Home / Secondo Piano  / Omicidio Caltanissetta, altri particolari
   

Omicidio Caltanissetta, altri particolari

 

Dopo l’accoltellamento mortale nel centro storico di Caltanissetta: le condizioni degli alti tre feriti e la ricostruzione del movente che ha scatenato il sanguinoso putiferio.

Coltelli hanno ucciso e ferito a Caltanissetta, nel centro storico, in via San Domenico, nei pressi di una “putia” di vino, una osteria. Marcello Tortorici, 51 anni, raggiunto da un fendente alla gola, è stato soccorso ancora agonizzante ed è morto durante il tragitto in ambulanza verso l’ospedale “Sant’Elia” dove è giunto cadavere. Un altro, Roberto Millaci, 40 anni, è stato accoltellato alle gambe ed è su un letto ospedaliero in codice giallo. Gli altri due contendenti, il fratello della vittima, Massimo Tortorici, 45 anni, e Salvatore Fiore, si sono presentati loro stessi alla caserma dei Carabinieri “Guccione” in viale Regina Margherita. Tortorici, ferito più gravemente da un taglio al petto poco sotto l’ascella, è stato trasportato in codice rosso al “Sant’Elia”. Fiore invece è stato curato dalla Guardia medica. Nel frattempo in ospedale si è precipitata la Polizia per trattenere i parenti dei feriti che sono letteralmente irrotti nel pronto soccorso. Il movente della collera sarebbe stato un apprezzamento, un complimento di troppo ad una ragazza. In via San Domenico i Carabinieri della Squadra investigazioni scientifiche hanno trovato sangue e uno dei coltelli utilizzati dai quattro. I militari sono impegnati ad interrogare alcuni testimoni.

Angelo Ruoppolo (Teleacras)

NON CI SONO COMMENTI

POSTA UN COMMENTO