Home / Articoli pubblicati daBruno Cassaro

E’ iniziato alle 14.00 lo spoglio per l’elezione del presidente e dei deputati della regione Sicilia. Le sezioni da scrutinare sono 5.293 per 70 deputati dell’Assemblea regionale da eleggere.

Secondo le prime proiezioni del Consorzio Opinio Italia per Rai Renato Schifano è al 37,8% seguito da Cateno De luca 25,5%, Caterina Chinnici 18,8% e Nuccio di Paola 15,5%.

Per le elezioni regionali in Sicilia ha votato il 48,62 per cento degli aventi diritto, ovvero 2.249.870 votanti su 4.627.146 elettori. Il dato sull’affluenza del 2022 è comunque superiore a quello di cinque anni fa quando era stata del 46,75%.

La ripartizione dei seggi: 62 attribuiti con il sistema proporzionale puro e soglia di sbarramento al 5 per cento a livello regionale (16 a Palermo, 13 a Catania, 8 a Messina, 6 ad Agrigento, 5 a Siracusa e a Trapani, 4 a Ragusa, 3 a Caltanissetta e 2 a Enna); 1 seggio spetta al candidato alla Presidenza della Regione eletto e 1 seggio al candidato governatore arrivato secondo nelle preferenze. Infine, 6 seggi vengono assegnati all’interno della lista regionale del candidato presidente (cosiddetto listino): si tratta, in sostanza, di una lista bloccata che funziona da premio di maggioranza e consente alla coalizione collegata al Presidente della Regione eletto di ottenere al massimo 42 seggi all’Ars. I seggi a tal fine non utilizzati sono distribuiti, con criterio proporzionale, alle liste di minoranza che abbiano superato lo sbarramento.

Sono in sei a correre per la poltrona di Palazzo d’Orleans, sede della presidenza della Regione, Renato Schifani, del centrodestra – che un exit pol del consorzio Rai-Opinio, indicherebbe come vincitore – poi Cateno De Luca della coalizione “De Luca sindaco di Sicilia”, quindi Caterina Chinnici, del Pd e della lista Centopassi, Nuccio Di Paola, del M5S, Gaetano Armao, candidato di Azione e Italia Viva, ed Eliana Esposito, candidata di ‘Siciliani liberi’.

————————————————————————————-

15.51 – risultati degli scrutini di 2 sezioni su 5293

Eliana Silvia Saturnia ESPOSITO 0,0%
Caterina CHINNICI  32,646%
Renato SCHIFANI 39,863%
Gaetano ARMAO 2,749%
Cateno DE LUCA 13,402%
Nunzio DI PAOLA 11,34%
————————————————————————————-

16.14 – risultati degli scrutini di 3 sezioni su 5293

Eliana Silvia Saturnia ESPOSITO 0,0%
Caterina CHINNICI  26,185%
Renato SCHIFANI 41,084%
Gaetano ARMAO 1,806%
Cateno DE LUCA 21,445%
Nunzio DI PAOLA 9,481%
————————————————————————————-

16.19 – terza proiezione del Consorzio Opinio Italia per la Rai

Con una copertura del campione del 43%, secondo la terza proiezione del Consorzio Opinio Italia per Rai è avanti il candidato per la presidenza della Regione Renato Schifani (Centrodestra)  42,2%,  seguito  da Cateno De Luca (Sud chiama Nord) 22,6%, Caterina Chinnici (Centrosinistra ) 17% e Nuccio Di Paola (M5s) al 16,1%.
————————————————————————————-

16.26 – risultati degli scrutini di 11 sezioni su 5293

Eliana Silvia Saturnia ESPOSITO 0,0%
Caterina CHINNICI  25,896%
Renato SCHIFANI 34,734%
Gaetano ARMAO 1,051%
Cateno DE LUCA 27,998%
Nunzio DI PAOLA 10,26%
————————————————————————————-

16.41 – risultati degli scrutini di 17 sezioni su 5293

Eliana Silvia Saturnia ESPOSITO 0,345%
Caterina CHINNICI  21,678%
Renato SCHIFANI 37,142%
Gaetano ARMAO 1,208%
Cateno DE LUCA 24,715%
Nunzio DI PAOLA 14,912%
————————————————————————————-

