Home / Articoli pubblicati daRedazione Palermo (Pagina 65)

Sono 45 i nuovi casi di Covid 19 in Sicilia nelle ultime 24 ore, dieci dei quali a Palermo sono tutti migranti. Il numero più alto si registra a Catania con 23 nuovi casi, la maggior parte individuati attraverso il contact tracing mentre alcuni sono stati trovati positivi al coronavirus nel corso di controlli legati ad attività ospedaliera. Sette nuovi positivi a Ragusa, 2 a Messina e uno ad Agrigento, Siracusa e Trapani. I dati sono stati comunicati dal sistema regionale alla Protezione Civile e resi noti attraverso la scheda report quotidiana del Ministero della Salute e dell’Istituto Superiore di Sanità. I tamponi eseguiti sono stati 2859. C’è un guarito e un ricoverato in più che porta i pazienti in ospedale a 61.

(ANSA)

Ritornano i treni storici della Fondazione FS Italiane (Gruppo FS Italiane) in Sicilia. Sono quattro gli appuntamenti alla scoperta di una terra magica e suggestiva, ricca di saperi e tradizioni, previsti per il mese di agosto, ventiquattro in tutto quelli che sino a dicembre permetteranno di scoprire in treno d’epoca itinerari mozzafiato fra colori, sapori e bellezza. Un’ ulteriore testimonianza del sostegno del Gruppo FS al turismo nazionale per la ripartenza del Paese.

L’appuntamento è per sabato 22 agosto con i primi due imperdibili appuntamenti: “Il treno dei templi” da Palermo a Porto Empedocle e “Il treno della ceramica” da Catania a Caltagirone.

Il treno dei templi partirà dalla stazione di Palermo Centrale alle 13.50 e arriverà ad Agrigento Centrale alle 16.16: da qui si potrà proseguire lungo la Ferrovia turistica dei templi, l’unica in Europa ad attraversare un sito archeologico di fama internazionale e inserito dall’UNESCO nella lista dei patrimoni dell’Umanità. Alla fermata Tempio Vulcano, nel cuore del parco archeologico, alle ore 17.01 i passeggeri potranno scegliere se visitare il Giardino della Kolymbethra con un tour guidato a cura del FAI e aperitivo con musica allestito nell’area spettacolo oppure proseguire fino alla stazione Porto Empedocle Succursale dove è in programma una visita guidata gratuita nei luoghi di Andrea Camilleri tra i vicoli della Vigata letteraria, a cura dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Porto Empedocle. Dalla stazione di Porto Empedocle Succursale si riparte alle 18.35 con destinazione Tempio di Vulcano per assistere allo spettacolo teatrale “Al passo coi templi – Frammenti al tramonto” con la regia di Marco Savatteri. Il treno turistico ripartirà alle ore 19.52 diretto ad Agrigento Centrale e Palermo Centrale.

Il treno della ceramica partirà da Catania alle 16.55 diretto a Caltagirone con arrivo previsto alle ore 19.34. I passeggeri potranno visitare il centro storico della città di Caltagirone, patrimonio mondiale dell’umanità tra “Le città barocche del Val di Noto”, la cui fama è legata alla produzione di ceramiche smaltate famose in tutto il mondo.

Sabato 29 agosto invece appuntamento con “Il treno dei templi” da Caltanissetta Centrale a Porto Empedocle e “Il treno del Barocco” da Siracusa a Noto.

Viaggiando sulle carrozze Centoporte degli anni ’30 si potranno percorrere le linee panoramiche siciliane, lontano dagli itinerari turistici più inflazionati: un viaggio lento e sostenibile che permette di assaporare con gli occhi e scoprire con il palato le bellezze dell’isola, gustando alcuni dei prodotti tipici della Sicilia, tutelati da quasi 50 presidi Slow Food.

A bordo sarà garantita la distanza interpersonale consentendo di godere in piena sicurezza del viaggio e dei magnifici panorami.

I biglietti per viaggiare a bordo dei Treni storici del Gusto sono in vendita nelle biglietterie e self service di stazione, agenzie di viaggio abilitate e su trenitalia.com.

Gli appuntamenti di agosto

Sabato 22 agosto 2020: Palermo – Porto Empedocle “Il treno dei templi”

Sabato 22 agosto 2020: Catania – Caltagirone “Il treno della ceramica”

Sabato 29 agosto 2020: Siracusa – Noto “Il treno del barocco”

Sabato 29 agosto 2020: Caltanissetta – Porto Empedocle “Il treno dei templi”

