Home / Articoli pubblicati daRedazione Ag (Pagina 264)

I Carabinieri della Stazione di Racalmuto, a conclusione di meticolose e intense indagini, hanno arrestato Salvatore Puma, 42 anni, ritenuto responsabile del reato di rapina aggravata allorché, pochi giorni addietro, all’interno di un bar, ha aggredito un pensionato di 70 anni intento a giocare alle slot machines, lo ha colpito al petto con un violento pugno, gli ha rapinato circa 20 euro in monete, frutto di una vincita, e poi, prima della fuga, ha infierito sull’anziano, a terra, colpendolo ancora con calci e pugni. Salvatore Puma è recluso in carcere.

E’ stato tracciato il crono-programma per le elezioni alle ex Province siciliane, commissariate da più di 6 anni. Nel corso di una riunione convocata dal dirigente generale delle Autonomie locali della Regione siciliana, Margherita Rizza, è stato definito il calendario degli adempimenti per l’elezione dei presidenti e dei consigli delle 9 Province. La giunta regionale ha fissato l’elezione dei nuovi organi per il prossimo 30 giugno. Si tratta di elezioni di secondo livello e gli aventi diritto al voto sono i consiglieri comunali e i sindaci dei comuni delle province siciliane, ad eccezione dei comuni sciolti per mafia. Entro il 16 maggio prossimo occorre che sia firmato il decreto del presidente della Regione Siciliana di indizione dei comizi elettorali, e che entro 5 giorni dal decreto presidenziale vi sia la costituzione dell’ufficio elettorale composto da tre segretari generali e un dirigente di uno dei comuni interessati. E la presentazione delle candidature per l’elezione del presidente e dei consiglieri è attesa tra il 9 e il 10 giugno. Il 30 giugno è il giorno del voto dalle ore 7 alle ore 22, mentre, lo spoglio delle schede inizierà il giorno dopo alle ore 8.

Il Comitato “Fontanelle Insieme” si è presentato al sindaco di Agrigento, Calogero Firetto. Il Direttivo ha spiegato le ragioni costitutive del Comitato, le finalità e gli scopi sociali che si intendono perseguire. Il Comitato “Fontanelle Insieme”, presieduto da Vito Lauricella, ha auspicato un rapporto di massima collaborazione e di ascolto con l’Amministrazione comunale, ed ha ribadito la propria origine civica, senza alcun colore né appartenenza politica o di partito. Tra i temi concreti affrontati vi sono stati la questione Centro sociale, il decoro urbano, ed il tema dei rifiuti in riferimento soprattutto al centro comunale di raccolta. Al termine dell’incontro sono stati consegnati al Sindaco l’atto costitutivo e lo statuto del Comitato di quartiere, ed un dossier fotografico dettagliato del Centro sociale.

Fulvio Bellomo, dirigente generale del Dipartimento regionale Infrastrutture, bacchetta l’Anas e Rfi, la Rete ferrovie italiane. Bellomo afferma: “In Sicilia ci sono opere da sbloccare per 10 miliardi di euro. Di queste buona parte sono di competenza di Anas e Rfi, società dalle quali il governo regionale, nonostante sia in pressing da oltre un anno, non riesce ancora ad ottenere la soluzione dei problemi sorti e, in alcuni casi, persino le progettazioni. Sono fondi che saranno revocati se gli appalti non saranno affidati entro il 2021, un’evenienza che la Sicilia non potrebbe tollerare. Ecco perchè il governo regionale intende percorrere tutte le strade possibili per intervenire con ogni mezzo e ottenere al più presto risultati concreti da Anas ed Rfi”.

Il Tribunale del Riesame di Palermo ha annullato le misure cautelari emesse dal giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Termini Imerese nei confronti del presidente della Blutec, Roberto Ginatta, già ristretto agli arresti domiciliari. Lo stesso Tribunale del Riesame esaminerà nei prossimi giorni anche la posizione dell’amministratore delegato dell’azienda, Cosimo Di Cursi, anche lui arrestato ai domiciliari per l’ipotesi di reato di malversazione a danno dello Stato. I difensori, gli avvocati Michele Briamonte per Blutec, e Nicola Menardo e Stefania Nubile per Ginatta, commentano: “La decisione del Riesame mette in luce le criticità delle iniziative precedentemente assunte nei confronti degli amministratori di Blutec. Il dottor Ginatta è pronto a difendere con forza la legittimità dell’operato della società sul progetto di riqualificazione di Termini Imerese, auspicando che i rilevanti sforzi sino ad oggi profusi per il rilancio del sito e dell’occupazione non siano vanificati dalle vicende occorse nelle ultime settimane”.

