Home / Articoli pubblicati daRedazione Ag (Pagina 264)

In merito alla nota del segretario della Cgil di Agrigento, Massimo raso sull’App della Tua, che verrà presentata questa mattina presso il Palazzo dei Filippini, non tarda ad arriva la replica del Sindaco Calogero Firetto.

 

“La nota stampa del segretario della Cgil di Agrigento, Massimo Raso, sulla App della TUA – dichiara Lillo Firetto – mi addolora perché ingeneroso e irriconoscente nei riguardi delle tante iniziative intraprese insieme e per le attività portate avanti dall’amministrazione comunale e da me in qualità di sindaco. Un comunicato ingeneroso e anche ingiusto, perché Raso dimentica che sono stato a fianco dei lavoratori, quando ho partecipato a Palermo a diversi incontri e, in particolare, a un tavolo tecnico convocato su mia sollecitazione dall’assessore regionale. Ora il contenzioso tra la TUA e singoli lavoratori sta seguendo il normale iter giudiziale. Oggi si presenta una app sul servizio pubblico che interessa una platea molto più ampia, che comprende tutta la cittadinanza e anche turisti e residenti temporanei. Che un sindacalista Cgil approfitti dell’attenzione generale sul miglioramento di un servizio per sollevare questioni particolari è una scelta che sorprende non poco. Non deve sorprendere invece – conclude Firetto – che della presentazione di una app del servizio di Trasporto Urbano ad Agrigento possa interessare il sindaco, poiché fin troppo evidenti ne sono le ragioni, fermo restando che il contratto con la TUA non è stato rinnovato da questo Comune ma dalla Regione, come sa benissimo anche il segretario della Cgil”. 

 

A Favara, sabato prossimo, 29 giugno, nei locali del salone – parruccheria “Mimi Hair Fashion”, in piazza Vespri 6, dalle ore 18 in poi si svolgerà una iniziativa di sensibilizzazione contro l’inquinamento della plastica in mare. L’evento è organizzato in collaborazione con “Farm Cultural Park”, “Plastic Free” del professor Guerriera, e la facoltà di Architettura all’Università di Palermo. All’interno della parruccheria “Mimi Hair Fashion” sarà allestita un’esposizione artistica, a cura del titolare Calogero Castellana, ideatore dell’apposito progetto cosiddetto “Be-Done”, che simulerà le isole di plastica presenti negli oceani attraverso rifiuti plastici precedentemente raccolti nelle spiagge nella provincia di Agrigento. L’esposizione d’arte sarà visitabile per tutto il periodo estivo.

 

È stato premiato come miglior portiere degli Eurolawyers 2019 l’avv. Federico Lentini del foro di Agrigento. L’avvocato faceva parte della spedizione palermitana di calcio a 5 che, già due volte Campione d’Italia nel 2017 e nel 2018, si è cimentata per la prima volta con la competizione europea. A partecipare al torneo che si è svolto in Irlanda a Limerick rappresentative di avvocati provenienti da Portogallo, Ucraina, Russia, Bulgaria, Danimarca, Adjerbaijan, Francia, Svizzera, Belgio, Spagna, Ungheria ed altre ancora.

La squadra palermitana Asd JUS Avvocati PALERMO,  dopo essere rimasta imbattuta e a reti inviolate per tutte le sfide del girone e nella partita dei quarti di finale, è stata sconfitta dal Portogallo in una combattutissima semifinale sbloccatasi solo nel secondo tempo a causa di un autogol e poi persa 2-1 in un finale tiratissimo. Il Portogallo ha poi vinto il torneo aggiudicandosi il titolo di Campione d’Europa di calcio a 5 mentre la squadra italiana è stata sconfitta nella finale per il terzo posto dalla forte Ungheria.

La squadra palermitana Asd JUS Avvocati PALERMO, che ha disputato una splendida competizione ricevendo al termine del torneo i complimenti delle altre squadre, era composta dagli avvocati Marcello Cugliandro, Fabrizio Giustolisi, Maurizio Alleri, Daniele Pirrello, Vincenzo Pace, Salvo Cangialosi, Piero Aiello e dagli agrigentini Nico Mira e Federico Lentini. Quest’ultimo si è aggiudicato appunto il titolo di miglior portiere del torneo internazionale che lo ha visto imbattuto per 5 partite ed autore di alcune parate decisive, come quelle che ai quarti di finale lo hanno visto parare tre rigori contro la squadra del Consiglio dell’ordine di Mosca  nei decisivi penalty al termine della partita.

Intervistato telefonicamente l’avv. Lentini ha dichiarato “devo ringraziare i miei compagni perché il premio conseguito in modo individuale è in realtà il risultato di una splendida difesa fatta da tutta la squadra che alla prima manifestazione internazionale ha dimostrato di poter competere con le più forti d’Europa. Mi auguro di poter disputare il mondiale di calcio a 5 tra avvocati  che si terrà in Marocco nel 2020. È stata una esperienza fantastica che ha dato modo a ciascuno di noi di conoscere e di competere con moltissimi colleghi stranieri provenienti da tutta Europa alcuni dei quali giocano insieme tutto l’anno per prepararsi in vista di queste competizioni”.

