Home / Articoli pubblicati daRedazione Ag (Pagina 192)

Il “Benefit Concert 2“, è in programma presso la chiesa SS. Pietro e Paolo Apostoli di Palermo, domani, 8 giugno, e vuole trasmettere attraverso la sua musica, il canto e la danza, un segnale di speranza e di pace che possa risollevare gli animi donando un sorriso a chi ascolta.
Con la direzione artistica e musicale di Salvatore Petrotto, il concerto vedrà esibirsi artisti del territorio che spazieranno tra le eterne melodie della musica classica e leggera, ma non meno potenti del jazz, del new age e del tango argentino. Stili diversi di buona musica uniti in un unico abbraccio per una lodevole causa sociale.La BachStringOrchestra diretta dal Maestro Michele La Cagnina accompagnerá il violino solista e cantante Salvatore Petrotto, fondatore della stessa, in una performance unica.
Ospiti della serata: Claudia Piraino e Katia Randazzo (danze orientali), Fabio La Barbera (vice campione del mondo over 30 per tango argentino)insieme a Letizia Sardina, Serena Visconti e Martina Scibetta (ballerine classico e neoclassico) e la regista Simona D’Angelo che intepreterà una poesia di Alfredo Gilè. Presenta Maria Rosa Caldarella.
L’intero incasso della serata, a donazione volontaria, sarà devoluto totalmente alla Caritas parrocchiale della Chiesa SS. Pietro e Paolo di Palermo.

Come pubblicato, all’aeroporto di Lampedusa è stato sequestrato preventivamente, per varie inadeguatezze e su disposizione della Procura di Agrigento, il deposito di carburante aereo. In proposito interviene preoccupato il sindaco, Totò Martello, che afferma: “Proprio in un momento nel quale le attività economiche e commerciali stanno faticosamente iniziando a risollevarsi dagli effetti della pandemia, è inaccettabile che l’isola di Lampedusa non possa contare sulla piena operatività dei servizi aeroportuali. Non entro nel merito delle motivazioni che hanno portato al sequestro, ma da sindaco ho il dovere di tutelare la mia comunità: chiedo dunque a tutte le Autorità interessate di attivarsi immediatamente, ognuno nel proprio ambito di competenza, per trovare una soluzione e garantire ai nostri concittadini ed ai turisti che arrivano nelle Pelagie tutti i servizi essenziali legati alla mobilità ed alla sicurezza sanitaria”.

Con bando ritualmente pubblicato, nell’agosto 2020, il Comune di Grotte aveva indetto una procedura selettiva pubblica, per soli titoli, per la copertura di un posto di Istruttore Direttivo Contabile Cat. D,Pos. Ec. D1, a tempo pieno e indeterminato, conclusasi lo scorso febbraio 2021 con l’approvazione della graduatoria definitiva.

Tale graduatoria veniva impugnata dalla partecipante M. L., collocatasi alla 18^ posizione, per una presunta illegittima attribuzione, ad alcuni partecipanti, di un doppio punteggio per lo stesso titolo di studio già richiesto dal bando per la partecipazione al concorso, ovvero sia la laurea magistrale che la laurea triennale; doppio punteggio, di contro, non attribuito alla stessa, analogamente in possesso di una laurea triennale e di una laurea magistrale.

Con il medesimo ricorso, inoltre, veniva censurata, dalla dott.ssa M.L., l’erronea valutazione del secondo titolo a due partecipanti, trattandosi di lauree asseritamente non pertinenti al posto messo a concorso.

Si costituiva in giudizio il Comune di Grotte, con il patrocinio dell’Avvocato Girolamo Rubino, per resistere al ricorso e ribadire la piena legittimità dell’operato dell’amministrazione comunale e della Commissione insediatasi per l’espletamento della procedura selettiva.

In particolare, secondo la tesi difensiva dell’Ente, trattandosi di due diversi titoli di laurea (laurea magistrale e laurea triennale) associati a percorsi di formazione differenti, era stato correttamente attribuito, dalla Commissione di gara, l’ulteriore punteggio in favore di quei candidati cheavevano dichiarato il possesso di altro titolo di studio in aggiunta a quello di accesso, ed altrettanto correttamente era stata valutata alla ricorrente una sola laurea, avendo la stessa omesso di autocertificare – come invece espressamente previsto dal bando – il possesso di tale ulteriore titolo asseritamente posseduto e non essendoil curriculum vitae,dalla stessa allegato, munito di dichiarazione sostitutiva ex artt. 46 e 47 D.P.R. 445/2000.