La Presidente del Circolo Valle dei Templi della Lega di Agrigento, la consigliere comunale Rita Monella, ha organizzato, domani, sabato 30 marzo, a Porta di Ponte, in via Atenea, alle ore 18, un gazebo informativo sul tema della violenza sulle donne. La stessa Rita Monella commenta: “E’ necessario garantire una maggiore tutela alle vittime di maltrattamenti, violenza sessuale, atti persecutori e lesioni, commessi in contesti familiari o nell’ambito di relazioni di convivenza, assicurando la tempestività dell’adozione degli interventi cautelari o di prevenzione. Si tratta dell’obiettivo del disegno di legge “Codice Rosso” approvato dal Consiglio dei Ministri, per l’inasprimento delle pene per il reato di violenza sessuale e l’introduzione del reato di sfregio. Si invita tutta la cittadinanza a partecipare anche in relazione agli ultimi episodi accaduti a Catania”.

l Comandante Interregionale dell’Italia Sud-Occidentale della Guardia di Finanza, il generale Carmine Lopez, è stato in visita al Comando Provinciale di Agrigento. E’ stato accolto dal comandante provinciale, il colonnello Pietro Maggio. Ha incontrato una rappresentanza di militari in servizio alla sede e dell’Associazione Nazionale Finanzieri in congedo della provincia. Il Generale Lopez si è recato poi alla Sezione Operativa Navale di Porto Empedocle. Nel corso dell’incontro, Lopez, rivolgendosi al personale, ha espresso parole di apprezzamento per l’incessante impegno a difesa dei cittadini e della legalità nonché per la professionalità e per l’alto senso del dovere dimostrato, sia dalle articolazioni dei reparti territoriali che di quelli della componente aeronavale del Corpo. Il Comandante Interregionale si è poi intrattenuto con il Prefetto ed il Procuratore Capo della Repubblica di Agrigento, Caputo e Patronaggio.

È allarme “Quota 100” . Il sindaco di Agrigento scrive ad Anci perché sollevi la questione presso il Governo: “Serve un piano di assunzioni per i Comuni”. Niente turn over da anni e sul Comune di Agrigento con quota 100 è pronta ad abbattersi un’altra mannaia. Ai tagli di risorse finanziarie si aggiunge una graduale emorragia di personale. Dal 2015, anno di insediamento del sindaco Lillo Firetto, ad oggi gli impiegati al Comune di Agrigento si sono ridotti del 15, 7%  e si ridurranno progressivamente quest’anno fino a toccare il 19,8% e lasciando vuote in totale 116 scrivanie. Quel che più desta preoccupazione è il mancato rimpiazzo di unità nel settore tecnico e la progressiva quiescenza di dirigenti e funzionari. Ma i timori invero investono tutti i settori e ciò si traduce in difficoltà sempre più pressanti nell’erogazione di servizi anche essenziali per il cittadino. Dal 2015, quando erano in servizio 585 dipendenti (dati febbraio), di cui 192 a tempo determinato, sono andate in pensione 17 persone nel 2015, 21 nel 2016, 25 nel 2017 e 29 nel 2018, per un totale di 92 dipendenti. Al dicembre 2018 l’organico di 585 dipendenti, di cui solo 319 a tempo indeterminato, si è ridotto a 493 con una perdita di 92 unità.  La previsione di cessazioni al 2019 è di altri 24 dipendenti in meno. Sono cifre che pesano sul Comune.  Di questi, due sono dirigenti amministrativi, cinque funzionari direttivi categoria D3, un funzionario direttivo tecnico, tre funzionari di vigilanza categoria D, quattro funzionari amministrativi, tre funzionari di assistenza sociale, un funzionario contabile, per un totale complessivo di 2 dirigenti amministrativi e 17 funzionari di categoria D.  Le previsioni delle cessazioni di rapporto di lavoro con il Comune di Agrigento sono per il 2019 di un dirigente tecnico, due funzionari direttivi tecnici, un educatore, due istruttori tecnico e amministrativo, due esecutori, amministrativo e tecnico operativo, un contrattista, due operatori polifunzionale e tecnico. Delle 24 unità in meno in organico,  15 sono per pensionamento anticipato con “Quota 100”. “Succede ad Agrigento – afferma il sindaco Firetto – e accade in tutti i Comuni della Sicilia e d’Italia.  Quota 100 è positiva per chi ha interesse ad andare in pensione anticipatamente, ma pone un problema ai Comuni non indifferente, perché l’età media dei dipendenti è molto alta e possiamo solo essere pessimisti per il futuro. Da quando non si fanno concorsi? Il rinnovo dell’organico con personale più fresco e preparato a sfruttare le opportunità di nuove tecnologie può essere solo un vantaggio per una macchina vecchia come quella comunale. Ma occorre che il Governo trovi la soluzione in tempi brevi per sbloccare nuove assunzioni”. Il sindaco ha investito della problematica l’Anci, portando come esempio gli effetti di pensionamenti senza turn over incrementati da “Quota 100” . “Serve un piano di assunzioni, che accompagnato dalla stabilizzazione di personale a tempo determinato possa garantire i servizi – sostiene Firetto – senza questo piano non si può garantire neanche quel che si è assicurato finora a fatica e malgrado le scarse risorse. Servono persone nuove, giovani, preparate, dinamiche. Quel che è peggio è che in pensione andranno in poco tempo, tra quota 100 e raggiungimento di limiti di età, anche numerosi dirigenti. Avremo interi servizi senza guida e senza responsabili”

