Home / Articoli pubblicati daRedazione Ag (Pagina 195)

A Realmonte i Carabinieri hanno denunciato alla Procura di Agrigento, a piede libero, un uomo di 46 anni e una sua conoscente, una casalinga di 42 anni, per le ipotesi di reato di maltrattamenti e lesioni personali. I due avrebbe più volte picchiato a schiaffi e pugni, e insultata e offesa, la moglie di lui, una casalinga di 49 anni, costretta spesso a ricorrere al pronto soccorso dell’ospedale di Agrigento. Lei, esasperata, li ha denunciati ai Carabinieri. E’ stato subito attivato l’iter del cosiddetto “codice rosso” a tutela della donna.

La figlia di Totò Cuffaro, Ida, ha superato gli esami scritti di magistratura. Dei 3.797 candidati che si sono presentati l’estate scorsa per sostenere le prove scritte, sono stati ammessi all’orale solo in 220 su 310 posti disponibili. E Cuffaro commenta: “Io sono molto orgoglioso della scelta di mia figlia, perché testimonia la grande e ostinata fiducia che mia figlia ha nella giustizia, d’altronde come la mia. E ritengo che la scelta di Ida sia la sconfitta della mia sconfitta. Io condivido pienamente la scelta di mia figlia di volere fare il magistrato perché è la cosa più bella che potesse fare, una scelta di legalità. Io so che lei non vorrebbe che io ne parlassi, non ama stare al centro dell’attenzione”.

A Realmonte, al Municipio, nell’aula consiliare, si è svolta la cerimonia di conferimento della cittadinanza onoraria al Colonnello Vittorio Stingo, comandante provinciale dei Carabinieri di Agrigento, al Maggiore Marco La Rovere, comandante della compagnia dei Carabinieri di Agrigento, ed al Luogotenente Antonio Ditto, comandante della Stazione dei Carabinieri di Realmonte. Il sindaco di Realmonte, Sabrina Lattuca, spiega: “L’attribuzione di queste cittadinanze onorarie esprime la riconoscenza di tutti i cittadini di Realmonte per il prezioso e fattivo contributo manifestato in occasione dell’atto vandalico dell’imbrattamento con vernice rossa della marna bianca a Scala dei Turchi lo scorso 8 gennaio. Il solerte impegno dei militari dell’Arma ha in tempo record chiuso l’attività investigativa, con il fermo dell’autore dello scempio. Inoltre, sono stati consegnati riconoscimenti agli uomini e donne del Servizio civile e ai giovani volontari che, con gli Amministratori locali del Comune di Realmonte, hanno subito ripulito la marna, restituendo al sito della Scala dei Turchi, di interesse comunitario, la bellezza di sempre”.

A Lampedusa una mano ignota ha squarciato tutte e quattro le ruote dell’automobile di Attilio Lucia, responsabile della Lega a Lampedusa, candidato al consiglio comunale di Lampedusa, nella lista “L’alternativa c’è” a sostegno del candidato a sindaco, Filippo Mannino, in occasione delle elezioni Amministrative del 12 giugno. E’ stata sporta denuncia ai Carabinieri. Attilio Lucia ha commentato: “E’ un episodio increscioso, legato con tutta probabilità alla mia candidatura al Consiglio comunale, perché mai prima d’ora, nonostante il mio impegno politico attivo degli ultimi anni a sostegno dell’isola, mi era mai successa una cosa del genere”.

Nell’ambito di controlli sul gioco illecito effettuati dai funzionari ADM di Palermo e di AGRIGENTO con la collaborazione dei militari dell’Arma dei Carabinieri di Ravanusa sono stati trovati in un bar 2 apparecchi da intrattenimento con vincita in denaro, cosiddetti “new slot”, privi dei nulla osta di esercizio e del collegamento alla rete telematica che consente la registrazione delle giocate e il calcolo dell’imposta dovuta all’Erario. I verificatori, oltre al sequestro delle macchinette e all’applicazione della sanzione di 100.000 euro, hanno proseguito controllo piu’ approfonditi di natura fiscale, mediante la lettura informatica delle schede di gioco contenute all’interno delle slot, riscontrando un’evasione d’imposta dovuta per 2.762.680 euro che verra’ contestata dall’ufficio competente. Negli altri esercizi sono stati sequestrati 10 personal computer, utilizzati per il collegamento a siti internet esteri che offrivano giochi da casino’ online non autorizzati. Il risultato delle verifiche ha determinato sanzioni per un totale di 650.000 euro, oltre all’Imposta Unica evasa che verra’ calcolata successivamente.

(ANSA)

Si è trattato di un controllo straordinario del territorio svolto nelle giornate scorse dal Commissariato di Licata, guidato dal vice Questore dott. Cesare Castelli, unitamente al Reparto Prevenzione Crimine di Palermo ed alla Sezione Polizia Stradale di Ag, in quel Comune.

