Home / Articoli pubblicati daRedazione Ag (Pagina 512)

L’hanno salvata in extremis gli agenti della sezione Volanti della Questura di Agrigento.

Una donna di 44 anni, di Agrigento, è stata letteralmente afferrata dai poliziotti che sono giunti sul viadotto Morandi, luogo dove la donna aveva deciso di suicidarsi, dopo una segnalazione giunta ai centralini.

La donna, madre di due bambini, è stata poi trasportata in ambulanza dagli uomini del 118 per il ricovero, per i dovuti accertamenti, presso l’ospedale San Giovanni di Dio.

Non si conoscono le ragioni del tentativo di suicidio.

La Uil al lavoro affinché la proposta avanzata da Msc e Costa Crociere di investire a Porto Empedocle possa tramutarsi in realtà in tempi brevi. Il segretario provinciale Gero Acquisto, accompagnato da Manganella, ha incontrato il sindaco di Porto Empedocle, Ida Carmina, che nei giorni scorsi ha avuto, a sua volta, un incontro con Pasqualino Monti, presidente dell’Autorità portuale di sistema della Sicilia occidentale che ha confermato al primo cittadino l’attenzione delle due compagnie crocieristiche di investire nella Vigata di Camilleri.

Il sindaco, Ida Carmina, ci ha anticipato che a breve avranno inizio i lavori di rivalutazione del porto, in attesa poi del dragaggio. Verranno abbattuti i silos abbandonati, verrà realizzata la stazione marittima e bonificata l’area che dall’Enel conduce al centro abitato di contrada Cannelle. Queste opere sono già di per se importanti in vista del dragaggio che consentirà alle due compagnie crocieristiche di investire su Porto Empedocle. Come sindacato siamo fermamente convinti che il futuro turistico della nostra provincia passa anche attraverso le crociere che portano, settimanalmente migliaia e migliaia di persone che con le escursioni metteranno in moto la nostra asfittica economia. Lo sviluppo del territorio è al centro del nostro operato perché solo così si potranno creare nuovi posti di lavoro che daranno serenità a tante famiglie. Tra l’altro, proprio a Porto Empedocle a giugno ci saranno i primi diplomati dell’Istituto tecnico nautico che potrebbero trovare subito una occupazione. Pertanto, tutte le occasioni che ci si presentano dobbiamo coglierle al volo. Al turismo crocieristico crediamo fermamente tanto che come Uil organizzeremo un convegno ad hoc alla presenza dell’amministrazione comunale empedoclina e di rappresentanti del Governo regionale e centrale.

Quella che ci offrono la Msc e la Costa Crociere è una opportunità da cogliere al volo anche per la tante opere che verrebbero costruite. In particolare,  Si creerebbero, diversi nuovi posti di lavoro con l’indotto visto che il terminal a cui hanno pensato le società comprenderà l’accoglienza, ricezione e movimentazione dei crocieristi e dei mezzi in transito; la movimentazione e il controllo dei bagagli, provviste e merci necessarie all’attività delle navi da crociera; l’attività di safety e security, nonché vigilanza all’interno delle aree e delle strutture in concessione; la manutenzione, pulizia e servizi accessori; servizi bar, ristorazione e negozi; parking; servizio informazioni; organizzazione di attività ludiche e culturali, convegni e manifestazioni”. 

Momenti difficili per i dipendenti del Comune di Menfi che dal mese di luglio non percepiscono più lo stipendio. Il ritardo nei versamenti delle buste paga dipende dalla forte crisi finanziaria che sta colpendo (non solo) anche il comune belicino alle prese con l’approvazione del bilancio di previsione.

A segnalare la critica situazione è il gruppo di opposizione al consiglio comunale “Idea Menfi” che, nell’esprimere solidarietà al personale dipendente, ha sollecitato l’amministrazione comunale guidata dal sindaco Marilena Mauceri a trovare rapida soluzione alla problematica.

