Home / Articoli pubblicati daRedazione Ag (Pagina 152)

Ignoti malviventi in azione in via De Pasquali, a Licata, dove la scorsa notte è stato effettuato un raid ai danni di un’attività commerciale. Per entrare all’interno della struttura i ladri hanno forzato la saracinesca causando non pochi danni.

Una volta dentro hanno frugato alla ricerca di denaro riuscendo solamente in parte nell’intento dato che il danno economico relativo al furto è relativamente basso.

Cosa diversa, invece, per i danni riportati dalla struttura che sarebbero ingenti.

Una turista francese nella serata di oggi, probabilmente mentre stava attraversando la strada nei pressi del Tempio di Ercole alla Valle dei Templi è stata travolta da un auto, una Mercedes classe A.

La donna ha riportato delle ferite a causa dell’impatto ed è stata trasferita dagli operatori del 118 presso l’Ospedale di Agrigento, fortunatamente è fuori pericolo.

Sul posto hanno operato per ricostruire la dinamica dell’incidente gli agenti della sezione Volanti, la Polizia locale e una pattuglia dei Carabinieri.

Ai militari, è bastato compiere qualche giro nella zona con i finestrini della loro autovettura di servizio aperti, per individuare il punto dove l’odore dello stupefacente si faceva più intenso. Percorsi gli ultimi metri a piedi, i carabinieri sono riusciti a individuare un’abitazione all’apparenza abbandonata e di proprietà di un’anziana signora residente in nord Italia da anni. La porta non era chiusa a chiave.

È bastata, ai militari, una leggera spinta per aprirla e trovarsi davanti a una scena per certi versi surreale. Il salotto dell’abitazione era stato trasformato in un vero e proprio locale di stoccaggio per la marijuana, con zone adibite all’essiccazione delle piante. Canapa appesa ovunque, sul lampadario, alle pareti, al posto dei quadri, o adagiata sul divano, sul tavolo e su tutta la superficie del pavimento. Un totale di oltre 100 piante in fase di essiccazione. Sempre all’interno dell’abitazione è stata trovata marijuana già confezionata in grosse buste del peso di un chilogrammo e in formati più piccoli, per un totale di quasi dieci chilogrammi di sostanza stupefacente già pronta per essere venduta.

Oltre alla droga, i carabinieri, hanno rinvenuto, sempre all’interno dell’abitazione, un bilancino di precisione e materiale per il confezionamento dello stupefacente. La droga e il materiale rinvenuto sono stati sequestrati dai carabinieri per le successive operazioni di distruzione.

E’ stato presentato ufficialmente questa mattina, nell’aula consiliare del Comune di Aragona, il nuovo servizio di raccolta differenziata in città alla presenza, fra gli altri, del sindaco Giuseppe Pendolino. Il nuovo servizio gestito dalla ditta Sea, che partirà nelle prossime settimane, presenta alcune sostanziali novità rispetto al precedente. La principale di queste, riguarda la suddivisione del territorio in cui verrà effettuata la raccolta. In sostanza il porta a porta verrà effettuato solamente all’interno del perimetro urbano mentre per le aree periferiche e le contrade, sono state individuate quattro isole di prossimità dove i residenti delle rispettive zone, potranno conferire i propri rifiuti secondo precisi calendari. Queste isole di prossimità sono state individuate nelle zone denominate Santa Rosalia, San Vincenzo, Maccalube e Piazza del Lavoro nella zona industriale di Aragona. l nuovo servizio prevede anche l’utilizzo di nuovi mezzi bi-vasca mentre cambierà il calendario delle utenze non domestiche. Tutti i nuovi particolari relativi alla raccolta, saranno comunicati ai cittadini attraverso una campagna stampa e l’invio di lettere personalizzate nelle abitazioni e nelle attività commerciali in modo da dare a tutti il tempo di prendere visione dei cambiamenti. Altre novità riguardano i mastelli che saranno in tutto 6. La distribuzione dei nuovi mastelli inizierà lunedì prossimo nei locali di via Vitello messi a disposizione dall’amministrazione comunale. Gli uffici saranno aperti dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 18 ed il sabato dalle 9 alle 13. Si inizierà lunedì prossimo con i cittadini il cui cognome inizia con le lettere A- B e C.

