Home / Articoli pubblicati daRedazione Ag (Pagina 414)

Successo per la Lectio MagistralisIl ponte: una metafore dell’unione fra luoghi, genti e cultura” tenuta presso la sede del Consorzio Universitario UNICURS di Agrigento da parte del Magnifico Rettore dell’Università degli Studi eCampus, prof. ing. Enzo Siviero.

Una visita ricca di appuntamenti quello che ha visto il Magnifico Rettore incontrare le massime istituzioni agrigentine per parlare, in particolar modo, di infrastrutture e sviluppo territoriale. L’ing. Siviero ha dapprima incontrato il presidente dell’Ordine degli ingegneri di Agrigento, ing. Alberto Avenia, con il quale ha visitato uno dei luoghi simbolo della rigenerazione urbana della provincia di Agrigento: la FARM di Favara.

Successivamente il prof. Siviero, accompagnato dai responsabili del Consorzio UNICURS di Agrigento, Joseph Zambito e Alessandro Cibella, ha incontrato il presidente dell’Ordine degli Architetti di Agrigento, l’arch. Alfonso Cimino con il quale vi è stato un proficuo dibattito sul tema del Ponte Morandi di Agrigento, soprattutto dopo l’eco mediatico suscitato dai fatti tristemente accaduti a Genova.

“Il ponte Morandi di Agrigento – afferma il prof. Siviero – è un ponte che io non ho mai amato ma che oggi merita un’attenzione particolare. L’occasione storica che ha la città è quella di valorizzare questo ponte al di là della giusta sicurezza che richiede”

Il prof. Siviero, noto esperto nazionale di ponti ed ingegneria, ha auspicato una “nuova” fruizione della struttura che collega Agrigento con Porto Empedocle, ipotizzando una valorizzazione anche attraverso mirati interventi atti ad attutire l’impatto visivo del lungo “serpentone” attraverso una possibile fruizione pedonale o ciclabile con un allargamento longitudinale del viadotto.

Ipotesi che è stata altresì fatta presente al Sindaco di Agrigento, Lillo Firetto, che ha ricevuto presso il Palazzo di città il Magnifico Rettore.

Nel pomeriggio l’atteso incontro con gli studenti e gli operatori della formazione dell’ente agrigentino che ha voluto intrattenere i presenti in un momento conviviale per augurare liete festività natalizie.

Apprezzata la Lectio Magistralis del prof. Siviero che ha spiegato nella sua relazione l’importanza fondamentale del viadotto agrigentino e dei possibili risvolti per un futuro infrastrutturale della città dei Templi.

Il Panathlon Club di Agrigento organizza il Memorial “Pippo Micciché”  di pallacanestro, al quale parteciperanno quattro società sportive con atleti appartenenti alla categoria Under 13. La manifestazione nasce per onorare la memoria di uno dei soci fondatori del Panathlon Club di Agrigento, scomparso lo scorso anno, per ricordarlo come figura di riferimento del mondo sportivo agrigentino e di quello cestistico in particolare.

La manifestazione ha lo scopo di promuovere e incentivare i valori del fair-play e del rispetto nello sport giovanile e della pallacanestro in particolare, secondo quelli che sono i principi ispiratori del Panathlon International.

Il Memorial avrà cadenza annuale.

In questa edizione le Società partecipanti sono:

  • ASD Real Basket Agrigento;
  • ASD Studentesca Licata;
  • ASD Athletic Sport Canicattì;
  • ASD Pallacanestro Marsala.

 

La formula di svolgimento prevede, in un’unica giornata, due incontri di semifinale nella mattinata e nel pomeriggio le due finali: 3° e 4° posto e 1° e 2° posto.

 

L’appuntamento è fissato per venerdì 28 dicembre alle ore 9,00 presso il Palasport “Pippo Nicosia” di Agrigento, gentilmente concesso dalla Società Real Basket di Agrigento.

 

Nel pomeriggio, subito dopo la prima finale, sarà consegnata al Presidente della Real Basket Agrigento, la Targa Etica del Panathlon International contenente la “Carta dei diritti del ragazzo nello sport” e la “Carta dei doveri dei genitori nello sport”, che viene assegnata alle società più meritevoli, per la successiva affissione esterna. La targa diventa, così, uno strumento di diffusione dei principi del Panathlon International e di promozione dei suoi valori etici, un invito perché giovani atleti ed i loro genitori si conformino ai puri principi dello sport, che nato come divertimento e gioco, tale deve restare anche nell’odierno variegato orizzonte professionistico.

