Home / Articoli pubblicati daRedazione Ag (Pagina 1032)

Il Tribunale di Agrigento, in aggravamento della misura degli arresti domiciliari cui era sottoposto, ha disposto il trasferimento in carcere per un giovane di Palma di Montechiaro, Rosario Gueli, 18 anni.

Il ragazzo ha più volte violato le prescrizioni impostegli dalla precedente misura cautelare. A Gueli era stato applicato il braccialetto elettronico perchè accusato di aver effettuato, in concorso, un furto in una gioielleria di via Roma, nel paesino agrigentino.

Successo per la Lectio MagistralisIl ponte: una metafore dell’unione fra luoghi, genti e cultura” tenuta presso la sede del Consorzio Universitario UNICURS di Agrigento da parte del Magnifico Rettore dell’Università degli Studi eCampus, prof. ing. Enzo Siviero.

Una visita ricca di appuntamenti quello che ha visto il Magnifico Rettore incontrare le massime istituzioni agrigentine per parlare, in particolar modo, di infrastrutture e sviluppo territoriale. L’ing. Siviero ha dapprima incontrato il presidente dell’Ordine degli ingegneri di Agrigento, ing. Alberto Avenia, con il quale ha visitato uno dei luoghi simbolo della rigenerazione urbana della provincia di Agrigento: la FARM di Favara.

Successivamente il prof. Siviero, accompagnato dai responsabili del Consorzio UNICURS di Agrigento, Joseph Zambito e Alessandro Cibella, ha incontrato il presidente dell’Ordine degli Architetti di Agrigento, l’arch. Alfonso Cimino con il quale vi è stato un proficuo dibattito sul tema del Ponte Morandi di Agrigento, soprattutto dopo l’eco mediatico suscitato dai fatti tristemente accaduti a Genova.

“Il ponte Morandi di Agrigento – afferma il prof. Siviero – è un ponte che io non ho mai amato ma che oggi merita un’attenzione particolare. L’occasione storica che ha la città è quella di valorizzare questo ponte al di là della giusta sicurezza che richiede”

Il prof. Siviero, noto esperto nazionale di ponti ed ingegneria, ha auspicato una “nuova” fruizione della struttura che collega Agrigento con Porto Empedocle, ipotizzando una valorizzazione anche attraverso mirati interventi atti ad attutire l’impatto visivo del lungo “serpentone” attraverso una possibile fruizione pedonale o ciclabile con un allargamento longitudinale del viadotto.

Ipotesi che è stata altresì fatta presente al Sindaco di Agrigento, Lillo Firetto, che ha ricevuto presso il Palazzo di città il Magnifico Rettore.

Nel pomeriggio l’atteso incontro con gli studenti e gli operatori della formazione dell’ente agrigentino che ha voluto intrattenere i presenti in un momento conviviale per augurare liete festività natalizie.

Apprezzata la Lectio Magistralis del prof. Siviero che ha spiegato nella sua relazione l’importanza fondamentale del viadotto agrigentino e dei possibili risvolti per un futuro infrastrutturale della città dei Templi.

Il Panathlon Club di Agrigento organizza il Memorial “Pippo Micciché”  di pallacanestro, al quale parteciperanno quattro società sportive con atleti appartenenti alla categoria Under 13. La manifestazione nasce per onorare la memoria di uno dei soci fondatori del Panathlon Club di Agrigento, scomparso lo scorso anno, per ricordarlo come figura di riferimento del mondo sportivo agrigentino e di quello cestistico in particolare.

La manifestazione ha lo scopo di promuovere e incentivare i valori del fair-play e del rispetto nello sport giovanile e della pallacanestro in particolare, secondo quelli che sono i principi ispiratori del Panathlon International.

Il Memorial avrà cadenza annuale.

In questa edizione le Società partecipanti sono:

  • ASD Real Basket Agrigento;
  • ASD Studentesca Licata;
  • ASD Athletic Sport Canicattì;
  • ASD Pallacanestro Marsala.

 

La formula di svolgimento prevede, in un’unica giornata, due incontri di semifinale nella mattinata e nel pomeriggio le due finali: 3° e 4° posto e 1° e 2° posto.

 

L’appuntamento è fissato per venerdì 28 dicembre alle ore 9,00 presso il Palasport “Pippo Nicosia” di Agrigento, gentilmente concesso dalla Società Real Basket di Agrigento.