Quanto invece al contestato punteggio relativo alla seconda laurea posseduta dagli altri partecipanti, – secondo il difensore del Comune di Grotte, l’avv. G. Rubino – nessun rilievo avrebbe potuto assumere la pertinenza o meno di titoli posseduti dagli altri partecipanti rispetto al posto messo a concorso, avendo previsto, il bando, solamentela valutazione di un“secondo titolo equivalente” a quello previsto per la partecipazione al concorso ossia, dunque, di livello universitario; senza null’altro richiedere ai fini valutativi.

Infine – rilevava la difesa del Comune – la sospensione dei provvedimenti impugnatirichiesta dalla ricorrente con il ricorso, non avrebbe arrecato alla stessa alcun un immediato beneficio mentre, di contro, avrebbe cagionato un grave pregiudizio in capo all’Amministrazione che si sarebbe vista privata della possibilità di avvalersi nell’immediato di un’unità di personale.

All’udienza celebratasi il 19 maggio 2021, il difensore della ricorrente ha rinunciato alla domanda cautelare presentata.

Pertanto, nelle more della definizione del giudizio di merito, il Comune di Grotte potrà adottare gli atti conclusivi della procedura concorsuale volta alla copertura di un posto di Istruttore Direttivo Contabile Cat. D,Pos. Ec. D1.

Ad Agrigento, in occasione della 18esima “Giornata del Giardino, il Garden Club Valle dei Templi, presieduto da Romina Mancuso, in collaborazione con il Museo Diocesano di Agrigento, ha inaugurato i “Giardini del Vescovo” nel Palazzo Arcivescovile. Il primo giardino risale al vescovado di Francesco Trahina, tra il 1627 e il 1651, con alberi di ulivo e di mandorlo, nonché svariate piante aromatiche e ornamentali. Il giardino ha ospitato nel 1993 Santo Giovanni Paolo secondo che alle prime luci dell’alba vi si recò per la riflessione personale, prima dello storico “grido” contro la mafia nella Valle dei Templi. Il secondo giardino è legato alla storia del Vescovo Andrea Lucchesi Palli che durante i lavori di ampliamento del Palazzo arcivescovile ne curò la realizzazione assegnandolo ai Padri Redentoristi. Il direttore dell’Ufficio Beni culturali ed ecclesiastici della Curia, don Giuseppe Pontillo, afferma: “I Giardini ecclesiastici, oltre ad essere luoghi rappresentativi, sono indispensabili anche per accompagnare la preghiera, per accogliere attività ludico-ricreative incentrate sul benessere psicofisico e sul miglioramento della qualità della vita della persona”.

Il coordinamento provinciale di ItalExit di Agrigento, coordinato da Antonio Damaso, ha organizzato dei gazebo informativi che si svolgeranno il prossimo 13 giugno a Favara, e il 20 giugno a Canicattì. Lo stesso Damaso afferma: “La nostra azione nasce da una duplice consapevolezza: la prima è che i partiti politici tradizionali hanno smarrito, sia in campo nazionale che internazionale, il senso di responsabilità nei confronti di chi vive il nostro territorio, diventato difficile sotto ogni punto di vista. La seconda è che il nostro territorio, come in quasi tutto il Mezzogiorno, vive situazioni di grande degrado socio-economico tali da consentire al sistema politico di infiltrarsi agevolmente e creare rapporti di tipo feudale, impedendo così di superare il fenomeno del clientelismo e della corruzione. Noi vogliamo dire basta a tutto questo e vogliamo credere che si può cambiare, vogliamo credere che possiamo ancora farcela”.

Ad Agrigento, in video-conferenza, si è svolta la cerimonia di premiazione della prima edizione del Premio letterario nazionale “Modello Camilleri per giovani scrittori”. La giuria ha scelto i quindici migliori racconti provenienti dalle due diverse categorie, tra Scuole secondarie di primo e secondo grado, su trenta elaborati, organizzati in una raccolta e pubblicati a cura degli organizzatori. Ai primi tre classificati di ciascuna categoria sono stati assegnati tablet, computer e una targa di partecipazione al concorso e il merito riconosciuto. Il Liceo “Politi” vanta 8 studenti nella classifica dei primi 15, di cui due sul podio. Gli otto sono Manuel Miccichè, Federica Volpe, Marco Vinciguerra, Giada Bonomo, Alba Mula, e Gabriele Butticè. I due sul podio sono , invece, Stefano Lombardo del “Politi”, terzo, Ludovico Simone del Liceo “Empedocle” di Agrigento, secondo, e primo Luca Gambino, anche lui del “Politi”.

