Home / Articoli pubblicati daRedazione Ag (Pagina 148)

Lo scorso 20 dicembre, l’associazione ambientalista MareAmico, coordinata da Claudio Lombardo, ha segnalato e documentato in foto e video la presenza di numerosi buchi nella marna bianca della Scala dei Turchi a Realmonte. Ebbene tali fori sono stati adesso coperti, come afferma lo stesso Claudio Lombardo che spiega: “Oggi rileviamo il fatto che gli stessi buchi siano stati, in maniera parecchio artigianale, coperti. Noi non sappiamo chi ha sfregiato la Scala dei Turchi, e ovviamente non sapremo mai chi ha cercato goffamente di rimediare al danno arrecato, ma una cosa è certa: la Regione Sicilia deve intervenire sul bene in questione e fare in modo che l’area sia sorvegliata fisicamente, al fine di evitare qualsiasi danneggiamento e per impedire la fruizione nelle zone a rischio, per la sicurezza di tutti i visitatori”.

Ad Agrigento, all’ospedale “San Giovanni di Dio”, al reparto Ginecologia e Ostetricia, il primo vagito dell’anno 2020 lo si è udito ieri sera mercoledì primo gennaio alle ore 21, quando è nato Raimondo, figlio di Francesco Zambuto e di Sara Milioto. Il piccolo versa in ottime condizioni di salute, per la gioia dei genitori e dei familiari, lieti di iniziare l’anno nuovo con il migliore tra gli auspici, la nascita di una nuova vita.

Tra coloro che si sono divertiti sparando esplosivi a Capodanno non mancano, purtroppo i feriti. Nell’Agrigentino, a Canicattì, a Palermo, a Trapani, diverse persone sono state costrette al ricovero ospedaliero. Il più grave è un ragazzo di 20 anni, di Paternò, in provincia di Catania, al quale i medici dell’ospedale “Cannizzaro” di Catania sono stati costretti ad amputare la mano destra a causa delle ferite subite da un petardo che lui è stato intento a maneggiare. Ancora a Catania all’ospedale Garibaldi hanno amputato un dito della mano sinistra ad un uomo di 76 anni. A Palermo al Policlinico ad un uomo di 45 anni hanno amputate due dita della mano.

Riparte la distribuzione dei kit per la raccolta differenziata nel comune di Aragona. Al fine di consentire a tutte le utenze domestiche ritardatarie di potere entrare in possesso dei kit gratuiti per la raccolta differenziata, la Sea, azienda incaricata del servizio in città, ha deciso di predisporre la riapertura dell’ufficio di distribuzione nei locali dell’ex-carcere di via Vitello ad Aragona. L’ufficio rimarrà aperto giovedì 9 gennaio dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 18, venerdì 10 gennaio negli stessi orari e sabato 11 gennaio dalle 9 alle 13.La Sea ricorda agli utenti di munirsi di copia del documento di identità e del codice fiscale dell’intestatario della bolletta Tari, ed è consigliabile portare anche l’ultima bolletta pagata. Eventuali delegati al ritiro dei kit per la raccolta differenziata dovranno munirsi di apposita delega, della copia del documento di identità e del codice fiscale del delegante intestatario della bolletta Tari e mostrare il proprio documento di identità.

Una silloge scenica ideata e diretta da Mario Gaziano, realizzata dal Pirandello stable festival con il patrocinio e un misuratissimo sostegno dell’Ente Parco valle dei Templi di Agrigento, diretto dal dottor Roberto Sciarratta.

 

Tra recitazioni,canti popolari,canti della tradizione dotta e danze pop si snoderà un ampio affresco in cui protagonisti volontari e involontari saranno i RE MAGI,che vogliono rappresentare il segno della grande autorità religiosa di tutto l’evento della natività.

 

Sulla scena i più importanti artisti territoriali con grande esperienza nazionale ed internazionale da Maria Grazia Castellana ad Antonio Zarcone a Giovanni Moscato Alfonso Marchica  Alfio Russo (presenti nelle tournèe pirandelliane e sciasciane a Stoccolma,Oslo,Malta,Varsavia,Atene,Pechino) e Lillo D’Aleo Angelo Cinque ,il giovane applauditissimo Riccardo Terrazzino e gli elegantissimi ballerini  Caterina e Nicola Barberi della Scuola Lunarossa dei maestri coreografi Simona Vita e Fernando Cinquemani,(con una proposta pop da Bocelli a Celine Dion), e la sensibile  Caterina Pistone,soprano, affermatissima e raffinatissima presenza straordinaria nella stagione del teatro da camera all’Empedocleo di Agrigento,soprattutto nelle esecuzioni espressionistiche di Brecht e Kurt Wail. E ancora i maestri Gioacchino Marrella e Mimmo Pontillo per i canti popolari epifanici, artisti con ampia esperienza internazionale.

