Home / Articoli pubblicati daRedazione Ag (Pagina 315)

Iniziato sul territorio agrigentino il piano di disinfestazione antilarvare. E’ stato infatti reso noto il calendario degli interventi avviato nei primi giorni di maggio e che sta continuando ad interessare le vie e i quartieri della città dei Templi.

Con l’arrivo dei primi caldi questi tanto temuti “culicoidei” (nome della famiglia di appartenenza delle zanzare n.d.r.) cominciano a colonizzare le case degli abitanti della città dei templi.

Il sindaco Lillo Firetto già nei giorni scorsi aveva assicurato che questo non sarà l’unico intervento di disinfestazione ma solo il primo di diversi cicli che si attueranno anche nei prossimi mesi.

In particolare, dopo il primo ciclo del mese di aprile, gli interventi programmati continueranno nei mesi di maggio e giugno. Si ricorda di osservare alcune precauzioni, durante l’esecuzione dei trattamenti, ed in particolare: chiudere le finestre e i balconi; coprire con teli protettivi arnie, voliere, gabbie e contenitori alimentari per animali domestici; non lasciare indumenti stesi.

A Catania, in Corte d’Appello, la Procura generale ha chiesto la conferma della condanna emessa il 27 settembre del 2018 dal Tribunale di Caltagirone, a conclusione del giudizio abbreviato, a carico di Luigi Cassaro, 50 anni, di Licata, condannato a 30 anni di carcere per omicidio. Sparando con un revolver, il 23 agosto del 2017, Cassaro avrebbe ucciso Francesco Calcagno, 58 anni, all’interno della sua casa di campagna di Palagonia, nel Catanese. Cassaro è stato incastrato da una telecamera sul luogo del delitto che ha registrato l’immagine del suo volto perché il cappello gli cadde prima della fuga. Determinanti, al fine della formazione della prova, sono state anche alcune impronte biologiche.

Nuova visita dei ladri all’istituto “Enrico Fermi” di Favara, in via Che Guevara. Ignoti sono riusciti ad entrare all’interno della struttura puntando direttamente le macchine automatiche che distribuiscono merendine e snack. In uno dei distributori, addirittura, sono stati portati via tutti i soldi a moneta.

La scoperta è stata fatta dai collaboratori scolastici alla riapertura dell’istituto. I carabinieri della Tenenza di Favara hanno già avviato le indagini per risalire ai componenti di quella che sembra una vera e propria banda dedita a questo tipo di furti.

Nelle scorse settimane, nello stesso istituto, furono rubati una ventina di Pc per un danno quantificato intorno agli 8 mila euro. 

 

Ad Agrigento Confcommercio, diretta da Francesco Picarella, e il Sib (Sindacato Italiano Balneari), coordinato da Angelo Biondi, hanno presentato il progetto “Spiagge di qualità”, finalizzato a rendere i lidi balneari del litorale agrigentino eco-sostenibili ed inclusivi. Ancora più nel dettaglio, si tratta del riconoscimento di un marchio d’eccellenza agli stabilimenti balneari che adotteranno misure di sostenibilità ambientale e strumenti che garantiscano adeguati standard di accessibilità per disabili, senior, bambini, intolleranti alimentari e ogni altro ospite con esigenze speciali.

Tornano da questo pomeriggio a Licata, le iniziative nelle scuole cittadine, per la sensibilizzazione dei più piccoli all’importanza della raccolta differenziata e del riciclo.

La società Iseda, ditta capogruppo del raggruppamento temporaneo di imprese  insieme a Sea, Icos, Ecoin, Seap e Traina, ha infatti organizzato un calendario di appuntamenti con le scuole locali, iniziato ormai da un mese.

Questo pomeriggio infatti, dalle 15.30 alle 17.30 all’istituto paritario bilingue “Don Molinelli”, si terrà un altro di questi appuntamenti dedicato ai giovani studenti e agli insegnanti e coordinato da Pietro Siracusa.

“L’attività di gestione dei rifiuti – spiegano gli organizzatori dell’iniziativa – necessita di intraprendere azioni educative per promuovere comportamenti virtuosi e sostenibili sia da parte dei più giovani che da parte delle famiglie verso cui i giovani veicolano i messaggi acquisiti. Per questo motivo, abbiamo deciso di realizzare precisi interventi di educazione ambientale a cura di educatori esperti che coinvolgano attivamente gli alunni, che per mezzo delle marionette Giufà e Bubù, rappresentanti una scimmietta ed un operatore ecologico che spiegano ai bambini il metodo di raccolta differenziata e come effettuarla in maniera corretta. Dopo la spiegazione, i bambini interagiscono con le marionette che spiegano loro, come eseguire la raccolta differenziata. I bambini vengono poi coinvolti in una lezione ambientale sulla spiegazione dell’intero ciclo della carta, della plastica, del vetro, del metallo, dell’organico e del secco residuo indifferenziato.

