Home / Articoli pubblicati daRedazione Ag (Pagina 179)

Il presidente della Regione, Nello Musumeci, ha nominato il commissario per l’Ati Ag 9 con decreto dello scorso 9 settembre. . E’ la dottoressa Mariannunziata Di Francesco.

Il decreto di 9 pagine contiene una sfilza interminabile di “visto”, “tenuto presente”, “considerato”, “valutato”, “preso atto”, alla fine affida i compiti al commissario per via sostitutiva:

– alla conclusione dell’iter di definizione e alla formalizzazione delle gestioni comunali salvaguardate ex art. 147, comma 2 bis, D.Lgs. n.152/2006;

– all’affidamento del servizio idrico integrato alla costituenda Azienda Speciale Consortile, nel rispetto di quanto deliberato dall’Assemblea Territoriale Idrica;

– ad assicurare la consegna all’Azienda speciale consortile di reti e impianti comunali rientranti nella gestione unica d’ambito secondo le modalità di cui al successivo art. 2, comma 6, del presente decreto,

– nonché alla conclusione dell’iter di approvazione e aggiornamento biennale delle predisposizioni tariffarie del SII per il periodo 2018-2019, in applicazione della delibera ARERA n.918/17/Rlidr del 27 dicembre 2017.

All’articolo 2 è disposto:

  1. In applicazione delle sopra richiamate norme del D.Lgs. n. 152/2006, il Commissario, una volta completata la redazione e/o aggiornamento del Piano d’Ambito da parte del soggetto affidatario, i cui tempi di adempimento dovranno dal Commissario essere monitorati, trasmette il Piano all’Assemblea dei Sindaci per l’approvazione nel termine di quindici giorni; in caso di mancata approvazione del Piano d’Ambito da parte dell’Assemblea dei Sindaci nel termine indicato, il Piano d’Ambito è approvato dal Commissario.
  2. Al contempo, il Commissario adotta tutti gli atti correlati alla costituzione dell’Azienda Speciale Consortile ed all’affidamento del servizio idrico integrato a detta Azienda Speciale Consortile, nella qualità di gestore unico d’ambito nel rispetto delle determinazioni già assunte dall’Assemblea territoriale idrica con la Deliberazione n.9/2019 in premessa citata, così come richiesto dal MATTM nella sopra citata nota prot. n. 16395 dell’8 agosto 2019.
  3. Ai fini di cui al comma precedente, il presente decreto, che sarà notificato a cura dell’ATI di Agrigento a tutti i Comuni dell’ambito territoriale ottimale di Agrigento, vale già come diffida ai Comuni medesimi, ove ancora inadempienti, ad approvare entro 30 giorni dalla notifica del decreto medesimo, lo schema di statuto dell’Azienda Speciale Consortile di cui alla deliberazione dell’ATI di Agrigento in premessa citata. Il Commissario potrà, ove occorra, in caso di protratta inerzia dei Consigli comunali degli enti territoriali dell’ambito territoriale ottimale di Agrigento, adottare, in luogo degli stessi, le delibere di approvazione dello statuto dell’Azienda speciale consortile.
  4. Entro i successivi quindici giorni, l’ATI procederà al rogito notarile. Il Commissario potrà, ove occorra, in caso di protratta inerzia dell’ATI di Agrigento procedere al rogito notarile, in sostituzione dell’ATI.
  5. Il Commissario curerà tutti gli adempimenti previsti dalla legge per l’affidamento del servizio idrico integrato all’Azienda speciale consortile entro il 31 dicembre 2020.
  6. Di seguito, l’attuale gestione commissariale di Girgenti Acque s.p.a., nonchè tutti gli altri soggetti in gestione autonoma -ed in particolare, Comuni, Consorzi e Società- devono consegnare reti e impianti, nel rispetto del quadro normativo vigente, all’Azienda Speciale Consortile.
  7. Il presente decreto vale già come diffida in ordine al predetto adempimento che dovrà essere posto in essere e comunicato al Dipartimento regionale Acqua e Rifiuti entro il 28 febbraio 2021. Il Commissario potrà, ove occorra, in caso di protratta inerzia dei predetti soggetti, provvedere, in luogo degli stessi, alla consegna di reti e impianti all’azienda speciale consortile.

E’ ricoverato all’ospedale di Agrigento in prognosi riservata. Si tratta di un giovanissimo di Raffadali, 16 anni, il quale ieri è rimasto coinvolto in un incidente avvenuto poco fuori il Comune di Raffadali.

Il giovane viaggiava con un amico a bordo di uno scooter il quale, per cause in corso di accertamento, forse dopo avere sbandato, si è schiantato sull’asfalto.

Nella caduta il 16enne ha sbattuto la testa sul selciato. In gravissimo condizioni, in ambulanza, è stato trasportato al pronto soccorso dell’ospedale “San Giovanni di Dio” di Agrigento. Le sue condizioni sono giudicate gravi. Qualche piccolo trauma per il secondo ragazzo.

