Home / Articoli pubblicati daRedazione Ag (Pagina 373)

Attraverso un processo di interiorizzazione che porta a mettere a nudo tabù e fragilità, sicurezze e insicurezze, Margherita Biondo si ripropone al pubblico dei lettori con un testo poetico dal titolo “L’amore imperfetto”, Edizioni Medinova. Il libro sarà presentato, a cura dell’Associazione Culturale Ciak Donna, venerdì 15 marzo, alle ore17.00, nei locali del Circolo Culturale Empedocleo di Agrigento – Piazza San Giuseppe. L’evento sarà coordinato da Salvatore Di Salvo e vedrà gli interventi di Angela Megna, Fausto D’Alessandro, Alessandro Mario, Daniela Spalanca e Antonio Liotta. Le letture saranno curate da Giusi Carreca.

Nella silloge il rapporto di coppia viene affrontato in veste poetica attraverso un problematico viaggio introspettivo che porta ad indagare sugli istinti e sulle vicende personali su un percorso dove il sentimento si snoda tra certezze ed incertezze, esaltazione e sofferenza. Il tutto con una trama tessuta come in un racconto che il lettore dovrebbe avere cura di scorrere, dal prologo all’epilogo, secondo l’ordinata numerazione progressiva. Con stile personale ed incalzante, la poetessa evidenzia un suo modo di interpretare e comprendere, con uno sguardo sempre diverso, le dinamiche generali delle storie amorose sulle impronte di un passaggio nella vita.

Per l’autrice l’amore si rivela “imperfetto” in tutte le sue sfaccettature che, tuttavia, ne fanno un sentimento universale persino nel dubbio, a prescindere dallo stesso ordine naturale delle cose che potrebbe culminare nella gioia o nel dolore.

“Le nostre intime reazioni – sostiene la Biondo – sono frutto di un contatto con le parti sconosciute di noi stessi, un contatto possibile solo se ci abbandoniamo alla nostra vulnerabilità perdendoci in un labirinto di interrogativi. Sicuramente non è cosa agevole mettere in discussione emozioni e sentimenti nel processo interiore che va al di là della mera definizione del rapporto fino al parlare di noi stessi di fronte all’amore, soprattutto nella difficoltà di volere sapere se amiamo fino in fondo, come e perché amiamo, chi amiamo e con quali esiti”. 

La CGIL, sua seconda famiglia, è in lutto: ha perso uno dei suoi figli e dirigenti sindacali migliori. A Bologna, dove venne assunto dalle poste, presto divenne rappresentante sindacale di base.

Ottenuto, dopo tre anni il trasferimento in Agrigento, è stato subito impegnato e dopo pochi anni è stato voluto ed eletto Segretario generale dei postelegrafonici e dei telefonici.

Era anche componente dell’esecutivo regionale della Filpt CGIL e del Direttivo nazionale.

È stato nel Consiglio di amministrazione nazionale del Dopolavoro a Roma e Consigliere Nazionale dell’Istituto previdenziale delle Poste, denominato Ipost.

Alla CGIL di Agrigento è stato componente permanente del Direttivo e anche dei pensionati. Dirigente intelligente, onesto, amato da tanti, rispettato da tutti.

È stato un esempio di sindacalista anche per gli altri sindacati e per l’azienda.

 E’ stato Presidente provinciale del Sunia, il sindacato degli inquilini e Consigliere di Amministrazione dell’Istituto Autonomo delle case popolari.

La sua presenza giornaliera alla CGIL ed i suoi immancabili interventi mancheranno a tutti.

Ciao Lillo.

 

Il Consiglio comunale di Agrigento ha approvato all’unanimità la mozione che impegna il sindaco Firetto ad avviare tutte le procedure tecniche ed amministrative opportune per riavviare le attività di Villa Betania. In proposito, i consiglieri Giorgia Iacolino e Gerlando Gibilaro, primi firmatari della mozione, affermano: “Riteniamo prioritario il ripristino della funzionalità di Villa Betania, ente morale che rappresenta la storia della solidarietà e della inclusione della nostra comunità. L’Amministrazione comunale ha la responsabilità politica di rimuovere gli ostacoli che si frappongono alla riapertura di Villa Betania, riconoscendo, altresì, le quote sociali di competenza ed eliminando i problemi strutturali dell’immobile. Lo deve fare e presto per i 26 anziani che consideravano Villa Betania casa loro e per i 12 dipendenti a cui deve essere restituita la dignità professionale”.