La Procura della Repubblica di Agrigento indaga per disastro colposo a seguito di quanto accaduto ad Agrigento al Viale della Vittoria in piazza Cavour dove poco prima dell’alba di mercoledì 18 settembre sono crollati parti del prospetto di una palazzina avvolta da un ponteggio montato per la ristrutturazione dell’immobile. Nel frattempo sono state precauzionalmente sgomberate non solo le abitazioni del palazzo interessato dal crollo ma anche di alcuni palazzi intorno, e ciò perché si ritiene che vi siano ancora parti pericolanti. Alcuni residenti nella zona ieri hanno letteralmente brancolato nel buio perché il Comune, da loro contattato, non è stato in grado di fornire alcun supporto né un orientamento, “dimostrando – sottolineano – l’incapacità e la non preparazione a gestire situazioni d’emergenza del genere”. Gli stessi residenti, in delegazione, si sono riuniti al mattino di oggi nei pressi della piazza Cavour.

Il deputato regionale e vice presidente dell’Assemblea Regionale, Roberto Di Mauro, ha appena affermato alla stampa locale agrigentina che “l’esperienza da sindaco di Agrigento di Marco Zambuto non è stata esaltante, e che una sua riproposta per amministrare la città non sarebbe una novità”. E poi che “allo stato attuale amministrativo si registra una carenza di progetti e di investimenti da parte del Comune”.

L’intervista

Il sindaco di Agrigento, Calogero Firetto, annuncia che, dopo le verifiche preliminari, la Giunta regionale ha valutato positivamente la strategia di sviluppo urbano sostenibile della città di Agrigento, e ha approvato lo schema di convenzione tra Comune e Regione per “Agenda urbana”. Lo stesso Firetto aggiunge: “Firmeremo la convenzione esecutiva nei prossimi giorni. ‘Agenda urbana’ comprende una serie di azioni d’intervento pari a 17,5 milioni di euro. La città ha saputo dimostrare al Dipartimento regionale della Programmazione di essere in grado di programmare. Tra gli obiettivi vi sono lo sviluppo del settore turistico come elemento trainante del futuro della città, il miglioramento della qualità della vita dei cittadini e dei turisti, la messa a sistema degli attrattori culturali e la condivisione delle finalità con i privati per strutturare reti di imprese orizzontali e di filiera, attività culturali e di volontariato sociale. Tra le altre iniziative vi sono interventi sulla mobilità sostenibile, la riduzione della dipendenza dalle fonti energetiche tradizionali e l’innalzamento degli standard dei servizi urbani”.

I consiglieri comunali Teresa Nobile e Alessandro Sollano hanno inoltrato un comunicato al Sindaco di Agrigento, Calogero Firetto,  all’Assessore al ramo e al dirigente competente, sui disagi che in questo periodo si riflette sulla viabilità di una delle più importanti zone di Agrigento, il Quadrivio Spinasanta.

Riportiamo di seguito il contenuto della missiva presentata dai consiglieri sopra citati:

Conosciamo tutti le notevoli difficoltà che si riscontrano al Quadrivio Spinasanta, una delle zone più trafficate della Città di Agrigento, motivo per cui è spesso stata oggetto di studi tesi a trovare una soluzione atta a smaltire il traffico caotico presente soprattutto in alcune ore della giornata.
Come se non bastasse, al danno la beffa, Lunedi 16 Settembre si da l’avvio ai lavori di scavi che vengono effettuati durante tutta la giornata, senza considerare che tali lavori vadano ad intralciare il traffico che già di suo è insostenibile, considerando che da una settimana si sono aperte pure le scuole. Per cui ci ritroviamo un notevole aumento di mezzi in circolazione, di studenti, di autobus che trasportano i pendolari etc.
Ci chiediamo, come mai questi lavori non siano stati effettuati prima? Possibilmente in estate quando vi è meno gente in giro e quando le scuole sono ancora chiuse.
Chi predispone l’ inizio dei lavori senza considerare i disagi che indubbiamente tutto ciò genererà ai cittadini?
Per quanto sopra, chiediamo che tali lavori vengano effettuati in orari tali da non arrecare forti disagi ai tanti cittadini che per svariati motivi si trovano ad attraversare il Quadrivio, predisponendo
i lavori al di là dell’orario di entrata ed uscita dalle scuole, al fine di rendere più scorrevole il traffico.
Si resta in attesa di sollecito riscontro, l’occasione è gradita per augurare un proficuo e sereno lavoro.

