Home / Articoli pubblicati daRedazione Ag (Pagina 536)

Sono 84 i nuovi casi di coronavirus registrati in provincia di Agrigento nella giornata dell’8 agosto. Il dato emerge dal bollettino diffuso dall’Asp. Nell’agrigentino ci sono altre due nuove vittime: a Caltabellotta e Casteltermini, in entrambi i casi si tratta della quinta vittima da inizio pandemia. Aumentano ancora i ricoveri in ospedale con quattro nuovi accessi. I guariti sono 22. I tamponi eseguiti sono stati 293 che portano il totale dei test processati da inizio pandemia a 113.955.

Sono 47 le persone ricoverate negli ospedali: 33 a Ribera e 9 ad Agrigento e cinque fuori provincia. Due persone si trovano in terapia intensiva all’ospedale di Ribera. Due persone si trovano ricoverate all’hotel covid di Sciacca.

Agrigento 160; Alessandria della Rocca 13; Aragona 20; Bivona 3 ; Burgio 3; Calamonaci 0; Caltabellotta 38; Camastra 5; Cammarata 30; Campobello di Licata 56; Canicattì 138; Casteltermini 28; Castrofilippo 1; Cattolica Eraclea 2; Cianciana 1; Comitini 1; Favara 263; Grotte 2; Joppolo Giancaxio 10; Licata 43; Lucca Sicula 1; Menfi 16; Montallegro 0; Montevago 1; Naro 36; Palma di Montechiaro 63; Porto Empedocle 81; Racalmuto 28; Raffadali 60; Ravanusa 34; Realmonte 20; Ribera 17; Sambuca di Sicilia 4; San Biagio Platani 6; San Giovanni Gemini 43; Sant’Angelo Muxaro 5; Santa Elisabetta 3; Santa Margherita di Belìce 9; Santo Stefano Quisquina 5; Sciacca 40; Siculiana 43 (33 migranti a Villa Sikania) e Villafranca Sicula: 0. Navi accoglienza 142.

Il vice presidente provinciale del Codacons di Agrigento, Giuseppe Di Rosa, così come tante altre volte in passato, punta ancora il dito contro la piazzola di sosta dei pullman extraurbani ricavata dalla precedente amministrazione Firetto innanzi al Genio Civile, in piazza Vittorio Emanuele, ad Agrigento. Di Rosa sostiene che manchino i nulla osta da parte degli uffici regionali preposti. E poi aggiunge: “E’ a rischio l’incolumità pubblica perché le persone, soprattutto turisti, in attesa del pullman sono a ridosso del traffico perché vi è una pericolosa commistione tra il transito dei mezzi e la corsia di sosta. Le stesse persone, compresi i bambini, attendono senza un posto all’ombra e senza un dove sedersi”.

A Montaperto, frazione di Agrigento, in piazza Caduti di Marcinelle, si è svolta una cerimonia commemorativa in ricordo delle vittime della tragedia avvenuta 65 anni addietro nella miniera di Bois du Cazier, a Marcinelle, in Belgio. Morirono 136 italiani, e tra loro i due agrigentini Carmelo Baio e Calogero Reale, originari di Montaperto.

Alla commemorazione hanno partecipato, tra gli altri, il sindaco di Agrigento, Franco Micciché, gli assessori Marco Vullo e Costantino Ciulla, i consiglieri comunali Ilaria Settembrino, che ha curato l’organizzazione della manifestazione, e Antonino Amato. Il Sindaco ha deposto una corona di alloro sulla lapide commemorativa che riporta i nomi dei due minatori morti a Marcinelle e di altri montapertesi martiri del lavoro. E durante la deposizione il musicista Dario Emanuele Latino ha intonato il “Silenzio”. Dopo il toccante momento, la comunità presente ha ascoltato gli interventi dei consiglieri Ilaria Settembrino, Antonino Amato, del presidente provinciale dell’ ANMIL, Michele Nantele e del Sindaco.