Il 2 aprile si celebra la Giornata Mondiale dell’Autismo, sancita dalle Nazioni Unite con la Risoluzione ONU 62/139 del 18 dicembre 2007, con lo scopo di sensibilizzare l’opinione pubblica su un disturbo che riguarda una quota sempre maggiore della popolazione e per stimolare l’impegno al miglioramento dei servizi e alla promozione della ricerca.

 

L’equipe della Neuro Psichiatria Infantile dell’ASP di  Agrigento, coordinata dal Dott. Antonio Vetro,  l’Istituto Comprensivo “Agrigento Centro” diretto da Anna Gangarossa e  l’Associazione Amici, hanno organizzato numerosi  eventi che investiranno il nostro territorio per l’intera settimana (dal 1 al 7 aprile):

Giorno 1 aprile alle ore 15:30 si assisterà a una Rappresentazione teatrale intitolata  “Arriva il cinema”, presso l’Aula polifunzionale NPIA- Via Giovanni XXIII.Giorno 1 aprile ore 16:00: Autismo l’esperto risponde. Aperto ai genitori e alla presenza del Prof. Bruno dell’OASI di Troina., in Via Kennedy, 5- Villaseta. Associazione AMICI.

 

Giorno 2 aprile alle  ore 10:00 al Cinema Astor verrà Proiettato il film “Quanto Basta”, rivolto agli alunni delle scuole medie “Garibaldi” e “Pirandello” dell’I.C. “Agrigento Centro”.Giorno 2 aprile alle ore 15:30 ci sarà un convegno sull’Autismo: la famiglia, la scuola, gli operatori, presso l’Aula polifunzionale del plesso “Garibaldi” dell’I.C. “Agrigento Centro”

Introduce e modera il Dirigente scolastico dell’Istituto, Anna Gangarossa”, interverranno le autorità locali:

ü  il Sindaco di Agrigento, LILLO FIRETTO.

ü  Il Prefetto di Agrigento, DARIO CAPUTO.

ü  Il Dirigente dell’ufficio V- Ambito Territoriale di Agrigento, RAFFAELE ZARBO.

ü  Il Direttore Generale dell’ASP di Agrigento, G.G. SANTONOCITO.

ü  Il Dirigente Sanitario dell’ASP Agrigento, S. LO BOSCO

ü   Il Presidente della  VI Commissione Sanità- ARS- MARGHERITA LA ROCCA RUVOLO

ü  Il Vicario Generale Arcidiocesi di Agrigento, Don MELCHIORRE VUTERA

ü  La Neuropsichiatria Infantile di Agrigento.

ü  Il GLIP dell’Ufficio V dell’Ambito Territoriale di Agrigento.

ü  L’associazione Amici ed altre associazioni operanti sul territorio.

ü  I Dirigenti degli Istituti Comprensivi di Agrigento.

 La sera del 2 aprile, in occasione della giornata nazionale sull’autismo, la Cattedrale di San Gerlando verrà illuminata di blu, grazie alla disponibilità di Don Giuseppe Pontillo.

E ancora giorno 4 aprile, alle ore 16:00, un corso sulla diagnosi precoce del disturbo dello spettro autistico, a cura del dott. Vetro,  si terra al plesso “Garibaldi” dell’I.C. Agrigento Centro” e  sarà rivolto ai docenti della scuola dell’infanzia delle scuole di Agrigento e ai genitori.

Filippo Bartolomeo, già sindaco del Comune di San Biagio Platani, annuncia la propria adesione al Movimento politico “Pensiero Libero”, dell’onorevole Salvatore Iacolino. Lo stesso Filippo Bartolomeo afferma: “Condivido il progetto politico e intendo contribuire a formare un gruppo solido, composto da amministratori e consiglieri comunali di tutta la provincia di Agrigento e di altre realtà provinciali, che insieme ad imprenditori, professionisti e funzionari della Pubblica amministrazione, si assumano la responsabilità, sin dalle prossime elezioni europee, di fornire un apporto consapevole e responsabile ai processi decisionali che impegnano la Sicilia”.