Home / Articoli pubblicati daRedazione Ag (Pagina 265)

Agrigento si procede gradualmente al recupero integrale della fruizione del palazzo al civico 51 del Viale della Vittoria, teatro dei crolli di parte del cornicione il 18 e il 30 settembre scorsi. Il tecnico, Salvatore Lombardo, direttore dei lavori di ripristino sicurezza dell’immobile, ha attestato il nulla osta al rientro e alla fruibilità dei magazzini al piano terra e degli appartamenti al primo piano. Un’apposita relazione è stata trasmessa al Comando provinciale dei Vigili del fuoco che ha espresso, a sua volta, il nulla osta alle conclusioni del direttore dei lavori. Pertanto, il sindaco di Agrigento, Calogero Firetto, ha emesso ordinanza di restituzione dei locali a commercianti e residenti, e di smontaggio delle transenne a nord della carreggiata del Viale della Vittoria. Sono invece ancora non fruibili gli appartamenti al secondo e terzo piano per i quali si attende il completamento dell’opera di consolidamento della parte superiore dell’edificio.

Agrigento, a San Leone, a seguito di una segnalazione da fonte confidenziale ritenuta attendibile, i poliziotti della Squadra Volanti, capitanati da Francesco Sammartino, hanno scoperto e sequestrato sulla spiaggia, nella zona dell’ex pista per gli elicotteri, un pacco di cartone avvolto da diversi strati di nastro da imballaggio, e con dentro 150 panetti di hashish dal peso complessivo di 30 chili. La droga è verosimilmente frutto di un traffico fallito o non concluso, e si tratta del più ingente sequestro di droga nell’agenda operativa della Volanti di Agrigento. Indagini sono in corso, coordinate dalla Procura.

A Menfi, in provincia di Agrigento, un impiegato comunale di 53 anni, F G sono le iniziali del nome, è stato arrestato dai Carabinieri perché si è recato al Municipio con una pistola clandestina, carica di un proiettile, idonea al fuoco, nascosta sotto il giubbotto. Il Tribunale di Sciacca ha convalidato l’arresto dell’uomo, gli ha restituito la libertà e gli ha imposto l’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria. L’impiegato, difeso dall’avvocato Luigi La Placa, si è difeso sostenendo di avere trovato a terra tra i rifiuti la pistola, comunque a salve, e che sarebbe stata sua intenzione consegnarla ai Carabinieri dopo avere sbrigato alcune mansioni al Municipio.

La Regione ha disposto impegni di spesa per interventi di manutenzione, riqualificazione e potenziamento nel settore dei Beni Culturali e Paesaggistici. Quasi un milione di euro sarà destinato alla Valle dei Templi per lavori di manutenzione e restauro in diverse aree del Parco dei Templi. Poi 12.600 euro sono stati impegnati per l’allestimento di un percorso subacqueo ad Agrigento, a San Leone, nell’area di scoglio Bottazza. Poi 56 mila euro a Villa Aurea, 80 mila euro per il tracciato di un percorso pedonale al Tempio di Vulcano, 30 mila euro per riparare i muretti in via Passeggiata Archeologica, e 116 mila euro al museo archeologico “Griffo”. Poi 200 mila euro al Teatro di Eraclea Minoa e 100 mila euro a Licata per recuperare l’ipogeo dello Stagnone e Castel Sant’Angelo.

Anche a seguito della lettera ricevuta da parte di Cgil, Cisl e Uil, il prefetto di Agrigento, Dario Caputo, ha convocato domani, sabato 4 gennaio, alle ore 11, un “tavolo” in Prefettura al fine di affrontare il grave problema della precarietà e pericolosità della rete viaria e della viabilità nel territorio. Sono stati invitati i sindacati, Cgil, Cisl e Uil, la Curia Arcivescovile, il Commissario della Provincia, e i sindaci dei 43 Comuni dell’Agrigentino.

L’assessorato regionale ai Servizi primari, retto da Alberto Pierobon, ha disposto l’avvio, al momento solo come monitoraggio e sopralluogo, delle procedure di bonifica di 511 ex discariche comunali in Sicilia per le quali i Comuni non sono in grado, in mancanza di risorse finanziarie, di intervenire. Pertanto la Regione interviene sostituendosi ai Comuni, e inizierà raccogliendo informazioni su estensione, perimetrazione, tipologia del territorio, area eventualmente inquinata, presenza di biogas o percolato, e saranno forniti dei parametri per stabilire l’ordine di priorità dei siti da sottoporre alla caratterizzazione di secondo livello. Nella provincia di Agrigento sono 66 i siti da bonificare, di cui 63 sono ex discariche esauste, e 3 sono siti industriali dismessi, ovvero contrada Kaos a Porto Empedocle, contrada Scavuzzo a Realmonte, e lo stabilimento di contrada Stampaci sulla 189 a Casteltermini.

Agrigento una delegazione del Movimento 5 Stelle insieme al deputato nazionale Michele Sodano è stata ricevuta dal comandante provinciale dei Vigili del fuoco, ingegnere Giuseppe Merendino, nella caserma del Comando di Villaseta, al fine di conoscere struttura e organico, e presentare le novità a favore della categoria previste dalla legge di Bilancio 2020. Michele Sodano afferma: “65 milioni di euro per il 2020, 125 per il 2021, fino ad arrivare a 165 milioni strutturali dal 2022. Sono questi i fondi stanziati nell’ultima legge di Bilancio per i Vigili del fuoco che, dopo 30 anni di lotte, hanno finalmente visto i propri compensi e trattamenti previdenziali equiparati a quelli delle altre forze dell’ordine. I Vigili del fuoco sono i primi a essere presenti e a prestare soccorso durante un’emergenza, mettendo a repentaglio la propria vita. E’ giusto avere alzato i loro stipendi allo stesso livello della Polizia di Stato. Ad Agrigento città possiamo contare su 150 professionisti che servono con estrema competenza e sincera passione il nostro territorio. Bene anche le 500 nuove assunzioni per il 2020 su tutto il territorio nazionale”.

Barbieri, 25 anni, nato a Fidenza, in provincia di Parma in Emilia Romagna, e residente a Soragna, è stato accompagnato da una sua amica catanese in automobile in Sicilia fino all’inizio del viadotto San Giuliano a Caltanissetta, che da tre anni è vietato al transito perchè non sicuro. E si è lanciato da un’altezza di 60 metri per un base jumping. Però il paracadute non si è aperto, lui è precipitato schiantandosi al suolo ed è morto. E’ in fase di accertamento se il giovane provetto paracadutista abbia indossato la tuta alare, la wingsuit, che consente un volo lungo e una planata prima dell’apertura del paracadute, o se si sia gettato per un base jumping, il salto in caduta libera nel vuoto con la successiva apertura del paracadute. A lanciare l’allarme è stata la donna. Sul posto sono stati inviati, dalla centrale del 118 di Caltanissetta, l’elisoccorso e un’ambulanza. Barbieri prima di provare il volo dal viadotto San Giuliano si sarebbe lanciato da altre zone, sempre nel nisseno.