Il pittore aragonese Gerlando Meli, in occasione della presentazione del nuovo Cd del gruppo musicale “Il Volo” al centro commerciale “Le Vigne” a Castrofilippo, ha donato un suo quadro dal titolo “Il Cielo”. Il gruppo musicale “Il Volo” si è congratulato con Gerlando Meli per la tecnica, i colori, le doti umane e ha molto apprezzato il gesto autografando a Meli e alla moglie Maria, presente alla consegna dell’opera, una copia del Cd con annessa dedica.

Gli agenti della sezione Volanti di Agrigento stanno indagando su un incendio che ha distrutto una Audi TT di proprietà di un uomo di Porto Empedocle, di 55 anni.

 Il rogo si è verificato nella notte fra lunedì e martedì, in via dello Sport, nel centro marinaro, e ha interessato la vettura in un primo momento, per poi propagarsi a un altro mezzo, un’Audi A3 parcheggiata nelle vicinanze.

Sul posto sono giunti i vigili del fuoco della Città dei Templi che hanno lavorato non poco prima riuscire a domare le fiamme sulla cui origine è stata avviata un’inchiesta.

Nessuna pista è esclusa, nemmeno quella del dolo.

 

Un ragazzo di 23 anni, Vincenzo Busciglio, è stato accoltellato a morte al culmine (sembrerebbe) di una lite avvenuta nella piazza del paese.

Inutile la disperata corsa al vicino ospedale di Ribera dove il giovane è deceduto poco dopo. Fatali i fendenti ricevuti.

Sulla scena del crimine è intervenuto personale specializzato, che ha subito eseguito un minuzioso sopralluogo. Sono state, dunque, contestualmente avviate serrate indagini dai Carabinieri, coordinate dalla Procura della Repubblica di Sciacca, sviluppate nell’arco di tutta la nottata, mediante l’ascolto di numerose persone appartenenti al circuito relazionale della vittima, attività che hanno consentito di raccogliere gravi e concordanti indizi di colpevolezza a carico di un 19 enne del luogo, Pietro Leto, fortemente sospettato, al momento, di essere l’esecutore materiale dell’omicidio. Resta ancora da chiarire il possibile movente dell’episodio criminoso.

La giovane vittima, molto nota in paese, suonava nella locale banda musicale.

La vicenda è ancora tutta da decifrare: sono molte infatti le zone d’ombra tutte ancora da scandagliare e chiarire. Indagano i carabinieri di Alessandria della Rocca e della Compagnia di Cammarata.

 

L’Archivio di Stato di Agrigento aderisce il 14 marzo alla “Giornata Nazionale del Paesaggio 2019” con una mostra dedicata alla cartografia storica. L’esposizione è occasione per sottolineare l’importanza delle fonti archivistiche nella tutela e nella valorizzazione del patrimonio paesaggistico. In occasione della manifestazione saranno esposti, in originale, diversi esemplari che appartengono alla raccolta dell’Istituto.

Ingresso libero, con orario continuato dalle ore 9:00 alle ore 17:00, presso i locali dell’Archivio di Stato di Agrigento siti in Via Mazzini n° 185.

A partire da domani, mercoledì 13 marzo, il centro per il trattamento dei disturbi dell’alimentazione “Metabolé” di Agrigento, un servizio d’eccellenza, pressoché unico sul panorama regionale, che l’Azienda sanitaria provinciale ha ideato per contrastare efficacemente i problemi legati alla nutrizione, proporrà una “tre giorni” di incontri con gli studenti delle prime e seconde classi dell’Istituto “Euroform – scuola professionale dei mestieri” di Agrigento. La kermesse, prevista in seno alle iniziative di sensibilizzazione, prevenzione e promozione che “Metabolé” organizza annualmente in coincidenza della settimana dedicata ai disturbi del comportamento alimentare, proporrà alcuni  incontri sui temi del benessere e della la  bellezza condotti dall’equipe multidisciplinare che caratterizza l’ambulatorio. Venerdì 15 marzo, a conclusione dei lavori, si condividerà un pasto preparato dagli stessi ragazzi, veri protagonisti oltre che destinatari dell’evento. Il centro “Metabolé”, diretto dalla dottoressa Angela Bruno e ospitato presso una moderna sede all’interno dell’ospedale “san Giovanni di Dio” di Agrigento, si avvale di un nutrito staff composto da psicologi psicoterapeuti, psichiatri,  medici,  infermieri e assistenti sociali. I soggetti che soffrono di disturbi del comportamento alimentare sono in notevole aumento su scala nazionale: si stima che in Italia siano circa 3 milioni di persone di entrambi i sessi ad essere interessate dalla problematica. Il dato più inquietante è certamente l’abbassamento dell’età di esordio dei disturbi con una crescita d’insorgenza fra i bambini ed i pre-adolescenti. L’eziologia del problema (psicologica e biologica insieme) richiede un trattamento che abbia caratteristiche multifattoriali ed è proprio per questo che il “Metabolé” di Agrigento orienta in senso multidisciplinare  il suo delicato intervento nel trattamento dei disturbi alimentari.

