Home / Articoli pubblicati daRedazione Ag (Pagina 327)

“Il danno sarà inevitabile, soprattutto per il turismo di prossimità, caratterizzato dai viaggi last minute: come è sempre avvenuto al cambio di colore, chi aveva in mente di spostarsi probabilmente resterà a casa. Ma la batosta arriverà anche sulle prenotazioni già chiuse, quelle di fine agosto, settembre e ottobre, perché le famiglie che avevano programmato un giro nell’Isola punteranno su altre mete, dove non ci sono ancora restrizioni”. L’osservazione è di Vittorio Messina, presidente nazionale di Assoturismo e di Confesercenti Sicilia, in una intervista rilasciata al Giornale di Sicilia di oggi.

Messina immagina contraccolpi economici a causa della zona gialla che dal 23 agosto potrebbe “colorare” la Sicilia, “compromettendo la stagione estiva dei nostri albergatori e, a cascata, l’andamento di tutta la filiera legata al settore ricettivo, che in questo mese aveva finalmente cominciato a respirare”.

A Vittorio Messina preoccupa “l’effetto scoraggiamento sui turisti e gli avventori”, Infatti, “più cresce la gradazione del rischio epidemiologico, più frenano i consumi. Ma lo scoraggiamento aumenterà pure tra noi addetti ai lavori: se torneremo al giallo, come sembra ormai assodato, il cambio di colore evocherà subito scenari ancor più foschi, da arancione e rosso, e chi magari aveva programmato di allargare la propria azienda probabilmente non oserà investire, anche perché alcune agevolazioni, come ad esempio la moratoria sui mutui, dalle indiscrezioni che filtrano da Roma difficilmente verranno rinnovate. A complicare il tutto, quantomeno nel settore della ristorazione, sarà poi il green pass”.

Messina fa un’analisi del flusso turistico. “Ad agosto, e fino ad oggi, il flusso turistico in Sicilia è stato sostenuto, con un + 20% di presenze (e di fatturato) in più rispetto allo stesso mese del 2020, ma il boom di infezioni che stiamo registrando in queste settimane non può essere certo attribuito ai viaggiatori, altrimenti non si spiegherebbe perché altre regioni, pur avendo il tutto esaurito come in Sicilia, rispetto al nostro territorio contano la metà dei positivi giornalieri”.

I Carabinieri della Compagnia di Licata hanno arrestato ai domiciliari due ragazzi, uno di 20 e l’altro di 10 anni, che, a bordo di un’automobile Smart, hanno violato un posto di blocco stradale, sono stati inseguiti e raggiunti, e, durante il controllo, il 19enne ha tentato disfarsi di un piccolo contenitore con all’interno alcune dosi di cocaina. E’ stato perquisito e, nascoste nelle mutande, gli sono state trovate delle dosi di marijuana. Nel cofano è stata rinvenuta e sequestrata una mazza da baseball. Poi, nelle abitazioni dei due sono stati scoperti in un barattolo di vetro e sequestrati 130 grammi di marijuana e altre dosi di cocaina. E poi una pistola con matricola abrasa, clandestina, e relativo munizionamento. Risponderanno all’autorità giudiziaria di detenzione di sostanze stupefacenti a fine di spaccio, porto di oggetti atti ad offendere, detenzione di arma clandestina e munizionamento, e ricettazione. La pistola, per riscontrare l’eventuale avvenuto utilizzo delittuoso, è sotto esame da parte dei Carabinieri del Ris di Messina.

“Gli incivili hanno trasformato la strada di Maddalusa in una mega discarica a cielo aperto! Ovunque ci sono rifiuti, ed anche lo splendido boschetto ne è colmo.
Questa situazione è diventata insostenibile e vergognosa! Il Comune, il Demanio marittimo, la Forestale, la Capitaneria di porto, i Carabinieri e la Prefettura debbono fare qualcosa, al fine di impedire questo scempio!”
Questo il testo di un comunicato da parte dell’Associazione Mareamico. Per il resto parlano le foto.

