra bocca del Nuovo Cratere di Sud-Est, quella ubicata sull’alto fianco orientale del cono: l’emissione di lava è stata accompagnata da sporadiche e deboli esplosioni dalla medesima bocca. 
Questo flusso si è lentamente allungato in direzione della Valle del Bove, rallentando dopo aver percorso poche centinaia di metri. Poco dopo, è iniziato però anche un trabocco lavico dalla “bocca della sella” che si è riversato sul fianco settentrionale del cono del Nuovo Cratere di Sud-Est. Nelle ore successive, l’attività è andata avanti senza variazioni significative. All’alba di oggi 24 agosto, l’ampiezza del tremore vulcanico ha cominciato a diminuire leggermente e l’attività stromboliana risulta meno intensa. Tuttavia, in mattinata, dopo le 9.20, è iniziata anche una continua emissione di cenere che ha alimentato un pennacchio di diverse centinaia di metri sopra il cratere. Il fenomeno eruttivo è ancora in evoluzione ed è costantemente monitorato dall’Osservatorio Etneo dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (INGV).

Emissione di lapilli e lava, aeroporto Catania operativo

“Il post del deputato Giuseppe Bellachioma, poi smentito, impone comunque una riflessione sul valore e il peso delle parole anche su facebook. Naturale è stata la reazione di quanti hanno colto nel tono di quei contenuti la volontà di instaurare un clima intimidatorio che potesse coinvolgere la Magistratura e in particolare la Procura della Repubblica di Agrigento. Oggi va detto forte e chiaro: il braccio di ferro con l’Europa, le esigenze di propaganda o le strategie di comunicazione leghiste non possono in alcun modo giustificare il superamento di certi limiti. Sa bene anche il deputato del Carroccio che i giudici come il procuratore Luigi Patronaggio operano nel rispetto delle leggi dello Stato e la Costituzione li tutela da ingerenze da parte di ogni potere. Bene ha fatto l’ANM a definire quelle esternazioni come un’intimidazione. Quel post sarebbe stato grave e inqualificabile anche se a scriverlo fosse stato un semplice cittadino. Lo è stato molto di più perché faceva riferimento ad un parlamentare. Da sindaco rispetto il diritto di questo Governo nel voler affrontare con l’Europa il tema delle migrazioni con l’energia necessaria, ma non è ammissibile che si provi a condizionare la libertà di chiunque ad esprimersi e ad agire secondo legge, ancor più se si prova a delegittimare, pur con un vago sospetto, chi esercita le proprie funzioni”.

Un ringraziamento agli operatori ecologici della Realmarina e un appello ai cittadini affinchè contribuiscano a tenere pulita la città, sono arrivati dall’assessore comunale all’Ambiente Giuseppe Sicilia.
Attraverso il proprio profilo Facebook, l’amministratore empedoclino, è intervenuto sui lavori di spazzamento e ripulitura di diverse aree della cittadina, interessate dal triste fenomeno dell’abbandono indiscriminato dei rifiuti.
“Oggi – scrive l’assessore Sicilia – abbiamo visto un grande impegno per ripulire la città dai troppi rifiuti gettati in terra da cittadini che non amano Porto Empedocle. Un lavoro normale di spazzamento in queste condizioni, è sempre straordinario e richiede il triplo del lavoro. Chiedo ai cittadini di diventare protagonisti della svolta per una Porto Empedocle pulita. Un grazie special e- conclude Sicilia. Va agli uomini della Realmarina per l’impegno e gli sforzi che sono certo continueranno a mettere in campo”.
All’assessore Giuseppe Sicilia, fa eco l’amministratore delegato di Iseda Giancarlo Alongi .
“Le parole dell’assessore – dice Alongi – non possono che farci piacere e ripagano in qualche misura anche il grande lavoro che gli operatori ecologici di Realmarina svolgono ogni giorno a Porto Empedocle dovendo fare il triplo dello sforzo, proprio come dice l’assessore, per un servizio che viene penalizzato molto in termini di tempi e di costi, dall’opera degli incivili che non effettuano la differenziata e non rispettano le regole. Anche noi, come Realmarina, lanciamo un ulteriore, ennesimo appello ai cittadini empedoclini affinchè si sforzino maggiormente facendo la loro parte, per migliorare e fare decollare definitivamente e per il meglio, il servizio di raccolta differenziata”.

