Home / Articoli pubblicati daRedazione Ag (Pagina 1109)

 

Avrà luogo Mercoledì 28 Marzo a Caltanissetta alle ore 14,30, presso la Sala Convegni della Banca del Nisseno, il workshop internazionale sull’export agroalimentare Sicily ChinaFood and Winepromosso dall’IRPAIS Istituto di Ricerca e Promozione delle Aree Interne della Sicilia, dal Consorzio Universitario di Caltanissetta e dalla Banca del Nisseno in collaborazione con l’Hong Kong Economic and Trade Office, l’Honk Kong Trade Development Council, INVEST Hong Kong,l’Italian Chamber of Commerce of Hong Kong and Macau e Sviluppo Cina.

Nel 2017, l’export agroalimentare italiano in Cina ha segnato una crescita del 18% e più di 460 milioni di euro in valore. Il 2018, anno del turismo Europa Cina, e al contempo anno del cibo italiano nel mondo, si apre, a livello nazionale, con il 44% del export agroalimentare in Cina rappresentato da prodotti di punta della dieta mediterranea. In tale contesto, le esportazioni della Sicilia non riescono tuttavia a giocare un ruolo chiave, nonostante il ricco patrimonio di produzioni agricole e agroalimentari di pregio, caratterizzate da elevata tipicità e apprezzamento dal mercato.

L’iniziativa mira ad incrementare le opportunità commerciali per il settore agroalimentare e vitivinicolo tra Sicilia e Cinaaffrontando — alla presenza dell’Assessore all’Agricoltura Edy Bandieraedell’Assessore alle Attività Produttive della Regione Sicilia Girolamo Turano le problematiche inerenti l’internazionalizzazione delle imprese localizzate nelle aree interne e non della Sicilia e presentando agli imprenditori le possibilità e le facilitazioni di cui può usufruire un’impresa o una rete di imprese che decidesse di intraprendere un percorso di internazionalizzazione e/o di implementazione di iniziative di turismo enogastronomico con il Sud Est asiatico.

Introdurranno i lavori Fabiola SAFONTE, Presidente IRPAIS,e Pietro COLUMBA, Professore Ordinario di Economia Agraria del DISAAF dell’Università di Palermo e Vice Presidente del CORERAS. Relazioneranno: Fiona CHAU, Delegato Diplomatico del Governo di Hong Kong pressol’Hong Kong Economic and Trade Office di Bruxelles, responsabile delle relazioni internazionali con la Commissione europea e il Parlamento europeo e responsabile delle relazioni bilaterali tra Hong Kong e gli Stati membri dell’UE; Gianluca MIRANTE, Director Italy di HKTDC Hong Kong Trade Development Council, l’organizzazione governativa incaricata di promuovere e sviluppare il commercio estero di Hong Kong; Stefano DE PAOLI, Representative Italy di INVEST HK, ente governativo con la missione di attrarre gli investimenti esteri di importanza strategica per lo sviluppo economico di Hong Kong; RiccardoFUOCHI, Presidente di Sviluppo Cina, organizzazione con l’obiettivo di promuovere le relazioni commerciali e i rapporti di collaborazione economico-tecnica tra imprese italiane ed imprese cinesi,in particolare nel settoredell’agroalimentare.

Apriranno i lavori, con un indirizzo di saluto Giovanni RUVOLO, Sindaco della Città di Caltanissetta, il Commissario del Libero Consorzio Comunale di CaltanissettaRosalba PANVINI, il Vice Presidente della CCIAA CaltanissettaGiuseppe VALENZA, il Presidente del Consorzio Universitario di CaltanissettaGiovanni ARNONE, il Presidente della Banca del NissenoGiuseppe DI FORTI. Il Presidente dell’Ordine dei Tecnologi Alimentari di Sicilia e SardegnaDaniele ROMANO, il Presidente dell’Ordine dei Dottori Agronomi e Forestali di CaltanissettaMichele ASARISI, il Presidente dell’Ordine dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili di CaltanissettaSalvatore DILENA.

Sarà inoltre presente Carlo Ronzani, Central & Southern Italy Sales Supervisor diCathay Pacific Airways.

