Home / Articoli pubblicati daRedazione Ag (Pagina 392)

Crolla oggi intorno alle 15:00 la facciata una palazzina disabitata in via Canonico Sorrento, sotto la via Imera (di fronte la Tim). 

 

I Vigili del fuoco del comando provinciale di Agrigento si sono recati subito sul luogo unitamente al personale della Protezione civile comunale, Carabinieri e Polizia di Stato e fatto sgombrare le famiglie residenti nella zona interessata. 

In loco anche Dario Caputo e Michele Burgio, rispettivamente Prefetto di Agrigento e Comandante provinciale dei Vigili del fuoco. 

Si ipotizza l’abbattimento della parte dell’immobile rimasto in piedi e ritenuto pericolante. 


“Masochismo politico, non possiamo definirlo diversamente”.
E’ questa la prima reazione che arriva da aula Sollano e a parlare è il Capogruppo della Lega, Nuccia Palermo.
“Ennesima delega, che pesa come un macigno sulle sorti della città di Agrigento, distribuita apparentemente a casaccio o su chi sembra ormai essersi abituato a ricevere le critiche della città sul non operato. Dopo il fallimento della delega sui rifiuti, sull’acqua, sul verde pubblico, sui quartieri, sulla tutela degli animali e sulle restanti non citate, oggi, l’Assessore Nello Hamel viene appesantito su volontà del Sindaco Firetto della delega più gravosa: il bilancio”.
“Sembra quasi un film del buon vecchio Fantozzi – commenta Nuccia Palermo – e mi sento imbarazzata nell’infierire anch’io su Hamel che dimostra ancora una volta di accettare politicamente tutto pur di rimanere incollato alla poltrona”.
“17 milioni di residui attivi che da quanto accertato dai revisori dei conti non saranno incassabili e che quindi mettono un carico maggiore sulla bilancia alla già ingombrante posizione debitoria dell’Ente – scrive Nuccia Palermo – Una notizia devastante, di circa 48 ore fa, aggravata notevolmente dalle ultime mosse politiche di Firetto sulla ripartizione delle deleghe che sembrano distruggere qualsivoglia barlume di luce sul futuro finanziario del Comune di Agrigento”.
“Chiunque affianchi questa amministrazione è politicamente e amministrativamente complice – conclude Nuccia Palermo – di un fallimento ormai non più celato. Per quanto riguarda il neo Assessore, Massimo Muglia, attenderemo il consiglio comunale per conoscere la linea politica ed i progetti che intende perseguire rimanendo comunque perplessi su una scelta non condivisibile che lo vede in appoggio a Firetto. “.

Ieri la Protezione Civile regionale ha diramato un’Avviso di Allerta meteo arancione per le prossime 24 ore, a partire dalle ore 18 della sera fino alle ore 24 di oggi, (salvo nuovi avvisi del Dipartimento che verranno resi noti nel tardo pomeriggio). L’allerta riguarda il rischio meteo-idrogeologico e idraulico. A questo proposito il sindaco di Agrigento ha firmato l’Ordinanza di seguito allegata.

A partire dalle prime ore del mattino di oggi, venerdì 12 ottobre. Si sono verificate infatti condizioni meteo avverse con precipitazioni diffuse, temporali e forti raffiche di vento ed intense attività elettriche che hanno interessato la nostra provincia.

Le zone maggiormente colpite Porto Empedocle, San Leone, Villaseta e Villaggio Mosè. 

La Protezione Civile del Libero Consorzio di Agrigento é alle prese con allagamenti causati dalla pioggia, ha già attivato i propri operatori, coordinati dal funzionario tecnico Marzio Tuttolomondo, e i volontari dell’associazione Emergency Life di Porto Empedocle, che tramite l’idrovora in dotazione al Libero Consorzio cercheranno di agevolare il deflusso dell’acqua nella cittadina marinara.

 

La Protezione civile raccomanda a tutti i cittadini di spostarsi dalle rispettive abitazioni solo in caso di necessità durante l’evento meteo, in particolare nelle fasi parossistiche, e di prestare sempre la massima attenzione sull’intera rete viaria provinciale, e in particolare nei pressi degli attraversamenti stradali ed in prossimità di tutti i corsi d’acqua (fiumi, torrenti e valloni tributari).
(Di spostarsi in auto lungo le strade provinciali solo in caso di effettiva necessità, prestando la massima attenzione negli attraversamenti anche in considerazione delle condizioni dei tracciati di buona parte della rete viaria interna e del concreto rischio di riversamenti di fango e detriti sulle sedi stradali. Attenzione in particolare nei pressi di torrenti e valloni, ma anche in alcune aree (es. nella piana di Licata) ove frequenti sono gli allagamenti delle strade). 

 

Tecnici e cantonieri del Settore Infrastrutture Stradali seguono con la massima attenzione l’evoluzione delle condizioni meteo per eventuali interventi finalizzati alla sicurezza degli automobilisti.

