Home / Articoli pubblicati daRedazione Ag (Pagina 1844)

Il Consiglio comunale di Racalmuto approva il Bilancio di Previsione 2018/2020 . Quattrocentomila euro per investimenti sulla viabilità urbana ed extraurbana. Ritirati gli emendamenti dei consiglieri della lista Borsellino

 

Con otto voti favorevoli il Consiglio Comunale di Racalmuto ha approvato oggi il Bilancio di Previsione per gli esercizi 2018/2020 e i relativi allegati. Grazie alla concessione di uno “spazio finanziario” da parte del Ministero dell’Economia, una quota consistente dell’avanzo di amministrazione – pari a quattrocentomila euro – è stata inserita in bilancio per investimenti. “E’ una buona notizia per i nostri concittadini – dichiara il sindaco Emilio Messana. Dopo anni di sacrifici, il risanamento dei conti e una politica oculata di gestione delle risorse hanno consentito di ottenere questa opportunità. Abbiamo proposto che questo fondo di 400.000,00 euro sia destinato prioritariamente alla viabilità urbana ed extraurbana. Da troppi anni, infatti, a causa della riduzione dei trasferimenti nazionali e regionali, questo Comune non ha avuto le risorse sufficienti per rimediare all’usura del patrimonio viario. La concessione di questo spazio finanziario per gli investimenti è un’importante boccata di ossigeno che ci consentirà di migliorare il decoro e la sicurezza delle nostre strade.”

Il nostro ringraziamento – continua il sindaco Messana – va alla presidente del Consiglio Ivana Mantione e ai consiglieri Sergio Pagliaro, Salvatore Maniglia, Giuseppe Guagliano, Marilena Piscopo, Marcello Tufarulo, Maria Morgante, Carmelisa Gagliardo che hanno approvato il bilancio di previsione e dotato così Racalmuto dello strumento indispensabile per finanziare la mauntenzione delle strade e i servizi sociali.”

Hanno dichiarato di non votare il bilancio e hanno abbandonato l’aula i consiglieri della Lista Borsellino e la consigliera Morena Mattina.

I consiglieri della Lista Borsellino, prima di abbandonare l’aula, hanno presentato alla Presidenza del Consiglio Comunale la dichiarazione di ritiro dei cinque loro emendamenti., tre dei quali prevedevano un taglio alle risorse destinate ai servizi sociali di ben 30.000 mila euro, per finanziare invece, per pari importo, contributi ad associazioni culturali, turistiche e sportive. 

Il Consiglio Comunale ha dato il benvenuto alla segretaria generale dott.ssa Cinzia Gambino, da poco nominata e alla prima assise consiliare, e salutato il Collegio dei Revisori dei Conti, che oggi ha completato i tre anni di mandato.

“Al presidente del Collegio dei Revisori, dott. Calogero Romano, e ai due componenti, Dott. Rossano Castronovo e dott. Paolo Cino – afferma il sindaco – va il nostro ringraziamento per il prezioso contributo dato alla politica economica e finanziaria dell’Ente, attraverso una puntuale e precisa verifica degli atti di contabilità, accompagnata anche da un’importante attività di supporto e di consulenza. I tre anni appena trascorsi sono stati difficili, di grande impegno e responsabilità, confrontandosi questo Comune con gli obblighi e le misure del Piano di Riequilibrio, sotto il costante monitoraggio della Corte dei Conti, e hanno dato modo al Dott. Calogero Romano, al dott. Rossano Castronovo e al dott. Paolo Cino Revisori di esprimere il loro  valore professionale.”

Dario Brunori, Amanda Sandrelli, Paolo Benvegnù e i tanti elementi che compongono l’Orchestra Multietnica di Arezzo saranno
il 31 agosto alla Valle dei Templi di Agrigento. 

Lo spettacolo è un evento a metà tra il concerto dei due artisti Dario Brunori e Paolo Benvegnù e il confronto, grazie all’attrice Amanda Sandrelli che leggerà alcuni passi della Costituzione e dalla Dichiarazione universale dei diritti umani.

