Home / Articoli pubblicati daRedazione Ag (Pagina 191)

Domenica 9 maggio alle ore 10.00, nella Basilica Cattedrale di Agrigento,  avrà luogo la Santa Messa con la cerimonia di Beatificazione del Servo di Dio Rosario Angelo Livatino, presieduta dal card. Marcello Semeraro, Prefetto della Congregazione delle Cause dei Santi.

La Celebrazione si svolgerà nel rispetto delle misure per il contrasto e il contenimento della pandemia, secondo quanto previsto dal Protocollo del 7 maggio 2020 circa la ripresa delle celebrazioni con il popolo, integrato con le successive indicazioni del Comitato tecnico-scientifico.

L’ingresso in Cattedrale sarà pertanto riservato a una rappresentanza di vescovi, presbiteri, religiosi, autorità, familiari e fedeli, che disporranno di apposito pass.

La Celebrazione sarà trasmessa in diretta su Rai 1.

 

Già dalle scorse ore, la notizia della positività del parroco della chiesa Itria di Favara, ha inculcato paure nei fedeli “praticanti” di quella dimora di Dio.
Molti sono, oggi, i timori dei fedeli resosi colpevoli di aver presenziato al sacramento delle cresime, avvenuta qualche giorno prima della comunicazione di positività del prete.
Ed ecco, oggi 14 aprile 2021, la frittata è fatta! I primi tamponi “rapidi” sono positivi, almeno tre, tutti partecipanti alla santa consacrazione, sarà stato un caso o una semplice fatalità – a noi non spetta dirlo.
Per certo è che Don Calogero è stato presente nella sua chiesa fino a venerdì, saltando di fatto le celebrazioni di sabato.
Nelle prossime ore, non si esclude che il numero dei positivi, collegati a questa dimostrazione di fede, possa aumentare.
Bruno Cassaro

Nella regione del Baden-Württemberg a Pforzheim situata nel sud della Germania, nasce un negozio italiano chiamato “La Trinacria Feinkost”, da un’idea di Francesco Salamone cittadino agrigentino dalle origini favaresi.

La Trinacria Feinkost non è la classica bottega italiana all’estero, ma un vero e proprio punto di ritrovo per tutti gli italiani in Germania, dove è possibile trovare qualsiasi cosa un italiano lontano da casa possa desiderare. Grazie alla formula adottata dal titolare Francesco, La Trinacria racchiude in un all in one, una bottega di prodotti italiani, prodotti tipici siciliani come olive, formaggi, olio d’oliva e vini, ma anche un banco salumeria e salsicceria, una rosticceria, una pasticceria, una pizzeria da asporto e un angolo dedicato al pane siciliano.

Ovviamente i prodotti più ricercati sono i classici prodotti che ognuno quando torna in Italia non vede l’ora di andare a comprare nel primo bar vicino casa, ovvero arancine, tavola calda, cannoli siciliani, cassate siciliane e pasticceria varia, la salsiccia classica e al finocchietto e le torte in stile italiano realizzate con passione dalla moglie del titolare Gisella, che con il suo supporto è diventata la spalla perfetta per aiutare così Francesco rendendo la Trinacria un vero e proprio locale a “gestione familiare”. Il locale italiano fin da subito ha riscosso grande successo tra migliaia di italiani emigrati in Germania, ma anche tra i cittadini tedeschi stessi.

Francesco ci racconta, che il “segreto” del suo locale è stato il grande rispetto per le ricette, tramandate di generazione in generazione, unito a una grande dose di passione e l’utilizzo di materie prime di ottima qualità e tutte provenienti dall’Italia, che hanno così permesso di mantenere fede al gusto originale del made in italy. Francesco ha sempre utilizzato lo “slogan” nelle sue ormai famose dirette e video con migliaia di visualizzazione tra la comunità italiana in Germania “La Trinacria un pezzo di Sicilia in Germania”, proprio per questa voglia di far dimenticare ai propri clienti di trovarsi  a 2000 km dalla nostra amata terra. Gli attestati di stima non sono tardati ad arrivare, e leggendo le varie recensioni sulle pagine della Trinacria online, si evince come proprio la maggior parte dei complimenti fatti, si riferiscano al fatto di sentire “odori e sapori di casa” quando si mette piede nel locale di Francesco, che oltre che coordinare tutto con molta passione, accoglie ogni cliente con il classico calore che solo un vero italiano riesce a trasmettere.

La Trinacria dopo il successo ottenuto in quasi tutta la regione, dato che giornalmente arrivano clienti disposti a percorrere anche grandi distanze, pur di far tappa nel locale di Francesco, si è affacciata anche alla distribuzione dei propri prodotti, portando così le proprie specialità in locali molto conosciuti situati un pò in tutta la regione, come centri commerciali, bar, ma anche gelaterie e pescherie. In questo modo, i nostri prodotti ci racconta Francesco, sono più semplici da trovare per tutti gli italiani, il nostro marchio è diventato ormai un vero e proprio brand, e i nostri clienti continua Francesco ogni qual volta hanno modo di venirci a trovare ci pregano di aprire altre sedi più vicine e comode a loro, ma praticamente dovremmo aprire altre 30 sedi per accontentare tutti, e ovviamente non potremmo accontentare tutti, ma è in programma di aprire altre sedi nella regione.

