Home / Articoli pubblicati daRedazione Ag (Pagina 2405)

Sono stati confermati gli arresti domiciliari a Juan Carlos Peralta, 31 anni, di Sciacca finito nei guai per una vicenda iniziata circa un mese addietro quando conobbe, attraverso i social, una ragazza del centro Italia che decise di ospitare. L’uomo è accusato di essere l’autore di un presunto sequestro di persona e di una presunta tentata violenza sessuale. La ragazza lo ha denunciato al termine di una storia condita, pare, da minacce e violenze con tanto di sequestro.
Questo sarebbe avvenuto dopo che la donna si sarebbe rifiutata di concedersi all’uomo che l’avrebbe segregata nel suo appartamento di Sciacca. La donna, a quel punto, ha chiamato il fratello che, a sua volta, ha chiamato la Polizia che è intervenuta.
Il gup del Tribunale di Sciacca, Antonino Cucinella, ha convalidato l’arresto e i domiciliari così come richiesto dalla Procura.

Sono stati revocati gli arresti domiciliari al medico Gaetano Montana, 63 anni, coinvolto in una inchiesta, denominata “Vertigini”, su presunti casi di assenteismo al Comune di Villafranca. Il medico era finito in manette perché, secondo le accuse, avrebbe emesso dei certificati medici senza aver visitato i pazienti. Nell’inchiesta furono coinvolte 12 persone che, a vario titolo, sono accusate di truffa e falso. Dieci sono sottoposte all’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria. E proprio quest’ultima misura è stata disposta ora anche per il medico su richiesta della Procura della Repubblica che avrebbe risposto “esaurientemente alle domande degli inquirenti”.

Montagne di immondizia nei quartieri confinanti con alcuni paesi dell’agrigentino con i residenti di questi ultimi che arrivano ad Agrigento per gettare la loro spazzatura ed aggirare i divieti imposti nei loro Comuni. E’ in sintesi quanto riportato da un articolo de La Sicilia pubblicato questa mattina dove si parla di una vera e propria emergenza nei quartieri periferici di Agrigento.

Si aspettava già da ieri, ma dovrebbe avvenire oggi, la firma del Governatore della Sicilia, Rosario Crocetta, circa la nomina del Commissario straordinario che dovrà amministrare Licata nei prossimi mesi dopo la sfiducia votata all’ex sindaco Angelo Cambiano. Diversi i nomi che circolano, quello che viene fuori oggi, da un articolo del quotidiano La Sicilia, è quello di Maria Grazia Brandara, non nuova ad esperienze simili dopo che la stessa è stata proprio Commissario nella cittadina licatese dal dicembre del 2014 al luglio del 2015.

Una vicenda con molti punti oscuri, quella raccontata questa mattina da un articolo del quotidiano La Sicilia. Una ragazza priva di sensi sulla spiaggia delle Dune, una giovane vista riversa per terra e soccorsa da alcuni passati. Sarebbe successo la notte di Ferragosto, a San Leone. La ragazza avrebbe accusato un malore, si ipotizza per colpa dell’abuso dell’acol, ed è stata portata in ambulanza all’ospedale San Giovanni di Dio di Agrigento per le cure del caso. Le sue condizioni non destano preoccupazione.

Sbarco di migranti a Punta Bianca, fra Realmonte e Porto Empedocle. Il fatto è avvenuto all’alba, intorno alle 6.00. A lanciare la segnalazione è stato un residente che ha visto arrivare un gruppo di extracomunitari a bordo di un natante. Lo stesso è stato rinvenuto, poi, dalle forze dell’ordine, intervenute sul posto. Si tratta di un barcone abbandonato a circa 40 metri dalla spiaggia. Degli extracomunitari nessuna traccia. Gli stessi si sono dileguanti appena arrivati sull’arenile e nessuon di loro, nonostante l’intensa attività di ricerca delle forze dell’ordine, è stato ritrovato.

Intimidazione nei confronti di un cittadino nigeriano (pista più accreditata) residente a Canicattì il quale, al rientro a casa (in affitto) dopo 48 ore di assenza, ha trovato sforacchiato il portone di ingresso. Due almeno i colpi visibili (quattro i bossoli rinvenuti) nel portone di ingresso di un’abitazione del popolare quartiere Borgalino.
Dopo la triste scoperta, la chiamata al 112 e le indagini avviate dai carabinieri.
Ogni pista viene ritenuta buona.

Un grave incidente autonomo si è verificato, nella giornata della vigilia di Ferragosto, nell’agrigentino. Ad essere coinvolta nel sinistro una automobile con a bordo due giovani. Il mezzo si è schiantato, lungo la bretella della statale 386 che da Ribera porta al bivio sul fiume Verdura, contro il muro di ingresso di una attività commerciale. L’auto, una Fiat Punto, nel violento impatto, è rimasta semidistrutta. Uno dei due giovani è stata sbalzato fuori dall’abitacolo e ha riportato la lesione al polomone, fratture al bacino e alle gambe, l’altro ferito è meno grave avendo avuto, come conseguenza, la frattura alla gamba destra. Entrambi sono stati trasportati in ambulanza all’ospedale Giovanni Paolo II di Sciacca. I due malcapitati sono fuori pericolo. Sul luogo dell’incidente sono intervenute le forze dell’ordine.

Una donna di Favara è stata vittima di un incidente stradale, nella notte tra martedì e mercoledì, avvenuto lungo la strada che collega il Villaggio Mosè al paese dell’agnello pasquale, in contrada Crocca. Il conducente di una Ford Fiesta, per cause ancora in fase di accertamento, ha perso il controllo del mezzo e si è schiantato contro il muretto di una abitazione rurale. La donna che viaggiava nel lato passeggero ha sbattuto violentemente la testa contro il parabrezza ed è rimasta ferita. Sul posto gli uomini del 118 che hanno trasportato la malcapitata, in ambulanza, all’ospedale dei Agrigento.