Home / Articoli pubblicati daRedazione Ag (Pagina 542)

Incidente mortale sulla strada statale 189 Palermo – Agrigento, poco dopo le 17, tra Casteltermini e Comitini.  Nel violento impatto, di cui le cause sono ancora da accertare, è deceduto il palmese Luigi Tannorella, 48 anni, capo area alla distribuzione idrica nel territorio del comune di Favara per la società Girgenti Acque ma dipendente della Hydortecne, mentre era alla guida di un mezzo della ditta. In ultimo era stato adibito ad altre mansioni. Pare si tratterebbe di incidente autonomo e l’auto potrebbe aver urtato contro il muro. Sul posto le forze dell’ordine e un’ambulanza. Sul luogo dell’incidente anche il presidente Campione e Gian Domenico Ponzo (direttore generale Girgenti acque). Non si conoscono ancora bene i particolari e non si esclude un probabile malore da parte dell’uomo.

Girgenti Acque :

“Girgenti Acque S.p.A. con profondo dolore conferma che questo pomeriggio, lungo la strada statale 189 Palermo – Agrigento, Luigi Tannorella, 48 anni, dipendente della società controllata Hydortecne Srl, ha perso la vita in un incidente automobilistico.
Il Presidente, gli Amministratori, la Dirigenza e tutto il personale della Girgenti Acque S.p.A. e la Hydortecne Srl esprimono sincero cordoglio e vicinanza alla famiglia e a tutti i cari del Sig. Luigi Tannorella, amico, generoso collega e valente lavoratore”.

Gli Architetti di Agrigento lanciano un appello alla deputazione regionale agrigentina affinchè sia approvato l’emendamento per il pagamento ai professionisti del rilascio dei titoli abitativi. Si tratta di un emendamento che nel luglio 2017 la Commissione territorio e ambiente ha proposto per la conseguente modifica di una legge regionale in materia. Il presidente dell’Ordine degli Architetti di Agrigento, Alfonso Cimino, afferma: “E’ trascorso quasi un anno durante il quale abbiamo richiesto con forza l’approvazione dell’emendamento all’Assemblea regionale siciliana. Alcune regioni italiane si sono portate avanti sulla certezza dei pagamenti ai nostri professionisti per il rilascio dei titoli autorizzativi mentre la Sicilia, anche questa volta, è rimasta indietro. La presentazione di una istanza autorizzativa deve essere corredata dalla lettera di affidamento dell’incarico sottoscritta dal committente (oltre agli elaborati previsti dalla norma) e soprattutto, per ottenere l’autorizzazione, occorre presentare un documento che attesti il pagamento delle spettanze da parte del committente. In mancanza di questo documento, l’iter amministrativo non può e non deve andare avanti. In un momento di crisi del comparto dell’edilizia che, inevitabilmente, ha trascinato una crisi congiunturale del lavoro professionale, non possiamo aspettare tempi biblici su norme e leggi che possano tutelare il nostro lavoro”.

Non vi è ancora alcuna traccia di Gessica Lattuca, 27 anni, di Favara, madre di quattro figli. Le ricerche della donna proseguono dallo scorso 12 agosto. Adesso anche la Provincia di Agrigento, tramite la Polizia Provinciale e la Protezione civile provinciale, partecipa alle ricerche. Sul territorio operano incessantemente, avvalendosi anche di elicotteri e unità cinofile, Carabinieri, Guardia di Finanza, Polizia e Vigili del Fuoco. Pertanto per eventuali segnalazioni utilizzate i numeri telefonici di riferimento 112, 113, 115 e 117.

Ad Agrigento è del 70%, e a Caltanissetta, invece, nel mese di luglio scorso la raccolta differenziata ha superato il 40% di percentuale. Più nel dettaglio, la media della raccolta differenziata del mese di luglio è del 38,5% per le utenze civili, a cui si aggiunge la quota di differenziata prodotta dalla grande distribuzione organizzata che si attesta mensilmente al 2% ed il cui dato ufficiale è formalizzato successivamente con diversi formulari. Così emerge dalla relazione sul crono-programma per l’incremento della raccolta differenziata, firmata dal sindaco di Caltanissetta, Giovanni Ruvolo, che commenta: “Nella relazione si osserva come sia stato ampiamente rispettato l’obiettivo del 35% di differenziata entro la data di maggio 2018, stabilito dalla relativa ordinanza del presidente della Regione”.