L’assessore regionale per lo sviluppo delle Attività produttive, Mimmo Turano, ha rinominato Giovanni Perino come Commissario ad acta per gli affari urgenti e indifferibili dell’Irsap, l’Istituto Regionale per lo Sviluppo delle Attività Produttive, ente vigilato dalla Regione siciliana. L’incarico è conferito fino all’insediamento del Commissario straordinario Giovanni Occhipinti, designato dalla Giunta di Governo. Il funzionario direttivo dell’Amministrazione regionale, Giovanni Perino, ha già svolto l’incarico di Commissario ad acta (fino allo scorso 21 settembre) nei mesi antecedenti la nomina del commissario straordinario.

Accogliendo l’istanza di riesame presentata dagli avvocati Giovanni Castronovo e Leonardo Raso, e decidendo in sede di rinvio, dopo l’annullamento della Cassazione, il Tribunale del Riesame di Palermo ha disposto la scarcerazione di Adolfo Albanese, 71 anni, di Caltavuturo, arrestato nell’ambito della maxi inchiesta antimafia nell’Agrigentino cosiddetta “Montagna”, perché ritenuto parte della famiglia mafiosa di Caltavuturo, avendo partecipato ed organizzato riunioni ed incontri con esponenti mafiosi dell’Agrigentino.

 

Proseguono speditamente le operazioni di gara per l’aggiudicazione dei lavori di mitigazione del rischio idrogeologico nell’area urbana del Comune di Naro.

Si tratta degli interventi riguardanti il consolidamento, la forestazione e la sistemazione idrogeologica delle pendici e delle scarpate a valle del Castello, della Torretta e della zona Salita, dove insistono i serbatoi d’accumulo idrico. In pratica, si tratta di zone individuate come ad elevato rischio geomorfologico dal Piano per l’Assetto Idrogeologico, gestito dall’Assessorato Regionale Territorio e Ambiente.

L’importo complessivo del progetto è di circa 2 milioni di euro, di cui un milione e 250mila per lavori a base d’asta, la cui gara si sta definendo con procedura telematica a cura degli uffici del Commissariato per l’Emergenza Idrogeologica della Regione Sicilia.

DICHIARAZIONE DEL SINDACO:

“Con questo intervento, sarà messa in sicurezza un’importante area comunale comprendente anche il Castello Chiaramontano ed il sito del vecchio serbatoio d’accumulo idrico, nonché le edificazioni e le aree urbanizzate circostanti.

L’area interessata è infatti ad alto grado di pericolosità ed è prossima alla via Vanelle, dove nel 2004 si è registrata una frana a seguito della quale molte abitazioni hanno dovuto essere messe in sicurezza ed altre demolite “.

 

La Protezione Civile regionale ha diramato un’Avviso di Allerta meteo arancione per le prossime 24 ore, a partire dalle ore 18 di questa sera fino alle ore 24 di domani.L’allerta riguarda il rischio meteo-idrogeologico e idraulico. A questo proposito il sindaco di Agrigento ha firmato l’Ordinanza di seguito allegata. 

Novità nella Giunta comunale di Agrigento guidata dal sindaco Calogero Firetto.

Dopo tre anni e mezzo esce dall’esecutivo Giovanni Amico, già assessore al Bilancio, in carica dallo stesso giorno in cui era stato eletto sindaco Calogero Firetto.

Al suo posto subentra Massimo Muglia, profondo conoscitore delle problematiche agrigentine, già vicesindaco di Marco Zambuto e assessore provinciale.

Per l’amministrazione cittadina si tratta, più di un fatto politico, di un rafforzamento dal punto di vista operativo e gestionale.

In prima linea, per le esperienze pregresse, Massimo Muglia conosce alla perfezione l’emergenze che spiccano di più nella città di Agrigento, in primis il mondo accademico che lo ha visto protagonista della nascita del Consorzio Universitario a metà degli anni novanta. Ha anche maturato notevole esperienza nella Società d’Ambito che gestiva i rifiuti nella qualità di presidente negli anni 2000.

Al neo assessore gli auguri di buon lavoro.

Il consigliere comunale di Agrigento, Salvatore Borsellino, allegando anche delle fotografie testimonianza, denuncia le condizioni di degrado in cui versa il viale in contrada Kaos verso la casa natale di Luigi Pirandello. Borsellino afferma: “Il viale della casa natale di Luigi Pirandello, da fiore all’occhiello per l’intera comunità, oggi si ritrova ad essere un cumulo di spazzatura per nulla vivibile nè per la comunità, nè per i turisti. Tutto questo scempio è irrispettoso anche nei confronti del nostro amato Luigi Pirandello. I pacchi pieni di spazzatura li regaliamo per dare il benvenuto ai nostri turisti? L’amministrazione comunale si impegni da subito a ripristinare la normalità. La città che cambia e che rinasce è in attesa di un riscontro”.