Il presidente nazionale di Assoturismo Confesercenti, l’agrigentino Vittorio Messina, invita il sindaco di Agrigento, Franco Miccichè, a seguire l’esempio del sindaco di Noto, che ha sospeso per il 2021 il pagamento della tassa di soggiorno. Vittorio Messina afferma: “L’abolizione della tassa di soggiorno per il 2021 sarebbe un segno concreto per la ripartenza turistica attesa dopo l’emergenza sanitaria, perché renderebbe più appetibili le locali turistiche. La decisione, presa dalla giunta comunale di Noto, va in questa direzione nonostante la città si proponga come una delle mete privilegiate del turismo isolano”.

Carmelo Lucera e Roberta Tortorici raccontano questa nostra terra partendo da ciò che sappiamo ma talvolta dimentichiamo: nostre le origini

Un piatto di “spaghettoni fatti con farina di semola di grano duro e conditi con la colatura di alici, uova di pesce San Pietro e la ricotta di capra giurgintata” che Alfonso Sanfilippo, proprietario de “Il Re di Girgenti” definisce “forte legame con il territorio”.

Il ritmo e il racconto della canzone “Milli culura” dei Quartet Folk che di per sé racconta la nostra terra.

E poi il mare, il grano dorato, la tradizione dei pescatori, il giallo e l’arancio degli agrumi baciati dal sole e ancora le bellezze della nostra terra: il centro storico, i monumenti, la magnificenza dei Templi e i nostri artigiani.

Il tutto racchiuso nel video magistralmente prodotto da Carmelo Lucera e Roberta Tortorici di Arte Ventuno per “Il Re di Girgenti” e in gara nel contest ideato e diretto da Marco Gallo dal titolo “Agrigento Cooking Show”.

Storia e tradizioni, colori e profumi della nostra terra raccontati con un ritmo ineguagliabile in un video che riesce a tramutare ogni immagine in un’emozione e a tenere lo spettatore incollato allo schermo fino all’ultima scena, quando il piatto di spaghettoni attraversa la sala de “Il Re di Girgenti” passando attraverso gli usi e i costumi della nostra terra fino a essere servito su una tavola imbandita che si affaccia sulla Valle dei Templi.

Il video offre una panoramica “made in Agrigento” che non si ferma semplicemente alle immagini.

Un capolavoro che Arte Ventuno “regala” alla città e agli agrigentini perché non può esserci vetrina migliore del racconto della storia di una terra, delle tradizioni del suo popolo.

Si può votare, c’è tempo fino a martedì 15 giugno, il video prodotto da Arte Ventuno direttamente sulle pagine social (Facebook e Instagram) del contest “Agrigento Cooking Show”.

Mettere un “mi piace” è poca cosa, condividere e promuovere Agrigento in rete è ben altra!

 

 

Michail Speciale, quarantaseienne di Partinico (Palermo), originario di Alcamo in provincia di Trapani, lunedì, 7 giugno, partirà per un’impresa sportiva promossa da Associazione ciclabili siciliane, AIDO Sicilia e AIDO Nazionale: un percorso in bici lungo tutta la costa della Sicilia. Per questo motivo l’iniziativa, nonostante si svolga su terraferma,  è stata battezzata “Periplo”, riecheggiando il significato etimologico del termine di “circumnavigazione di un’isola”.

Con il noto triangolo rosso con le punte arrotondate, simbolo di AIDO, sulla pettorina, Michail pedalerà per più di 1.000 km lungo le nostre bellissime coste per promuovere un messaggio dotato di altrettanta bellezza: la donazione di organi, tessuti e cellule attraverso il linguaggio universale dello sport.

Il viaggio del ciclista Speciale, che si innesta nella campagna nazionale dell’Aido “il percorso di un si “ , fatto di tante piccole e grandi iniziative tese, in modi diversificati, a fare germogliare e radicare la cultura della Donazione, prevede nove tappe:

Prima tappa del Periplo sarà Partinico – Mazara del Vallo, il 7 giugno; a seguire,  l’8 con Mazara-Licata, il 9 con Licata-Avola, il 10 con Avola – Riposto, l’11 con Riposto – Barcellona Pozzo di Gotto, il 12 con Barcellona Pozzo di Gotto – Cefalù, per concludersi, infine, il 13 giugno, con Cefalù – Partinico.

Un’impresa che  nasce in solitaria, ma con l’obiettivo di raccogliere compagni di viaggio direttamente sul percorso, aggregando chiunque voglia condividere con lui un tratto di strada unitamente all’importantissimo messaggio di cui Michail Speciale è portavoce: è essenziale  dire Si alla Donazione perché ci sono oltre 8.000 persone in attesa di trapianto che ripongono la fiammella della speranza in quel Si che dà significato di vita alla morte.