Le relazioni saranno seguite da una tavola rotonda cui prenderanno parte Ettore POTTINO, Presidente di Confagricoltura Sicilia, Rosa Giovanna CASTAGNA, Presidente di CIA Confederazione Italiana Agricoltori Sicilia, Ambrogio VARIO, Vice Presidente di Slow Food Sicilia, Giulia DI VINCENZO, Presidente del Consorzio Olio IGP Sicilia, Federica ARGENTATI, Presidente del Distretto Agrumi di Sicilia, Maurizio LUNETTA, Direttore del Consorzio di Tutela Vini Doc Sicilia,Giuseppe LI ROSI, Presidente di Simenza—Cumpagnìa Siciliana Sementi Contadine,Giovanni DARA GUCCIONE, Ricercatore del CREA PB.

Interverranno inoltreManuela PILATO della WinchesterUniversity,Ferdinando TRAPANI, Vice Presidente IRPAIS e Professore Associato del DARCH dell’Università di Palermo, Giuseppe BARBERA, Professore Ordinario di Colture Arboree dell’Università di Palermo, Francesco Paolo MARRA, Professore Associato di Frutticultura dell’Università di Palermo, Claudio BELLIA e Paolo GUARNACCIA, entrambi ricercatori del D3A dell’Università di Catania.

Concluderà i lavori Biagio PECORINO, Presidente del Distretto Unico Regionale Ceralicolo SWB e Professore Ordinario di Economia Agraria presso il Di3A dell’Università di Catania.

 

La partecipazione al workshop, gratuita e aperta a tutti gli imprenditori interessati previa registrazione entro il 24 Marzo, consentirà di assistere alle tradizionali manifestazioni rientranti nel programma della Settimana Santa di Caltanissetta e che avranno luogo sia durante tutta la mattina (Real Maestranza) sia nel pomeriggio (Varicedde).

 L’evento è stato accreditato quale iniziativa formativa valida per l’acquisizione dei Crediti Formativiai fini della formazione professionale continua dei dottori commercialisti e degli esperti contabili, dei dottori agronomi, dei dottori forestali e dei tecnologi alimentari.


 La società Girgenti Acque interviene nel merito delle polemiche insorte sulla legittimità o meno dell’aggiudicazione della concessione per la gestione del servizio idrico nell’Agrigentino, e sull’affidamento dell’appalto per la rete idrica di Agrigento. Girgenti Acque afferma: “L’assemblea dell’Ato di Agrigento, che comprende il presidente della Provincia e tutti i sindaci dei 43 comuni agrigentini, con deliberazione del 2003, ha scelto, come forma per la gestione del servizio idrico, l’affidamento in concessione trentennale secondo la legge Galli, la 36 del 1994, con l’esecuzione dei lavori connessi alle infrastrutture ed al miglioramento della rete idrica del territorio. Nel 2006, ancora l’Ato di Agrigento ha approvato il bando di gara, poi pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale. Con verbale del primo settembre del 2006, la Commissione giudicatrice ha ritenuto pienamente ammissibile e vantaggiosa l’offerta del raggruppamento di imprese che successivamente avrebbe costituito Girgenti Acque. Il 18 gennaio 2007 è stata confermata definitivamente l’aggiudicazione all’associazione temporanea di imprese Girgenti Acque per la gestione del servizio idrico e dei lavori connessi. Dunque, la Girgenti Acque è aggiudicataria del servizio idrico tramite espletamento di gara pubblica. In riferimento alle opere connesse al servizio idrico, tali opere, come secondo convenzione di gestione, devono essere realizzate dal gestore, che dovrà assicurare una partecipazione finanziaria nella misura del 30% dell’importo dell’investimento”.

Sabato 24 Marzo si svolgerà presso la sala convegni dell’hotel Villa Giuliana di Licata il convegno dal titolo “Attualità nel trattamento delle malattie degenerative articolari: anca e ginocchio. Opinioni a confronto tra Specialista e Medico di Medicina Generale”.

Il congresso organizzato dal Dr. Santo Alberto Rapisarda, attuale Direttore dell’U.O. di Ortopedia e Traumatologia dell’Ospedale San Giacomo d’Altopasso di Licata, avràcome Presidente Onorario il Prof. Rosario Lupo Direttore dell’U.O. di Ortopedia e Traumatologia dell’Ospedale San Giovanni di Dio di Agrigento; alla manifestazione, chegode del patrocinio dell’ASP di Agrigento e dell’Ordine dei Medici di Agrigento, saranno presenti come relatori diversi Specialisti Ortopedici, Fisiatri e Medici di Medicina Generale.