A Petralia Sottana, in provincia di Palermo, i Carabinieri hanno arrestato un agrigentino di 37 anni. Si tratta di Fabio Bellanca, residente a Joppolo Giancaxio. L’uomo è indagato di estorsione perché, tra giugno ed agosto, avrebbe indotto una donna di 57 anni a versare denaro su vaglia postali e ricariche su postepay per circa 30mila euro. La stessa donna ha presentato denuncia ai Carabinieri perché esasperata dalle sempre più pressanti richieste di denaro ricevute dall’uomo, con relative minacce tanto da indurla a temere per la propria incolumità. Più nel dettaglio, Fabio Bellanca, con cui la donna ha inizialmente intrapreso un normale rapporto amichevole, avrebbe costretto la malcapitata a versare, attraverso 77 vaglia postali, la somma di 23.910 euro e ad effettuare in suo favore 22 ricariche postepay, pari a circa 2.736 euro. Il 37enne è recluso nel carcere “Burrafato” a Termini Imerese, ed è assistito dall’avvocato Daniele Re.

A Favara, domenica prossima, 2 settembre, si svolgerà il Trofeo Podistico “Città di Favara” 2018. L’associazione A.E.L, che raggruppa numerosi ferrovieri agrigentini, parteciperà con una propria squadra alla 16esima prova Gran Prix Interprovinciale Agrigento-Caltanissetta-Enna Senior /Master 2018. L’appuntamento è alle ore 8 in Piazza Cavour. Sarà assegnato il premio AEL – Stazione di Agrigento Centrale in memoria dei ferrovieri Antonio, Enzo e Luigi caduti sul lavoro, unitamente ad altri colleghi scomparsi recentemente.

 
 
 

Successo dei due eventi organizzati da MardiLibri di Portoferraio e dal Borgo degli Artisti di Capoliveri

Isola d’Elba, l’appello del sociologo Francesco Pira:

“Guerra alle Fake News, una piaga globale”

Il professore dell’Università di Messina ha partecipato a due presentazioni del suo ultimo libro GIORNALISMI

scritto con Andrea Altinier.  Molta interazione con le persone presenti anche straniere sul tema di grande attualità

 

La soddisfazione più grande avere tra il pubblico due simpatici turisti tedeschi che studiano italiano. Mi hanno chiesto la dedica sul libro per la loro insegnante della nostra lingua. Erano certi di fare un regalo utile”.  E’ soddisfatto il sociologo e docente universitario Francesco Pira al termine della due giorni all’Isola d’Elba per presentare la sua ultima opera di estrema attualità

 

Francesco Pira, professore di comunicazione e giornalismo all’Università di Messina è tornato con grande gioia all’Isola d’Elba per presentare  a Portoferraio pressoMardiLibri lunedì 27 agosto  e a Capoliveri martedì 28 agosto 2018 ,  il libro, recensito anche da testate straniere, scritto a quattro mani con Andrea Altinier, “GIORNALISMI – La difficile convivenza con Fake News e Misiformation” (LibreriaUniversitaria.it pagg 152 euro 12,90).

Gli eventi sono organizzati dalla nota libreria elbana e dal Borgo degli Artisti con il Patrocinio del Comune di Capoliveri . Ha conversato nel corso dei due eventi con le giornaliste Antonella Danesi e Lucia Soppelsa.

“La guerra alle Fake news è un fatto di civiltà. Anche nel nostro Paese la disinformazione dilaga. Dobbiamo combattere – ha detto con molta convinzione il sociologo della comunicazione – questa piaga mondiale che ha una forte incidenza sulla vita politica, sociale, economica. L’impegno deve essere massimo ogni giorno. Dobbiamo recuperare il nostro diritto dovere di cittadinanza. Un uso consapevole delle nuove tecnologie è la chiave per vincere questa guerra”.

Dal pubblico in entrambi gli eventi la domanda d’obbligo è: perché lo Stato non emana una legge per bloccare il fenomeno? La risposta del docente universitario è secca e puntuale: “Il buon giornalismo può vincere sulle Fake News, il giornalismo d’inchiesta , quello di qualità. E poi bisogna lavorare molto sulla formazione e sull’educazione all’uso dei media e per i più giovani anche alle emozioni. Difficile far passare il messaggio – sottolinea Pira – quando negli Stati Uniti il Presidente Trump via Twitter ha annunciato una battaglia contro il motore di ricerca Google che a suo parere trucca i risultati di ricerca”.

Secondo il professor Pira le fake news hanno alcune peculiarità che le rendono uno strumento molto potente. Il libro ricerca individua un esagono per rappresentare la forza di questo fenomeno: appeal viralità, velocità, crossmedialità, flusso e forza.

