Home / Articoli pubblicati daRedazione Ag (Pagina 522)

Questa amministrazione ha mostrato continuo disinteresse, quasi fastidio, per le Fiere in particolare e, in generale, per i mercati e il commercio ambulante. Possiamo ipotizzare che non le ritenga abbastanza chic?

Edizione dopo edizione tra Mandorlo e San Calogero,  c’è stato l’aumentare dei disagi e dell’esasperazione dei commercianti con le conseguenti proteste di chi viene ad Agrigento per una settimana, per lavorare e non per soggiornare in vacanza. Abbiamo potuto vedere una diminuzione delle bancarelle e un aumento del disinteresse verso questi operatori.

La prima Domenica di San Calogero, con il collega Consigliere Angelo Vaccarello, abbiamo fatto un sopralluogo rendendoci conto della disorganizzazione e della sporcizia. Abbiamo raccolto le proteste di chi, al suo arrivo, non è stato accolto da personale comunale che gli ha mostrato dove mettersi e come comportarsi, nè dove trovare i servizi e come gestire i rifiuti.

Ciò ha causato, da quello che ci hanno detto, discussioni fra mercatisti sui posti da prendere, inserimento il sabato e la domenica (giorni economicamente più proficui) di commercianti non in lista e in posti non consentiti (anche davanti l’isola ecologica), oltre a disguidi e azioni di protesta.

L’isola ecologica, con tutto il suo contenuto, è stata chiusa a metà della fiera, dopo che per qualche mattina c’era stato l’ingresso dei mezzi tra le bancarelle.

Possiamo dire che, per fortuna, nessuno sembra essersi fatto troppo male cadendo nelle buche dell’asfalto e speriamo che la puzza dell’isola ecologica, che apprendiamo adesso richiederà una bonifica settimanale, contenesse solo particelle odorifere e non aggressivi agenti patogeni.  Dall’indicazione della bonifica si ipotizza che ci sia stata qualche indicazione da parte dell’ASP che, addirittura, voci di corridoio dicono, avrebbe chiesto ufficialmente all’amministrazione di rispettare i requisiti di legge per l’area della Fiera.

Anche il Regolamento comunale parla chiaro: all’articolo 52 “Servizi di mercato

  1. I mercati, per la tutela del decoro e dell‟igiene pubblica, devono essere dotati di: servizi igienici, anche amovibili (bagnotti chimici) per il personale addetto e per gli avventori; idonea rete per allacciamento elettrico e idrico; scarichi fognari per le acque reflue; attrezzature per la raccolta dei rifiuti solidi urbani in conformità alle disposizioni vigenti;
  2. Il Comune, inoltre, non assicura il servizio di pulizia, in quanto lo stesso sarà effettuato dai mercatisti, pena l‟applicazione delle sanzioni amministrative di cui all‟art. 54 del presente regolamento.”

Tutto ciò è stato fatto o concesso? Cosa si è imparato da questo ennesimo fallimento? Verranno disposti per le prossime fiere controlli giornalieri? L’area dovrebbe essere delimitata e nessuno dovrebbe potere entrare,  in qualsiasi ora del giorno e della notte, con le auto per farsi un giro!!

Attraverso l’imposta di soggiorno ci sarebbero i fondi per creare uno spazio utile per queste e altre Fiere, magari specializzate, che potrebbero rilanciare il turismo e la zona, depressa per il ponte chiuso.

Il sindaco sembra determinato a rivoltare la frittata e a cercare capri espiatori invece di lavorare sulla sviluppo della fiera. Evidentemente sa che i fieristi, per lo più, non sono di Agrigento e quindi non votano per il sindaco mentre, ormai, la sua azione è solo volta a riconquistare consensi per le prossime amministrative.

Oggi nel pomeriggio i funerali privati dello scrittore Andrea Camilleri, morto ieri a Roma all’ospedale “Santo Spirito” dopo un mese di ricovero a seguito di un arresto cardiaco. Per volontà della famiglia, solo dopo la celebrazione del rito funebre, sarà reso noto il luogo della sepoltura. A Porto Empedocle, dove Camilleri nacque nel 1925, oggi è giorno di lutto cittadino, con bandiere a mezz’asta e attività commerciali con le saracinesche abbassate. Al funerale presenti la sindaca di Porto Empedocle, Ida Carmina, e il sindaco di Agrigento, Calogero Firetto, legato a Camilleri anche da uno stretto rapporto personale. La famiglia di Andrea Camilleri ha aggiunto: “L’ultimo saluto ad Andrea Camilleri sarà giovedì 18 luglio a Roma, dalle 15 in poi, al Cimitero Acattolico per gli stranieri nel quartiere Testaccio, in via Caio Cestio 6”.

Ad Agrigento, nell’ambito della raccolta differenziata, assume contorni davvero grotteschi il caso “mercoledì a Maddalusa”. Infatti, da ben quattro mercoledì consecutivi, compreso ieri mercoledì 17 luglio, le residenze in contrada Maddalusa sono escluse dal servizio di raccolta, dunque di umido e carta. Gli abitanti di Maddalusa sono esasperati perché costretti a conservare in casa l’umido fino a sabato, e la carta chissà per quanto tempo ancora.

Ad Agrigento domani sera, venerdì 19 luglio, in occasione dei 27 anni dalla strage di Via D’Amelio contro il giudice Paolo Borsellino, il Parco della Valle dei Templi, diretto da Roberto Sciarratta, e la sezione agrigentina dell’Anm, l’Associazione nazionale magistrati, presieduta da Alessandra Russo, presenteranno, alle ore 19, “19 luglio 1992”, di Cetta Brancato, lettura scenica dedicata a Paolo Borsellino, con Giusi Carreca, Giovanni Moscato e Giandomenico Vivacqua. Accompagnamento musicale di Salvatore Macaluso al pianoforte, Miriam Russello a flauto e violoncello, e Giuseppe Tasca al violino.

