Home / Articoli pubblicati daRedazione Ag (Pagina 174)

    Inizia oggi a San Giovanni Gemini il campo scuola “Anch’io sono la protezione civile”, organizzato dall’Associazione “Sicilia Soccorso” di San Giovanni Gemini, iscritta nel registro provinciale di protezione civile, e al quale partecipano bambini e ragazzi dai 9 ai 16 anni. Si tratta di un’iniziativa promossa ogni anno dal Dipartimento Nazionale per aiutare i giovani a vivere con responsabilità il territorio, avvicinandoli al mondo della protezione civile per imparare a conoscere i rischi, prevenirli e adottare comportamenti corretti in caso di emergenza.

    All’iniziativa, che si svolgerà nello stadio comunale della cittadina montana, partecipa il Gruppo di Protezione Civile del Libero Consorzio di Agrigento, che sul posto ha collocato la tenda da utilizzare nei casi di emergenza e la sala mobile. Il funzionario coordinatore dr. Marzio Tuttolomondo e gli operatori del Gruppo di Protezione Civile illustreranno ai ragazzi, anche con l’ausilio di filmati, il ruolo dell’Ufficio, le sue iniziative a difesa del territorio e dei cittadini, e i compiti della protezione civile nelle emergenze. 

Sono in corso a Lampedusa le ricerche, anche da parte dell’aeronautica militare, di un ex imprenditore tessile del Beneventano, adesso in pensione, che da tempo vive con la famiglia a Lampedusa. Si tratta di Giuseppe, conosciuto come Enzo Pezzino, e di lui non vi è più traccia da sabato scorso 27 luglio. I familiari hanno sporto denuncia ai Carabinieri e la notizia è stata condivisa sui social. L’ultima volta sarebbe stato avvistato da alcuni testimoni nei pressi del faro di Capo Grecale. Nelle ricerche sono impegnati i vigili del fuoco, i carabinieri, la guardia di finanza e le motovedette della capitaneria.

Ad Agrigento domani, mercoledì 31 luglio, nei locali della Curia, in via Duomo, alle ore 10:30, si svolgerà una conferenza stampa congiunta dell’Ufficio beni culturali della Diocesi e della Soprintendenza ai beni culturali di Agrigento. In presenza, tra gli altri, del cardinale Montenegro e del soprintendente Benfari, saranno presentati i dati tecnici del progetto di recupero sicurezza della Cattedrale e della fruizione turistica del monumento. E poi l’avvenuto restauro conservativo del busto reliquiario di Santa Vittoria, a cura dell’Opificio delle pietre dure di Firenze. Santa Vittoria è riconosciuta come Patrona principale minore della Chiesa Agrigentina, dopo san Gerlando. La conferenza si concluderà con una visita al busto reliquiario in mostra in Cattedrale.

A seguito dello sciopero e del blocco delle attività da parte della Marineria di Sciacca, contro alcune recenti novità normative imposte dalla Commissione Europea ritenute gravemente dannose per il settore, la sindaca di Sciacca, Francesca Valenti, annuncia di avere chiesto al presidente del consiglio comunale, Pasquale Montalbano, di convocare una seduta straordinaria del consiglio. La sindaca Valenti auspica che alla seduta partecipino i deputati agrigentini europei, nazionali e regionali, affinchè i problemi che affliggono la categoria dei pescatori di Sciacca siano rappresentati e risolti nelle sedi politiche opportune. La sindaca Valenti annuncia inoltre di avere chiesto un incontro al Prefetto di Agrigento, e che il Prefetto la informerà a breve su quando sarà possibile.

Il responsabile organizzazione del Partito Democratico, Stefano Vaccari, replica a quanto sostenuto dall’ex segretario regionale in Sicilia, Davide Faraone, ovvero che la Commissione nazionale di garanzia del Pd ha annullato la sua elezione a segretario perché lui è stato ed è contrario all’alleanza con il Movimento 5 Stelle. E tale tesi è stata poi rilanciata anche da Matteo Renzi e da Maria Elena Boschi. Ebbene, Vaccari afferma: “Il commissariamento del partito siciliano non è politico. La commissione di garanzia si è pronunciata esclusivamente sulla procedura che ha portato alla proclamazione di Davide Faraone segretario che è risultata palesemente viziata. Il commissario non ha nessun mandato politico per l’alleanza con i grillini o con qualsiasi altro soggetto politico. Le conclusioni della Direzione nazionale sono state chiare. Le scelte politiche locali saranno prese dai siciliani con un congresso da fare al più presto”.

Il Tribunale di Agrigento, nella persona del Giudice d.ssa Rossana Musumeci ha emesso un decreto ingiuntivo  di €. 659.478,47 che l’Azienda Sanitaria  Provinciale dovrà liquidare al Comune di Raffadali, quale quota sanitaria per il ricovero di disabili psichici nelle comunità alloggio.

