Home / Articoli pubblicati daRedazione Ag (Pagina 198)

Il commissario straordinario del Consorzio Tre Sorgenti, Carmelo Vaccaro, annuncia che è stata già riaperta la fornitura idrica del Consorzio Tre Sorgenti che, grazie a 7 degli 8 interventi di riparazione sulla rete, oggi eroga circa 100/litri secondo aumentando di circa 35 litri la propria dotazione. Vaccaro aggiunge: “Rimane un ultimo intervento in territorio di Aragona, che verrà programmato a giorni e che aumenterà la portata di altri 5 litri al secondo arrivando così alla massima portata di circa 106 litri al secondo. Vorrei ringraziare i tecnici del Consorzio, e l’impresa esecutrice dei lavori per avere provveduto in tempi brevissimi alle riparazioni. Ringrazio le Istituzioni, ovvero l’ assessore regionale Baglieri, la Prefettura di Agrigento e Siciliacque per il supporto offerto in fase operativa. Questa nuova dotazione in qualche modo andrà a colmare la diminuzione della fornitura proveniente dall’invaso del Fanaco, ed in particolare per i Comuni di Agrigento e Canicattì”.

L’avvento della zona bianca in Sicilia, lo stop alle restrizioni e le attese presenze turistiche: l’assessore regionale al Turismo prevede un incremento almeno del 15% e subito. Manlio Messina afferma: “Il turismo in Sicilia riparte, e secondo le stime degli istituti demoscopici già quest’anno potrebbe registrare un incremento di presenze sul territorio valutato intorno al 15%, soprattutto se dovessero crearsi le condizioni idonee a partire dall’accelerata del piano vaccinale nazionale. Il Governo Regionale sta facendo tutto il possibile per rimettere in moto l’economia del turismo che nel suo complesso rappresenta quasi il 10% del prodotto interno lordo siciliano. Oltre alla campagna vaccinale, la Regione ha lavorato su due direttrici: realizzare condizioni di covid free per le isole minori, e soprattutto ha messo in campo misure di sostegno al settore che si realizzano con il progetto ‘See Sicily, che prevede investimenti per circa 75 milioni di euro e punta a rilanciare strutturalmente il settore dopo un anno critico a causa dell’emergenza sanitaria. Il piano prevede un pacchetto di servizi per chi arriva nell’Isola, compresa una notte gratis per ogni 3 di soggiorno. Il pacchetto comprende anche visite guidate gratuite, ingressi ai musei, ai parchi archeologici, e siti di interesse culturale. Da ottobre l’offerta promozionale si amplierà anche ai viaggi aerei con l’obiettivo di invogliare i turisti ad arrivare in Sicilia pure dopo l’estate”.

Proposta di cittadinanza Onoraria per la Signora Sofia Costanza Brigida Villani Scicolone, nata a Roma il 20 Settembre 1934, in applicazione di quanto contenuto nel REGOLAMENTO per la concessione della cittadinanza onoraria e delle civiche benemerenze.

Lo scrivente Giuseppe Di Rosa Vice Presidente del CODACONS Provinciale di Agrigento, si pregia di proporre alla S.V. in applicazione del Regolamento per la concessione della Cittadinanza Onoraria e delle Civiche benemerenze Adottato con deliberazione di Consiglio Comunale n. 27 del 27/02/2018, per la Signora Sofia Costanza Brigida Villani Scicolone, nata a Roma il 20 Settembre 1934, attrice di fama Internazionale, meglio nota con il nome d’arte Sophia LOREN.
Sofia Costanza Brigida Villani Scicolone, nata a Roma il 20 Settembre 1934, attrice di fama Internazionale, meglio nota con il nome d’arte di Sophia LOREN, Figlia dell’insegnante di musica Romilda Villani (1910-1991) e dell’imprenditore Riccardo Maria Claudio Scicolone (1907-1976), “ha un nonno di origini nobili, il marchese Agrigentino Murillo Scicolone”.
Certi che Lei molto attento a questo genere di proposte, vorrà in applicazione del regolamento precedentemente da noi citato, fare sua la nostra proposta e sottoporla al Consiglio Comunale con una sua Delibera, dopo avere valutato quanto da noi segnalato, in applicazione dell’apposito Regolamento sopra menzionato.
Rimaniamo in attesa suo cortese riscontro. –

Il Vice Presidente Provinciale CODACONS Giuseppe DI ROSA

A Canicattì, i poliziotti del locale commissariato stanno facendo accertamenti dopo che venerdì scorso, un uomo, di nazionalità romena, enne, è finito in ospedale, a seguito di una rissa scoppiata nei pressi di un bar in via Capitano Ippolito, con alcuni connazionali, probabilmente ubriachi.

Ad avere la peggio un 45 enne che è stato colpito alla testa con un sgabello, fortunatamente l’uomo non ha riportato conseguenze gravi. Stando ad una prima costruzione e dalle prime testimonianze raccolte dagli agenti pare che l’aggressore dopo aver colpito il connazionale si sia dato alla fuga.
Proseguono le indagini per risalire all’autore e per capire quali sono stati i motivi della rissa.

L’estate inizia  in bianco anche per la Sicilia e con l’addio al coprifuoco che fino a ieri era fissato per la mezzanotte.