La Sicilia potrebbe diventare a breve la prima regione a ritornare in zona gialla. Il passaggio ad una soglia più restrittiva – secondo quanto prevede l’ultimo decreto che ha cambiato i parametri – avviene automaticamente nel momento in cui risultano occupati il 10% delle terapie intensive e il 15% dei posti letto in ricovero ordinario. Al momento in Sicilia i ricoveri covid ordinari sono pari al 13,3% mentre quelli in terapia intensiva al 7,4%. Una soglia che, se si dovesse continuare a mantenere questo trend in crescita, potrebbe essere raggiunta già dopo ferragosto. In tal senso diventa fondamentale la cabina di regia che si terrà il prossimo venerdì.

Le limitazioni introdotte dalla zona gialla, c’è da dire fin da subito, non sono paragonabili a quelle vissute lo scorso anno. Non ci sarà coprifuoco. La mascherina diventerà obbligatoria anche all’aperto (al momento non lo è). Cambierebbero anche le regole per bar e ristoranti sul numero di coperti a tavola. Il limite diventerebbe di quattro persone sia nei posti al chiuso che in quelli all’aperto (al momento non c’è limite all’aperto mentre è di 6 persone al chiuso).

Mareamico e le Guardie ittiche del GISE hanno voluto verificare di persona la situazione della Scala dei turchi, posta sotto sequestro dalla Procura di Agrigento lo scorso anno, perché è a rischio crolli.
Le immagini parlano chiaro: decine e decine di persone invadono giornalmente la marna bianca, scavalcando le transenne e violando i sigilli, senza che nessuno dica nulla!
Fino allo scorso anno la Capitaneria e i Carabinieri cercavano di fermare e spesso sanzionavano i trasgressori, quest’anno invece non ci sono controlli.
“Se i cittadini violano impunemente la legge è lo Stato che perde la faccia!” – ha dichiarato Claudio Lombardo di Mareamico.

“L’organizzazione sindacale SGB, esprime vicinanza e solidarietà  al circolo di Rifondazione Comunista, destinatario di un vile atto intimidatorio che mortifica i siciliani onesti. Il grave e vile gesto, da condannare doppiamente vista la particolare situazione di Favara, cittadina impegnata a fronteggiare la grave crisi della raccolta della spazzatura,( ancora vergognosamente non risolta) la grave crisi politica e l’emergenza sanitaria da Covid 19, rappresenta  l’ennesimo colpo al vivere civile e  rivela i sintomi di una società in piena crisi di valori. Bisogna ritrovare la forza per ripartire, per conquistare la serenità sociale e culturale di una cittadina che sta soffrendo tanto”.

Lo scrive in una nota Filippo Baio del sindacato Sgb Favara.

XXI PIRANDELLO FESTIVAL 2021-
Agrigento al Caos
Anfiteatro Parco Letterario Pirandello
16 agosto/22 settembre 2021
 
