Home / Articoli pubblicati daRedazione Ag (Pagina 217)

Viene fermato ad un posto di controllo, nelle vicinanze del porto di Porto Empedocle, e alla richiesta di esibire il documento di guida, salta fuori una mannaia per la macellazione. Per un attimo si è temuto che lo volesse utilizzare contro qualcuno. A finire nei guai un 66enne ristoratore di Favara, denunciato in stato di libertà, alla Procura della Repubblica di Agrigento, con l’accusa di porto abusivo di oggetti o strumenti atti ad offendere.

L’uomo alla guida di un’automobile, è stato fermato dai militari dell’Arma della Stazione di Porto Empedocle. Lui ha mostrato subito un certo nervosismo e questo ha insospettito gli uomini in divisa, che hanno deciso di proseguire il controllo con una perquisizione personale, e del veicolo. Evidentemente non senza motivo, visto che improvvisamente è uscita fuori la mannaia.

Pino Cuttaia, chef tra i più apprezzati d’Italia, 2 stelle michelin con il suo “La Madia”, sta già lavorando al menù che firmerà per il nuovo ristorante.

Sarà un format nuovo, in un luogo elegante, con piatti estivi, in cui sarà sempre il suo ingrediente segreto “la memoria” che contribuirà a deliziare il palato, dei tanti, che faranno la fila per sedersi nel suo nuovo ristorante.

Pino Cuttaia ha ricevuto pochi giorni fa un ulteriore prestigioso riconoscimento, è stata, infatti, pubblicata la guida 2021 dell’Espresso e lo chef licatese ha ottenuto “i 5 cappelli”, il massimo riconoscimento per la cucina italiana.

La sua frase distintiva è “l’ho inventato io”. E a valanga sui social arrivano gli auguri per Pippo Baudo il “re dei presentatori” monumento della tv che compie oggi 85 anni con sana spavalderia.

Tra i tanti a festeggiarlo Laura Pausini che scrive sui suoi canali: “Mi ha inventata lui” allegando due video che li ritrae insieme, il primo di quando a soli 18 anni vinse il festival di Sanremo, e un altro in età adulta abbracciati insieme. E poi la la frase “tanti Auguri caro Pippo Baudo”. Antonella Clerici su Twitter: “Auguri mitico Pippo Baudo” e a seguire tanti emoticon. Giorgia, una raggiante foto che li vede abbracciati “auguri Pippo ti voglio tanto bene!”. Nino Frassica ricorda il recente incontro a Taormina, il profilo ufficiale di Che tempo che fa regala un accurato montaggio con momenti più belli della carriera di Pippo, corredato dalla scritta “quante ne ho fatte e quante ne farò”.
Ha un fiuto unico, ha scoperto talenti come Heather Parisi, Lorella Cuccarini e lanciato Beppe Grillo in Rai, detiene un record storico: ha condotto 13 festival di Sanremo. Non è tutto: ha rischiato anche una crisi internazionale con l’Iran durante il ‘Fantastico 7’ da lui condotto a causa di uno sketch del trio Lopez, Solenghi, Marchesini sull’Ayatollah Khomeini.
Oltre 150 programmi, diversi film e anche brani musicali scritti pure per altri artisti: “Pippo nazionale”, così come viene chiamato dai suoi colleghi e dal pubblico, ha superato i 60 anni di carriera e ha coinvolto nei suoi show diverse generazioni.
Nato a Militello in Val di Catania il 7 giugno 1936, si laurea in giurisprudenza ma, innamorato del mondo dello spettacolo, si sposta presto a Roma per inseguire il sogno del piccolo schermo.
La trasmissione di Rai Uno, Storie Italiane, è stata aperta stamane con una bella sorpresa per Baudo .Per l’occasione la conduttrice del programma, Eleonora Daniele, ha voluto omaggiarlo facendo gli auguri via telefono: “Festeggerò in maniera molto serena – racconta Pippo – Io ringrazio tutti, sia gente che conosco bene ma anche gente sconosciuta, mi arrivano tanti auguri e questo fa piacere, significa che ho seminato abbastanza. Un grazie a tutti voi e al pubblico di Rai Uno”.

Il collegio giudicante presieduto da Alfonso Pinto ha disposto la condanna a cinque anni di reclusione nei confronti dell’empedoclino Calogero Donato per aver investito il cognato con l’auto dopo una lite. La contestazione iniziale di tentato omicidio è stata riqualificata in quella più lieve di lesioni.

Per i giudici, dunque, non c’era da parte di Donato la volontà di uccidere. Per lui l’accusa, sostenuta dal pm Gloria Andreoli, aveva chiesto la condanna a nove anni. Contestualmente è stata disposta anche un’ammenda di 300 euro nei confronti di Yorge Bellanca Reyes che in questo processo vestiva la duplice figura di parte offesa e imputato per le minacce rivolte allo stesso cognato dopo essere stato investito.