In merito all’importante titolo di città conferito dal Presidente della Repubblica al Comune di Comitini, interviene la consigliera del movimento Area Rinnovamento, Teresa Delisi.

“La consapevolezza di essere città, afferma Teresa Delisi, è un punto di partenza per dare a questo territorio un ruolo di centralità sia sotto l’aspetto turistico culturale che sotto l’aspetto imprenditoriale ed architettonico.
È una notizia che ci rende particolarmente orgogliosi, che premia lo spirito di comunità che ha sempre contraddistinto i cittadini di Comitini  e che ci spinge a fare sempre meglio per il bene della collettività. Essere città , vuol dire essere al servizio del territorio che sta intorno, contribuendo in tal modo ad alimentare i sentimenti di fiducia di chi ha l’onore e l’onere di amministrare la cosa pubblica e degli stessi cittadini verso le istituzioni democratiche. 
Il decreto che riconosce a Comitini il titolo di città , conclude Delisi, mi induce a pensare a tutti i nostri concittadini che vivono fuori per ragioni di lavoro o di studio. A loro desidero riservare un pensiero particolare e affettuoso, per gli sforzi che fanno e per l’amore che portano per la nostra città e per la Sicilia. Se oggi Comitini è una città che suscita interesse e taglia traguardi importanti lo si deve anche a loro.”

La presentazione del libro è attesa sabato pomeriggio alle 16.30 al Baglio Santa Croce B&B di Porto Empedocle

C’è grande attesa per il debutto di Simona Burgio, la giovane ragazza empedoclina autrice del libro “Insomnia di esse”. Edito da Antipodes sarà presentato sabato pomeriggio presso il Baglio Santa Croce B&B di Porto Empedocle, in collaborazione con la libreria “Il mercante di libri” di via Atenea di Agrigento, gestita da Alessandro Accurso Tagano. A moderare l’incontro Raimonda Ilenia Riolo.

“Insomnia di esse”  è un libro scritto durante la notte. Non una, ma ben 2000 passate in bianco, dove si racconta di incontri, di famiglia, di conoscenti e sconosciuti. Come sfondo la Sicilia dell’infanzia e la Roma dove Simona abita il suo presente. Dal 2013 all’anno zero i suoi personaggi sembrano vivere in uno spazio temporale infinito e attaccato al ricordo presente. Ogni sequenza, nei racconti dell’autrice, conduce il lettore a riconoscersi e a individuare nei segni e segnali dell’esperienza soggettiva pezzetti di esistenza propria, già condivisa, ripetibile e a tratti somigliante. Di scuro sullo sfondo c’è solo la notte, quella insonne di Esse, che con la scrittura restituisce la luce abbagliante e incoraggiante della vita.

Il commissario straordinario, Giorgio Giulio Santonocito, si presenta al personale della dirigenza Asp e lo fa nel segno della continuità volendo al suo fianco il direttore sanitario, Silvio Lo Bosco, il direttore amministrativo, Francesco Polo Tronca ed il commissario uscente Gervasio Venuti. Parole asciutte ma anche piene di fervore quelle che Santonocito ha scelto ieri pomeriggio, mercoledì 19 dicembre, per inaugurare il nuovo corso della sanità agrigentina e sancire i caratteri della sinergia operativa e della collaborazione che caratterizzeranno i rapporti tra il personale dirigente ed il vertice Asp. L’occasione è servita al neomanager per augurare un sereno Natale ai suoi collaboratori e per illustrare i primi passi e adempimenti che si accinge a compiere da subito, nonostante il periodo festivo, per assumere piena contezza della realtà aziendale.