 

 

Sotto la presidenza del Sindaco Giuseppe Galanti e dell’assessore al ramo, Laura Termini, questa mattina, al Palazzo di Città si è tenuto un vertice per fare un’analisi delle problematiche che hanno determinato il grave fenomeno del randagismo in città, allo scopo di individuare le iniziative da porre in essere per mettere fine a tutto ciò che riguarda l’argomento.
All’incontro di stamani, oltre ai due rappresentanti dell’amministrazione comunale, che lo ha fortemente voluto, hanno preso parte il Direttore del Dipartimento di Prevenzione Veterinario, Antonio Izzo, la locale squadra di veterinari al completo, il gestore del canile sanitario Angelo Rinascente, il dirigente del Dipartimento Territorio ed Ambiente dedl Comune, Vincenzo Ortega, il Comandante della Polizia Municipale, Giovanna Incorvaia, e il deputato licatese Carmelo Pullara quale membro della commissione regionale sul randagismo.
Dopo un’attenta analisi della situazione, su un punto tutti i soggetti in causa sono stati subito d’accordo: la soluzione del problema deve necessariamente passare dalla piena funzionalità del canile sanitario, ragion per cui uno dei primi provvedimenti che saranno adottati riguarderà quello della revoca dell’ordinanza a firma dell’ex commissario straordinario, Maria Grazia Brandara, con la quale sono state limitate le funzioni all’interno del suddetto canile.
<<Una volta sviscerate le problematiche intrinseche ed individuate le possibili soluzioni da attuare a lungo periodo – spiega l’assessore Laura Termini –, si è operativamente predisposto un cronoprogramma, secondo il quale ciascun attore coinvolto, per quanto di propria competenza, si adopererà, in tempi brevi, per compiere le azioni propedeutiche alla revoca dell’ordinanza a firma dell’ex commissario. Brandara e, quindi, al ripristino, a pieno regime, del canile sanitario. Da lì seguiranno un’azione massiccia di sterilizzazione dei randagi ed ulteriori azioni di controllo del fenomeno>>.

 

 

 

Per consentire alla cittadinanza di donare con generosità il proprio sangue l’A.D.A.S., effettuerà una raccolta , domenica 26 agosto ad Agrigento davanti la Parrocchia di San Leone viale Viareggio, dalle ore 8.00 alle ore 12.30.
A tutti i donatori saranno inviate a cura della stessa associazione le analisi cliniche effettuate in occasione della donazione.
Si invita, come sempre, la S.V. a voler diffondere la notizia con il maggior risalto possibile considerato il continuo bisogno di sangue.

Padre e due figli sono le vittime dell’incidente stradale avvenuto all’imbocco della statale 626 Caltanissetta-Gela, alle porte del capoluogo nisseno. Salvatore Barba e i due figli Enzo e Flavia, di Mussomeli, sono morti nell’impatto; il corpo di Enzo Barba è stato sbalzato fuori dalla vettura. La famiglia Barba è conosciuta in paese perché possiede da anni una cartoleria, in via Palermo.

I tre erano su una Fiat 500 X, che si è scontrata con un camion che procedeva in direzione opposta; da una prima ricostruzione sembra che l’auto abbia cercato di sorpassare un altro mezzo proprio mentre, dalla parte opposta, arrivava l’autocarro. Il conducente del mezzo pesante ha cercato di evitare lo scontro, centrando il guard-rail e finendo nel terreno ai margini della carreggiata; il conducente è rimasto ferito.

Non si contano le fiere, le feste popolari, le sagre che animano le città di tutto lo stivale e della nostra regione in ogni periodo dell’anno.
Tra gli eventi non si può non citare la manifestazione Ottobrando, a Floresta, comune del messinese, noto anche per la sua posizione geografica essendo il comune più alto della Sicilia (1275 m s.l.m.) .
La nuova amministrazione comunale è già all’opera per organizzare l’edizione 2018.
Una sagra per ogni weekend di ottobre, da cui trae il nome l’intera manifestazione, dedicata ai prodotti tipici e al folclore della piccola cittadina immersa nei Nebrodi.
Tutti i sabati e le domeniche di ottobre: una carrellata di sagre e prodotti tipici conditi con arte, cultura, spettacoli e stand gastronomici.

Le tradizionali sagre
Sagra dei Vasola a Crucchittu
Sagra del Suino nero dei Nebrodi
Sagra dei Funghi
Sagra della Provola

Sindaco di Floresta, Cappadona

Antonino Cappadona, già sindaco di Floresta, dichiara: “la sagra intende presentare e promuovere prodotti e piatti tipici della nostra zona, in questo determinato periodo dell’anno, simboli dell’identità culturale del territorio stesso. L’immensa ricchezza della Sicilia si riflette nella tradizione enogastronomica a vocazione prevalentemente agraria, grazie al sole e alla fertilità del nostro suolo. Anche quest’anno siamo certi di ottenere gli obiettivi prefissati, e “mostrare” Floresta con le sue tradizioni e i suoi prodotti ai propri cittadini e ai turisti più curiosi”.

“Parallelamente alle sagre, – aggiunge il sindaco- le vie del paese saranno interessate da 30 stand della “Mostra Mercato”; nel centro storico inoltre, con taglio più culturale si prevedono attività ed esposizioni “en plein air” che rievocano la storia e le più antiche tradizioni locali..
Ma non è tutto. Ad arricchire la passeggiata saranno gli spettacoli musicali e di folclore di artisti boemien per intrattenere gli ospiti, e le migliaia di visitatori che ogni anno affollano la città” .

