Home / Articoli pubblicati daRedazione Ag (Pagina 1991)


Ad Agrigento, domani sera, sabato primo luglio, in piazza San Francesco, su iniziativa di Pani’Plaza, dei fratelli Scibetta, si esibiranno in concerto, dalle ore 22:30 in poi, Agata e la band Coverall, reduce dai successi di The Voice of Italy su Rai due. Alla Voce Agata Aquilina, alla chitarra Flavio Gambino , al basso Davide Mongiovì, alla tastiera Angelo di Dio, e alla batteria Matteo Aquilina.

I testimonial dell’iniziativa sono Lello Analfino, cantante dei Tinturia; Carmelo Messina, vincitore mondiali di calcio a 5 2017 per atleti down; il dg dell’Orlandina Basket Francesco Venza; e ancora Nello Russo, storico presidente della società di pallanuoto femminile Orizzonte Catania; Giovanni Scarantino, campione a tutti i livelli di sollevamento pesi e Eugenio Guglielmino, governatore in Sicilia del Panathlon.
Enna, 30 giugno 2017 – Saranno assegnate domani, 1 luglio, alle ore 10.30, presso il campo di atletica leggera “Tino Pregadio” di Enna bassa, le 60 borse di studio istituite dal M5S per gli atleti disabili più meritevoli, dal valore complessivo di 30 mila euro. Accanto ai deputati del M5S, per consegnare le 60 borse di studio, ci saranno i big dello sport e della musica siciliana; i testimonial dell’iniziativa sono Lello Analfino, cantante dei Tinturia; Carmelo Messina, vincitore mondiali di calcio a 5 2017 per atleti down; il dg dell’Orlandina Basket Francesco Venza; e ancora Nello Russo, storico presidente della società di pallanuoto femminile Orizzonte Catania; Giovanni Scarantino, campione a tutti i livelli di sollevamento pesi e Eugenio Guglielmino, governatore in Sicilia del Panathlon.
Sarà una grande festa, sport e disabilità i protagonisti della manifestazione. Durante la cerimonia, sarà possibile assistere anche ad esercitazioni di scherma paralimpica.
La nuova iniziativa sociale targata M5S Sicilia è stata finanziata grazie alle restituzioni di parte degli stipendi dei deputati 5Stelle all’Ars ed è stata realizzata grazie ad un accordo sottoscritto il 26 gennaio con il Panathlon Area 9 Sicilia. Ad indicare i nominativi dei soggetti beneficiari è stato direttamente il Panathlon che ha ricevuto ben 83 richieste, distribuite in tutte le nove le province e afferenti a numerosi sport, tra questi il tennis tavolo, l’atletica leggera, la scherma e il judo.

La consigliere comunale di Agrigento, Nuccia Palermo, capogruppo di Sicilia Futura, interviene a seguito dell’applicazione della tassa di soggiorno ad Agrigento, e afferma: “E’ giusto applicarla ma è altrettanto giusto monitorare l’utilizzo delle somme grazie ad essa introitate. Ci preoccupa non poco questa sorta di ribellione della categoria degli albergatori poichè la tassa di soggiorno, se ben applicata, dettaglio non irrilevante, darebbe intanto una reale percezione di quella che è l’affluenza del turista che soggiorna in città, i cui dati oggi lasciano sempre qualche dubbio, ma soprattutto porterebbe ad incassare delle somme che devono essere reinvestite per il settore turistico. Dunque, risulta necessario ed obbligatorio capire, una volta incassate le somme relativamente alla tassa di soggiorno, in che modalità e tempi le stesse saranno reinvestite per il rilancio del turismo ad Agrigento”.