Una serata dedicata agli appassionati di Boxe, quella organizzata per sabato prossimo 22 dicembre alle 17, al Palasport “Livatino – Saetta” di Castrofilippo. L’evento è stato organizzato dalla Body Power di Bagheria e l’Asd Gymnasium di Racalmuto con il patrocinio del Comune di Castrofilippo. Sul ring sono previsti 12 incontri della categoria Dilettanti  ed è prevista anche la partecipazione del beniamino di casa Antonio Augello, campione regionale Schoolboy. Nel corso dell’evento, sarà previsto un video messaggio del 3 volte campione italiano dei pesi massimi Fabio Tuiach. L’ingresso al palasport di Castrofilippo è gratuito.

   

Agrigento, città delle eccellenze, vince il Premio Nazionale Bezzo 2018, organizzato da  Aiquav, Plef, Aregai e Rina. Premiati, infatti, due ristoranti agrigentini per la qualità della loro attività in termini di sostenibilità, inclusione sociale e ricerca. Primo “Ginger People & Food”, secondo “Terracotta”. Grazie ad un assegno di ricerca di 10 mila euro, finanziato dal gruppo Crai, la città di Agrigento sarà oggetto di un’attività di misura del benessere soggettivo, percepito nell’alimentazione locale confluente nell’indicatore Bes – Benessere equo sostenibile.

L’annuncio del Premio è stato dato a Firenze nel corso del quinto convegno nazionale Aiquav.   La premiazione avverrà a Torino nei primi del 2019.

Desidero augurare buon lavoro ai nuovi manager della sanità designati a ricoprire, in Sicilia, posti di delicata responsabilità che ritengo chiave per lo slancio ed il cambiamento di cui il sistema SALUTE ha, oggi, grande necessità.

In particolare, auguro buon lavoro al nuovo Manager dell’ASP di Agrigento, dott. Santonocito, auspicando che dia un veloce e risolutivo indirizzo politico e gestionale che porti alla concretizzazione, paventata per anni, della stabilizzazione dei precari contrattisti presenti in Azienda. Completando infatti questa fase, oggetto di diatribe per anni, si potrà concludere il percorso delle mobilità e approntare celermente il capitolo dei concorsi che porterà concreta e nuova linfa vitale ai nostri ospedali, sempre sotto organico.

Segnalo inoltre la mancata predisposizione, da parte dell’ASP di AGRIGENTO, di progetti inerenti l’edilizia ed in particolare la ristrutturazione di immobili di proprietà della stessa Azienda Sanitaria. In Regione 4 MLN di euro sono rimasti congelati negli ultimi anni, in quanto non sono stati presentati elaborati progettuali per le strutture appartenenti al patrimonio immobiliare ASP. Pensiamo a città come Canicattì, Sciacca, Licata o la stessa Agrigento, a quanto servirebbero questi soldi per sanare situazioni strutturali di degrado ed indecorose.

Chiedo dunque al nuovo Manager impegno massimo in questa direzione ed uno slancio verso il superamento di situazioni di persistente precariato, a trecentosessanta gradi.

I giovani protagonisti del programma “Sciacca Natale Insieme”, con la loro creatività, il loro talento, la loro generosità. Da oggi e per i prossimi giorni gli studenti delle scuole superiori e del collettivo O925 animeranno la Chiazza di Via Licata. 

Oggi è in programma la Giornata dello Studente. Da questo pomeriggio e fino alle 20,30 alla Chiazza ci saranno diversi eventi: esibizioni musicali, reading, body painting con protagonisti gli studenti degli istituti superiori Tommaso Fazello, Don Michele Arena, Enrico Fermi, Calogero Amato Vetrano. 

Da oggi e fino a domenica, il collettivo giovanile 0925 darà vita all’iniziativa “Una piazza di libri”, con lo scopo di donare volumi alla biblioteca comunale “Aurelio Cassar” e ad associazioni di volontariato. Il collettivo allestirà un banchetto alla Chiazza, promuovendo dapprima un libero scambio di libri con i circa 400 volumi che esporranno, frutto di donazioni spontanee di associazioni, parrocchie, scuole. Ogni cittadino potrà presentarsi con un proprio libro, consegnarlo e prenderne un altro in cambio. 

Domenica 23 dicembre, una Piazza di libri sarà pure la mattina e sarà dedicata alla donazione di libri per bambini.  Questa iniziativa, nelle giornate in cui si svolgerà, – fanno sapere dal collettivo 0925 – sarà arricchita da momenti artistici.