Lo scorso 3 giugno, la Questura di Agrigento ha incontrato gli studenti della seconda e terza media dell’istituto comprensivo Agrigento Centro – plesso Garibaldi.
Ad aprire i “lavori” la dirigente scolastica, Anna Gangarossa, che ha introdotto la discussione, facendo riferimento alla ricorrenza della “Giornata inter¬nazionale dei bambini scomparsi”, celebrata nei giorni scorsi, dando poi la parola al Vice Questore Aggiunto della Polizia di Stato, Vice Capo della Squadra Mobile, Dott.ssa Genevieve Di Natale, la quale ha sottolineato l’importanza della tematica ineren¬te la scomparsa di minori quali sog¬getti particolarmente vulnerabili, in quanto potenziali destinatari di “particolari attenzioni”, di violenze e sfruttamento di ogni genere.
In particolar modo, è stata esaminata la situazione nella provincia di Agrigento, nella quale i continui flussi migratori, ogni anno fanno registrare l’arrivo di centinaia i minori sull’isola di Lampedusa. I minori seguono preordinati protocolli e vengono affidati ad idonee comunità.
Se gran parte di queste scomparse sono ricollegabili ad allontanamenti volontari, in ambito nazionale, restano ancora tanti i casi di minori potenzialmente finiti in reti criminali. Rapiti per essere sfruttati per scopi lavorativi o, più spesso, sessuali.
Il vice questore ha evidenziato l’impegno profuso a – livello provinciale – dalla Questura e della Prefettura nell’assumere le iniziative volte al rintraccio delle persone scomparse e nell’attuare le effettive ricerche ed ha appassionato gli studenti con il racconto di storie di fughe e scomparse di minori conclusesi a lieto fine, coinvolgendoli emotivamente ed inducendoli ad una riflessione sul corretto senso dell’accoglienza e dell’integrazione.
La discussione si è spostata sulle potenzialità, positive e negative insieme, offerte dalle strumentazioni informatiche e dalla rete internet in genere. Il Vice questore aggiunto ha inoltre illustrato le insidie del web nelle quali possono imbattersi gli adolescenti internauti, attraverso l’utilizzo dei social network o dei sistemi di mes-saggistica istantanea, e che spesso li vede coinvolti non solo nella veste di vittime, ma anche in quella di autori, spesso inconsapevoli, di condotte che integrano reato. Questi ultimi mesi, contrassegnati dalla pandemia, hanno fatto registrare maggiori e preoccupanti incrementi dei fenomeni dell’adescamento online e della Sextortion, sottolineando l’allarmante abbassamento dell’età dei giovani coinvolti.
I temi trattati hanno interessato i giovani, spingendoli a comprendere l’importanza del corretto approccio al web e la rilevanza di denunciare ogni atto di violenza subito e nel chiedere l’immediato intervento di familiari, anche ai primi segnali apparentemente insignificanti e di poco conto.

Sono 156 i nuovi casi di Covid-19 registrati nelle ultime ventiquattro ore su 9.759 tamponi processati. Il tasso di positività è all’1.6%. Tre decessi si sono registrati nelle ultime 24 ore, uno in piu’ rispetto a ieri. I guariti oggi sono 241. Diminuiscono gli attualmente positivi, 88 persone in meno, determinando un numero complessivo di 7.883. Aumentano lievemente i ricoveri nei reparti ordinari, 392 (+10), è di 43 il numero di ricoveri in terapia intensiva, con nessun nuovo ingresso (ieri ce ne era stato uno). In isolamento domiciliare vi sono 7.448 persone

I nuovi casi per province:

Palermo 42;

Catania 41;

Messina 24;

Caltanissetta 17;

Siracusa 14;

Trapani 13;

Ragusa 4;

Enna 1;

Agrigento 0.