Ancora una volta i rapporti tra i Comuni e l’Azienda Sanitaria Provinciale finiscono in Tribunale.

Le vigenti norme nazionali e regionali sull’integrazione sanitaria prevedono che per i ricoveri di disabili psichici e anziani non autosufficienti, la retta venga ripartita tra i Comuni che sono onerati della parte sociale e l’Asp su cui grava la quota sanitaria.

Ebbene, i contenziosi sono sempre più numerosi in quanto l’Azienda Sanitaria  non intende pagare, pacificamente, quanto dovuto per legge ai comuni.

 Il comune di Raffadali, in particolare, nelle scorse settimane ha intimato all’ASP di Agrigento di pagare la somma dovuta  per la quota sanitaria relativa al ricovero di diversi disabili psichici nelle comunità alloggio.

L’ASP, come già avvenuto in passato per altri comuni, non  ha provveduto a liquidare quanto dovuto.

Il Comune di Raffadali, nella persona del sindaco Silvio Cuffaro, ha conferito all’avvocato Maurizio Bongiorno, con studio in Racalmuto, l’incarico  per il recupero forzoso della somma dovuta.

Il Tribunale di Agrigento, accogliendo la tesi dell’avvocato Bongiorno,  ha emesso apposito decreto ingiuntivo a carico dell’ASP di Agrigento per il pagamento in favore del Comune di Raffadali di  quasi 660.000,00 euro.

Non è la prima volta che l’avvocato Bongiorno, specializzato nella materia delle politiche sociali e dell’integrazione sanitaria, riesce ad ottenere decreti ingiuntivi a carico dell’ASP, per il pagamento della quota sanitaria in favore dei Comuni per il ricovero di disabili psichici nelle comunità alloggio.

L’amministrazione comunale di Aragona, presieduta dal Sindaco Giuseppe Pendolino, in collaborazione con il presidente del consiglio comunale Gioacchino Volpe, organizza la “Notte Bianca” di Aragona prevista per sabato 3 agosto. Cibo, musica, animazione e tanto divertimento, questa è la ricetta della notte più lunga dell’estate aragonese. Numerosi saranno gli eventi dedicati a grandi e piccini che permetteranno a tutti di fare le “ore piccole” divertendosi. Tra gli eventi da non perdere, in piazza Umberto I, il concerto live della band Six Strangers. Dalle 20:30, per le vie Roma e Garibaldi, spettacoli, street food e animazione per bambini. 

Prosegue l’attività di valorizzazione, da parte della Regione Siciliana, dei beni immobili situati sul demanio marittimo. E’ stato pubblicato da parte dell’assessorato a Territorio e Ambiente il secondo bando per l’assegnazione ai privati di 27 edifici in sei province dell’Isola: Agrigento, Caltanissetta, Catania, Messina, Palermo e Trapani. L’iniziativa avviata dal governo Musumeci prevede la concessione delle strutture – a titolo oneroso con procedura di evidenza pubblica – per un periodo che varia da 6 a 50 anni. E’ prevista la possibilità di nuove destinazioni d’uso finalizzate allo svolgimento di attività economiche compatibili con gli utilizzi del demanio marittimo. Si tratta di strutture quali ex depositi, caserme, magazzini, torri antiche e vecchi fabbricati ormai abbandonati, posti in siti di particolare interesse paesaggistico che – attraverso l’esecuzione di interventi di manutenzione straordinaria, consolidamento, ristrutturazione, recupero o, comunque, di riqualificazione – possono essere restituiti alla pubblica fruizione e contemporaneamente posti a reddito. Nello Musumeci commenta: “Abbiamo trasformato il patrimonio perduto dei beni storici collocati sul demanio marittimo in un elemento di attrattività e valorizzazione del territorio. E’ stato necessario un lungo e attento lavoro di ricognizione”. In provincia di Agrigento sono a bando l’ex “Cantiere Grazia” e “Palazzina Piloti” siti nel porto di Licata, oltre a due lotti del fabbricato sbarcatoio nel porto di Lampedusa.

Nelle acque di Alcamo Marina, in provincia di Trapani, una famiglia è stata soccorsa da Teo ed Herry, due cani della Scuola Italiana Cani Salvataggio. A lanciare l’allarme è stata una giovane che, dalla riva, ha notato i suoi due bambini, insieme ai nipoti e alla cognata, in difficoltà a circa 80 metri. Il mare si è agitato e la corrente ha impedito al gruppo di tornare a riva. L’intervento dei due cani, dalla vicina postazione di sicurezza, ha permesso di trasportare tutti a terra velocemente e senza conseguenze. La donna ha ringraziato Teo ed Herry, due labrador maschi di 3 anni, e i soccorritori. Le sue parole: “Grazie ai due angeli del mare. Questi due cani hanno aiutato la mia famiglia ad arrivare a riva sana e salva”.