A contorno di tutto questo la super presenza e le sonorità trasversali dell’Orchestra Multietnica di Arezzo composta da 35 musicisti provenienti da Albania, Romania, Libano, Gambia, Somalia, Nigeria, Argentina, Colombia, Bangladesh, Russia, Giappone, Svizzera e dalle più svariate regioni italiane.

“Culture contro la paura” è progetto ideato per affermare un’idea differente e per sostenere il rifiuto alla paura del diverso in favore della ricchezza che è invece propria delle convivenze tra diversità.

È uno spettacolo che si scaglia con forza contro il terrore dell’uomo nero, contro la violenza, contro la discriminazione e si schiera invece dalla parte della verità.

I biglietti per il concerto del 31 agosto alla Valle dei Templi si possono acquistare online o fisicamente nelle tre biglietterie presenti nella Valle dei Templi tutti i giorni dalle 9.00 alle 19.00, al costo di 30 euro (intero) e 25 euro (ridotto per giovani fino a 21 anni). Per maggiori informazioni chiamare il numero 0922 1839996.

Per eventuali accrediti ai giornalisti:
 
Leonardo Guarnieri tel. 335 52 66473
Daniele Rosapinta tel. 3512866481
 
Tempio di Giunone

INTERO € 30.00
RIDOTTO € 25.00 fino a 21 anni compiuti

Info e Prevendita +39 0922 1839996
tutti i giorni dalle 9.00 alle 19.00

A Palermo, all’ospedale “Villa Sofia”, ha manifestato segni di risveglio dal coma Pamela Salamone, la ragazza di 16 anni di Porto Empedocle che la tarda sera di lunedì 20 agosto è stata coinvolta in un incidente stradale nei pressi di Porto Empedocle, in zona “Cannelle”, dove lo scooter con a bordo Pamela Salamone e una coetanea si è scontrato con un’automobile Fiat Tipo. Sui social nel frattempo prosegue la maratona di solidarietà a favore della famiglia, a sostegno delle spese occorrenti.

Incidente mortale sulla strada statale 189 Palermo – Agrigento, poco dopo le 17, tra Casteltermini e Comitini.  Nel violento impatto, di cui le cause sono ancora da accertare, è deceduto il palmese Luigi Tannorella, 48 anni, capo area alla distribuzione idrica nel territorio del comune di Favara per la società Girgenti Acque ma dipendente della Hydortecne, mentre era alla guida di un mezzo della ditta. In ultimo era stato adibito ad altre mansioni. Pare si tratterebbe di incidente autonomo e l’auto potrebbe aver urtato contro il muro. Sul posto le forze dell’ordine e un’ambulanza. Sul luogo dell’incidente anche il presidente Campione e Gian Domenico Ponzo (direttore generale Girgenti acque). Non si conoscono ancora bene i particolari e non si esclude un probabile malore da parte dell’uomo.

Girgenti Acque :

“Girgenti Acque S.p.A. con profondo dolore conferma che questo pomeriggio, lungo la strada statale 189 Palermo – Agrigento, Luigi Tannorella, 48 anni, dipendente della società controllata Hydortecne Srl, ha perso la vita in un incidente automobilistico.
Il Presidente, gli Amministratori, la Dirigenza e tutto il personale della Girgenti Acque S.p.A. e la Hydortecne Srl esprimono sincero cordoglio e vicinanza alla famiglia e a tutti i cari del Sig. Luigi Tannorella, amico, generoso collega e valente lavoratore”.