I Promoter siciliani riuniti in Assomusica (Giuseppe Rapisarda, Giampaolo Grotta, Nuccio La Ferlita, Carmelo Costa, Andrea Randazzo, Marcello Cannizzo ed Enzo Bellavia) chiedono al Presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci ed all’Assessore al Turismo Manlio Messina un incontro urgente per affrontare le problematiche legate al settore degli eventi dal vivo. A far saltare gli equilibri la notizia della concessione di 579.500,00 euro da parte della Regione Siciliana al progetto “Devotion: Racconto di un amore per la Sicilia e le sue eccellenze” di Dolce & Gabbana. “Non entriamo nel merito del progetto artistico dei due stilisti – commentano i Promoter – ma non possiamo continuare a tollerare scelte politiche scellerate nei confronti degli operatori economici siciliani. In tempi come questi, con le limitazioni imposte agli eventi dal vivo e le poche certezze dovute al particolare momento storico, ci siamo fatti carico ugualmente di tutte le spese per rimettere in moto le attività e cercare di garantire i posti di lavoro. Non abbiamo ricevuto nessun aiuto dalla Regione e, nonostante i proclami, nessun atto è stato disposto a nostro favore”.  “Ora – concludono i Promoter – veniamo a conoscenza della concessione di un contributo diretto e senza bando pubblico di quasi 600mila euro a Dolce & Gabbana per un progetto che ha visto l’organizzazione di cinema all’aperto, esperienze folcloristiche ed esposizioni enogastronomiche da sabato 1 agosto a domenica 16 agosto. Come se non bastasse sembrerebbe che la società incaricata non abbia materialmente svolto i lavori ma subappaltato i servizi che sono stati realizzati da maestranze locali, dando vita ad un “circuito” di denaro non compatibile con la legislazione attuale. Questo atto lo interpretiamo come una mancanza di fiducia nei confronti di operatori del settore che lavorano da anni con grandi risultati e che hanno garantito, grazie alle loro produzioni, un ritorno di immagine alla Sicilia, senza l’utilizzo di soldi pubblici. Chiediamo di incontrare il Presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci e l’Assessore al Turismo Manlio Messina perché a rischio non ci sono solo i grandi eventi ma anche centinaia di posti di lavoro”.

Sono dieci gli indagati per lesioni ad una giornalista del giornale Palermo Today. I carabinieri della compagnia di San Lorenzo hanno identificato gli aggressori della giornalista che il giorno di Ferragosto stava filmando lo sgombero della tendopoli sulla spiaggia di Barcarello. Appartengono quasi tutti ad una famiglia che vive allo Zen 2, alcuni di loro hanno precedenti per reati contro la persona e hanno un’età compresa fra i 17 e i 62 anni. C’è dunque anche un minore fra il gruppo che si è scagliato contro la giornalista per impedirle di raccontare lo sgombero.

I militari al comando del maggiore Andrea Senes hanno ricostruito minuto per minuto l’aggressione grazie ai filmati della vittima e le stesse relazioni dei carabinieri intervenuti per sedare la rissa. Esaminata la documentazione la procura di Palermo ha denunciato oggi i dieci per rissa e lesioni. La giornalista, che era in compagnia di un’amica, è stata trasportata al pronto soccorso dell’ospedale Cervello dove è stata medicata e dimessa.

Condividi

Sono complessivamente 13 i nuovi casi di coronavirus registrati, rispetto a ieri, in Sicilia, dove il numero degli attuali positivi raggiunge quota 722. Il dato è contenuto nel bollettino quotidiano del ministero della Salute.

Resta stabile il numero degli ospedalizzati (60), di cui 6 in terapia intensiva, mentre sale quello delle persone in isolamento domiciliare, passate dalle 658 di ieri alle 662 di oggi.

Dall’inizio dell’emergenza sono 3.793 i casi registrati, 2.785 i guariti e 286 le vittime del Covid nell’Isola.

Da almeno 15 anni la motonave “Sansovino” è oggetto di manutenzioni più o meno raffazzonate che mettono a rischio l’incolumità dei passeggeri e danno una pessima immagine della Sicilia ai turisti.
Con un’interrogazione parlamentare ho chiesto, all’assessore alle infrastrutture e mobilità Falcone, la sostituzione temporanea della “Sansovino” con i traghetti “Paolo Veronese” e “Vittorio Carpaccio”.
Questo prima garantire la tratta con nuovi mezzi.
La Caronte & Tourist S.p.A. non può fare solo cassa a discapito della sicurezza dei passeggeri!”

Lo dichiara il deputato regionale dei 5Stelle on. Giovanni Di Caro.

“So che negli anni precedenti gli operai forestali delle categorie di 78 giorni, 101 e 151 sono stati sospesi dalle attivita’ lavorative sino al mese di settembre, ma quest’anno con l’emergenza incendi, tutti dolosi e con la ripresa dei contaggi, non e’ opportuno procedere alla loro sospensione. Vi e’ infatti il rischio che con la ripresa del lockdown molti operai non potranno completare le 151 giornate lavorative”. A dichiararlo è il Deputato regionale di Forza Italia e componente della Commissione Parlamentare Attività Produttive all’Ars, on. Mario Caputo, che ha invitato gli Assessori regionali Edy Bandiera e Toto Cordaro a disporre l’avviamento al lavoro degli operai in atto sospesi.