Il  razionale  dell’evento scientifico,  si  propone  di  porre  in  discussione le  nuove  evidenze   sul trattamento sia conservativo che chirurgico protesico delle patologie degenerative articolari, in particolare dell’anca e del ginocchio. Saranno inoltre evidenziati gli aspetti preventivi ai fini di una corretta gestione del paziente affetto da tali patologie, da parte delle varie figure professionali presenti.

 

Il già candidato alla Camera nel collegio di Agrigento alle scorse elezioni Politiche del 4 marzo, Lillo Pisano, interviene in occasione dell’insediamento del Parlamento e a seguito di un incontro ad Agrigento del coordinamento di Fratelli d’Italia, di analisi e di prospettiva verso le prossime Amministrative del 10 giugno. Lillo Pisano afferma: “Mi corre l’obbligo di ringraziare i 15mila elettori che nel collegio plurinominale alla Camera di Mazara-Agrigento-Caltanissetta, hanno premiato il nostro progetto e la nostra proposta,regalando alla destra e a Fratelli d’Italia un risultato eccezionale al di sopra delle aspettative, tant’è vero che è scattato il seggio parlamentare che è frutto di un lavoro eccezionale di squadra e di impegno quotidiano sul territorio. Fratelli d’Italia ad Agrigento è ormai una bellissima realtà, siamo la sesta provincia d’Italia e il quinto comune capoluogo in termini di voti. E i quasi 1800 voti di lista nella città di Agrigento sono un grande patrimonio e sostegno che non possiamo disperdere. Anzi, con il coordinamento cittadino,possiamo annunciare che è già cominciata la campagna tesseramento 2018. Fratelli d’Italia e tutto il gruppo dirigente cittadino e provinciale hanno già ripreso le battaglie per il territorio. Siamo certi che il partito di Giorgia Meloni anche in Parlamento, con i neo 50 parlamentari che si sono insediati oggi alle Camere, proseguirà con più vigoria le battaglie e gli impegni presi con gli italiani sui temi della famiglia,dei diritti sociali e delle tutele alle fasce deboli e per la nostra economia”.

 

E’ stata depositata, presso gli uffici della Presidenza comunale, una richiesta firmata dalla consigliere Nuccia Palermo, avente ad oggetto la “ rimodulazione con annesse cariche interne delle commissioni permanenti del consiglio comunale”. Con l’atto, la consigliere chiede “l’immediato interevento degli organi di controllo al fine di sanzionare la consigliere Graceffo che con la ripetuta assenza ingiustificata e non usufruendo dell’istituto della sostituzione, rende impossibile o estremamente difficoltoso lo svolgimento dei lavori della terza commissione consiliare danneggiando le prerogative di controllo e di iniziativa dei restanti componenti e quindi non garantendo le aspettative della città che li ha eletti”. Nello stesso documento la consigliere Palermo chiede anche la “rimodulazione di tutte le commissioni con annessa ridistribuzione interna delle cariche di commissione il cui controllo e coordinamento della regolare attività spetta al presidente del consiglio comunale”.

 

 

 

L’iniziativa “Un mondo di uova” della Coldiretti approda ad Agrigento. Gli alunni dell’Istituto “Esseneto” si sono recati al mercato “Campagna Amica” della Coldiretti in via Dante 125, e hanno partecipato alla prima edizione del concorso “Un mondo di uova”, esprimendo la loro creatività dipingendo le uova. Il direttore della Coldiretti agrigentina, Giuseppe Miccichè, spiega: “Intendiamo avvicinare i bambini all’agricoltura, e il gioco, la fantasia, rappresentano il modo più immediato. Pensiamo infatti che gli scolari possano trovare nei nostri mercati tutto ciò che stimola e fa crescere il contatto con il nostro settore”.

