Home / Articoli pubblicati daRedazione Ag (Pagina 207)

I Sottoscritti Consiglieri Comunali Di Emanuele e Giuseppe Todaro  del Comune di Porto Empedocle, visto la preoccupazione di molti concittadini in merito alla richiesta di autorizzazione da parte di Icolen al Demanio di un’area dove verrà depositato materiale non pericoloso vicino la struttura Vetem,tengono a precisare che erano al corrente di codesta lettera per Conoscenza al Comune di Porto Empedocle ma non approfondendo la questione non potevano fare all’armismo alla città tutta, considerato che mercoledì C. M si terrà una Conferenza dei Capigruppo in cui i sottoscritti chiederanno il fascicolo all’Amministrazione, chiedere al Presidente del Consiglio di inserire questo Punto all’Ordine del Giorno  al primo Consiglio Comunale Utile, in deroga al regolamento del Consiglio comunale senza aspettare i Canonici 30 giorni. Di certo è una questione che interessa il Demanio ma l’Amministrazione 5 stelle cosa ne pensa?

San Biagio Platani che, su indicazione del ministro dell’Interno, Luciana Lamorgese, andrà a scegliere il nuovo sindaco e il nuovo consiglio comunale domenica 22 e lunedi’ 23 novembre. A essere interessati saranno comuni recentemente sciolti per mafia, ovvero per accertati condizionamenti da parte della criminalità organizzata, secondo quanto prevede l’articolo 143, comma 10, del testo unico degli enti locali.
In Sicilia si voterà anche a Vittoria in provincia di Ragusa, dalle ore 7 alle ore 23 domenica 22 novembre e della 7 alle 15 lunedì 23. Eventuale ballottaggio il 6 e 7 dicembre.

Salgono a otto i contagi da Coronavirus ad Agrigento, 5 sono i nuovi positivi comunicati dall’Asp al sindaco uscente Lillo Firetto.

“Tra i nuovi contagiati una bambina di 5 anni, scrive Firetto sui social. Si tratta in città del primo caso di contagio in tenera età dall’inizio della pandemia. Tre sono trentenni, un ragazzo ha poco più di vent’anni. Si trovano ora tutti in isolamento così come i loro contatti più stretti. Casi sono in aumento in tutta Italia. Occorre un ulteriore sforzo. Bisogna usare le mascherine anche quando si incontrano amici e familiari non conviventi”, ha concluso Firetto.

Marco Zambuto si dichiara soddisfatto del risultato ottenuto alle amministrative. “Voglio ringraziare – ha detto – non solo tutti gli agrigentini che hanno creduto nel nostro progetto preferendoci con il voto alle urne, ma soprattutto le liste e i partiti che mi hanno supportato: Forza Italia che si conferma primo partito in città, Diventerà Bellissima e l’UDC. Un grande ringraziamento anche a tutti i candidati al Consiglio comunale che sono stati al mio fianco. Abbiamo fatto una bellissima campagna elettorale coinvolgendo, con grande entusiasmo, ogni angolo della città. Superare 5000 voti è un risultato importante e di assoluto rilievo, che ci fa capire quanto sia fondamentale continuare a portare avanti l’impegno per Agrigento. Perché noi vogliamo far vincere Agrigento”.

Non si capisce quando e come, ma se è contento lui tutti sono contenti.

Attiva Sicilia, il gruppo parlamentare all’Assemblea Regionale Siciliana composto da Angela Foti, Matteo Mangiacavallo, Elena Pagana, Valentina, Palmeri e Sergio Tancredi, chiede ufficialmente le dimissioni dell’assessore alle Attività Produttive, Mimmo Turano.