Nessun limite di orario dunque per circolare in “zona bianca” per la prima volta dal 3 novembre scorso.

Restano però le regole basilari per il contrasto al covid-19 e dunque distanziamento e mascherine.

In zona bianca i  bar, i ristoranti e le altre attività di ristorazione sono aperti ed è possibile consumare cibi e bevande al loro interno, senza limiti orari. Sono consentite senza restrizioni anche la vendita con asporto di cibi e bevande e la consegna a domicilio, che deve comunque avvenire nel rispetto delle norme sul confezionamento e sulla consegna dei prodotti.

Per quanto riguarda le attività culturali, le riaperture previste dallo scorso 15 giugno possono estendersi anche a questi eventi, affini alle fiere promozionali, nell’osservanza del protocollo AEFI allegato all’ordinanza del Ministro della salute, di concerto con il Ministro degli affari esteri e della cooperazione istituzionale, del 28 maggio u.s., pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 135 dell’8 giugno 2021.

Sono consentiti i seguenti spostamenti:
– senza limiti relativi agli orari o ai motivi dello spostamento, verso altre località della zona bianca;
– senza limiti di orario, verso tutto il territorio nazionale, se lo spostamento avviene per comprovate esigenze lavorative, situazioni di necessità o motivi di salute;
– verso località della zona gialla, senza doverne giustificare il motivo, nel rispetto delle specifiche restrizioni di orario previste per gli spostamenti in zona gialla e di quelle relative agli spostamenti verso le altre abitazioni private abitate;
– verso tutto il territorio nazionale, se la persona che si sposta è in possesso di una “certificazione verde COVID-19” valida, nel rispetto delle specifiche restrizioni di orario previste per gli spostamenti nella zona di destinazione.

È sempre consentito il rientro alla propria residenza, domicilio o abitazione.

L’associazione ambientalista MareAmico, coordinata da Claudio Lombardo, segnala e documenta in video che dei diportisti, evidentemente dissennati o non informati, continuano a frequentare la cosiddetta “spiaggia delle piscine” a Realmonte, dove poche settimane addietro è crollata una parte della collina e la sottostante grotta. Lombardo sottolinea: “La gente è libera di suicidarsi, ma le Istituzioni hanno il dovere di evitare che ciò accada!”

 

Ad Agrigento al palazzo di giustizia, a conclusione del giudizio abbreviato, il giudice per le udienze preliminari del Tribunale, Micaela Raimondo, ha inflitto 2 anni e 8 mesi di reclusione a carico di Angelo La Cognata, 35 anni, di Licata, arrestato il 19 giugno del 2020 perché sorpreso, nei pressi di un bar, in possesso di oltre 1 chilo di cocaina. Lui gettò a terra l’involucro per disfarsene, ma i poliziotti se ne accorsero e lo arrestarono.

Il sindaco di Alessandria della Rocca, in provincia di Agrigento, Giovanna Bubello, ha revocato le dimissioni da sindaco già protocollate lo scorso 3 giugno. La stessa Bubello spiega: “Prendendo atto della rinnovata fiducia manifestata da un consistente numero di consiglieri comunali, e della vicinanza di molti alessandrini, comunico la revoca delle dimissioni. Confidando nella collaborazione della giunta e di tutti i dipendenti del Comune mi impegno a portare avanti il mandato con determinazione e nel rispetto della legalità, perseguendo non interessi particolari ma il bene di tutta la collettività”.

La Corte d’Appello di Palermo, confermando la sentenza emessa dal Tribunale di Agrigento il 10 giugno del 2020, ha inflitto 3 anni e 6 mesi di carcere a carico di Sinziana Maria Cutitariu, 21 anni, arrestata in flagranza di reato il 2 marzo del 2017 ad Agrigento, in piazzale Rosselli dove, insieme al marito, Elvis Betean, 33 anni, già condannato definitivamente a 3 anni di reclusione, avrebbe aggredito un uomo di 56 anni, colpendolo con dei pugni al volto, e gli avrebbe rapinato il borsello con dentro 5 banconote da 100 euro. L’uomo, sanguinante al viso, corse subito verso la vicina Questura, lanciò l’allarme, i poliziotti inseguirono e arrestarono la coppia. La donna, ristretta ai domiciliari, è fuggita pochi giorni dopo, e da allora è latitante.

La città di Agrigento e la manutenzione delle strade: il dirigente comunale Gaspare Triassi è stato ascoltato dalla Commissione lavori pubblici. Triassi ha spiegato: “Per eliminare le condizioni di pericolosità delle strade della città, per le quali è già pronto un dettagliato elenco, servirebbero almeno 7milioni di euro, ma, di anno in anno, se ne inseriscono in bilancio circa il 7%, ovvero 500mila euro, del tutto insufficienti e quindi utilizzati solo per situazioni particolarmente urgenti. Si interviene solo per tappare qualche buco, comprare qualche transenna o limitare i potenziali danni. Tra l’altro, gli stanziamenti del bilancio sono generalizzati e non possono riguardare singole strade qualora vi fosse l’esigenza di un intervento urgente. In tal caso è necessaria la stesura di un progetto che poi potrà essere finanziato con fondi esterni o comunali”.