Ad Agrigento, il giudice per le indagini preliminari del Tribunale, su richiesta del pubblico ministero Salvatore Vella, ha disposto il sequestro preventivo del “Posto di ristoro”, storico locale nella Valle dei Templi, innanzi al tempio di Ercole. L’inchiesta ipotizza a carico della titolare dell’attività commerciale il reato di invasione dell’area del Demanio, di proprietà dell’Ente Parco Valle dei Templi. Più nel dettaglio, i permessi in proposito sarebbero scaduti, e, dunque, di conseguenza, l’esercizio commerciale non sarebbe più in possesso delle licenze necessarie.

Operazione dei carabinieri contro il favoreggiamento dell’immigrazione clandestina dalla Tunisia alle coste della Sicilia, arrestati quattro presunti trafficanti di esseri umani. E’ questo lo scenario sul quale, per oltre un anno, i militari della Compagnia di Sciacca (AG) hanno svolto complesse indagini, attraverso una fitta rete di pedinamenti ed intercettazioni, riuscendo a documentare le varie fasi organizzative ed esecutive della tratta. Secondo le indagini, le traversate venivano attuate con potenti motoscafi che, dalle spiagge di Al Huwariyah in Tunisia, il punto più vicino alle coste italiane, raggiungevano il litorale trapanese (in particolare Marsala o Mazara del Vallo), percorrendo in media circa 100 miglia.
    L’operazione della Procura di Marsala (TP), con il nome in codice “Caronte”, è stata portata a termine all’alba di oggi da circa 70 Carabinieri del Comando Provinciale di Agrigento tra Menfi, Sambuca di Sicilia e Santa Margherita di Belice, nell’agrigentino, Marsala e Cesena (FC). Gli arrestati devono rispondere oltre che di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina anche di contrabbando di tabacchi lavorati esteri poiché secondo gli investigatori insieme ai migranti trasportavano anche sigarette di contrabbando destinate al mercato nero. Quattro le ordinanze di custodia cautelare notificate; per un altro degli indagati è invece scUno era al timone del gommone carico di profughi, l’altro teneva la rotta con il Gps e quando sono stati soccorsi dalla nave militare inglese Echo si sono confusi con gli altri stranieri. Uno stratagemma che non è servito. Gli investigatori della Squadra Mobile di Cagliari e i militari del Reparto operativo aeronavale hanno fermato due presunti scafisti, sbarcati oggi nel porto di Cagliari assieme agli altri 280 profughi.Ansa

 

E’ stata firmata ieri dal Comune di Agrigento, la nuova autorizzazione alle imprese Iseda, Sea e Seap all’utilizzo dell’impianto di trasferenza di Lercara Friddi.

Il provvedimento, anche questa settimana, si è reso necessario a causa delle lunghe file di autocompattatori che continuano a persistere lungo la strada statale che conduce all’impianto di contrada Matarana a Siculiana.

Con il conferimento della frazione secca residua raccolta oggi nel capoluogo, alla stazione di trasferenza di Lercara Friddi si eviterà che la raccolta differenziata, iniziata da circa due mesi, si blocchi.

La disposizione del Comune, permetterà agli operatori ecologici, di conferire i rifiuti della frazione secca a Lercara in modo tale che gli autocompattatori, una volta svuotati, possano essere utilizzati per effettuare la raccolta della plastica prevista per oggi e dell’umido e del vetro fissata per domani, sabato.

Intanto a Siculiana continuano le lunghe file di automezzi carichi di rifiuti provenienti da moltissimi centri della Sicilia per cui, appare verosimile, che nuove emergenze si potranno verificare nei prossimi giorni, fino a quando la situazione non tornerà alla normalità. La discarica infatti, raggiunge il limite giornaliero di rifiuti trattabili già intorno alle 11 del mattino e la conseguenza è che tutti gli altri autocompattatori trovano i cancelli chiusi ma anziché tornare indietro, molti di essi rimangono a “tenere il posto” per l’indomani mattina all’alba quando l’impianto riapre i cancelli.

In riferimento all’articolo pubblicato dalla vs. spettabile testata giornalistica online, precisiamo quanto segue: 

Il problema loculi, che ha portato all’attuale emergenza igienico sanitaria, è stato evidenziato e posto all’attenzione dell’Amministrazione Comunale da diversi anni, sia verbalmente ai dirigenti e tecnici che negli anni si sono succeduti, sia per iscritto con la nota di Europa Costruzioni del 17 febbraio 2014 assunta al protocollo del Comune di Agrigento al n. 11189 in data 21/02/2014 che si allega.