C’è anche la Sicilia nel viaggio in sei tappe nella bellezza italiana, da nord a sud, per scoprire alcuni tesori del FAI – Fondo per l’Ambiente Italiano e contribuire a proteggere arte e ambiente. Un modo concreto per pensare al futuro è quello scelto da VeryFastPeople, società di consulenza di Varese che da 15 anni offre supporto agli amministratori di condominio in tutta Italia e ha messo in campo iniziative concrete per rendere il mondo un posto migliore, come la collaborazione con il FAI, che mira a sostenere i Beni salvati e protetti dalla Fondazione. Così oltre a essere Corporate Golden Donor, a organizzare convegni all’interno dei Beni del Fondo per l’Ambiente Italiano e a regalare ai propri clienti i biglietti per visitare il patrimonio FAI su tutto il territorio nazionale, da quest’anno VeryFastPeople ha deciso di coinvolgere attivamente gli amministratori di condominio in tutta Italia, invitandoli entro il 31 ottobre 2021 a esprimere la propria preferenza per uno dei Beni tutelati dal FAI selezionati per questa iniziativa. Al Bene che al termine della campagna avrà ricevuto più preferenze sarà destinata una donazione di quindicimila euro. “In competizione” da nord a sud dell’Italia ci sono sei gioielli storico-artistici e naturalistici, come il Giardino della Kolymbethra nella Valle dei Templi di Agrigento, che concorre per la Sicilia. Gli altri sono Villa e Collezione Panza a Varese; il Castello e Parco di Masino a Caravino (TO); il Bosco di San Francesco ad Assisi (PG); Parco Villa Gregoriana a Tivoli (Roma), l’Abbazia di Santa Maria di Cerrate a Lecce.
A quale Bene andrà la donazione? Saranno gli amministratori di condominio di tutta Italia a deciderlo, collegandosi al sito https://www.veryfastpeople.it/fai.php ed effettuando una sola scelta tra i Beni in elenco. Appello, dunque, agli amministratori della Sicilia a sostenere il Giardino della Kolymbethra, gioiello archeologico e agricolo, che tra olivi secolari e profumati agrumi nella Valle dei Templi, racconta con i suoi reperti e i suoi ipogei, scavati 2.500 anni fa, la storia dell’antica Akragas fondata dai Greci nel VI secolo a.C.. Secondo quanto narra Diodoro Siculo, nel 480 a.C. il tiranno Terone per approvvigionare d’acqua la città fece progettare una rete di gallerie che confluiva ai piedi dell’urbe in una grande vasca detta Kolymbethra “del perimetro di sette stadui”, che dà il nome al parco. Presto adattata a vivaio di pesci e frequentata da cigni e volatili, trasformò l’arida terra siciliana in un giardino fiorente di piante mediterranee. Questo “luogo di delizia” passò alla Chiesa nei secoli successivi ed ebbe il periodo di massimo splendore tra il XIX e il XX secolo, quando divenne meta del Grand Tour. Cadde in abbandono negli ultimi decenni del Novecento, quando scomparvero i vecchi contadini; nel 1999 la Regione Siciliana l’affidò in concessione al FAI, che la riportò al suo antico splendore. Oggi il giardino accanto al Parco Archeologico è un angolo di paradiso che delizia i cinque sensi, con olivi secolari che prosperano generosi, zagare che diffondono il profumo nell’aria, mandorle dal sapore squisito e lo scorrere dolce e costante dell’acqua in sottofondo. Si possono seguire i nuovi percorsi di visita degli ipogei, in una passeggiata dove la natura si fonde con la storia, e regala tanti spunti interessanti, dal punto di vista archeologico, speleologico e naturalistico.
Una vicinanza, quella di VeryFastPeople, molto importante per il FAI perché contribuisce a offrire un reale sostegno alla Fondazione e a promuovere i luoghi di cui si prende cura quotidianamente, soprattutto in un periodo così difficile come quello che stiamo vivendo.
“Da 15 anni vogliamo essere un riferimento per chi amministra immobili in Italia – sostiene Francesco Paini, uno dei tre soci di VeryFastPeople – Ci piace andare oltre la semplice fornitura di servizi, generando valore in iniziative non prettamente commerciali. Vogliamo dare un contributo a progetti che proteggano il bello in tutte le sue forme. Per questo la scelta di sostenere chi ogni giorno si occupa di preservare i patrimoni immobiliari più belli d’Italia, ci è sembrata una normale e giusta conseguenza.”
VeryFastPeople è una società di consulenza che offre da 15 anni supporto agli amministratori di condominio in tutta Italia. Il partner ideale per una gestione più semplice del Condominio e la garanzia di avere tutto sotto controllo, affinché i condomini siano ogni giorno al sicuro da imprevisti e al passo con le ultime normative. Secondo la classifica 2020 di Great Place to Work è anche una delle aziende italiane in cui si lavora meglio.

A Palermo, al Trauma Center dell’ospedale “Villa Sofia”, è ricoverato in coma farmacologico, e in prognosi riservata, il bambino di 8 anni tedesco investito ieri lungo la via Passeggiata Archeologica, tra Casa Sanfilippo e il tempio di Giunone. Nel frattempo, i poliziotti della Squadra Volanti di Agrigento, coordinati dalla Procura che ha avviato un’inchiesta, ha sequestrato l’automobile, una Mercedes classe A, della giovane di 25 anni che ha investito il piccolo, prestando subito soccorso.