“Agli alunni – concludono gli organizzatori – vengono di volta in volta  spiegati il valore e le potenzialità di un gesto semplice come la raccolta differenziata, che fine fanno i rifiuti che separiamo dagli altri e quali sono i passaggi che portano uno scarto a rigenerarsi e diventare qualcosa di completamente riutilizzabile”. Gli appuntamenti nelle scuole proseguiranno l’8, il 9 ed il 10 maggio al Plesso Leopardi e il 13 e 14 maggio al plesso Don Milani.

      

Abbiamo intervistato Michele Pellitteri,un giovane siciliano che è riuscito a fare fortuna all’estero con il calcio e con la favola Hamrun,una squadra costruita con appena 380 mila euro che ha raggiunto un traguardo storico con il raggiungimento dei preliminari di Europa League dopo 27 anni che ha concretizzato un sogno a dir poco impossibile.

E allora Dottore Pellitteri anche nel calcio moderno i sogni possono realizzarsi,da cosa nasce la favola Hamrun Spartans ?

“La favola Hamrun nasce dal lavoro tutto Made in italy dello staff e della dirigenza io a capo dello staff medico ,collaboratore Marco Puzzilli osteopata, allenatore Giovanni Tedesco,direttore sportivo Gaetano Farruggio, preparatore atletico Antonio Romagnolo,il nostro Presidente Nunzio Antignani tra noi due creata un’empatia particolare veri uomini,grandi professionisti,per un obiettivo unico arrivare in Europa contro tutti e tutto. Mi riferisco ai poteri forti per tradizione del calcio maltese,di squadre di prima fascia assoluta sia a livello economico che politico parlo di club come Birkirkara,Gzira,Balzan,Sliema ,Floriana,Valletta,Hibernias, un Everest da scalare,eppure ci siamo riusciti”

Lei è da parecchi anni nel mondo del calcio,dopo le varie esperienze tra cui quella della Lazio,come mai ha deciso di emigrare e puntare su questa sfida e quali le novità del calcio in un’isola di appena 400 mila abitanti ?

“La mia esperienza calcistica professionistica nasce dal lontano 2006 quando il Messina era in serie A e ci è stata affidata la riabilitazione insieme al mio amico collega Riccardo Milici per poi collaborare con Catania calcio,Bruges,Wolsfburg,coronare il sogno di fare due anni in una big di serie A come la Lazio non ringrazierò mai abbastanza il Presidente Claudio Lotito ed il segretario Armando Calveri per avermi dato questa possibilità.”

I siciliani si sono fatti onore,l’allenatore Tedesco e il direttore sportivo Farruggio hanno dato un’impronta vincente,come si vive il calcio a Malta e dal punto di visto atletico e della preparazione che differenze ci sono con il calcio italiano?

“Racconto la mia storia un anno fa mi arriva la telefonata del grande direttore Gaetano Farruggio dicendomi preparati che ti porto a Malta a dirigere uno staff medico vieni vedi l’ambiente e decidi in quarantotto ore vado a Malta a vedere una finale di coppa che vale più dello scudetto, calcio mol modello british e rimango stregato dal progetto e dall’entusiasmo di tutto l’ambiente da lì inizia la favola.

Tra l’altro l’allenatore Giovanni tedesco ha portato tantissimo a Malta 600 partite in serie A ai di compagni di squadra come Batistuta,Milito,Nakata e poter sfidare mostri sacri come Ronaldo il Fenomeno,Zidane e i vari Cannavaro Nesta ecc ecc ti porta ad essere un big indiscusso anche come allenatore.Il direttore Farruggio ha vinto insieme al mister la coppa di Malta sono dei vincenti nati per loro gli aggettivi si sprecano meritano sempre di più le partite del calcio maltese ripeto sono tutte ad un fiato a differenza del calcio italiano.”

In un anno l’Hamrun non ha avuto infortunati è un record,qual è stato il segreto ?

Un riconoscimento ufficiale non può che andare al nostro grandissimo preparatore atletico Antonio Romagnolo italiano ha avuto un bel da fare facendo uno straordinario lavoro raggiungendo la perfezione assoluta non ricordo un crampo in tutto l’anno i gps segnano che negli ultimi 15 minuti siamo la squadra che ha corso di più abbiamo avuto uno straordinario record nessun infortunato in tutto l’anno. Il segreto se si può chiamare tale è un lavoro iniziato il 4 luglio di prevenzione monitorare tutti i calciatori,zero infortunati partendo da un’infermeria pienissima,certamente il nostro grande lavoro è stato quello di recupero a tempo record anche perché la coperta era abbastanza corta (rosa ristretta) apportare per ognuno di loro degli accorgimenti importanti.Abbiamo sperimentato novità assolute come ortesi plantari a microsfera e bio meccanici lavorare il muscolo più importante come l’ileo psoas lavorando sulla relazione temporo mandibolare muscolo uno strumento davvero unico relief kinesis che sa del miracoloso tanto lavoro potrei scrivere un libro attraverso le mani di un osteopata di livello come Marco Puzzilli,infatti lo ringrazio pubblicamente un pizzico di buona sorte ed il miracolo Hamrun è diventato un progetto straordinariamente vincente.

