Home / Articoli pubblicati daRedazione Ag (Pagina 287)

Agrigento, domani, martedì 17 dicembre, nella Valle dei Templi nell’area biglietteria all’ingresso verso il tempio di Giunone, alle ore 16 sarà inaugurato il defibrillatore donato al Parco dei Templi dal gruppo imprenditoriale Seap di Sergio Vella in occasione della Passeggiata della Salute organizzata dal Lions Club Agrigento Host lo scorso 6 ottobre. Interverranno, tra gli altri, il direttore del Parco dei Templi, Roberto Sciarratta, il governatore Lions Sicilia, Angelo Collura, e il delegato distrettuale Achille Furioso.

ore” ha pubblicato la 30esima edizione della classifica in Italia per qualità della vita su base provinciale. Su 107, Agrigento è al posto 102, e l’anno scorso è stata al posto 93. Poi altri parametri. Per ricchezza e consumi è al 103. Ambiente e servizi è al 59. Giustizia e sicurezza al 16. Affari e lavoro 106. Cultura e tempo libero 106. Valore aggiunto per abitante 106. Demografia e società 69. Depositi bancari pro capite 102. Rata mensile dei mutui al posto 34. Prezzo medio di vendita delle case 93. Canoni di locazione 15. Importo medio delle pensioni di vecchiaia 101. Assorbimento del settore residenziale 20. Spesa delle famiglie per consumo di beni durevoli 105. Protesti pro capite 92. Rischio dei finanziamenti 88. Popolazione con crediti attivi 101. Reddito medio complessivo per contribuente 105. Emigrazione ospedaliera al posto 59 in classifica.

Ad Aragona dopo un furto di diversi raffiguranti a danno del Presepe innanzi alla Chiesa della Madonna della Provvidenza, in via Nazareno, i residenti, su iniziativa di Carmelo Sciortino, hanno ricostruito tutta la Natività. La ricostruzione è stata benedetta dall’Arciprete Don Angelo Chillura in presenza del sindaco Giuseppe Pendolino, della Polizia Municipale capitanata da Alfonso Miccichè, e dell’Arma dei Carabinieri della Stazione di Aragona, diretta dal Maresciallo Paolino Scibetta.

Le immagini e le interviste

Raffadali i Carabinieri hanno arrestato il titolare di un caseificio, un uomo di 59 anni già noto alle forze dell’ordine. Risponderà all’autorità giudiziaria di frode in commercio e contraffazione di sostanze alimentari. I militari della locale stazione, insieme ai colleghi del Centro anticrimine natura e del Nucleo Carabinieri Ispettorato del lavoro, hanno compiuto un’ispezione nel caseificio, in contrada Butermini, e hanno scoperto topi morti accanto a caciotte, ricotte, altri prodotti caseari e carne, il tutto senza alcun segno di tracciabilità, confezionato senza alcun presidio sanitario e di sicurezza. I Carabinieri hanno sequestrato oltre 300 chili di alimenti, tra formaggi e carne, in pessimo stato di conservazione, e hanno elevato sanzioni amministrazione per 65mila euro. La Procura della Repubblica di Agrigento, nel frattempo informata dell’accaduto, tramite provvedimento della sostituto Gloria Andreoli, ha disposto l’immediato ritiro dei prodotti caseari venduti negli esercizi commerciali di Agrigento e provincia. E i Carabinieri hanno sequestrato altri 100 chili di formaggio in fase di consegna. Sull’intero ovile e caseificio è scattato il sequestro.

Ad Agrigento, venerdì prossimo, 20 dicembre, il candidato sindaco alle prossime Amministrative in primavera, Franco Miccichè, inaugurerà alle ore 18:30 la sede del comitato elettorale, al Viale della Vittoria 315, accanto al bar Uaddan. Franco Miccichè invita i concittadini a partecipare, anche per scambiare con loro gli auguri di Natale, con novene misurali, degustazione di panettoni e brindisi con spumante italiano.

L’associazione ambientalista MareAmico di Agrigento, coordinata da Claudio Lombardo, segnala e documenta in video e foto che a San Leone, in spiaggia, un chiosco è stato aggredito e parzialmente distrutto dal mare. Ed ogni tipo di rifiuti si è disperso tra la battigia e il mare. Claudio Lombardo aggiunge: “Il locale estivo qualche tempo fa è stato posto sotto sequestro dall’Autorità Giudiziaria ed i proprietari oggi non hanno alcun titolo per intervenire per evitare ulteriori disastri.
MareAmico lancia un appello al Demanio marittimo, alla Capitaneria ed alla Procura di Agrigento al fine di intervenire responsabilmente ed urgentemente, per impedire ulteriori danni all’ambiente e migliorare il decoro delle nostre spiagge “.

https://m.facebook.com/story.php?story_fbid=2576656905703972&id=835808973122116