Un gesto davvero nobile che denota amore per la famiglia e per i propri concittadini quello fatto dalla Professoressa Irene Catarella che, per commemorare il padre a un anno dalla sua dipartita, ha voluto acquistare un defibrillatore per donarlo alla scuola dove lui aveva insegnato per tutta la vita. “Ha rinunciato alla carriera universitaria per restare nel suo territorio e incentivare i giovani di Cammarata e di San Giovanni Gemini, ma anche tutti quelli che abitavano in provincia a credere in loro, a investire le loro forze nell’istruzione e a realizzarsi. Questo era mio padre, un uomo di cultura che parlava con tutti e cercava di incentivare allo studio e al ragionamento con la propria testa i suoi compaesani grandi e piccoli”, ci ha detto commossa la Professoressa Catarella che ha donato il defibrillatore all’Ipia Archimede di Cammarata dove il professore Enzo aveva insegnato per anni, ma in concerto con il Preside Antonino Pardi, con il Professore Gero Giambrone e con tutti i docenti si è poi deciso di renderlo fruibile a tutti collocandolo in un pilastro della Farmacia La Verde, che gentilmente ha concesso lo spazio, in via Bonfiglio a Cammarata, proprio accanto all’edificio che ospita il Plesso Centrale dell’Istituto. “Mio padre ha sempre aiutato tutti convinto com’era che la cultura migliora la qualità della vita, per questo mi è sembrato giusto commemorarlo con qualcosa che salva la vita come un defibrillatore vicino al quale è stata installata una targa ricordo in cui chiamo mio padre dispensatore di cultura tra i giovani e nella società”, ha continuato la Professoressa tenendo in mano una foto del padre per farlo conoscere visivamente agli studenti, già figli di ex alunni del Catarella. La cerimonia si è svolta alla presenza dei 32 alunni delle calssi quinte dell’Ipia ai quali sono stati consegnati gli attestati per il corso di formazione svolto sull’uso del defibrillatore sovvenzionato dall’Amministrazione di Cammarata presente con il Vicesindaco Aurelio Imbornone che ha pure testimoniato un personale ricordo di stima e affetto nei riguardi del professore Catarella. Alla cerimonia, che le norme covid hanno costretto di svolgere in modo contingentato, ha partecipato anche la moglie l’insegnante Nazarena Pellitteri e la Vicesindaco di San Giovanni Gemini Carmela Di Dolce che ha parlato di un ricordo di famiglia legato al professore. Il Preside Pardi ha indicato il Professore Catarella come un esempio da seguire di uomo che ha sempre volato alto augurando a tutti gli alunni di fare altrettanto, indicando questa cerimonia come la fine di un periodo critico come quello del covid e l’inizio di una rinascita. Il Professore Gero Giambrone ha ricordato personamente Enzo Catarella perché lo aveva portato insieme ai suoi coetanei, allora ragazzi, a vedere i primi cineforum a cui seguivano dibattiti arricchenti e profondi, sottolineando come avesse partecipato alle prime trasmissioni radio, alla fondazione di testate giornalistiche come Magaze e tanto altro ancora.

Il presidente del Consiglio comunale di Grotte, Aristotele Cuffaro, annuncia che il Consiglio ha già approvato il Bilancio di previsione entro il termine di scadenza, assurgendo tra i pochi Comuni siciliani che hanno rispettato i tempi di approvazione. Lo stesso Aristotele Cuffaro commenta: “Non posso che ringraziare i consiglieri, ma soprattutto la giunta con a capo il sindaco Alfonso Provvidenza che detiene la delega al Bilancio, il quale con lavoro certosino ha predisposto un piano di risanamento che sta arrivando a buon fine. Tra Consiglio e Giunta vi è la giusta sinergia per l’ ottenimento di importanti risultati. L’ approvazione del Bilancio di previsione è uno di questi. Finalmente si può attuare la giusta programmazione politica avendo una chiara idea della pianificazione economica. Il mio ultimo ringraziamento va al collegio dei revisori dei conti che con scrupolosa attenzione ha contribuito alle varie tappe che hanno portato all’approvazione finale dello strumento contabile”.

Il “Benefit Concert 2“, è in programma presso la chiesa SS. Pietro e Paolo Apostoli di Palermo, domani, 8 giugno, e vuole trasmettere attraverso la sua musica, il canto e la danza, un segnale di speranza e di pace che possa risollevare gli animi donando un sorriso a chi ascolta.
Con la direzione artistica e musicale di Salvatore Petrotto, il concerto vedrà esibirsi artisti del territorio che spazieranno tra le eterne melodie della musica classica e leggera, ma non meno potenti del jazz, del new age e del tango argentino. Stili diversi di buona musica uniti in un unico abbraccio per una lodevole causa sociale.La BachStringOrchestra diretta dal Maestro Michele La Cagnina accompagnerá il violino solista e cantante Salvatore Petrotto, fondatore della stessa, in una performance unica.
Ospiti della serata: Claudia Piraino e Katia Randazzo (danze orientali), Fabio La Barbera (vice campione del mondo over 30 per tango argentino)insieme a Letizia Sardina, Serena Visconti e Martina Scibetta (ballerine classico e neoclassico) e la regista Simona D’Angelo che intepreterà una poesia di Alfredo Gilè. Presenta Maria Rosa Caldarella.
L’intero incasso della serata, a donazione volontaria, sarà devoluto totalmente alla Caritas parrocchiale della Chiesa SS. Pietro e Paolo di Palermo.

Come pubblicato, all’aeroporto di Lampedusa è stato sequestrato preventivamente, per varie inadeguatezze e su disposizione della Procura di Agrigento, il deposito di carburante aereo. In proposito interviene preoccupato il sindaco, Totò Martello, che afferma: “Proprio in un momento nel quale le attività economiche e commerciali stanno faticosamente iniziando a risollevarsi dagli effetti della pandemia, è inaccettabile che l’isola di Lampedusa non possa contare sulla piena operatività dei servizi aeroportuali. Non entro nel merito delle motivazioni che hanno portato al sequestro, ma da sindaco ho il dovere di tutelare la mia comunità: chiedo dunque a tutte le Autorità interessate di attivarsi immediatamente, ognuno nel proprio ambito di competenza, per trovare una soluzione e garantire ai nostri concittadini ed ai turisti che arrivano nelle Pelagie tutti i servizi essenziali legati alla mobilità ed alla sicurezza sanitaria”.