A Bivona, i poliziotti della Squadra Mobile di Agrigento, sezione antidroga, nel corso di appositi servizi di prevenzione e repressione dei reati legati alle sostanze stupefacenti, hanno arrestato P E, sono le iniziali del nome, 49 anni, sorpreso, nel corso di una perquisizione personale e domiciliare, in possesso di un panetto di hashish da 100 grammi di hashish, ed un bilancino elettronico di precisione. La Procura della Repubblica di Sciacca ha disposto i domiciliari. L’arresto è stato convalidato dal Tribunale saccense.

Il Procuratore della Repubblica di Agrigento, Luigi Patronaggio, annuncia che da martedì prossimo, 24 settembre, all’interno degli uffici della Procura, al quinto piano, stanza numero 551, sarà operativo lo sportello antiviolenza “Diana”, frutto di un protocollo d’intesa tra la Procura di Agrigento, l’associazione “Diritti umani contro tutte le violenze, Co.Tu.Le.Vi, di Trapani, e l’associazione culturale di promozione sociale “Luce Onlus” di Agrigento. Il pubblico sarà ricevuto martedì e giovedì dalle ore 10:30 alle 12:30.

Trasferta palermitana per il Sindaco di Aragona Giuseppe Pendolino, l’assessore Stefania Di Giacomo Pepe ed il dipendente comunale Carmelo Barba che mercoledì scorso hanno avuto diversi incontri con i dirigenti e funzionari degli assessorati dell’Energia e dei Servizi di Pubblica utilità, al Lavoro, alla Famiglia e Politiche Sociali, all’Istruzione e Formazione. Il Sindaco Giuseppe Pendolino dichiara: “Ci siamo recati presso i vari Assessorati per monitorare una serie di interventi e progettazioni che interessano il nostro Comune. In particolare abbiamo focalizzato l’attenzione sul servizio di trasporto alunni pendolari. Nei prossimi giorni contatterò i sindaci dei comuni in dissesto per far sì che anche per l’anno scolastico 2019/2020 venga garantita la totale copertura a titolo gratuito per gli studenti pendolari, in quanto dal Funzionario Regionale ci è stato comunicato che ad oggi  verrà ripartita solamente la somma di € 6.000.000,00 circa,  per tutti i comuni dell’isola e come si può ben capire al comune di Aragona verrà trasferita una somma al quanto irrisoria per poter fronteggiare l’intero costo. Per quanto riguarda la visita all’Assessorato alla Famiglia e Politiche Sociali, siamo stati ricevuti per un incontro circa le linee guida del decreto  Legislativo 13 aprile 2017, n. 65 “Istituzione del sistema integrato di educazione e di istruzione dalla nascita sino a sei anni”; mentre un altro incontro voluto fortemente è stato quello presso l’ufficio FRAGILITA’-DISABILITA’ E POVERTA’, per parlare del servizio ASACOM. Come spiegato dall’Assessore Di Giacomo Pepe al Funzionario Regionale, la situazione è alquanto allarmante in quanto si tratta di una somma che i comuni, soprattutto in dissesto, non possono fronteggiare. Inoltre non è una somma che si può anticipatamente prevedere, perché è relazionata, al numero di ore assegnato al PEI (piano educativo individualizzato) ma soprattutto al numero di disabili che purtroppo negli ultimi 2 anni è cresciuto in maniera esponenziale, per un ipotetico impegno di somma che ad oggi ammonterebbe ad € 180.000,00. Somme che naturalmente il comune non dispone. Il Funzionario ha ribadito che rispetto all’anno scorso la situazione non è cambiata, nel senso che non sono previste somme per i comuni, ma data l’emergenza in cui si trovano i comuni e l’obbligatorietà del servizio, gli abbiamo strappato la promessa di un impegno in tal senso. All’assessorato Energia Acque e Rifiuti , abbiamo esposto la problematiche sulla gestione delle acque e della depurazione, abbiamo ribadito la grave crisi sulla gestione dei rifiuti per la mancanza di strutture nella provincia di Agrigento, siamo costretti per quanto riguarda umido e indifferenziato a subire un aumento dei costi da 130,00 euro tonnellata a 260,00 euro tonnellata. La prossima settimana saremo di nuovo a Palermo per un incontro con il dirigente generale “SRR Agrigento est” per avere risposte concrete, non è più sostenibile assistere all’inerzia del governo regionale su un serio piano dei rifiuti”.