Consiglierebbe ai giovani calciatori italiani,spesso chiusi dall’esterofilia a puntare su questo campionato emergente ?

Rispetto l’Italia posso assicurare che il calcio maltese apre le porte ai giovani e molti calciatori italiani dopo la primavera possono tranquillamente fare un rodaggio in un calcio più a misura d’uomo e che è una vetrina per proiettarsi nei campionati europei più blasonati.In Italia purtroppo con l’esterofilia abbiamo bruciato troppi talenti e ne risente anche la nostra nazionale di calcio che non ha più lo zoccolo duro di giocatori che provenivano dalle big del campionato,vedi Juventus,Milan e Inter.

Possiamo dire infine,squadra che vince non si cambia,resterà a Malta e continuerà a credere in questo progetto oltre che calcistico anche di vita che le ha regalato questa grandissima gioia?

L’intenzione è di proseguire,mi piace il progetto,l’ambiente, il modo di lavorare e la tranquillità di vivere il calcio senza lo stress e le polemiche in altri campionati.E’ tutto a misura e c’è una passione sana e un movimento calcistico sicuramente in crescere.Poi questo mondo può sempre riservarti sorprese.”

 

è concluso il turno elettorale per le Amministrative anche nell’Agrigentino dove cinque sono stati i Comuni al voto, tutti sotto i 15mila abitanti e, quindi, senza l’eventualità di ricorrere al ballottaggio di domenica 12 maggio.

Ad Alessandria della Rocca è sindaco Giovanna Bubello, con il 76,91%. Bubello, dirigente scolastico, incassa 1319 voti. Giuseppe Guastella 396 voti.

Caltabellotta è sindaco Calogero Cattano, con il 56,37%. Cattano, 72 anni, bancario, ex vice sindaco, incassa 1305 voti. Il sindaco uscente, Paolo Segreto, ha ottenuto 1010 voti.

Racalmuto, con il 30,59%, è sindaco Vincenzo Maniglia, con 1431 voti, poi Cinzia Leone 1260 voti, poi Emilio Messana, sindaco uscente, con 1.047 voti, e poi Salvatore Petrotto con 917 preferenze.

Naro è sindaco Maria Grazia Brandara, con una percentuale intorno al 35% e 1447 voti. Secondo è Vincenzo Giglio con 1416 voti. Poi Massimiliano Arena con 1354 voti.

Ed a Santa Elisabetta è sindaco Mimmo Gueli, con una percentuale intorno al 60%, e con 960 voti. Gaetano Catalano ha ricevuto invece 606 voti.

Una famiglia di Cattolica Eraclea è incorsa in un incidente stradale lungo l’autostrada A29, tra gli svincoli di Gallitello e Trapani. I genitori e i due figli, uno di 9 anni e un’altra di 15 anni, hanno viaggiato in direzione Mazara del Vallo su un fuoristrada che, per cause in corso di accertamento da parte della Polizia stradale, ha saltato lo spartitraffico invadendo la corsia di marcia opposta. I feriti sono stati trasferiti tutti all’ospedale di Castelvetrano da dove la 15enne e il fratello, che hanno subito delle fratture, sono stati poi trasferiti in elisoccorso all’ospedale Cervello di Palermo. I loro genitori, il padre di 45 anni e la madre di 40 anni, sono ancora ricoverati a Castelvetrano per ferite più lievi.

L’amministrazione comunale informa che, a seguito di indizione del referendum consultivo, previsto per domenica 5 maggio 2019 ed avente ad oggetto la modifica dei confini territoriali afferenti i comuni di Agrigento, Aragona e Favara, le operazioni di voto si svolgeranno soltanto nella giornata di domenica con inizio alle ore 7,00 e sino alle ore 22,00.

Al fine di agevolare il rilascio delle tessere elettorali non consegnate o dei duplicati, l’ufficio comunale elettorale resterà aperto da venerdì 3 maggio a sabato 4 maggio dalle ore 9.00 alle ore 18.00.

Nelle giornata di domenica 5 maggio, l’ufficio comunale elettorale resterà aperto dalle ore 7.00 alle ore 22.00, corrispondente all’orario di apertura e chiusura dei seggi.