Sul posto i carabinieri della Stazione di Raffadali, i quali hanno effettuato i rilievi, e stanno cercando di ricostruire l’esatta dinamica dell’accaduto. Sulle cause, al momento tutte le ipotesi restano valide.

“ Con il successo di Lillo Firetto il 4 e 5 ottobre, da assessore comunale mi adopererò per restituire centralità all’ospedale provinciale San Giovanni i Dio di Agrigento. Ampliare l’offerta assistenziale, completare la rete ospedaliera, realizzare i lavori per la Nefrologia e la Terapia intensiva e sub intensiva, rafforzare la medicina scolastica e l’area della prevenzione, dando impulso ad una nuova stagione dì concorsi, anche per fronteggiare l’emergenza connessa alla pandemia. La sanità agrigentina ha bisogno di reclutare ulteriori risorse umane e di acquisire le attrezzature elettromedicali che servono per garantire al meglio la salute dei cittadini, e naturalmente dei finanziamenti necessari che  assicurino prontezza agli investimenti. Lavoreremo a fianco del sindaco Firetto per tutelare il diritto alla salute dei cittadini a partire dai disabili, e poi i pazienti cronici e quelli oncologici, anche attraverso il miglioramento e la semplificazione delle procedure di accesso alle prestazioni ospedaliere e territoriali.
Siamo certi che troveremo nel Commissario straordinario dell’azienda sanitaria provinciale di Agrigento, il Dott. Mario Zappia -conclude Giorgia Iacolino-un interlocutore valido e concreto per consentire al San Giovanni di Dio il definitivo salto di qualità ‘’.

“I soggetti positivi sono asintomatici ed entrambi ricoverati in ospedale; si tratta di due casi non collegati tra loro.
Auguriamo ad entrambi di guarire presto e ritornare presso le loro famiglie.
Rassicuro la popolazione sul fatto che Comune e ASP stanno monitorando la situazione nel rispetto dei protocolli previsti.
Ai soli fini precauzionali sono in corso di definizione le ulteriori misure restrittive temporanee che si riterrà eventualmente opportuno adottare”.
Lo comunica il sindaco di Grotte Alfonso provvidenza con un post sulla sua pagina di facebook.

Poteva finire in tragedia ciò che si è verificato stamattina in pieno centro a Raffadali dove insiste la Chiesa Madre da sempre frequentata per le messe. Un pezzo di cornicione si è staccato a seguito, probabilmente di una lesione, finendo sulla piazza sottostante. Fortuna ha voluto che in quel momento non fosse presente alcun passante.

Sul posto si sono recati i Vigili del Fuoco che hanno preso momentaneamente contezza della situazione, in attesa di ulteriori verifiche, ed hanno transennato il tratto interessato.

 

Volevamo evitare di intervenire, ma adesso non è più possibile. Nei giorni scorsi abbiamo ricevuto diverse lamentele, diverse foto dell’intera settimana  a testimoniare e rafforzare quanto lamentato dai cittadini(vedi allegati).

Nonostante il tentativo di far credere che tutto vada bene o la corsa per “sistemare” qua e là, o ancora attribuirsi meriti che non spettano, Agrigento risulta essere sempre più sporca, sommersa da spazzatura in ogni dove. Non ci sono giustificazioni a riguardo, la spazzatura davanti le abitazioni va sempre tolta poiché il cittadino non ha colpe…

Per non parlare delle tante discariche in giro. Ma spesso è avvenuto il contrario. E così è stato per tutto il tempo sfidiamo a dire il contrario! Un’ultima osservazione riguarda le strade asfaltate in questi giorni…vogliamo dire Un solo grazie : “Grazie giro d’Italia”

Nel tardo pomeriggio di ieri, presso il comitato elettorale della candidata Sindaco Daniela Catalano, al Viale della Vittoria, ha avuto luogo la presentazione dei candidati al consiglio comunale delle liste di Fratelli d’Italia, Lega e La nuova Agrigento.

All’evento hanno partecipato, oltre alla candidata Sindaco, Daniela Catalano, anche il Commissario di FdI per Agrigento, Calogero Pisano, e l’europarlamentare della Lega, Annalisa Tardino.

Nel corso dell’evento, alle numerose persone intervenute, è stata anche presentata la squadra di assessori designati, Lillo Pisano, Annalisa Tardino, Maria Rosa Marano, Giovanni Castorina ed Alberto Parla, e sono stati illustrati alcuni punti del programma elettorale.

“La caratteristica marna bianca di un tratto di costa tra i più suggestivi della Sicilia imbrattata da qualche imbecille. Non si riesce a comprendere il senso di un simile gesto.  Ci costituiremo parte civile contro il responsabile o i responsabili del danno e auspichiamo che siano puniti in modo esemplare affinché a nessun altro venga in mente di reiterare un simile gesto. Punta Bianca offre uno dei paesaggi costieri più belli al mondo. Per questa ragione deve essere tutelata istituendo la riserva naturale  per preservarne bellezza ed ecosistema”.Così il sindaco di Agrigento, Lillo Firetto, sull’atto vandalico compiuto a Punta Bianca.