Infatti, il progetto per la costruzione dei loculi originariamente approvato all’atto della stipula del contratto di concessione (2004) non è più a norma, in quanto le dimensioni delle strutture in questione sono in contrasto con le misure previste dal regolamento di polizia mortuaria del Comune oggi vigente.

Anche la Scrivente Global Service Optimal Soc. Coop., subentrata nella gestione alla Europa Costruzioni Soc. Coop., giusto atto di affitto ramo d’azienda decorrente dal 14/03/2016 –  non riconosciuto dall’Amministrazione Comunale ed oggetto del contenzioso in atto presso il TAR Sicilia –  peraltro, ha evidenziato con note del 18 luglio 2016 e 24 luglio 2017 (anch’esse si riallegano alla presente) trasmesse a mezzo pec al Comune di Agrigento le problematiche relative ai loculi.

È opportuno chiarire altresì, che la Società scrivente, indipendentemente dalla procedura di affitto del ramo d’azienda, è stata comunque designata come cooperativa esecutrice della parte di competenza  del Consorzio Consital, ovvero  mandante all’interno dell’ATI  concessionaria del cimitero.

Purtroppo, a causa del silenzio del Comune, protrattosi per oltre 3 anni, sulla richiesta di modifica del progetto per la realizzazione dei loculi nel rispetto della normativa vigente, il Concessionario, ad un certo punto, non ha potuto proseguire nella realizzazione di loculi, ormai non più a norma, che non avrebbero ottenuto le necessarie autorizzazioni.

In apposito incontro svoltosi in data 23 maggio 2017 presso la sala Giunta del Comune di Agrigento alla presenza della Scrivente società e del proprio legale, da una parte, e dei tecnici del Comune, Ing. Francesco Vitellaro, Ing. Gaspare Triassi, Arch. Calogero Tulumello, del Segretario Generale Dott. Pietro Rizzo, Dott. Domenico Sinaguglia e degli assessori Giovanni Amico e Gabriella Battaglia, dall’altro, si era concordato di predisporre una perizia relativa al passaggio ai loculi prefabbricati con il relativo aggiornamento dei calcoli alla nuova normativa antisismica al fine di poter procedere nel breve periodo alla realizzazione dei loculi prefabbricati ed organizzare immediatamente un incontro con i tecnici del Genio Civile.

Tale incontro, più volte programmato non si è più svolto per indisponibilità del RUP e del collaudatore statico e ciò malgrado i numerosi solleciti anche dei tecnici del Genio Civile di Agrigento, Ing. Ignazio Puccio e Geom. Claudio Nocera.

Nonostante quanto sopra, in data 19/12/2017, la Società scrivente ha protocollato con nota n.99123 tutta la documentazione propedeutica al rilascio dell’autorizzazione per la realizzazione dei nuovi loculi prefabbricati presso il cimitero di Piano Gatta.

Tuttavia, con nota  prot. 10101 del 2/2/2018 il Comune di Agrigento ha comunicato alla Scrivente, che si intendeva restituita la documentazione relativa ai loculi prefabbricati poiché “ogni qualsiasi interlocuzione deve avvenire per il tramite del Consorzio” (Consital ndr).

L’impossibilità di realizzare nuovi loculi, nelle more dell’iter amministrativo per l’approvazione di un progetto di variante, non imputabile al Concessionario, purtroppo, ha portato al progressivo esaurimento dei loculi disponibili, realizzati secondo il vecchio progetto, ed ai disagi che oggi patisce l’utenza.

Pertanto si ribadisce che l’Europa Costruzioni prima, e la scrivente Global Service Optimal Soc. Coop. a decorrere dal 14/03/2016, hanno fino ad oggi messo in atto tutto quanto nelle proprie possibilità al fine tentare di evitare, quanto purtroppo già accaduto e prosegue tutt’ora. 

Tanto era dovere della Scrivente comunicare.

Con l’occasione si porgono distinti saluti

Global Service Optimal soc. coop.
Il legale Rappresentante

Salvatore D’Anna