Home / Articoli pubblicati daRedazione Ag (Pagina 48)

Il Dottore A.C. di anni 56, di Agrigento, ha partecipato alla procedura di selezione per “la designazione e la nomina del Segretario Generale della Camera di Commercio di Palermo ed Enna”, indetta con delibera della Giunta Regionale del 8.10.2018.

Tale procedura di concorso si articolava in due fasi.

In primo luogo, la Commissione di esame era tenuta a verificare, in capo a ciascuno dei candidati, il possesso dei requisiti professionali e delle competenze necessarie allo svolgimento delle funzioni di Segretario Generale, attraverso l’esame dei curricula prodotti dagli stessi candidati.

La Commissione, poi, era chiamata ad accertare, tramite colloquio, l’effettivo possesso delle competenze dichiarate nei propri curricula da parte dei primi cinque candidati che nella precedente fase avevano conseguito il maggior punteggio.

In data 1 febbraio 2019, la Camera di Commercio di Palermo ed Enna ha pubblicato, “ nella sezione

amministrazione trasparente” del proprio sito web, l’elenco dei candidati ammessi a sostenere il suddetto colloquio.

Il Dottore A.C. apprendeva quindi di non essere stato ammesso alla seconda fase della procedura di selezione.

Il medesimo, con istanza di accesso inoltrata in data 12.02.2019, ha chiesto alla Camera di Commercio di Palermo ed Enna di poter prendere visione ed estrarre copia degli atti e dei documenti afferenti alla procedura concorsuale in questione, ivi compresi i curricula degli altri candidati, i verbali e le schede di valutazione prodotte dalla Commissione di esame.

Il responsabile del procedimento asseriva tuttavia l’impossibilità di accedere in modo integrale alla documentazione richiesta, in ragione della necessità di tutelare la privacy e la riservatezza dei candidati.

Il Dottore A.C., con il patrocinio degli Avvocati Girolamo Rubino e Rosario De Marco Capizzi, ha quindi adito il T.A.R. Palermo chiedendo che venisse accertato il proprio diritto ad avere accesso integrale alla documentazione richiesta.

In sede di ricorso, il Dottore A.C. evidenziava come il partecipante ad un concorso pubblico fosse titolare di un interesse qualificato all’accesso a tutti i documenti della procedura concorsuale.

Il medesimo, citando diversi precedenti giurisprudenziali, sottolineava come tale interesse qualificato non andasse incontro ad alcun limite connesso alla necessità di proteggere la privacy e la riservatezza degli altri candidati.

Con sentenza n. 2490/2019, il T.A.R Palermo ha accolto le tesi difensive sviluppate dagli Avvocati Rubino e De Marco Capizzi e, per l’effetto, ha ordinato alla Amministrazione di consentire al Dottore A.C. l’accesso a tutti gli atti della procedura di concorso.

La consigliere comunale di Agrigento, Giorgia Iacolino, invita i Comuni di Agrigento, Favara, Provincia e Anas, nei tratti di propria competenza, a rimediare alla carenza di manutenzione lungo le strade che conducono all’ospedale di Agrigento. Iacolino aggiunge: “Le piogge degli ultimi tempi hanno reso ancora più complicata la percorrenza di tali strade. I quattro enti competenti dovrebbero agire con un programma comune, con un impegno serio e collegiale. Auspico che anche il Prefetto riunisca gli attori delle Istituzioni interessate attorno ad un unico tavolo per definire con loro un’agenda dei lavori da eseguire, nel più breve tempo possibile, a tutela della sicurezza e dell’incolumità pubblica”.

A Lampedusa, nell’ambito di servizi mirati a tutela dell’ambiente, i Carabinieri hanno scoperto e sequestrato un terreno adibito a “cimitero” di automobili, e poi ancora carcasse di motocicli, sportelli, sedili, parti di veicoli e finanche un’impastatrice per il cemento e un camion. Il presunto responsabile della discarica abusiva è stato denunciato. Tra l’altro, lo sversamento dei liquidi contenuti nei motori e nelle batterie delle auto abbandonate alle intemperie, col tempo rischia di penetrare nel terreno inquinando in modo grave anche il sottosuolo e le acque.