Le dimostrazioni di affetto e stima che manifestano giornalmente i nostri clienti, non possono che renderci orgogliosi e felici per quello che abbiamo realizzato, e soprattutto da italiano innamorato della propria terra la più grande soddisfazione è stata quella di portare quasi fisicamente un pezzo di Sicilia in Germania.

Il vice presidente del Codacons di Agrigento, Giuseppe Di Rosa, annuncia che gli sono giunte foto e segnalazioni di nuovi impianti pubblicitari installati in città. Di conseguenza Di Rosa aggiunge di avere presentato una richiesta di accesso agli atti richiedendo copia dell’eventuale bando, e di tutte le eventuali autorizzazioni rilasciate. Di Rosa paventa che non vi è nessun bando e nessuna autorizzazione.

Il coordinatore provinciale del Dipartimento Giustizia dell’Udc di Agrigento, Giovanni Umile, esprime rammarico e preoccupazione per il ritardo nelle vaccinazioni contro il covid nel settore della Giustizia in provincia di Agrigento. Umile afferma: “Bisogna accelerare il piano vaccinale per gli addetti ai lavori di tale settore, tra magistrati, avvocati e personale, in quanto svolgono un servizio essenziale ed imprescindibile, consentendo loro di potere accedere nelle Aule di Giustizia in totale sicurezza anche attraverso l’istallazione di impianti di aerazione adeguati”.

I Carabinieri hanno arrestato V L, sono le iniziali del nome, 43 anni, di Agrigento, allorchè, armato di una grossa spranga di ferro, al confine tra Grotte e Racalmuto, ha aggredito e colpito in strada l’ex moglie e l’ex cognato. L’arresto è stato convalidato ed all’aggressore è stato imposto il divieto di avvicinamento e di comunicazione con la persona offesa. Sono stati alcuni testimoni dell’aggressione ad allarmare i Carabinieri telefonando al 112. La donna è stata trasferita al Policlinico di Palermo per un intervento chirurgico di ricostruzione maxillo-facciale. Il fratello di lei ha subito diversi punti di sutura all’ospedale di Agrigento per un trauma cranico.

La Cassazione ha confermato che la discarica di Siculiana della famiglia Catanzaro non doveva essere sequestrata per una serie di ipotesi di reati ambientali. La Corte ha dichiarato inammissibile il ricorso della Procura di Agrigento contro la decisione del Tribunale del Riesame che lo scorso settembre ha dissequestrato l’impianto. Il provvedimento di sequestro risaliva al 6 luglio del 2020. Secondo la Procura, la discarica e l’impianto di contrada Matarano, gestiti dalla Catanzaro Costruzioni, avrebbero violato una serie di norme tecnico-amministrative con pesantissime ricadute sul territorio: inquinamento del suolo e delle acque, con gravi rischi per l’ambiente e per la salute pubblica.

Ancora droga sulle spiagge siciliane. A Castelvetrano, in provincia di Trapani, su segnalazione di un cittadino, i Carabinieri hanno rinvenuto sulla spiaggia della frazione di Triscina un involucro in cellophane, parzialmente deteriorato, contenente 5 panetti di hashish per un peso complessivo di 750 grammi circa. Tutti i panetti sono provvisti di etichetta cartacea, riportante la scritta “top” e l’immagine di una foglia di marijuana, ed imballati nello stesso modo di quelli contenuti nei più consistenti pacchi di droga spiaggiati e trovati recentemente. Il carico venduto al dettaglio avrebbe fruttato circa 6mila euro. La droga è stata sequestrata.

In base al report del Centro Uil Servizio, Lavoro, Coesione e Territorio, ad Agrigento i cittadini pagano la tari, la tassa sui rifiuti, che risulta la quarta più cara d’Italia. Secondo l’analisi delle bollette pagate in media da una famiglia con 4 componenti, in possesso di un’abitazione di 80 metri quadri e un reddito Isee di 25 mila euro, ad Agrigento si è pagato nel 2020 469 euro. Peggio di Agrigento solo Trapani, Crotone e Benevento. Basti pensare che a Brescia si pagano solo 189 euro. Ogni commento è superfluo. Peraltro ad Agrigento non è effettuato il servizio di scerbatura. La città è assediata dalle sterpaglie. Ad esempio il vicolo Picone e la scala che congiunge la via Picone alla via Giovanni 23esimo non sono più attraversabili dai pedoni.

Al fine di supportare le famiglie con bambini di età compresa nella fascia di età da 0 a tre anni, mediante l’abbattimento delle spese per retta scolastica, l’Amministrazione comunale rende noto che intende garantire, anche per l’anno scolastico 2021/2022,  l’inserimento gratuito presso le strutture degli asili nido comunali.

 Le iscrizioni, per l’asilo nido di via Esseneto e per l’asilo nido del Villaggio Mosè, sono in corso e potranno essere effettuate fino al 30 aprile 2021, con proroga fino al 15 maggio 2021