Ad Agrigento, domani, venerdì 19 luglio, nella Valle dei Templi, al tempio di Giunone, alle ore 18, si svolgerà la cerimonia di apertura dell’Anno Sociale, e il Seminario delle Cariche, del Distretto Sicilia del Lions International, presieduto da Angelo Collura. Saranno presenti anche i dirigenti internazionale e nazionale, Domenico Messina e Giuseppe Grimaldi. Un giornata di confronto su diversi temi è invece in programma l’indomani, sabato 20 luglio, al mattino e al pomeriggio, all’Hotel Kaos Resort, tra Agrigento e Porto Empedocle.

Nuove minacce al procuratore Luigi Patronaggio, ed anche al gip Alessandra Vella, il magistrato che aveva scarcerato la comandante della Sea Watch, Carola Rackete.

Due lettere di minacce, nella busta indirizzata al capo dei pm vi era della polvere da sparo, in quella destinata al giudice l’ogiva di un fucile. All’interno, con un messaggio di testo scritto a mano, rivendicazioni legate alle tematiche dell’immigrazione, firmato da una fantomatica sigla di “ultradestra sovranista”.
 Tutto e’ stato posto sequestro e viene, in queste ore, esaminato dai Carabinieri della Scientifica.

Al centro di smistamento della Posta di Favara (Ag), oggi, sono state bloccate, perche’ ritenute sospette, e sequestrate altre 20 lettere di minaccia, con contenuti sempre simili, indirizzate al procuratore capo Luigi Patronaggio. Sembra verosimile che le lettere, non e’ chiaro da dove siano state inviate, siano state mandate durante il fine settimana. In una lettera, il procuratore viene accusato “di partecipazione alla loggia satanico massonica” e di “riti satanici e di stupro rituale di bambini procurati dagli zingari”, in un’altra e’ stato inserito un fallo, realizzato con la carta, di 1,5 metri.

Intanto in serata è prevista una riunione straordinaria del Comitato per l’Ordine e sicurezza di Agrigento, presieduta dal Prefetto Dario Caputo, per discutere delle nuove minacce arrivare al Procuratore Patronaggio e alla gip Alessandra Vella.

A fronte delle nuove isole ecologiche di prossimità sostitutive del porta a porta, attivate nelle periferie di Agrigento e ridotte a maxi discariche, il sindaco Calogero Firetto e l’assessore all’Ecologia, Nello Hamel, annunciano: “Nonostante le difficoltà operative, la raccolta porta a porta nelle località di Zingarello, Contrada San Pietro e Contrada Petrusa riprenderà regolarmente domani, giovedì 18 luglio, e pertanto i residenti sono invitati a conferire il secco residuo nei mastelli. Contemporaneamente si procederà alla bonifica della discarica recentemente creata nella zona di Zingarello e saranno rimossi i cassonetti collocati nei giorni passati. Sono allo studio le soluzioni per normalizzare anche le situazioni di Misita/Ciavolotta e di Favara Ovest”.

Ad Agrigento al Liceo Classico “Empedocle” si è svolta la consueta cerimonia di consegna dei diplomi. Nel corso della manifestazione, in collaborazione con la Fondazione “Empedocle”, la preside Anna Maria Sermenghi ha assegnato il Premio “Giovanni Finazzi Agrò” all’alunno primo in graduatoria tra i più meritevoli del Liceo Classico “Empedocle” e il Premio “Enza Adamo” allo studente che, tra i più meritevoli, intenda iscriversi al corso di laurea in Lettere ad indirizzo classico.

Le interviste

Sabato 13 Luglio, è stato collocato a Marina di Palma uno dei pesci mangiplastica donati dall’On. Michele Catanzaro alle spiagge del territorio della provincia di Agrigento.
L’associazione Jump Palma ringrazia Catanzaro:”Abbiamo notato e apprezzato l’iniziativa e tramite Mario Castronovo, giovane da sempre vicino alle posizioni dell’Onorevole, lo abbiamo contattato per saperne di più. Alla nostra richiesta di poter avere una di queste sculture si è mostrato entusiasta e ci ha invitati a vedere la costruzione del nostro pesce. Ci siamo recati quindi a sciacca, abbiamo scelto i colori, abbiamo visto gli artigiani a lavoro e abbiamo collaborato alla realizzazione di Palmito. Grazie alla disponibilità dello Stabilimento Havana Libre, Palmito si prenderá cura della spiaggia ”Trampolino” di Marina di Palma.
Alla soddisfazione dei titolari dell’havana per l’iniziativa, si aggiunge quella di Mario Castronovo:”sono felice che Palmito sia arrivato anche a Marina di Palma, nella speranza che questo piccolo gesto possa incentivare tutti noi al rispetto dei nostri litorali e allo smaltimento di prodotti di plastica riciclabili.
L’On. Catanzaro, orgoglioso dell’iniziativa, dichiara: In attesa che l’Aula calendarizzi la nostra proposta di legge ‘#Siciliaplasticfree’ non potevo stare con le mani in mano e ho quindi deciso di donare ad alcune spiagge queste simpatiche sculture a forma di “PESCE MANGIAPLASTICA”. Esse si coloreranno di tutti i rifiuti in plastica che i bagnanti sceglieranno coscienziosamente di gettare al loro interno”