Alla domanda rivolto dal pubblico e dalle due giornaliste che hanno conversato con l’autore Pira, Antonella Danesi e Lucia Soppelsa, se si può comunque essere ottimisti il sociologo ha risposto: “Le guerre che si combattono per una giusta causa possono sempre dare dei risultati. Ma dobbiamo recuperare soprattutto il rispetto per l’altro. Troppo odio sul web, troppa violenza. I social possono essere un grande strumento di divulgazione e sono diventati dei luoghi virtuali di vetrinizzazione e scontro, dove si consumano ogni giorno cannibalismi mediatici”.

 

Operatori ecologici Iseda e Sea impegnati periodicamente per bonificare interi quartieri e strade ormai “meta” degli incivili.

 

E’ un lavoro incessante quello che svolgono gli operatori ecologici di Iseda e Sea, impegnati quotidianamente, oltre che nel servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti differenziati, nella bonifica di intere aree di territorio urbano e periferico ormai preda di incivili che hanno scelto di non fare il porta a porta e di non pagare la Tari.
Gli operai Iseda e Sea, devono fronteggiare l’abbandono indiscriminato di rifiuti in zone assolutamente centrali del tessuto urbano di Agrigento dove vengono lasciati sacchetti di spazzatura contenenti rifiuti di ogni tipo. Le bonifiche riguardano, ormai ciclicamente, via Acrone, la via Petrarca e via Toniolo nella zona del campo sportivo, la parte a valle della via Gioieni, la via Manzoni, via Europa nei pressi della Villa del sole ma anche la via Crispi, piazza Ravanusella e la via don Sturzo.
Gli incivili si sono comunque appropriati anche di intere aree periferiche dove vengono lanciati sacchetti di rifiuti dalle auto, come accade a Fondacazzo e lungo tutta la strada che conduce a Porto Empedocle, lungo via Rocco Serafina e via Farag a Cannatello, nel quartiere Cugno Vela di Villaseta, la passeggiata del Caos che conduce alla Casa di Pirandello, l’eliporto di San Leone e Maddalusa. “E’ veramente una cosa vergognosa – ribadisce l’amministratore delegato di Iseda Giancarlo Alongi – che ci sia gente che continuamente e senza alcun rispetto per il bene comune, continui a lasciare i rifiuti dove ritiene più opportuno. Noi facciamo il nostro lavoro ogni giorno e questo la gente lo vede con i propri occhi ma possiamo ben poco contro l’inciviltà di pochi a danno di molti. Chi non fa il porta a porta molto spesso non paga la Tari e anche questo è, ovviamente un danno per l’intera collettività e una beffa per chi rispetta le regole e paga le tasse”.

A Porto Empedocle, domani, giovedì 30 agosto, nei locali della Torre Carlo Quinto, su iniziativa del Sil Sindacato italiano librai, in collaborazione con il Comune, alle ore 18:30, sarà presentato il libro “San Calogero, il Santo Nero”, di Eduardo Cicala e Peppe Cumbo. Alla manifestazione, compresa negli eventi dell’Estate Empedoclina, interverranno Eduardo Cicala, Alessandro Accurso Tagano, e l’assessore alla Cultura Stefania La Porta.

Consegnati i lavori per l’allargamento e la bitumatura della strada che, costeggiando la ferrovia, condurrà da Via Suor Cecilia Basarocco in c.da Roveto. “È  con grande soddisfazione che diamo il via all’ultima opera finanziata con i fondi Anas – dichiara il sindaco Emilio Messana. Durante questo mandato amministrativo siamo riusciti ad appaltare tutti i lavori che al nostro insediamento abbiamo programmato con quei fondi: il prospetto della Fondazione Sciascia, i marciapiedi del Viale della Vittoria, la strada del Raffo, la piazza Barona, l’atrio del Castello Chiaramontano, i muri del parco Filippo Villa, la separazione dell’area della piscina e il rifacimento di parte della pavimentazione, il campetto Fra’ Diego La Matina, lo stadio Mantia, l’ìluminazione con impianto fotovoltaico di un tratto della zona industriale, la piazza Crispi e la via Vittorio Emanuele davanti al Municipio e al Teatro Comunale. Nella progettazione delle diverse opere abbiamo coinvolto tutti i professionisti locali e l’ufficio tecnico. La strada che costeggia la ferrovia servira una zona residenziale e contribuirà ad alleggerire il traffico sulla circonvallazione.” L’impresa che eseguirà i lavori è la CS Costruzioni srl di Mussomeli, rup, progettista e direttore dei lavori l’ing. Francesco Puma.