16.47 – risultati degli scrutini di 21 sezioni su 5293

Eliana Silvia Saturnia ESPOSITO 0,345%
Caterina CHINNICI  21,56%
Renato SCHIFANI 37,135%
Gaetano ARMAO 1,161%
Cateno DE LUCA 25,015%
Nunzio DI PAOLA 14,83%
————————————————————————————-

16.58 – risultati degli scrutini di 32 sezioni su 5293

Eliana Silvia Saturnia ESPOSITO 0,236%
Caterina CHINNICI  23,055%
Renato SCHIFANI 32,029%
Gaetano ARMAO 2,593%
Cateno DE LUCA 27,88%
Nunzio DI PAOLA 14,207%
————————————————————————————-

17.05 – risultati degli scrutini di 41 sezioni su 5293

Cateno De Luca (30,772%) continua la sua corsa all’inseguimento di Renato Schifani (32,059%)
————————————————————————————-

17.19 – risultati degli scrutini di 67 sezioni su 5293

Il candidato alla presidenza della Regione siciliana Renato Schifani allunga le distanze: è al 37,167%

Eliana Silvia Saturnia ESPOSITO 0,235%
Caterina CHINNICI  16,142%
Renato SCHIFANI 37,167%
Gaetano ARMAO 1,502%
Cateno DE LUCA 32,741%
Nunzio DI PAOLA 12,212%

————————————————————————————-

 

IN AGGIORNAMENTO

Gli uomini  della Polizia Locale di Agrigento, nelle ultime 48h,  hanno elevato 121 sanzioni per la violazione del codice della strada.

I controlli da parte degli Agenti della polizia Locale sono stati effettuati a margine dell’inizio del nuovo anno scolastico, che ha fatto riscontrare in città il (cd) parcheggio selvaggio.

I controlli hanno interessato soprattutto le via del centro: via Pirandello, viale della Vittoria, piazza Vittorio Emanuele ma anche il Quadrivio Spinasanta.

Sono state elevate 76 multe a tanti i motocicli e 45 agli automobilisti parcheggiati in zone non autorizzate.

Ieri sera lungo la statale 640, all’altezza della Mosella, si sono scontrate due autovetture una Peugeot e una Alfa Romeno. L’incidente ha mandato letteralmente in tilt il traffico formando lunghe code.
Sul luogo dell’incidente sono intervenuti i sanitari del 118 che hanno prestato i primi soccorsi, trasferendo i due guidatori al pronto soccorso dell’Ospedale San Giovanni di Dio di Agrigento, le loro condizioni di salute non sono gravissime.  Oltre ai sanitari sono intervenuti anche  i militari dell’Arma dei Carabinieri per ricostr5uire l’esatta dinamica dell’incidente.
A causa delle lunghe code, formatosi per l’indicente all’altezza della Mosella, nei pressi  della rotonda Giunone uno scooter ha impattato contro un  autovettura che era intenta a ad eseguire un inversione di marcia. Il centauro con lievi traumi è stato trasportato al pronto soccorso.

Lungo la statale 410 che dalla statale 115 porta a Naro ha visto un uomo la  alla guida della sua autovettura,  una Volkswagen Golf,  è rimasto ferito  dopo aver perso il controllo dell’auto uscendo dalla carreggiata finendo la sua corsa tra gli alberi di un terreno adiacente la strada.

I primi a soccorrere l’uomo sono stati i passanti, sul luogo sono intervenuti i poliziotti della sezione Volanti della Questura, per i rilievi e stabilire la dinamica dell’incidente.

 

Il classico leone da tastiera che dietro un profilo sul social network Facebook, poi risultato falso, ha postato post di insulti e offese risolve a Carabinieri e Polizia allegando il video della rissa tra giovanissimi insorta a San Leone  la notte tra sabato e domenica scorsi.

Dopo una breve indagine, i poliziotti  hanno smascherato e scovato l’ingiuriante, un 35enne agrigentino.

L’uomo  è stato denunciato a piede libero alla Procura della Repubblica di Agrigento per vilipendio a mezzo canale social nei confronti delle Forze armate.

L’agrigentino è una museo a cielo aperto per le ricchezze storico archeologiche che custodisce, un museo conosciuto in tutto il mondo ma anche dai tombaroli che con l’aiuto dell’oscurità cercano, scavano e trafugano i reperti.