 

Nel pomeriggio, subito dopo la prima finale, sarà consegnata al Presidente della Real Basket Agrigento, la Targa Etica del Panathlon International contenente la “Carta dei diritti del ragazzo nello sport” e la “Carta dei doveri dei genitori nello sport”, che viene assegnata alle società più meritevoli, per la successiva affissione esterna. La targa diventa, così, uno strumento di diffusione dei principi del Panathlon International e di promozione dei suoi valori etici, un invito perché giovani atleti ed i loro genitori si conformino ai puri principi dello sport, che nato come divertimento e gioco, tale deve restare anche nell’odierno variegato orizzonte professionistico.

In merito all’importante titolo di città conferito dal Presidente della Repubblica al Comune di Comitini, interviene la consigliera del movimento Area Rinnovamento, Teresa Delisi.

“La consapevolezza di essere città, afferma Teresa Delisi, è un punto di partenza per dare a questo territorio un ruolo di centralità sia sotto l’aspetto turistico culturale che sotto l’aspetto imprenditoriale ed architettonico.
È una notizia che ci rende particolarmente orgogliosi, che premia lo spirito di comunità che ha sempre contraddistinto i cittadini di Comitini  e che ci spinge a fare sempre meglio per il bene della collettività. Essere città , vuol dire essere al servizio del territorio che sta intorno, contribuendo in tal modo ad alimentare i sentimenti di fiducia di chi ha l’onore e l’onere di amministrare la cosa pubblica e degli stessi cittadini verso le istituzioni democratiche. 
Il decreto che riconosce a Comitini il titolo di città , conclude Delisi, mi induce a pensare a tutti i nostri concittadini che vivono fuori per ragioni di lavoro o di studio. A loro desidero riservare un pensiero particolare e affettuoso, per gli sforzi che fanno e per l’amore che portano per la nostra città e per la Sicilia. Se oggi Comitini è una città che suscita interesse e taglia traguardi importanti lo si deve anche a loro.”

La presentazione del libro è attesa sabato pomeriggio alle 16.30 al Baglio Santa Croce B&B di Porto Empedocle

C’è grande attesa per il debutto di Simona Burgio, la giovane ragazza empedoclina autrice del libro “Insomnia di esse”. Edito da Antipodes sarà presentato sabato pomeriggio presso il Baglio Santa Croce B&B di Porto Empedocle, in collaborazione con la libreria “Il mercante di libri” di via Atenea di Agrigento, gestita da Alessandro Accurso Tagano. A moderare l’incontro Raimonda Ilenia Riolo.

“Insomnia di esse”  è un libro scritto durante la notte. Non una, ma ben 2000 passate in bianco, dove si racconta di incontri, di famiglia, di conoscenti e sconosciuti. Come sfondo la Sicilia dell’infanzia e la Roma dove Simona abita il suo presente. Dal 2013 all’anno zero i suoi personaggi sembrano vivere in uno spazio temporale infinito e attaccato al ricordo presente. Ogni sequenza, nei racconti dell’autrice, conduce il lettore a riconoscersi e a individuare nei segni e segnali dell’esperienza soggettiva pezzetti di esistenza propria, già condivisa, ripetibile e a tratti somigliante. Di scuro sullo sfondo c’è solo la notte, quella insonne di Esse, che con la scrittura restituisce la luce abbagliante e incoraggiante della vita.

Intorno alle ore 15.00 della seguente giornata odierna, si era notato un certo movimento che ha destato molta curiosità e brusìo. Si notavano dinnanzi al castello Colonna di Joppolo Giancaxio molte autovetture dei Carabinieri della stazione di Joppolo.

Dopo poche ore si è appreso con molto scalpore che il maestoso castello Colonna, dove i proprietari sono il sindaco di Agrigento, Calogero Firetto e il fratello Mirko Firetto, è stato posto sotto sequestro con un provvedimento dal Gip del Tribunale di Agrigento, Francesco Provenzano su richiesta della Procura della Repubblica di Agrigento firmata dal procuratore Salvatore Vella e dal sostituto Antonella Pandolfi.

Nel registro degli indagati ci sono, dunque, i nomi di Mirko Firetto e Calogero Firetto con l’accusa di aver realizzato variazioni edilizie senza titoli e permessi.