A pedalare con Michail, seppure solo in senso metaforico, suo padre, deceduto in attesa di trapianto; con lui aveva programmato il viaggio che oggi dedica alla sua memoria. Da lui eredita l’impegno per il sociale e la consapevolezza dell’importanza della cultura della donazione di organi, tessuti e cellule.

“L’impresa  del  Periplo  per AIDO – confida Michail – partì da un’idea di mio  padre,  da  sempre  impegnato  nell’ambito  del sociale, deceduto nel 2018, in lista d’attesa per il trapianto di reni a causa di una complicanza della sua grave malattia renale. Oggi rendo finalmente reale questo progetto finora incompiuto. Sono orgogliosamente iscritto  all’AIDO dal 2015. Con questo  giro vorrei sensibilizzare  le persone alla tematica della donazione di organi, tessuti e cellule e portare più sottoscrizioni all’Associazione”.

Così Paola Pisciotta, Presidente del Consiglio Regionale AIDO Sicilia, che, a Licata, riceverà Speciale presso l’Aula Consiliare del Palazzo di  città, alla presenza delle Istituzioni: “Un grazie commosso e pieno di affetto a Michail Speciale   che,   con   il   Periplo,   arricchisce   la   cultura   della   donazione   di   organi,   tessuti   e   cellule   di un’esperienza dall’alto valore sportivo e dall’indubbio spessore umano. AIDO Sicilia, grazie all’impegno di tutti i volontari sul territorio, sta vivendo un momento bellissimo, ricco di iniziative per la cultura della donazione. I dati confermano questi risultati e sono il frutto del lavoro di tutti gli operatori della Rete, a partire dal CRT Regionale, dai Coordinatori Locali, dalle strutture ospedaliere, dall’Assessorato alla Salute della Regione Sicilia, fino alla nostra AIDO, prima fondamentale cellula del sistema.”

Paola Pisciotta, ha ricordato il trend positivo dell’attività di donazione (+14%) e trapianto organi (+15%) nonostante la pandemia da Covid-19, e l’abbassamento del tasso delle opposizioni alle donazioni (45,2% contro il 49,6% dell’anno precedente) che elegge la Sicilia  seconda Regione italiana con il miglior risultato differenziale in termini percentuali, ma ha sottolineato che il tasso delle opposizioni, è ancora troppo alto.

“La Sicilia – ha affermato orgogliosamente –  è l’unica realtà meridionale ad aver migliorato la propria situazione nel 2020. Non solo, la Regione è anche stata teatro del primo trapianto   di   utero   in   Italia,   effettuato   su   una   donna   di   30   anni   al   centro   trapianti   del   Policlinico   di Catania, in collaborazione con l’azienda ospedaliera Cannizzaro, e di uno dei primi trapianti da donatore positivo al Coronavirus, anche questo eseguito su una donna, all’ Ismett di Palermo. I dati sotto la media nazionale ci danno lo sprono a fare sempre di più e sempre meglio e i trend positivi ci confermano che stiamo lavorando tanto e bene”.

Dire Si alla Donazione significa compiere un concreto gesto di solidarietà e d’Amore generoso verso il prossimo, riaccendere la speranza in coloro per i quali il trapianto rappresenta l’ultima chance per continuare a vivere o per migliorare la propria qualità di vita. Basta un si, un semplice importantissimo, essenziale Si alla Donazione per dare significato di vita alla morte. Dire No significa recidere ineluttabilmente quel filo a cui è appesa la vita di 8.000 persone in trepidante attesa di un Si.

L’impresa può essere seguita sul sito www.aido.it e sui social di AIDO Nazionale (Facebook@Aido.odv e Instagram @Aido_nazionale) e sui mezzi di comunicazione di AIDO Sicilia (sito Facebook@Aido Regionale Sicilia e Instagram @aidosicilia) e delle AIDO locali. #seguiilmioSì #ilpercorsodiunsì#aido #aidosicilia #hykkara_bike_Carini #ciclabilisiciliane

Oggi si registra un altro passo verso il ritorno alla normalità con l’allentamento del coprifuoco che da stasera slitta dalle 23 alla mezzanotte. Un’ora in più che rappresenta sicuramente una boccata d’ossigeno per persone e categorie di lavoratori che hanno atteso mesi questo momento. E dal 21 giugno, con l’Italia che a meno di sorprese dovrebbe passare tutta in zona bianca, il coprifuoco sarà abolito.

Sono quattro le Regioni che oggi si sono svegliate in zona bianca: Veneto, Abruzzo, Liguria e Umbria, che si aggiungono a Molise, Friuli Venezia Giulia e Sardegna, e fanno salire da oggi a sette il numero delle Regioni a minor rischio Covid.