Anche la Camera Penale “Giuseppe Grillo” di Agrigento ha aderito allo stop alle udienze dal 2 al 6 dicembre prossimi, contro la riforma della prescrizione, in vigore dal prossimo anno. Tale riforma prevede, tra l’altro, la sospensione dei termini di prescrizione dopo il processo di primo grado. Oltre all’astensione dalle udienze, le Camere Penali organizzeranno anche altre iniziative collaterali alla protesta.

Il direttore generale dell’Asp di Agrigento, Giorgio Giulio Santonocito (nella foto) è stato nominato alla guida dell’Asl “Roma 5” di Tivoli e vi prenderà servizio a partire dal 18 novembre.

La notizia era già nell’aria da alcune settimane, ora arriva appunto l’ufficialità con un contratto di tre anni e con essa la necessità da parte del governo Musumeci di nominare un nuovo manager per l’Asp agrigentina.

Il provvedimento sarà esecutivo a partire dal 18 novembre prossimo.

(Fonte : insanitas.it)

L’istituzione di un “Centro di studi socio-economici e di promozione culturale euro mediterranea ”, nasce già da un idea dell’ex Presidente del Consorzio Universitario prof. Avv. Gaetano Armao e da tutto il CDA, come esigenza del territorio e bisogno di promozione della cultura e lo sviluppo socio-economico dei paesi extraeuropei che abbracciano il bacino del mediterraneo. Sotto direttive programmatiche e attività poste in essere del Presidente del Consorzio Universitario Empedocle, dott. Giovanni di Maida e del CDA, volute anche del socio di maggioranza, oggi, diventa realtà un centro che pone al centro dell’interesse, il fabbisogno e la domanda di un vastissimo territorio che presenta uguali caratteristiche dal punto di vista culturale e necessità di crescita da quello sociale ed economico.

Gli obiettivi sono quelli dello studio e della ricerca, lo scopo, è quello di realizzare programmi di sviluppo economico e di stimolare la mobilità di giovani studenti per promuovere una internazionalizzazione universitaria che consenta loro di prendere parte ad una serie di iniziative culturali quali: seminari, convegni, work shop, corsi di studio ed approfondimento, attività editoriali, iniziative di carattere culturale per quanto riguarda il nostro patrimonio archeologico materiale ed immateriale dell’UNESCO, i beni ambientali e paesaggistici e dell’arte in generale.

Il “ Centro di Studi socio-economici e di promozione culturale euro mediterranea”, consta di un Comitato tecnico-scientifico formato da dieci componenti scelti tra personalità rilevanti di comprovata esperienza, designati dall’Assemblea ordinaria dei Soci ed un Presidente, anch’esso designato dall’Assembela, che svolgerà la funzione di gestione del Centro di Studi.

Agrigento in Prefettura si è svolta una riunione con Forze dell’ordine e Anas nel merito dei ricorrenti incidenti stradali lungo la strada statale 640 in prossimità della rotonda “degli Scrittori”, in territorio del Comune di Agrigento. Ebbene, tutti i partecipanti alla riunione hanno ritenuto opportuno di potenziare l’illuminazione nella zona, la cartellonistica verticale già esistente, e di installare un nuovo cartello luminoso a messaggio variabile. Inoltre l’Anas valuterà la possibilità di collocare, fin dalla distanza di un chilometro dalla rotatoria, segnali di avviso ad impatto visivo ancor maggiore. Ovviamente il primo accorgimento da assumere è la guida corretta e prudente.