 

Accogliendo quanto richiesto dal sindaco di Lampedusa, Totò Martello, l’assessore regionale ai Trasporti, Marco Falcone, ha prorogato fino al prossimo 31 ottobre il servizio di collegamento veloce, in aliscafo, sulla tratta Lampedusa – Linosa. Lo stesso Falcone afferma: “Il Governo Musumeci ha prorogato i collegamenti mediante aliscafo tra le due isole, impegnando oltre 300mila euro per sostenere la spesa. La Regione sta assicurando costantemente la propria vicinanza a Lampedusa e Linosa. Intendiamo garantire una mobilità efficiente e rapida anche in questa coda d’estate, per rafforzare i collegamenti al servizio dei residenti e sostenere anche il turismo”.

La Cisl agrigentina di categoria, tramite i sindacalisti Bellomo e Castronovo, annuncia di avere segnalato al Nucleo Ispettorato del Lavoro dei Carabinieri e al prefetto di Agrigento, Dario Caputo, che l’impresa appaltatrice dei lavori di pulizia e custodia degli uffici giudiziari di Agrigento, e dei lavori di pulizia del Comune di Canicattì, non ha pagato ai lavoratori gli stipendi di luglio, agosto, settembre e la 14esima. La Cisl sottolinea: “I lavoratori e le famiglie stanno vivendo momenti di grande tensione per la scadenza di rate di mutui e bollette”.

La Cgil Enti locali, tramite il coordinatore provinciale di Agrigento, Pietro Aquilino, esprime soddisfazione perché sono stati stabilizzati, con contratto a tempo indeterminato, 18 lavoratori precari al Comune di Burgio e 26 al Comune di Grotte.

Pietro Aquilino afferma: “Un riconoscimento particolare lo rivolgiamo alle due amministrazioni comunali, con i sindaci Francesco Matinelli e Alfonso Provvidenza, che in poco più di un anno dal loro insediamento sono riusciti a raggiungere, in accordo con il percorso burocratico concordato con i sindacati, tale prestigioso risultato, sapientemente indirizzati dalle due segretarie comunali, Teresa Burgio per Burgio ed Eleonora Lo Iacono per Grotte. Auspichiamo che anche gli altri Comuni agrigentini, ancora mancanti all’appello stabilizzazione, rispondano al più presto”.

La Provincia di Agrigento ha assegnato l’appalto, di oltre 5 milioni di euro, per la manutenzione straordinaria e il recupero sicurezza della strada provinciale 17 – B, Raffadali – Siculiana. La Commissione dell’Urega, l’Ufficio regionale gare, ha aggiudicato i lavori, finanziati dall’assessorato alle Infrastrutture, sulla base di un progetto elaborato dai tecnici del settore Infrastrutture stradali della Provincia di Agrigento, alla Demetra Lavori srl, con sede a Vallelunga Pratameno, in provincia di Caltanissetta, che ha partecipato alla gara telematica con altre 34 imprese. La strada provinciale 17 – B attraversa i territori di Agrigento, Raffadali e Siculiana, ed è la principale via di collegamento diretto tra Raffadali e Siculiana con la statale 115. Negli ultimi anni è stata interessata da fenomeni franosi di particolare rilevanza, ed a causa dell’aggravarsi di ciò è stato necessario disporre la chiusura al transito veicolare pesante.

L’avvocato ucraino Volodymyr Pylypenko, presidente della Fondazione Centro di iniziative sociali della città di Poltava, ha incontrato l’amministrazione comunale di Agrigento per firmare l’incarico, a titolo gratuito, di referente culturale della città di Agrigento in Ucraina. L’iniziativa è finalizzata a predisporre iniziative culturali congiunte in occasione delle celebrazioni di Agrigento 2020, 2600 anni di storia dalla fondazione della città.

Le interviste

L’amministrazione comunale di Corleone ha consegnato alcuni locali dell’ex abitazione del boss Rosario Lo Bue all’Istituto autonomo case popolari (Iacp) di Palermo, che disporrà così di una sua sede in città nel bene confiscato e affidato al Comune. Gli uffici saranno a disposizione del pubblico due volte alla settimana, il lunedì e il mercoledì dalle 8.30 alle 15.15 e potranno accedervi non soltanto i cittadini corleonesi ma anche dei paesi circostanti. Ha inviato un messaggio di saluto e supporto l’assessore regionale alle Infrastrutture, Marco Falcone, che ha scritto: “Il Governo Musumeci ha spinto sull’acceleratore di un’iniziativa che coniuga l’efficienza della macchina amministrativa alla lotta per la legalità”.