Sarà inaugurata sabato 1 luglio a Matera, con inizio alle 19,30, negli ambienti dei Giardini di Sant’Agostino (in via D’Addozio, di fianco la omonima chiesa, nel Sasso Barisano) il percorso espositivo “Appunti d’Arte”, che propone le opere pittoriche di Giovanni Maranghi, e “…rame, terra, fuoco…” con le realizzazioni di Paolo Staccioli. Nel corso della inaugurazione gli organizzatori incontreranno i giornalisti per illustrare il programma delle attività future e le iniziatiche che avranno nella struttura dei Giardini di Sant’Agostino, un ambiente incastonato nel cuore degli antichi rioni Sassi, il cui nucleo originario risale al X-XI secolo, quale contenitore di eventi suggestivo quanto unico. È il primo evento del programma “Le Città di Pietra – Matera Estate 2017” organizzato dalla cooperativa sociale Easy Work.
Appunti d’Arte”, che propone le opere pittoriche di Giovanni Maranghi, e “…rame, terra, fuoco…” con le realizzazioni di Paolo Staccioli. La mostra, che potrà essere visitata tutti i giorni dalla ore 10 alle 13 e dalle ore 16 alle 24, sarà possibile ammirarla fino al 3 settembre. Il costo del biglietto di ingresso è di euro 5,00 fino alle ore 18;  euro 12,00 per la serata.


“L’improvvisa, se non improvvida, applicazione della tassa di soggiorno ad Agrigento ad opera dell’Amministrazione Firetto testimonia come si proceda navigando a vista, senza la minima programmazione, provocando confusione e gravi disagi, soprattutto a danno delle categorie produttive, sempre più penalizzate nonostante siano l’unica risorsa del territorio”.
Così affermano i consiglieri comunali di Forza Italia di Agrigento, Giovanni Civiltà, capogruppo, e Pasquale Spataro, che affermano: “Superato il blocco imposto dalla Finanziaria, l’Amministrazione Firetto non ha esitato un solo attimo ad introdurre la tassa di soggiorno nel cuore dell’estate, provocando gravi difficoltà agli operatori turistici colti di sorpresa. Infatti, non si conoscono affatto le modalità operative del pagamento. E’ stato imposto il pagamento, e poi? Nulla più. Se la sbrighino gli albergatori. Ognuno a suo piacimento. E poi, in sede di approvazione in Consiglio comunale, stabilimmo che prima di applicare la tassa sarebbe stato necessario individuare i settori di spesa del ricavato, trattandosi di una tassa di scopo. E invece nulla di tutto ciò. L’amministrazione pretende subito il pagamento, e poi è un’incognita come sarà speso il ricavato.
Probabilmente, ecco il nostro fondato timore, non sarà impiegato per le finalità istituzionali, ossia il miglioramento e il potenziamento dell’offerta turistica, ma per tamponare la falle di bilancio” – concludono Civiltà e Spataro.

Si era allacciato alla rete idrica approvvigionando la propria abitazione senza corrispondere a Girgenti Acque il corrispettivo di quanto consumato. Per questo motivo il Tribunale di Agrigento ha condannato un un uomo di Porto Empedocle, di 70 anni, alla pena di 4 anni di reclusione, pena sospesa, e al pagamento di 15.100 euro. La notizia è stata diffusa proprio da Girgenti Acque, il gestore del servizio idrico in provincia di Agrigento, per sensibilizzare quanti si rendono responsabili di fatti simili del fatto che si va incontro, una volta scoperti, a procedimenti penali.