Gli Architetti di Agrigento lanciano un appello alla deputazione regionale agrigentina affinchè sia approvato l’emendamento per il pagamento ai professionisti del rilascio dei titoli abitativi. Si tratta di un emendamento che nel luglio 2017 la Commissione territorio e ambiente ha proposto per la conseguente modifica di una legge regionale in materia. Il presidente dell’Ordine degli Architetti di Agrigento, Alfonso Cimino, afferma: “E’ trascorso quasi un anno durante il quale abbiamo richiesto con forza l’approvazione dell’emendamento all’Assemblea regionale siciliana. Alcune regioni italiane si sono portate avanti sulla certezza dei pagamenti ai nostri professionisti per il rilascio dei titoli autorizzativi mentre la Sicilia, anche questa volta, è rimasta indietro. La presentazione di una istanza autorizzativa deve essere corredata dalla lettera di affidamento dell’incarico sottoscritta dal committente (oltre agli elaborati previsti dalla norma) e soprattutto, per ottenere l’autorizzazione, occorre presentare un documento che attesti il pagamento delle spettanze da parte del committente. In mancanza di questo documento, l’iter amministrativo non può e non deve andare avanti. In un momento di crisi del comparto dell’edilizia che, inevitabilmente, ha trascinato una crisi congiunturale del lavoro professionale, non possiamo aspettare tempi biblici su norme e leggi che possano tutelare il nostro lavoro”.

Non vi è ancora alcuna traccia di Gessica Lattuca, 27 anni, di Favara, madre di quattro figli. Le ricerche della donna proseguono dallo scorso 12 agosto. Adesso anche la Provincia di Agrigento, tramite la Polizia Provinciale e la Protezione civile provinciale, partecipa alle ricerche. Sul territorio operano incessantemente, avvalendosi anche di elicotteri e unità cinofile, Carabinieri, Guardia di Finanza, Polizia e Vigili del Fuoco. Pertanto per eventuali segnalazioni utilizzate i numeri telefonici di riferimento 112, 113, 115 e 117.

Ad Agrigento è del 70%, e a Caltanissetta, invece, nel mese di luglio scorso la raccolta differenziata ha superato il 40% di percentuale. Più nel dettaglio, la media della raccolta differenziata del mese di luglio è del 38,5% per le utenze civili, a cui si aggiunge la quota di differenziata prodotta dalla grande distribuzione organizzata che si attesta mensilmente al 2% ed il cui dato ufficiale è formalizzato successivamente con diversi formulari. Così emerge dalla relazione sul crono-programma per l’incremento della raccolta differenziata, firmata dal sindaco di Caltanissetta, Giovanni Ruvolo, che commenta: “Nella relazione si osserva come sia stato ampiamente rispettato l’obiettivo del 35% di differenziata entro la data di maggio 2018, stabilito dalla relativa ordinanza del presidente della Regione”.

A Petralia Sottana, in provincia di Palermo, i Carabinieri hanno arrestato un agrigentino di 37 anni. Si tratta di Fabio Bellanca, residente a Joppolo Giancaxio. L’uomo è indagato di estorsione perché, tra giugno ed agosto, avrebbe indotto una donna di 57 anni a versare denaro su vaglia postali e ricariche su postepay per circa 30mila euro. La stessa donna ha presentato denuncia ai Carabinieri perché esasperata dalle sempre più pressanti richieste di denaro ricevute dall’uomo, con relative minacce tanto da indurla a temere per la propria incolumità. Più nel dettaglio, Fabio Bellanca, con cui la donna ha inizialmente intrapreso un normale rapporto amichevole, avrebbe costretto la malcapitata a versare, attraverso 77 vaglia postali, la somma di 23.910 euro e ad effettuare in suo favore 22 ricariche postepay, pari a circa 2.736 euro. Il 37enne è recluso nel carcere “Burrafato” a Termini Imerese, ed è assistito dall’avvocato Daniele Re.

A Favara, domenica prossima, 2 settembre, si svolgerà il Trofeo Podistico “Città di Favara” 2018. L’associazione A.E.L, che raggruppa numerosi ferrovieri agrigentini, parteciperà con una propria squadra alla 16esima prova Gran Prix Interprovinciale Agrigento-Caltanissetta-Enna Senior /Master 2018. L’appuntamento è alle ore 8 in Piazza Cavour. Sarà assegnato il premio AEL – Stazione di Agrigento Centrale in memoria dei ferrovieri Antonio, Enzo e Luigi caduti sul lavoro, unitamente ad altri colleghi scomparsi recentemente.