Sono stati ripartiti, con un decreto del Ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi, d’intesa con il Ministero dell’Economia e delle Finanze, i 350 milioni di euro stanziati dal decreto sostegni bis per garantire l’avvio dell’anno 2021/2022 in sicurezza. Per la Sicilia in arrivo 32.848.720,32 milioni di euro.

Si tratta di risorse che i dirigenti scolastici potranno utilizzare per l’acquisto di dispositivi di protezione e di materiale per l’igiene individuale o degli ambienti, ma anche per interventi a favore della didattica per le studentesse e gli studenti con disabilità, disturbi specifici di apprendimento e altri bisogni educativi speciali, per potenziare gli strumenti digitali, per favorire l’inclusione e contrastare la dispersione scolastica attraverso il potenziamento dell’offerta formativa. I fondi si potranno utilizzare anche per adattare gli spazi interni ed esterni degli istituti per garantire lo svolgimento delle lezioni in sicurezza o per l’acquisto di servizi professionali, di formazione e di assistenza tecnica per la sicurezza sui luoghi di lavoro, per l’assistenza medico-sanitaria e psicologica. Si potranno acquistare strumenti per l’aerazione e quanto ritenuto utile per migliorare le condizioni di sicurezza all’interno degli Istituti.

Con il decreto firmato, ora al vaglio degli organi di controllo, viene resa nota la somma a disposizione di ciascuna scuola. L’assegnazione dei fondi avverrà nei prossimi giorni insieme all’invio di una apposita nota che il Ministero dell’Istruzione fornirà alle scuole con le istruzioni operative per l’utilizzo delle risorse. Sarà previsto un supporto attraverso l’help desk per l’emergenza.

Incidente mortale: un uomo di 33 anni originario di Paceco perde la vita. Viaggiava sulla statale 115 a bordo di una moto in compagnia della moglie di 31 anni che è rimasta ferita. I due si sono scontrati con un’auto, una Skoda guidata da un uomo di 77 anni. Il marito è morto sul colpo, la donna è stata soccorsa e trasportata all’ospedale. Soto shock l’automobilista. Sul posto sono intervenuti vigili del fuoco e sanitari del 118.

Recentemente aveva detto che non si sarebbe ricandidata alla carica di sindaco di Montevago. Nelle scorse ore Margherita La Rocca Ruvolo ha cambiato idea. Al nostro Telegiornale chiarisce che sono intervenute delle condizioni che le impongono di tornare in corsa in vista delle elezioni amministrative del 10 ottobre. “Ci sono tanti progetti che ho iniziato e mi sembra giusto chiedere ai miei concittadini se vogliano che sia io a portarli a termine”, ha detto la La Rocca Ruvolo.

Sarà disponibile da questa sera presso i locali tecnici dell’ospedale “San Giovanni di Dio” di Agrigento un gruppo frigo supplementare utile ad integrare l’efficienza dell’impianto di climatizzazione ospedaliero e a fronteggiare le eccezionali ondate di calore registrate in questo periodo. Attraverso una procedura urgente di noleggio ed installazione, l’apparato tecnologico ausiliario è adesso in fase di connessione e permetterà di colmare alcune criticità dell’impianto centralizzato dovute prevalentemente alla vetustà delle apparecchiature. Già la scorsa settimana, in coincidenza con le più alte temperature esterne, il Servizio Tecnico dell’ASP di Agrigento aveva avviato un intervento di manutenzione straordinaria. A seguito del perdurare di alcuni malfunzionamenti si è scelto di intervenire tempestivamente attraverso la dotazione ausiliaria del nuovo gruppo frigo. Il Servizio Tecnico ha comunque già avviato lo studio preliminare per ottenere una soluzione definitiva della problematica attraverso un globale intervento di adeguamento dell’intero impianto di climatizzazione ospedaliero.

“Rammarica la situazione dei parcheggi intorno alla Valla dei Templi.

Ho prontamente segnalato la vicenda al Sindaco il quale mi riferisce che già da mesi lavora ad una soluzione che è in dirittura d’ arrivo.
Questa Amministrazione ha tutta l’intenzione di restituire il parcheggio di Cugno Vela alla Cittadinanza ed al Parco. Purtroppo il parcheggio di Cugno Vela è una annosa e dolente vicenda di questa Città. Il Sindaco Micciche’ lavora da tempo per trovare una soluzione, il cui prossimo step dovrebbe vedere la luce  tra un paio di mesi.
Nelle more della riapertura del parcheggio di Cugno Vela, mi scuso con cittadini e turisti per eventuali disservizi, mi impegno a seguire l’iter amministrativo, e faccio un accorato appello a tutti: senso civico e prudenza alla guida, soprattutto nelle strade adiacenti la Valle dei Templi.

Infine invoco l’intervento del Libero Consorzio e del Prefetto, al fine di attuare, insieme al Comune di Agrigento,  una strategia sinergica per implementare la sicurezza stradale ad Agrigento.”