“So che anche i Sindacati che rappresentano i lavoratori forestali – conclude il Parlamentare – avevano chiesto al Governo regionale di evitare per quest’anno la rituale sospensione sino a settembre. Se dovessero aumentare ulteriormente i contaggi da Covid 19, vi è il rischio della sospensione forzata delle attività lavorative, con il timore che non saranno coperte le 101 e 151 giornate lavorative. Anche se si tratta di forestali non addetti alle squadre antincendio, la loro presenza sul territorio boschivo è di fondamentale importanza stante l’allarmante diffusione degli incendi dolosi, anche in termine di prevenzione “.

“Gli investimenti nell’edilizia e nella sanità sono sempre qualcosa di cui compiacersi perché garantiscono occupazione e soprattutto servizi ai cittadini. Per tale motivo esprimo il mio totale apprezzamento per i 120 milioni di euro da investire in piani infrastrutturali della sanità siciliana. Penso al programma di rifunzionalizzazione del Cefpas, che Musumeci ha presentato a Caltanissetta per un finanziamento pari a 33 milioni di euro. Lo stesso discorso vale per i 34 milioni da destinare all’edilizia, cuore pulsante dell’economia. Continua la stagione delle scelte oculate di buongoverno inaugurata dall’attuale Amministrazione regionale e la Maggioranza tutta, compatta nelle decisioni che contano per il bene del territorio”.
Lo afferma il deputato di Forza Italia all’Ars, Michele Mancuso.

“Mentre siamo invasi da sbarchi incontrollati e pericolosi, con oltre 700 arrivi nei soli ultimi due giorni, il Presidente del Parlamento europeo – del PD – plaude al varo della nuova nave della ONG SeaWatch, la Sea-Watch 4, pronta a iniziare le sue attività nel Mediterraneo. ‘Nessun uomo, donna o bambino dovrebbe morire in mare cercando di raggiungere l’Europa’: parole vere, che sottoscrivo, giuste premesse che non possono, però, giustificare scelte politiche errate, come il sostegno indiscriminato alle ONG. Non vanno incentivate le partenze di chi non ha diritto a entrare in Europa, mentre la presenza delle navi ONG nel Mediterraneo è proprio uno dei fattori che incentiva questi attraversamenti pericolosi. Tutto questo, mentre Matteo Salvini viene processato per aver difeso i confini e svolto il suo lavoro da Ministro, nel pieno rispetto del mandato datogli dagli italiani. Ancora una volta il Pd, con il placet dell’Europa, di cui Sassoli è esponente di spicco, dimostra di continuare sulla strada dell’accoglienza a tutti i costi, senza proporre soluzioni concrete a un problema che ha assunto ormai proporzioni enormi, a spese dei siciliani e di tutti gli italiani”.

Così Annalisa Tardino, europarlamentare Lega e Coordinatrice della Commissione per le libertà civili, la giustizia e gli affari interni per il Gruppo Identità e Democrazia.

Il caldo soffocante del fine settimana di ferragosto non ha scoraggiato quanti hanno deciso di dedicarsi alla visita di Parchi Archeologici e Musei regionali siciliani. I visitatori sono stati 31.043 per i siti più noti con picchi nella Valle dei Templi e del Teatro Antico di Taormina, dove le presenze sono state rispettivamente 10.144 e 6.631.

Anche durante questo fine settimana, a dispetto delle alte temperature raggiunte in tutta la Sicilia – sottolinea Alberto Samonà, assessore regionale dei Beni Culturali e dell’Identità Siciliana – i numeri relativi alle presenze nei siti archeologici della Sicilia ci hanno restituito un ottimo riscontro confortandoci sulla bontà dell’offerta  culturale nell’Isola. E se Agrigento e Naxos-Taormina emergono per numero di presenze, possiamo considerare più che soddisfacenti – evidenzia ancora Alberto Samonà – anche i 2825 visitatori di Selinunte e i 2037 della Villa del Casale di Piazza Armerina. Numeri che tengono conto di una proposta che, in maniera sempre più flessibile, offre soluzioni dall’alba alla sera, che risultano molto apprezzate dai visitatori. Un risultato  importante che  indica che l’impegno del Governo Regionale nel campo della valorizzazione dei beni culturali funziona,  riuscendo a contenere il calo complessivo di una stagione turistica fortemente condizionata dall’Emergenza Covid e dall’assenza di  offerta di svaghi e tempo libero. Anche in questo la Regione Siciliana è in controtendenza, grazie alle numerose iniziative culturali in corso in tutta la Sicilia”.

Alcuni numeri:   

Parco della Valle dei Templi     10.144

Parco Naxos 6.631

Parco di Selinunte 2825

Parco di Segesta 2099

Neapolis   3634

Parco del Tellaro 124

Tindari e Patti 460

Akrai 217

Piazza Armerina Casale 2037

Morgantina 78

Museo di Aidone 175

Museo di Enna 83

Museo Bellomo 73

Museo Uccello 27

Museo Pepoli 72

Museo delle Eolie 95

Museo Pirandello 396

Museo Griffo 222

Museo Abatellis 429

Palazzo Mirto 185

Oratorio dei Bianchi 35

Musei di Catania 417

Parco di Solunto, Himera e 122

Parco Lilibeo 196

Museo Riso 43

Museo Santa Croce Scicli 39

San Giovanni degli Eremiti 143

Museo di Messina 42