“Il flop del clickday è una vergogna che non può avere giustificazioni e che evidenzia l’incapacità di chi è chiamato a gestire il rapporto con le imprese, come se il Covid e i suoi effetti non fossero già abbastanza. L’assessore Turano dovrebbe soltanto mettere le sue cose in una scatola e lasciare il suo posto. Non si può giocare con le esigenze di tutte quelle imprese siciliane a cui tanto è stato promesso e ancora niente è stato dato. L’immagine della Regione esce frantumata da un episodio inaccettabile. Senza considerare che questo scherzetto è costato soldi usciti dalle tasche dei siciliani”.

E sul costo del clickday Attiva Sicilia ha pubblicato un post su Facebook di denuncia sulla pagina del gruppo. “Siamo andati a vedere fra le carte, abbiamo scoperto che il sistema è costato ai cittadini un milione e 300 mila euro #flopday”.

Le accuse di Attiva Sicilia si concentrano anche sull’incapacità di prevenire una emergenza intuibile.

Si sapeva da tempo che con un sistema già discutibile come il clickday il rischio della paralisi informatica era dietro l’angolo. E ancora una volta non si è fatto nulla se non ridicolizzare la reputazione della Regione e trasformare il clickday in un flopday. E’ ora che finisca questa abitudine di diluire le responsabilità o addebitarle a terzi, la responsabilità è di chi regge le sorti dell’assessorato e il presidente Musumeci non può non tenerne conto. Turano per noi è già un ex assessore”.

Continuano le manifestazioni di apprezzamento e stima per le attività di protezione civile e in favore della popolazione da parte del Libero Consorzio Comunale di Agrigento. Il coordinatore nazionale dei volontari per l’Italia della International Human Rights Commission (IHRC), cav. Pietro Sicurelli, ha infatti inviato una nota all’Ufficio di Protezione Civile del Libero Consorzio, comunicando che la stessa IHRC ha conferito un riconoscimento speciale per l’impegno che tutti gli operatori dell’Ufficio e i volontari delle Associazioni coinvolte hanno profuso sia per contenere la diffusione del Covid-19 che per arginare o mitigare le conseguenti situazioni di criticità. La IHRC è infatti una organizzazione internazionale che ha come obiettivo prioritario il monitoraggio costante del corretto e concreto riconoscimento dei diritti di ogni essere umano, secondo i principi contenuti nella “Dichiarazione universale dei diritti umani”.

Con l’assegnazione di un “Certificato di Apprezzamento” personalizzato per il funzionario responsabile dr. Marzio Tuttolomondo e tutti i componenti dell’Ufficio di Protezione Civile, la IHRC ha voluto dare un piccolo ma importate segnale di gratificazione, semplice nella forma ma profondo nel contenuto, ad una istituzione che non ha risparmiato le forze per aiutare quanti si sono trovati in seguito alla pandemia in situazioni veramente difficili. Grazie all’impegno dell’Ufficio di Protezione Civile del Libero Consorzio e ai volontari di diverse associazioni iscritte nel registro provinciale di protezione civile (anch’esse destinatarie di riconoscimenti per queste e altre attività, ad esempio la ricerca di persone scomparse) è stato infatti possibile consegnare durante il lockdown derrate alimentari alle famiglie meno abbienti e i tablet agli studenti per la didattica a distanza in vari comuni della provincia.

Le dichiarazioni a caldo dei candidati a sindaco di Agrigento, che si affronteranno nel ballottaggio tra 2 settimane

Calogero Firetto: “non si sa come abbia fatto a raggiungere quei numeri senza uno straccio di programma. Il cambiamento a volte fa paura, ma confidiamo nella voglia di andare avanti”

Franco Miccichè: “Non mi aspettavo questi numeri, so però che sarò il sindaco di tutti e spero di non deludere nessuno”

Per fronteggiare l’emergenza Covid, la Asp di Agrigento, ha deciso di mettere in servizio 24 nuovi medici, potenziando così il servizio sanitario. La disposizione delle nuove 14 unità, erano state disposte dall’azienda ospedaliera già lo scorso 11 settembre. Disposta anche l’assunzione a tempo determinato di 20 ausiliari specializzati che sostituiranno coloro che hanno il contratto in scadenza.