La Provincia di Agrigento ha accreditato e classificato 10 nuove strutture ricettive nei Comuni di Agrigento, Lampedusa, Porto Empedocle, Racalmuto e Sciacca. L’attività di riscontro è stata svolta dal Settore promozione turistica, e ha consentito di ampliare ulteriormente l’offerta turistica con 62 nuovi posti letto. Le nuove strutture ricettive sono state classificate nelle tipologie bed and breakfast, affittacamere e case vacanza, e sono le seguenti:
– B&B “Vanustas”, a Lampedusa in via delle Eolie n. 10, tre stelle, tre camere, e cinque posti letto;
– B&B “Plaza”, a Lampedusa in via L. Ariosto.n. 43, tre stelle, tre camere e sei posti letto;
– B&B “Villa Rahal”, a Racalmuto in via G. Pedalino n. 28, tre stelle, tre camere e sette posti letto;
– B&B “Il Mandorlo”, a Sciacca in via Delle Mandorle n. 2, tre stelle, quattro camere e nove posti letto;
Affittacamere:
– “Bolino Maria”, a Lampedusa in via Stazzone n. 43, due stelle, tre camere, cinque posti letto;
– “Porto Vecchio”, a Lampedusa in via Stazzone n. 43, una stella, tre camere, cinque posti letto;
– “La Battigia”, a Lampedusa in via Stazzone n. 43, una stella, due camere, due posti letto;
– “Silvia Affittacamere”, a Lampedusa in via lungomare Luigi Rizzo, una stella, sei camere, quattordici posti letto;
– “Agrigentum”, ad Agrigento in via San Michele n. 12, due stelle, tre camere, sette posti letto;
Case e appartamenti per vacanze:
– “La Terrazza sul mare”, a Porto Empedocle in via Delle Acacie n. 10/C, una stella, due posti letto
Le determinazioni dirigenziali relative alle nuove classificazioni sono state trasmesse ai Comuni competenti per territorio e ai Servizi Turistici Regionali.

Ancora disagi per i residenti sgomberati dai palazzi confinanti al civico 51 al Viale della Vittoria ad Agrigento, da dove sono crollate parti del cornicione il 18 e il 30 settembre scorsi. Ebbene, finora i residenti, assistiti da vigili e ausiliari, sempre presenti sul posto, hanno potuto accedere ai propri appartamenti per recuperare beni di prima necessità. Adesso invece, come testimoniato dalla risposta del Comando dei Vigili del fuoco alla richiesta di accesso da parte dell’avvocato Carlo Collura, residente in via Vittorio Emanuele Orlando 1, l’accesso con i vigili è consentito solo agli abitanti del civico 27 in piazza Cavour. Diversamente, tutti gli altri dovranno rivolgersi al pubblico ministero titolare del fascicolo d’indagine e ottenere l’autorizzazione scritta, trattandosi – spiega il Comando – di area sottoposta a sequestro giudiziario. Ovviamente l’avvocato Collura si chiede: “Ma non era anche prima un’area sottoposta a sequestro giudiziario? Come mai adesso è stato deciso di aggravare le difficoltà dei residenti? Finiremo che dovremo rivolgerci al Presidente della Repubblica per entrare nelle nostre case”.

Ad Agrigento, domenica prossima, 17 novembre, nella parrocchia di San Gregorio a Cannatello, alle ore 11:30 sarà celebrata una messa in occasione della Giornata delle vittime della strada. Durante la mattinata, su iniziativa dell’Aifvs, l’Associazione italiana familiari e vittime della strada onlus, in collaborazione con alcune associazioni motociclistiche locali, si svolgerà il primo Motoraduno degli Angeli in memoria delle vittime della strada. Il raduno dei partecipanti è alle ore 8:30 in piazzale La Malfa, nei pressi dello stadio Esseneto. Alle ore 9 la partenza in moto lungo un percorso che attraversa anche luoghi di incidenti mortali accaduti ad Agrigento. E poi i motociclisti parteciperanno alla messa a San Gregorio, con la benedizione dei caschi e delle moto.