Home / Articoli pubblicati daRedazione Ag (Pagina 494)

Ad Agrigento, domani, giovedì 16 maggio, nella sede del Genio Civile, si insedierà, alle ore 11, il tavolo tecnico per lo studio della rete ipogeica. Ai lavori del tavolo tecnico, che sarà coordinato da Rino La Mendola, capo del Genio Civile di Agrigento, parteciperanno i rappresentanti dei dipartimenti regionali dell’Ambiente e della Protezione Civile, dell’Autorità di Bacino, del Commissario del Governo per il dissesto idrogeologico, del Corpo Regionale delle Miniere, del Comune, Provincia, Curia, Soprintendenza e Parco dei Templi di Agrigento. Lo stesso Rino La Mendola spiega: “L’obiettivo principale è di mettere in rete le conoscenze e le risorse in capo ai soggetti che partecipano al tavolo, per promuovere la messa in sicurezza della rete ipogeica e delle costruzioni sovrastanti. In occasione dell’insediamento, sarà stilato un cronoprogramma delle attività da svolgere e saranno individuati i canali da seguire per il reperimento delle risorse necessarie alla realizzazione degli studi e dei conseguenti lavori di messa in sicurezza e valorizzazione degli ipogei”.

 

Ad Agrigento, nei pressi del carcere Di Lorenzo, in contrada Petrusa, una pattuglia dei Carabinieri ha bloccato un’automobile perché una manovra del conducente è stata ritenuta elusiva e sospetta. A bordo dell’auto, nel corso della perquisizione, è stato scoperto, sotto un sedile, un involucro contenente hashish, del peso di oltre un etto, per un valore di mercato di alcune centinaia di euro. L’uomo alla guida del mezzo, della provincia di Catania, di 57 anni, è stato arrestato.

La segreteria nazionale del sindacato Confasi aderisce allo sciopero nazionale del comparto promosso dai sindacati autonomi della scuola per venerdì 17 maggio prossimo. Il segretario Confasi scuola, Antonio Labate, afferma: “Sosteniamo in pieno le rivendicazioni dei colleghi delle altre sigle sindacali di categoria, con particolare riferimento al mancato adeguamento degli stipendi del personale docente, al riconoscimento della professionalità degli stessi che ha come obiettivo finale la cancellazione delle logiche regionali, e infine la netta contrarietà alla proposta di legge del ministro Bongiorno contro l’assenteismo”.

Si è tenuta nel tardo pomeriggio di ieri, presso un importante studio legale della città, la prima riunione del Comitato dei lavoratori dell’ASP di Agrigento.

Durante l’incontro i promotori hanno spiegato ai presenti i principi che hanno ispirato la costituzione del Comitato, a cui hanno aderito nelle scorse settimane oltre un centinaio di dipendenti, e si è discusso dei vari problemi che riguardano i lavoratori dell’azienda sanitaria.

L’assemblea ha unanimamente convenuto sulla necessità che l’Amministrazione prenda in considerazione della forte sfiducia che una grande fetta di dipendenti nutre nei confronti dei sindacalisti, dai quali purtroppo non si sentono più adeguatamente rappresentati,  e sull’intenzione di porsi in una posizione di massima disponibilità, propositività e collaborazione nei confronti dell’attuale Management aziendale.

Il questore di Vibo Valentia, Andrea Grassi, si è dimesso dopo la condanna subita in primo grado al Tribunale di Caltanissetta nell’ambito del processo in abbreviato al cosiddetto “Sistema Montante”. Grassi è stato condannato ad 1 anno e 4 mesi perché ritenuto colpevole di uno dei tre capi d’imputazione, e per gli altri due è stato assolto con formula piena. In particolare, il questore Grassi è stato giudicato colpevole di avere rivelato un segreto d’indagine ad un dirigente dei Servizi segreti. Lo stesso Andrea Grassi commenta: “Non voglio che la mia figura di condannato, sia pure soltanto in primo grado, possa offuscare l’immagine della Polizia di Stato o il mio ruolo di questore”. Il questore Grassi è stato trasferito d’ufficio su disposizione del Ministero dell’Interno. Le funzioni di questore di Vibo Valentia cesseranno per Grassi il prossimo 16 maggio. Al suo posto si insedierà Annino Gargano, già alla guida delle Squadre mobili di Bari e Genova ed attualmente in servizio nell’Ufficio centrale ispettivo del Ministero dell’Interno.

Tragedia poco fa a Palma di Montechiaro dove è morto, mentre stava lavorando, un operaio di 57 anni , Michele Lumia.

Il fatto è avvenuto in campagna, in una contrada interna del territorio di Palma di Montechiaro che si raggiunge con qualche difficoltà.

Michele Lumia, insieme ad altri operai, stava eseguendo dei lavori all’esterno di una casa rurale e avrebbe dovuto realizzare una buca nel terreno con l’ausilio di una ruspa manovrata da un altro operaio.

Quest’ultimo – secondo la prima ricostruzione – non si sarebbe accorto dell’operaio che si trovava nel raggio d’azione dell’escavatore e con una manovra repentina ha colpito lo sfortunato palmese con la benna travolgendolo.

Immediati i soccorsi e la corsa verso l’ospedale San Giacomo d’Altopasso di Licata dove, tuttavia, Michele Lumia è giunto cadavere.

Scene di strazio nel nosocomio dove sono giunti numerosi i parenti della vittima.