 

Il presidente di ConfCommercio Sicilia, Francesco Picarella, invita l’amministrazione comunale di Agrigento ad organizzare un tavolo di concertazione con tutte le parti interessati al fine di stilare le necessarie ordinanze urbane per un intrattenimento pubblico sostenibile e attrattivo. Lo stesso Picarella afferma: “Occorre avere una città organizzata e certezza delle regole anche sulla vendita di alcolici, sui parcheggi, sul traffico, sull’inquinamento acustico notturno, piani di emergenza e soprattutto sulla regolamentazione del commercio. Altrimenti perdurerà ancora l’attuale stato di caos, non sostenibile e pericoloso, a danno di tutti e della città”.
 

Oggi la Polizia è stata impegnata ad eseguire una raffica di perquisizioni a Castelvetrano, Mazara del Vallo, Partanna, e Campobello di Mazara, nell’ambito di un’inchiesta contro la rete di fiancheggiatori del latitante Matteo Messina Denaro e finalizzata a raccogliere elementi utili alla sua cattura. Sono stati impegnati nell’operazione 130 agenti del Servizio Centrale Operativo di Roma e delle Squadre Mobili di Palermo e di Trapani coordinati dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Palermo. Sono 19 le persone iscritte nel registro degli indagati, e si tratta, in maggior parte, di professionisti e uomini d’onore già condannati e ritenuti contigui al boss latitante.

 

Il Dipartimento Attività Culturali del sindacato dei giornalisti “Sagi” ha istituito il premio in memoria di “Filippo Plano”, dirigente bancario, originario di Raffadali, morto prematuramente due anni addietro e molto attivo nell’ambito della comunicazione e dei social network. La cerimonia di consegna del riconoscimento si svolgerà sabato 29 giugno ad Agrigento in via Atenea nei locali del Centro Culturale “Pasolini” alle ore 17:30. Il Premio “Filippo Plano” è rivolto a tutti i giornalisti e operatori dell’informazione che si occupano di materie economiche che trattano nello specifico argomenti afferenti al credito bancario. A valutare gli articoli è una giuria di giornalisti aderenti al Sagi.

Alla Regione Sicilia, con sentenza della Corte di giustizie europea, sono stati sottratti 380 milioni di euro di fondi europei perché li ha gestiti male. Si tratta di fondi risalenti al ciclo comunitario di Agenda 2000-2006. In particolare, la Corte ha respinto il ricorso dell’Italia contro la sanzione inflitta alla Sicilia “per gravi carenze nella gestione e nei controlli”. In Sicilia all’epoca giunse una pioggia di finanziamenti di provenienza europea, che però confluirono in un fiume di sperperi soprattutto nell’ambito della Formazione. E nel 2015 gli ispettori comunitari hanno constatato che in Sicilia alcuni progetti erano stati presentati dopo la scadenza del termine, alcune spese per il personale non erano correlate al tempo effettivamente impiegato, i giustificativi di spesa insufficienti, consulenti esterni privi delle qualifiche richieste e spese non pertinenti, ed erano anche state violate le procedure di appalto e per la selezione di docenti, esperti e fornitori.

 

Ad Agrigento, oggi, giovedì 27 giugno, al Villaggio La Loggia, nei pressi del Villaggio Mosè, a Casa Amica, comunità d’accoglienza per minori a rischio, alle ore 17:30 interverrà il sindaco, Calogero Firetto, che incontrerà la comunità e un ex ospite di Casa Amica per ben tre anni, il celebre Francesco Benigno, protagonista, tra l’altro, di Mery per sempre, attore e regista, e che adesso è impegnato a registrare un lungometraggio sulla sua vita, compresi i tre anni vissuti ad Agrigento a Casa Amica.
 

“Se il trasporto pubblico locale fa passi avanti, si modernizza, si rende più efficiente Noi non possiamo che essere i primi ad esserne contenti!”.

A dichiararlo è il segretario provinciale della Cgil di Agrigento Massimo Raso che continua: “Tuttavia, per come l’abbiamo conosciuta Noi, modernità non fa affatto rima con TUA !

Noi non dimentichiamo affatto che questa è l’Azienda che ha licenziato, dalla mattina alla sera, 10 Lavoratori buttandoli letteralmente in mezzo ad una strada!

Non dimentichiamo che questi Lavoratori hanno dovuto difendersi in sede giudiziaria.

Non dimentichiamo che hanno, tutti quanti, vinto le cause di lavoro ma che l’Azienda non ha mai accettato che riprendessero il lavoro.

Non dimentichiamo che ha appellato quelle sentenze…

Richiamiamo tutte queste cose per dire con forza che non è con Aziende di questo tipo che è possibile immaginare un futuro per il Trasporto Pubblico Locale!

In questi lunghi mesi, malgrado da Noi sollecitato, non abbiamo mai avuto al Nostro fianco il Sindaco della Città: ci sono state persino interpellanze parlamentari e consiliari, ma mai 1 volta che il Sindaco abbia detto all’Azienda “Questi licenziamenti debbono rientrare!” ”Questi licenziamenti sono una vergona!”, alla fine ha fatto propria la posizione dell’Azienda che andava contro i Lavoratori!

Per cui, scusateci se non festeggiamo troppo per questa APP che sarà sicuramente bellissima e ben fatta.

Festeggeremo APPena sarà gestita da un’Azienda che abbia a cuore i propri Lavoratori!”