 

 

 

Il professor Francesco Pira, sociologo e giornalista, è il nuovo Direttore Responsabile della Rivista Lion Sicilia organo ufficiale del Distretto 108 Yb Sicilia. E’ stato il Governatore per l’anno sociale 2018-2019, dottor Vincenzo Leone, ad attribuire l’incarico di Delegato e Direttore Responsabile della Rivista nel corso della convention che si è svolta presso la splendida cornice del Baglio Basile, a Petrosino in provincia di Trapani, nel corso del 1° Gabinetto Distrettuale che ha dato ufficialmente avvio, con una intensa due giorni, all’Anno Sociale 2018/2019. Con il Seminario delle Cariche, diretto dal nuovo Governatore del Distretto 108 Yb Sicilia Vincenzo Leone già conclamato, in questo importante ruolo davanti ai rappresentati di 210 Paesi del pianeta e per mano del Presidente Internazionale di LCI, nella Convention tenuta, nei primi giorni di luglio, negli Stati Uniti di America a Las Vegas. In questo ultimo importante contesto sono stati attribuiti gli incarichi più importanti del Distretto, con l’insediamento dei Componenti del Gabinetto Distrettuale provenienti da tutta la Sicilia.

Francesco Pira, socio del Lions Club Agrigento Chiaramonte, è stato in giovane età Direttore Responsabile della Rivista del Distretto del Leo Club Sicilia-Malta.

“Sai bene  – ha scritto il Governatore Leone a Pira nella sua lettera di nomina – per aver già dato prova di essere un grande Lion, che il nostro impegno nei confronti dei più deboli non si potrà esaurire fin quando accanto a casa nostra, come in qualsiasi altra parte del mondo, vi saranno donne e uomini che vivono nel disagio. Desidero per questo chiederti di servire la nostra Associazione e il Distretto Sicilia affidandoti l’incarico di Direttore della Rivista Distrettuale”.

 

Francesco Pira, è professore di comunicazione e giornalismo presso il Dipartimento di Civiltà Antiche e Moderne dell’Università degli Studi di Messina, dove è Coordinatore Didattico del Master in “Manager della Comunicazione Pubblica”  e di Comunicazione Pubblica e d’Impresa presso lo IUSVE l’Università Salesiana di Venezia e Verona. E’ visiting professor presso l’Università Re Juan Carlos di Madrid.

Svolge attività di ricerca nell’ambito della sociologia dei processi culturali e comunicativi. Dal 1997 svolge indagini su vecchi e nuovi media, pre-adolescenti e adolescenti. Ha intrapreso una battaglia personale contro il Cyberbullismo e il sexting. Su questi temi ha tenuto: conferenze in Italia e all’Estero con studenti, corsi di formazione per docenti e genitori ed è stato nominato come Esperto in progetti PON e del Ministero della Pubblica Istruzione rivolti agli Istituti Scolastici. Saggista e Giornalista è autore di numerosi articoli e pubblicazioni scientifiche. Opinionista dei quotidiani on line La Voce di New York,  Affari Italiani e del magazine Spot and Web, è Direttore Editoriale del giornale on line Scrivo Libero dove tutte le domeniche pubblica un Video Editoriale e firma la Rubrica PIRATERIE, dedicata alle nuove tecnologie, nelle pagine culturali del quotidiano “La Sicilia”. Scrive per riviste specializzate. E’ attualmente consulente di Avis regionale Calabria. E’ stato relatore in convegni internazionali e conferenze in India, Thailandia, Grecia, Danimarca, Francia, Croazia, Slovenia, Spagna, Portogallo e Belgio. Nel 2010 e nel 2011 è stato coordinatore scientifico e moderatore dell’International Communication Summit che ha visto la presenza di Alastair Campbell, ex portavoce di Tony Blair e di Zygmunt Bauman, uno dei più noti sociologi e influenti pensatori contemporanei. Nel giugno 2008 per l’attività di ricerca e saggistica e giornalistica, è stato insignito dal Capo dello Stato, on. Giorgio Napolitano, dell’onorificenza di Cavaliere dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana e ha ricevuto numerosi Premi nazionali e internazionali.

 

Il traffico sulla strada statale 624 “Palermo-Sciacca” è provvisoriamente bloccato tra il km 54,300 e il km 55,600, tra gli svincoli di Poggioreale e Carbone per la presenza, a causa di condizioni meteo avverse, di fango e detriti in carreggiata.

Deviazioni per il percorsi alternativi segnalate in loco.

Anas, società del Gruppo FS Italiane, raccomanda prudenza nella guida e ricorda che l`evoluzione della situazione del traffico in tempo reale è consultabile sul sito web www.stradeanas.it oppure su tutti gli smartphone e i tablet, grazie all`applicazione “VAI” di Anas, disponibile gratuitamente in “App store” e in “Play store”. Inoltre si ricorda che il servizio clienti “Pronto Anas” è raggiungibile chiamando il numero verde gratuito, 800 841 148