Del tragico incidente si stanno occupando Polizia e Carabinieri.

Al via il ciclo di spettacoli teatrali del “Festival della Solidarietà 2019”, promosso nell’ambito del territorio provinciale di Agrigento, a seguito dello svolgimento del progetto denominato “Teatralmente” programmato ed attuato da diverse associazioni della provincia grazie al contributo e al supporto di Fondazione con il Sud. Eventi ed esibizioni finali del progetto che hanno visto la creazione di attività e laboratori teatrali con l’intento di formare delle compagnie, che daranno vita ad un festival della solidarietà itinerante nei vari paesi della provincia, agendo concretamente sul territorio creando occasioni di incontro, conoscenza, condivisione e dialogo con il coinvolgimento delle diverse realtà del territorio, proponendo un’esperienza partecipativa dei soggetti che vivono il disagio (anziani, persone con disabilità, immigrati).
Le Associazioni coinvolte nel progetto sono, “Amici dell’ANFFAS di Favara” soggetto Capofila, Associazione “A.C.M.E.” di Campobello di Licata, “ALZHEIMER” di Agrigento, “AGAPE” di Sciacca, Associazione G.V.V. “Gruppo di Volontariato Vincenziano” sez. di Aragona. Il progetto ha visto il coinvolgimento e la partecipazione attiva di altre associazioni territoriali, istituti scolastici, enti pubblici e privati che in sinergia ed entusiasmo, hanno portato avanti le attività ed i laboratori teatrali, in scena quindi tutte le parti coinvolte in un ricco calendario di esibizioni e spettacoli. Il calendario degli spettacoli gratuiti aprirà il sipario il 5 Maggio a Sciacca e per tutto il mese proporrà un tour itinerante del territorio agrigentino, un officina inclusiva che promuove la valorizzazione dei beni comuni e percorsi di cittadinanza attiva. Il programma delle esibizioni teatrali: 5 Maggio 2019 – ore 18:00 SCIACCA – Ex Convento San Francesco
14 Maggio 2019 – ore 09:00 FAVARA – Teatro San Francesco
16 Maggio 2019 – ore 09:30 AGRIGENTO – Valle dei Templi, Tempio di Giunone
25 Maggio 2019 – ore 18:00 ARAGONA – Palazzo Principe
31 Maggio 2019 – ore 18:00 CAMPOBELLO DI LICATA – Piazzale Chiesa San Giuseppe

Si conclude la terza stagione di Teatro da camera 2018-2019 al Circolo Empedocleo di Agrigento,venerdì 24 maggio ore 18 e 15. Spettacoli sostenuti da calorosi successi con pubblico numerosissimo che decreta il successo della formila voluta dai direttori artistici Giuseppe Adamo e Mario Gaziano, con la produzione esclusiva di ben ventiquattro spettacoli di propria realizzazione. Un’operazione culturale teatrale che non ha precedenti,con la capacità di coinvolgere centinaia di artisti tra attrici,attori, folksingers,cantanti pop e classici,ballerini classici e contemporanei, cori polifonici,scenografi,autori , adattatori scenici e registi. Una vera e propria rivoluzione al di fuori di costosissimi schemi istituzionali. Tutto nella capacità del rinnovato Circolo Culturale Empedocleo di Giuseppe Adamo e del Pirandello stable festival di Mario Gaziano. E con il sostegno delle belle regie televisive dello storico filmaker Diego Romeo. Una proposta teatrale unica e innovativa con autori conteporanei e classici da Pirandello a Sciascia e a Ionesco,Cecov,Brecht, Flaiano,Petrolini ,Campanile. E ancora Euripide Plauto Aristofane Marziale. Una selezione colta e condivisa sempre da un pubblico competente e appassionato. Unica vera novità nel panorama teatrale culturale del nostro territorio. Conclude questa fortunatissima terza Stagione teatrale la famosissima commedia brillante teatrale di Martoglio “CIVITOTI IN PRETURA”, riproposta nella forma del “teatre clownerie”, intrigante e sfacciatamente irriverente. La bella regia di Giuseppe Gramaglia impone un ritmo recitativo frenetico degno del vaudiville più scatenato. Una regia sorretta dall’abilità del gruppo storico del Teatro da Camera: la sempre scatenata Maria Fantauzzo, la supervivace Rosa La Franca e il debordante Angelo Cinque e lo spettacolare Lillo D’Aleo e gli storici protagonisti Alfonso Marchica Alfio Russo e Angelo Provenzano con Massumo Agozzino vivace e vittima designata. Insomma uno spettacolo conclusivo da non perdere. Con la vigile collaborazione artistica di Maria Grazia Castellana e la direzione di Giuseppe Adamo e Mario Gaziano. Ingresso libero per soci e appassionati di Teatro da Camera.

Accogliendo le istanze dei difensori, gli avvocati Raimondo Tripodo e Mariangela Cucchiara, il giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Agrigento, Stefano Zammuto, ha sostituto la misura cautelare degli arresti domiciliari con l’obbligo di dimora ad Agrigento a favore di Luca Fresco, 42 anni, il sottocapo in servizio alla Guardia Costiera di Porto Empedocle arrestato lo scorso 29 marzo per l’ipotesi di reato di “millantato credito” allorchè avrebbe millantato di essere in condizioni di garantire, in cambio di modeste somme di denaro, assunzioni e certificazioni.