Per la Procura gli indagati, tra le altre cose, “avrebbero realizzato interventi di nuova costruzione e di ristrutturazione edilizia integranti  un insieme sistematico di opere tali da realizzare un complesso in gran parte nuovo, mediante la radicale ed integrale trasformazione dell’immobile, con mutamento della qualificazione tipologica e degli elementi formali dell’edificio, comportanti l’aumento delle unità immobiliari, l’alterazione dell’originario impianto tipologico-distributivo nonché dei caratteri architettonici dell’edificio e la modifica della destinazione d’uso dell’immobile stesso trasformato da residenza signorile in struttura turistico ricettiva consistenti nella realizzazione in sostituzione del preesistente giardino all’italiana, di una piazza pavimentata e priva di essenze arboree, realizzazione – sotto la piazza pavimentata di un nuovo manufatto interrato da due lati, il quale ha accesso dal lato est, e attraverso il corpo B (Corpo  “Amministrazione”), piano seminterrato, dal lato sud  destinato,  secondo  il progetto originario a “Museo delle carrozze” con locali annessi e, secondo il progetto di variante a “centro benessere” avente un volume di circa 2000 mc; realizzato, lungo il lato est del Palazzo Colonna (corpo A), al di sotto del viottolo prima esistente, a servizio del locale seminterrato sopra descritto, di un ulteriore locale interrato da due lati, adibito a servizi igienici del ”centro benessere” e locali tecnici di carattere generale, il tutto per una superficie lorda di circa 240 mq e del volume di circa 950 mq dei quali circa 100 mc costituenti ”volumi tecnici”; modifica delle estremità del fronte est del Palazzo Colonna  (corpo A),  di due vecchi magazzini preesistenti a piano terra, aventi tra loro altezze diverse, con ampliamento del volume e della sagoma, e dunque,  realizzazione di un nuovo volume edilizio con struttura in cemento armato a due elevazioni fuori terra adibito a blocco cucine”.

Sulla vicenda il sindaco Calogero Firetto dichiara: “La mia esposizione pubblica quale sindaco di Agrigento – ha commentato Calogero Firetto – sta procurando pesantissime ripercussioni a me e alla mia famiglia. Una sequenza di fascicoli aperti. Oggi, il sequestro della struttura di famiglia della quale non mi sono mai occupato. Sono certo che in tempi velocissimi la giustizia chiarirà ogni cosa”.“

L’evento “Mythos Opera Festival” continua a percorrere le tappe del suo calendario ricco di splendi eventi che stanno aggiungendo ad Agrigento una luce tutta speciale.

A brillare nella serata di ieri, 20 Dicembre, sul possente palco del Palacongressi è stato il noto attore Nino Frassica.

Nella prima parte dello spettacolo si sono visti, ancora una volta, protagonisti i parigini artisti di strada de “Il Circo e La Strada” che hanno coinvolto anche il pubblico presente con le loro magie, acrobazie e capacità di intrattenimento regalando sano e puro divertimento sia per grandi che per i piccini.

E’ poi arrivato il momento tanto atteso, ovvero, l’ingresso in scena di Nino Frassica che con una sua performance da cabarettista non ha fatto mancare tante sane risate ricevendo una miriade di applausi.

Tantissimi altri applausi si sono aggiunti alla fine dello spettacolo quando, con i saluti dell’ormai famoso gruppo de “Il Circo e La Strada”, hanno chiuso il sipario ad un altro grande e riuscitissimo appuntamento del Mythos Opera Festival.

Nella serata di oggi, 21 Dicembre, sempre al Palacongressi si svolgerà il meraviglioso concerto di Natale diretto dal Maestro Alberto Veronesi.

Per il Mythos Opera festival la magia del Natale continua.

 

Il commissario straordinario, Giorgio Giulio Santonocito, si presenta al personale della dirigenza Asp e lo fa nel segno della continuità volendo al suo fianco il direttore sanitario, Silvio Lo Bosco, il direttore amministrativo, Francesco Polo Tronca ed il commissario uscente Gervasio Venuti. Parole asciutte ma anche piene di fervore quelle che Santonocito ha scelto ieri pomeriggio, mercoledì 19 dicembre, per inaugurare il nuovo corso della sanità agrigentina e sancire i caratteri della sinergia operativa e della collaborazione che caratterizzeranno i rapporti tra il personale dirigente ed il vertice Asp. L’occasione è servita al neomanager per augurare un sereno Natale ai suoi collaboratori e per illustrare i primi passi e adempimenti che si accinge a compiere da subito, nonostante il periodo festivo, per assumere piena contezza della realtà aziendale.

Una serata dedicata agli appassionati di Boxe, quella organizzata per sabato prossimo 22 dicembre alle 17, al Palasport “Livatino – Saetta” di Castrofilippo. L’evento è stato organizzato dalla Body Power di Bagheria e l’Asd Gymnasium di Racalmuto con il patrocinio del Comune di Castrofilippo. Sul ring sono previsti 12 incontri della categoria Dilettanti  ed è prevista anche la partecipazione del beniamino di casa Antonio Augello, campione regionale Schoolboy. Nel corso dell’evento, sarà previsto un video messaggio del 3 volte campione italiano dei pesi massimi Fabio Tuiach. L’ingresso al palasport di Castrofilippo è gratuito.