 

La conduzione è affidata alla signora Maria Peritore affiancata dall’esperto e dinamico Pasquale Palumbo.

 

Una manifestazione di festa e di conclusiva riflessione religiosa, tra proposta teatrale,cultura musicale popolare e dotta, ed elegantissima musica pop.

 

Un evento unico,da non perdere. L’ingresso è gratuito fino ad esaurimento dei posti.

 

Ad Agrigento, al Villaggio Mosè, all’esterno di una discoteca dove è stata in corso una festa per salutare il nuovo anno, un uomo di 28 anni è stato accerchiato e picchiato da altre persone. La vittima è stramazzata a terra priva di sensi.
Gli aggressori sono fuggiti. Gli amici dell’aggredito hanno telefonato al 112. E’ intervenuto il personale medico del 118 Gise che ha prima eseguito le pratiche rianimatorie sul posto, e poi ha trasportato il 28enne all’ospedale di Agrigento, in codice rosso. Indagano Carabinieri e Polizia.

La prima nata in Sicilia nel 2020 è una bimba di Licata, in provincia di Agrigento. La madre l’ha partorita 13 minuti dopo la mezzanotte del primo gennaio all’ospedale “San Giacomo d’Altopasso” con un parto cesareo. Pesa tre chili. Il suo nome è Chloe Sanfilippo. La madre è Debora Alessia Magliarisi. Poi a mezzanotte e 25 minuti è nato un bambino al reparto di Ostetricia e Ginecologia del “Garibaldi di Catania”. A mezzanotte e 34 è nato un altro bambino all’ospedale “Giovanni Paolo secondo” di Ragusa. A Palermo all’una di notte, al Buccheri La Ferla, sono nati due gemelli.

Ad Agrigento l’assessore comunale Gerlando Riolo interviene a seguito della stabilizzazione dei lavoratori precari del Comune di Agrigento. Riolo afferma: “Sono stati anni di duro lavoro e di sacrifici che l’Amministrazione Firetto ha superato con la certezza del fatto che i risultati sarebbero arrivati: e così è stato. E’ un risultato storico, di una rilevanza assoluta, che consente alla città di affrontare i prossimi anni con una serenità che non si è mai avuta finora. La stabilizzazione di circa 180 dipendenti precari del Comune la si aspettava da circa 30 anni, e sono frutto di una politica dissennata di clientelismo miope che ha prodotto incertezze ed ansia per tutti questi anni. Finalmente torna la serenità tanto attesa nelle case di tante famiglie, frutto della buona politica, della capacità amministrativa e dell’impegno quotidiano, segni di un percorso politico corretto e fruttuoso al quale sono onorato di avere dato il mio contributo. A nome mio personale, ma anche del Partito Democratico che rappresento, voglio esprimere con orgoglio la soddisfazione di avere raggiunto un traguardo così importante per la città, per la sua economia e per tanti dipendenti comunali”.

Ad Agrigento, al Villaggio Mosè, una squadra del 118 Gise, capitanata da Sandro Bennici, ha subito risposto all’allarme e con l’ambulanza, in non più di tre minuti, ha prestato soccorso, rivelatosi vitale, ad una neonata di tre mesi che, dopo avere bevuto il latte, non è riuscita a deglutirlo correttamente ed è incorsa in gravi difficoltà respiratorie. Il personale del 118 ha disostruito le vie respiratorie della piccola.

E’ prossimo alla costituzione il gruppo parlamentare della Lega al Parlamento Siciliano. Il gruppo dovrebbe essere battezzato la prossima settimana su iniziativa del deputato, ex di Forza Italia, Nino Minardo, e poi, probabilmente, di Orazio Ragusa, deputato regionale anche lui di Forza Italia e già Udc, E poi Giovanni Bulla, dell’Udc, e Marianna Caronia, eletta in Forza Italia e poi transitata nel misto. Il capogruppo dovrebbe essere Antonio Catalfamo, messinese, già di Fratelli d’Italia. Ovviamente la costituzione di un gruppo parlamentare è il preludio dell’ingresso della Lega nella compagine del governo regionale. Nello Musumeci ha prospettato la possibilità di un rimpasto a giugno.