Non è storia nuova quella di cui si da notizia oggi, già in passato era accaduto. Nell’area archeologica di Eraclea Minoa, attorno all’anfiteatro,  sono stati rinvenuti almeno 30 scavi nel terreno alla ricerca di reperti, scavi di cui nessuno ne sapeva niente; scavi che presumibilmente sono stati eseguiti tra il 2 e il 7 settembre.

A fare la scoperta sono stati gli impiegati del complesso monumentale di Cattolica Eraclea, che dopo la triste scoperta hanno presentato formale denuncia alle autorità competenti.

 

Un violento incendio è scoppia poco più di un ora fa all’interno del parcheggio pluripiano di via Empedocle ad Agrigento.

I Vigili del fuoco a quanto pare sono scesi sin ai primi piani della struttura.

Sembra che ad andare in fiamme sia stata un autovettura stazionata al piano terra.

Il pronto intervento degli uomini del corpo provinciale dei Vigili del fuoco hanno evitato il peggio in quanto tante altre autovetture erano parcheggiate nelle strette vicinanze del mezzo andato in fiamme.

L’incendio è stato domato, ma la struttura è ancora invasa da un fitto fumo.

Sul posto oltre ai Vigili del fuoco sono intervenuti gli Agenti della sezione Volanti di Agrigento che hanno, prontamente, fatto sgomberare i commensali, di un ristorante, posti sulla terrazza del pluripiano.

 

Paura tra la popolazione per un evento sismico di magnitudo 4.2, registrato alle 6.52 di oggi,  con epicentro i Monti Sicani, con profondità 4 km e  a 1 km Est da Giuliana (PA).

L’evento sismico è stato avvertito nei comuni di Burgio, Caltabellotta, Lucca Sicula, Sambuca di Sicilia,  Bivona, Ribera e Sciacca.

Come già detto,  l’evento sismico è stato avvertito dai cittadini dei comuni coinvolti che hanno segnalato l’anomalia alle autorità competenti. La Soris (Sala Operativa Regionale della Protezione Civile Siciliana) ha attivato tempestivamente i processi di monitoraggio,  verificando telefonicamente tutti i centri di competenza del territorio per rilevare eventuali criticità.

Al momento non si registrano segnalazioni o richieste di intervento degli uomini dei VV.F. PA e VV.F. AG.

Attimi di paura per i 200 passeggeri del volo  Wizzair Gatwick – Catania dell’8 agosto. Durante l’atterraggio all’aeroporto Fontanarossa di Catania l’Airbus A321N , con molta probabilità, è stato vittima di una forte grandinata.

La tempesta di grandine ha segnato pesantemente il mezzo: evidenti ammaccature nella parte anteriore dell’Airbus.

Per fortuna nessuna vittima, tutti incolumi, per loro solo tanta paura.

Sulla vicenda aleggiano molte tesi, come lo scontro con uno storno di uccelli, ma quella piu’ accreditata al momento è la grandine.

Il velivolo doveva ripartire la stessa sera ma è stato bloccato per la riparazione del danno e i passeggeri ospitati nei vari alberghi cittadini.

L’aeromobile, con un anno di vita,  è  già stato riparato ed  è ripartito verso Londra Gatwick lasciando Fontanarossa intorno alle 07:30.

 

Con le lauree in Scienze dell’Educazione, celebratosi presso la fondazione Leonardo Sciascia di Racalmuto, degli studenti agrigentini, il  Consorzio Universitario Empedocle di Agrigento festeggia il grande obbiettivo che segna il

coronamento dell’impegno  profuso dimostrato dall’intero Consiglio di Amministrazione dell’Ente.

Una nuova vita per ECUA, grazie alla caparbietà del Presidente, Nenè Mangiacavallo, forte dell’appoggio e sostegno di un Consiglio di Amministrazione di grande caratura, della quale spicca la figura del prof. Gioacchino Lavanco, capo dipartimento dell’Università degli Studi di Palermo.

“Stiamo puntando su una crescita culturale, economica e sociale della nostra provincia. E’ stata offerta oggi, un ulteriore occasione di lavoro alle nostre neo laureate, perchè il titolo oggi conseguito permetterà loro di accedere, già da domani, al mondo del lavoro – queste le parole a margine delle proclamazioni del Presidente Mangiacavallo”.

Oggi si festeggiano le prime 31 neodottoresse laureatosi in Scienze dell’Educazione, avvenimento che segna il completamento del primo corso di laurea dopo la riapertura dei corsi in ambito educativo ad Agrigento.