La CGIL di Agrigento, espone, all’attenzione di questo Ecc.mo Procuratore  della Repubblica quanto segue:

 

  • nella giornata del 10.03.2019, nell’occasione della giornata conclusiva della  Sagra del Mandorlo in Fiore svoltasi ad Agrigento, ci sono stati dei fatti, a nostro avviso gravi, inerenti il sevizio erogato dalla ditta TUA che ha in concessione il servizio di trasporto pubblico locale nel Comune di Agrigento.

Come testimoniano anche alcuni video (che si allegano alla presente) i Cittadini hanno dovuto pagare un “biglietto giornaliero” di Euro 3.40 in luogo della corsa normale che è di Euro 1.20,  senza la dovuta  preventiva informazione e senza che vi fosse possibilità di scelta da parte di un’Utenza che era stata obbligata ad usare il mezzo pubblico.

Accanto all’evidente ipotesi di illecito arricchimento, non può non denunciarsi l’assoluta improvvisazione e superficialità che hanno prodotto un danno certo di immagine per la Città di Agrigento.

Era davvero penoso vedere questa scarsa organizzazione:  una marea di gente che non poteva  salire sui mezzi o  perché mancavano oppure  perché erano andati esauriti i biglietti, in assenza dei quali non si poteva  salire sui mezzi. Tutto ciò ha causato enormi  disagi, soprattutto per persone arrivate  da centinaia di km di distanza, che  una volta arrivati sono stati bloccati sul posto.

Per molti di loro, al danno hanno dovuto sommare la beffa,  non avendo avuto nemmeno la possibilità di assistere alla manifestazione.

 

  • A questo si aggiunga che, per i più fortunati, il servizio di trasporto si è svolto in condizioni di sicurezza stradale assai discutibili (autobus stracolmi).
  • Nella stessa giornata sono stati tolti tutti i servizi urbani (ad esclusione della linea 4 che va dal Centro al quartiere di Fontanelle e all’Ospedale) mentre per tutti gli altri quartieri satelliti del Comune di Agrigento, non c’era alcun tipo di collegamento poiché i bus erano impegnati a fare navette con biglietti a “tariffa maggiorata”, scelta che l’Azienda ha – ovviamente – preferito dall’assicurare un servizio al pubblico, ravvisandosi, a nostro avviso, una interruzione di pubblico servizio.

 

Per quanto sopra esposto e motivato questa O.S. chiede che l’Ecc. ma Procura della Repubblica, di voler  disporre  tutti gli opportuni accertamenti in ordine ai fatti esposti in narrativa, i possibili responsabili e procedere nei loro confronti.

 

Formula altresì denuncia-querela qualora dagli accertamenti emergessero fatti-reato procedibile a querela di parte.

 

Si chiede di essere avvisati ex art. 406 c.p.p. in caso di richiesta di proroga delle indagini preliminari ed ex art. c.p.p. in caso di archiviazione

E’ in programma per giovedì prossimo 14 marzo, a partire dalle 11, la conferenza stampa di presentazione del nuovo servizio di raccolta differenziata che partirà a breve nel comune di Barrafranca e che sarà gestito dalle imprese Iseda, Ecoin ed Icos. L’incontro, che vedrà presenza del sindaco prof. Fabio Arnaldo Accardi, si terrà nella sala Mons. Cavotta a piazza Fratelli Messina ed è aperto alla partecipazione di tutta la cittadinanza a cui verranno spiegati i dettagli del nuovo porta a porta.