 
 
 

Successo dei due eventi organizzati da MardiLibri di Portoferraio e dal Borgo degli Artisti di Capoliveri

Isola d’Elba, l’appello del sociologo Francesco Pira:

“Guerra alle Fake News, una piaga globale”

Il professore dell’Università di Messina ha partecipato a due presentazioni del suo ultimo libro GIORNALISMI

scritto con Andrea Altinier.  Molta interazione con le persone presenti anche straniere sul tema di grande attualità

 

La soddisfazione più grande avere tra il pubblico due simpatici turisti tedeschi che studiano italiano. Mi hanno chiesto la dedica sul libro per la loro insegnante della nostra lingua. Erano certi di fare un regalo utile”.  E’ soddisfatto il sociologo e docente universitario Francesco Pira al termine della due giorni all’Isola d’Elba per presentare la sua ultima opera di estrema attualità

 

Francesco Pira, professore di comunicazione e giornalismo all’Università di Messina è tornato con grande gioia all’Isola d’Elba per presentare  a Portoferraio pressoMardiLibri lunedì 27 agosto  e a Capoliveri martedì 28 agosto 2018 ,  il libro, recensito anche da testate straniere, scritto a quattro mani con Andrea Altinier, “GIORNALISMI – La difficile convivenza con Fake News e Misiformation” (LibreriaUniversitaria.it pagg 152 euro 12,90).

Gli eventi sono organizzati dalla nota libreria elbana e dal Borgo degli Artisti con il Patrocinio del Comune di Capoliveri . Ha conversato nel corso dei due eventi con le giornaliste Antonella Danesi e Lucia Soppelsa.

“La guerra alle Fake news è un fatto di civiltà. Anche nel nostro Paese la disinformazione dilaga. Dobbiamo combattere – ha detto con molta convinzione il sociologo della comunicazione – questa piaga mondiale che ha una forte incidenza sulla vita politica, sociale, economica. L’impegno deve essere massimo ogni giorno. Dobbiamo recuperare il nostro diritto dovere di cittadinanza. Un uso consapevole delle nuove tecnologie è la chiave per vincere questa guerra”.

Dal pubblico in entrambi gli eventi la domanda d’obbligo è: perché lo Stato non emana una legge per bloccare il fenomeno? La risposta del docente universitario è secca e puntuale: “Il buon giornalismo può vincere sulle Fake News, il giornalismo d’inchiesta , quello di qualità. E poi bisogna lavorare molto sulla formazione e sull’educazione all’uso dei media e per i più giovani anche alle emozioni. Difficile far passare il messaggio – sottolinea Pira – quando negli Stati Uniti il Presidente Trump via Twitter ha annunciato una battaglia contro il motore di ricerca Google che a suo parere trucca i risultati di ricerca”.

Secondo il professor Pira le fake news hanno alcune peculiarità che le rendono uno strumento molto potente. Il libro ricerca individua un esagono per rappresentare la forza di questo fenomeno: appeal viralità, velocità, crossmedialità, flusso e forza.

Alla domanda rivolto dal pubblico e dalle due giornaliste che hanno conversato con l’autore Pira, Antonella Danesi e Lucia Soppelsa, se si può comunque essere ottimisti il sociologo ha risposto: “Le guerre che si combattono per una giusta causa possono sempre dare dei risultati. Ma dobbiamo recuperare soprattutto il rispetto per l’altro. Troppo odio sul web, troppa violenza. I social possono essere un grande strumento di divulgazione e sono diventati dei luoghi virtuali di vetrinizzazione e scontro, dove si consumano ogni giorno cannibalismi mediatici”.