Lunedì 16 agosto 2021 prende il via la ventunesima edizione del Pirandello stable festival, unico festival pirandelliano da Roma in giù.
La direzione artistica è sempre di Mario Gaziano con la direzione per le tradizioni popolari in canto di Antonio Zarcone e la sovrintendenza di Dino Barone.
La caratteristica principale della XXI edizione è il rapporto tra Pirandello e gli epigoni: Tennessee Williams per la dolce follia e Sciascia per la razionalità.
Un programma intenso che ha avuto come prologo la celebrazione dell’Anniversario della nascita di Pirandello il 28 giugno alle ore 3.00 antimeridiane in pre-alba (orario di nascita del Nobel agrigentino).
La nuova edizione presenta un programma particolarmente articolato che è sorretto da piccoli sostegni del Comune di Agrigento (“Destinazione Agrigento”- Assessorato alla alla cultura) e dell’Ente Parco Valle dei Templi.
PROGRAMMA :
16 agosto alle ore 21
(con ingresso in area teatro dalle 20e15) :
“NON SI SA COME”
Il più importante dramma psicologico pirandelliano.
Interpretato e diretto da Mario Sorbello con la Compagnia CGS-Karol di Catania
23 agosto alle ore 21 _
(con ingresso in area teatro dalle 20,15) :
Gli epoigni: la dolce follia
“LA LACCIOLA” e “IL TRENO HA FISCHIATO”
di Pirandello
“LA SIGNORA COLLINS” (da i Blues) di Tennesse Williams
Con Maria Grazia Castellana-Mario Sorbello e con Federico Orefice al sax.
28 agosto alle ore 21
(con ingresso in area teatro dalle 20e15)
Gli epigoni-La razionalità:
“SCIASCIA DA LAURANA A DIEGO LA MATINA”
Spettacolo ensemble tra recitazioni video e canti popolari
Con Giuseppe Gramaglia-Alfonso Marchica- Lillo D’Aleo- Maria Grazia Castellana-Berta Ceglie-Lia Rocco e con Antonio Zarcone Mimmo Pontillo e Roberto Puccio.
In esterno:
27 agosto ore 19
Racalmuto Fondazione Sciascia
”Sciascia da Laurana a Diego La Matina”
15 settembre h.19:
Premio Internazionale PERGAMENE PIRANDELLO” XXI ed.
22 Settembre h.19:
Premiazione concorso
UNA POESIA PER PIRANDELLO-X edizione
Collaborazioni: Andrea Cassaro  – Giuseppe Portannese – Diego Romeo filmaker – Lillo Rizzuto – Peppe Adamo – Salvatore Bellavia
Certificazione anti covid- Temperatura all’ingresso-
INGRESSO GRATUITO FINO AD ESAURIMENTO DEI POSTI (195)

Il senso civico di alcuni cittadini ha evitato che il bosco di Cammarata subisse danni ingenti a causa di un piromane. L’incendio si è sviluppato ieri sera in un bosco della parte bassa di Cammarata. A darne notizia è il sindaco del paese Giuseppe Mangiapane attraverso un post sul proprio profilo facebook.

“Speriamo – commenta – che l’accaduto possa servire da monito a coloro i quali meschinamente progettano, per motivi incomprensibili, atti a danno del nostro patrimonio. Solo un controllo capillare del territorio sia da parte degli enti preposti, ma soprattutto dei singoli cittadini, può portare a superare questa fase di massima allerta e conservare così intatto il nostro territorio”.
Il piromane è stato arrestato e i dettagli saranno illustrati in mattinata nel corso di una conferenza stampa del Comando provinciale dei Carabinieri.

Comincia la settimana di Ferragosto. Segnata anche dal debutto del green pass, arriva insieme al caldo rovente, con un’ondata di calore che si preannuncia forse la più torrida di questa stagione con le temperature che potranno toccare punte di oltre 45 gradi sulle regioni meridionali, con la Sicilia “sorvegliata speciale”. Un evento estremo», secondo gli esperti, con pochi precedenti.

E’ scattato ieri il week end da bollino nero per il traffico intenso con oltre 4 italiani adulti su 10 (41%) che quest’anno hanno scelto il mese di agosto per andare in vacanza. Sono 20,8 milioni gli italiani che hanno scelto questo mese per andare in vacanza, anche se in leggero calo rispetto allo scorso anno (-1%). A mancare sono però, secondo le stime, circa 4 milioni di turisti stranieri. Tutte le autostrade e le principali statali sono trafficate; oltre tre ore di fila per imbarcarsi per i traghetti che portano in Sicilia.

Dal 23 agosto i cittadini potranno richiedere il bonus rottamazione tv per l’acquisto di televisori compatibili con i nuovi standard tecnologici di trasmissione del digitale terreste Dvbt-2/Hevc Main 10. Èquanto prevede il decreto del Ministro dello Sviluppo economico Giancarlo Giorgetti, pubblicato in Gazzetta Ufficiale, che contiene anche il modulo per richiedere l’incentivo da consegnare al rivenditore o in una isola ecologica autorizzata.

Il bonus consiste in uno sconto del 20% sul prezzo d’acquisto del nuovo televisore, fino a un massimo di 100 euro, che si ottiene rottamando apparecchi TV che non saranno più idonei ai nuovi standard tecnologici. A differenza del precedente incentivo, che rimane in vigore ed è pertanto cumulabile, il bonus rottamazione tv si rivolge a tutti i cittadini senza limiti di ISEE.