11 posti di controllo, 184 persone identificate e controllate (tra i quali diversi pregiudicati), 104 veicoli controllati, 20 contravvenzioni per violazioni al codice della strada, 1  veicolo sottoposto a fermo amministrativo. Inoltre, sono stati controllati 14 soggetti sottoposti alle misure alternative alla detenzione e misure di sicurezza e di prevenzione e sono stati effettuati 5 controlli presso pubblici esercizi con particolare attenzione al fenomeno della illegale cessione di sostanze stupefacenti ed alla vendita di bevande alcooliche a minorenni e persone in evidente stato di ebbrezza alcoolica.

Infine, nel corso della predetta attività  di controllo del territorio le pattuglie hanno fermato e controllato anche due conducenti di veicoli che risultavano sprovvisti della patente di guida. In particolare, un trentenne licatese guidava il veicolo senza aver mai conseguito la patente e peraltro con recidiva poiché già sanzionato in passato. Pertanto, il predetto veniva denunciato alla A.G. poiché resosi responsabile di guida senza patente, con reiterazione nel biennio nonché segnalato come assuntore di sostanze stupefacenti in quanto trovato in possesso di una dose di hashish.

Il solo nome della Rupe Atenea rievoca mitologia ed epicità. La Rupe è l’altro colle di Agrigento, una landa che ci offre il più bel panorama sull’intera città, un sito pregno di storia e antichi reperti.

Il nostro percorso ci permetterà di conoscere, in maniera del tutto inedita, le strutture ipogeiche, tra camere e cunicoli e i resti delle millenarie strutture risalenti all’insediamento greco. Beniamino Biondi racconterà le ipotesi di un cimitero ancestrale e le vicende dell’antico poligono di tiro, abbandonato tra ferrami e natura spontanea.

Infine faremo visita alla più curiose tra le ville della città, proprio in cima all’altipiano, con quel fascino misterioso tipico delle perle abbandonate, che negli anni ha prodotto numerose leggende popolari.

Riti antichi, miti ancestrali, vicende della storia e risonanze dello spirito: ecco la Rupe Atenea. Armatevi di scarpe da ginnastica e diventate parte di questa nuova esperienza.

INFORMAZIONI E PRENOTAZIONI contattando il numero 3490642732 anche su WhatsApp.

La Funzione Pubblica CGIL di Agrigento scrive al Prefetto
chiedendo formalmente l’attivazione della procedura di raffreddamento così come previsto  dalla legge 146/90. “Ieri pomeriggio a Canicattì’, su iniziativa della segreteria provinciale FP CGIL –  dichiara il coordinatore provinciale Pietro Aquilino – si è svolto un incontro che ha visto la partecipazione della quasi totalità di dipendenti in servizo presso i Comuni del Distretto socio sanitario D3 di canicattì, addetti alle attività di sostegno al reddito ed alla realizzazione di progetti PON e Pal finanziati con i fondi europei ministeriali.
Durante gli interventi è venuta fuori una grande amarezza per il rischio che si corre la comunità di vedersi privata dai servizi essenziali ed irrinunciabili per un numero sempre maggiore di cittadini. C’è anche la preoccupazione relativa alla mancata prosecuzione dei contratti che scadono il 30 giugno prossimo, lamentando il perdurare fermo amministrativo che provoca ritardi nella formulazione degli atti propedeutici alla prosecuzione.
Alla fine degl iinterventi, con votazione unanime è stato deciso di proclamare lo stato di agitazione e ove fosse necessario di non escludere ulteriori e più incisive forme di protesta”.

Torna in tv la Costa del Mito: la Valle dei Templi, la Scala dei Turchi e Bovo Marina sono le mete turistiche scelte per una nuova puntata di “Giusina in Cucina“, programma televisivo che va in onda su Food Network e sui canali Discovery.  In questi giorni, prosegue l’avventura di Giusi Battaglia, esperta di comunicazione e giornalista, tra piatti prelibati e paesaggi siciliani mozzafiato, per raccontare uno dei tratti di costa più belli della Sicilia sud occidentale e altre portate golosissime e soprattutto veraci. La troupe  concluderà le riprese domenica prossima, assistita dalla Valle dei Templi Film Commission.   “Questa è l’ennesima dimostrazione- afferma il regista  Marco Gallo, responsabile della Valle dei Templi Film Commission  –  che il nostro territorio sta crescendo moltissimo. Con l’evento Agrigento Cooking Show abbiamo avuto l’opportunità di conoscere Giusina e di supportare come Film Commission la sua produzione durante le riprese nelle nostre location. Stiamo lavorando in questi mesi con l’obiettivo di agevolare anche le nostre maestranze all’interno di produzioni esterne, con l’obiettivo duplice di agevolare le produzioni e di offrire nuove opportunità di sviluppo a chi lavora nel settore e crea prodotti audiovisivi”.