L’ultima delle cause scatenanti è stato il caso dell’autostrada Ragusa – Catania, che è un’opera da quasi un miliardo di euro, e che è bloccata perché il tracciato incide in 20 metri di bosco non centenario e sul quale la Soprintendenza di Ragusa ha imposto un vincolo paesaggistico dopo l’approvazione del progetto dell’opera. E il presidente regionale di ConfIndustria, Giuseppe Catanzaro, ha lanciato l’allarme, e le sue parole sono state: “Se vogliamo che la Sicilia sia attrattiva per nuovi investimenti, e per quelli che ci sono già, dobbiamo garantire certezza. Non è possibile pensare di cambiare le regole del gioco mentre si è in campo. La tutela dell’ambiente è una nostra priorità, e le nostre imprese spendono ingenti risorse per garantire il rispetto delle normative. Questo è un loro dovere. Ma accanto al dovere c’è il diritto di avere regole chiare, tempi certi e interlocutori terzi capaci di applicare la legge in maniera laica. In particolare in ballo ci sono attualmente gli 800 milioni programmati da Terna per la rete ad alta tensione, poi i 180 milioni pianificati da A2A per il termovalorizzatore  nel Messinese, poi i 100 milioni bloccati in provincia di Ragusa sul fronte petrolifero, e poi i 500 milioni fermi a Siracusa destinati ai porti turistici e ad altre infrastrutture ricettive, e poi il miliardo di euro stimato da Ance per opere stradali, autostradali e della depurazione. Il fatto che alcune Soprintendenze appongano vincoli paesaggistici su impianti esistenti da decenni, senza effettuare la necessaria ricognizione delle attività esistenti sulle aree oggetto di pianificazione, genera sfiducia in chi, fidandosi delle autorizzazioni già acquisite dalla Regione, ha investito centinaia di milioni di euro, e spinge chi ha in animo di investire in Sicilia a cambiare strada. Nei fatti si dice alle imprese: chiudete gli impianti e andate altrove. È inconcepibile che una impresa sia messa in crisi da simili condotte” – ha concluso Giuseppe Catanzaro. L’appello del numero uno di Sicindustria è stato subito condiviso dal governo regionale. L’assessore Maurizio Croce annuncia che, in occasione della prossima conferenza di servizio sull’autostrada Catania-Ragusa, si procederà allo spostamento degli alberi. Inoltre l’assessore Croce ha ottenuto l’approvazione già in Commissione di una norma che consente alla Giunta regionale di derogare ai vincoli per le opere ritenute strategiche dalla stessa Giunta. Insorge Legambiente, e tramite il suo presidente regionale, Gianfranco Zanna, controbatte: “Sicindustria chiama, e il governo regionale risponde presente con un emendamento osceno che vuole cancellare i piani paesaggistici. Mai nessun governo è arrivato a tanto. Sarebbe l’ennesima vergogna, un’altra ragione in più per non sentirsi degni di essere siciliani. La norma è gravissima e interviene a ritroso pure su opere per cui si sono definiti i provvedimenti di diniego per contrasto con i piani recentemente approvati. E’ in totale contrasto con il Codice dei beni culturali e paesaggistici che impone la prevalenza delle norme di tutela. E, cosa più grave, sposta sul livello politico la valutazione di compatibilità di un’opera con le norme di tutela paesaggistica, che è una questione prettamente tecnica” fonte Teleacras

A Palermo, al palazzo di giustizia, in Corte d’Assise d’Appello, la Procura Generale, a conclusione della requisitoria, ha chiesto la conferma della sentenza emessa dalla Giudice per le udienze preliminari del Tribunale di Agrigento, Alessandra Vella, a conclusione del giudizio abbreviato, il 27 aprile 2016, che ha condannato a 17 anni di carcere Angelo Azzarello, 28 anni, di Palma di Montechiaro, imputato dell’omicidio della sua compagna, Alina Condurache, 22 anni, originaria della Romania e residente a Naro. Azzarello ha confessato di essere stato l’autore del delitto, compiuto la notte tra il 3 e il 4 dicembre 2014 a Palma di Montechiaro, in contrada Cipolla.


Il Parco comunica che anche quest’anno saranno attivate le visite serali nei giorni feriali e visite notturne nei prefestivi e festivi del Parco archeologico e paesaggistico della Valle dei Templi nel seguente periodo: 15 luglio – 30 luglio e 01 agosto – 17 settembre 2017.
In questo periodo l’apertura avverrà tutti i giorni feriali dalle ore 19.00 alle ore 22.00, con uscita dall’area archeologica alle ore 23.00. Nei giorni prefestivi e festivi l’apertura serale delle ore 19.00 consente la visita fino alle ore 23.00, con uscita dall’area archeologica alle ore 24.00. Per l’accesso alle aree archeologiche è possibile utilizzare il parcheggio e la biglietteria posta in prossimità del Tempio di Giunone o la biglietteria posta presso Porta V (c/da Sant’Anna). Le biglietterie sono entrambe servite da parcheggio.
Per la visita serale e/o notturna è prevista l’esenzione dal pagamento del biglietto di ingresso, secondo quanto previsto dalla Circolare dell’Assessorato Regionale Beni Culturali ed I.S. n°1 del 20 gennaio 2017.