Home / 2022 / Agosto (Pagina 9)

“Ci si ricorda di loro quando con l’estate, iniziano i roghi. Quando senti le sirene. Quando qualcuno dice: con queste temperature per fortuna che ci sono. Poi, estate finita tornano nell’ombra. Nessuno più si ricorda degli interventi quadruplicati viste le alte temperature di questo anno. Visti i nubifragi improvvisi. Nessuno racconterà che con grande sacrificio e senso di responsabilità i Vigili del Fuoco sono costretti a sopperire alle carenze di lavoratori. Nessuno sa che tra i compiti Istituzionali dei VF oltre al soccorso pubblico, vi sono: prevenzione incendi, protezione civile, difesa civile che ricomprende la garanzia e la sicurezza delle istituzioni;, la capacità di sopravvivenza economica, produttiva e logistica del Paese in occasione di crisi interne o internazionali; nell’ambito di tali crisi, la gestione di rischi di tipo non convenzionale, derivanti dall’impiego in danno di persone o beni, di armi di distruzione di massa di tipo nucleare, biologico e chimico. Ed ancora : garantire il soccorso specializzato con appositi nuclei, in caso di pericolo nucleare, biologico, chimico e radiologico concorrere alla preparazione di unità antincendi per le forze armate; addestrare specifiche unità preposte alla protezione della popolazione civile in caso di eventi bellici. Un “imponente” organizzazione nazionale che  prevede  ben 8 Direzioni Centrali: Direzione Centrale per l’Emergenza, Direzione Centrale per la Formazione, Direzione Centrale per la Prevenzione e la Sicurezza Tecnica, Direzione Centrale per le Risorse Logistiche e Strumentali, Direzione Centrale per la Difesa Civile e le Politiche di Protezione Civile, Direzione Centrale per le Risorse Umane, Direzione Centrale per le Risorse Finanziarie, Direzione Centrale per l’Amministrazione Generale. Con una “maestosa” macchina organizzativa, vuoi che manchi personale o qualche euro nelle tasche dei Vigili del Fuoco? Vuoi che manchi la giusta formazione, i giusti mezzi, le giuste protezioni a sicurezza degli stessi? Qualcuno poi si “incazza” quando paragoniamo lo stipendio del Vigili del Fuoco italiani a quello della Germania. “sempre sta  caspita di Germania” direbbe u Zu Calò. Almeno in Germania i contratti si rinnovano al meglio. Le attrezzature sono all’avanguardia, i mezzi sono dotati di tecnologie moderne e soprattutto non ci sono 8 Direzioni Centrali”.

Lo dichiara il segretario SGB Aldo Mucci

Il Libero Consorzio Comunale di Agrigento ha approvato le linee guida per assicurare il servizio di trasporto per l’anno scolastico 2022/23.

Il servizio è destinato a quei soggetti con handicap grave che frequenteranno gli Istituti Superiori di II° grado di competenza dell’Ente, la cui patologia sia tale da non consentire, autonomamente, il trasporto con mezzi pubblici di linea.

La modulistica per richiedere il servizio nonchè, la documentazione da produrre da parte dei soggetti interessati, sono pubblicati nella Home Page del sito dell’Ente www.provincia.agrigento.it, nella sezione “In Evidenza” oppure http:/ www.provincia.agrigento.it/in-evidenza.

Le istanze dovranno essere trasmesse via e-mail al seguente indirizzo: g.cassaro@provincia.agrigento.it oppure inviate tramite posta o consegnate nelle sedi URP dell’Ente o tramite PEC.

Saranno inoltre organizzati dal Settore Solidarietà Sociale, delle riunioni presso gli Istituti di Istruzione Secondaria di II° grado per incontrare gli aventi diritto al servizio.

Con questa modalità il Libero Consorzio Comunale di Agrigento vuole avvicinare l’Istituzione agli utenti attraverso un loro maggiore coinvolgimento rispetto ai servizi che l’Ente eroga in favore dei soggetti diversamente abili.

La Funzione Pubblica CGIL ha chiesto l’attivazione della procedura di raffreddamento prevista dalla normativa sugli scioperi nei servizi pubblici per il mancato pagamento degli stipendi ai dipendenti impegnati nella gestione dei servizi di igiene ambientale del Comune di Licata.

La richiesta, inviata alla Prefettura di Agrigento, per rivendicare il pieno rispetto del CCNL unico di settore, sul versamento delle spettanze agli operatori e agli autisti.

I lavoratori devono percepire gli stipendi dei mesi di luglio ed agosto e solo dopo scioperi e assemblee riescono ad ottenere il versamento delle spettanze non riuscendo a programmare le spese della propria famiglia;

Il servizio si trova in una situazione di forte criticità per la presenza in tutto il territorio di cumuli per cui i lavoratori sono costretti a prelevare l’immondizia da terra senza l’ausilio di attrezzature, con rischi per la propria salute.

Per scongiurare una grave crisi igienico-sanitaria è necessario procedere alla verifica dell’attuale organizzazione del lavoro e dei servizi di raccolta rivedendo anche la gestione delle isole di prossimità.

E’ necessario che il Comune, stazione appaltante, faccia rispettare il capitolato dell’appalto per quanto riguarda il rispetto delle scadenze previste dal CCNL di settore e il rispetto delle norme sulla sicurezza nei posti di lavoro.

In questa situazione di grave crisi igienico-sanitaria questi lavoratori portano avanti il servizio con grande sacrificio, il minimo che le Istituzioni devono fare è assicurare loro lo stipendio mensile.

I lavoratori sono costretti a protestare, senza l’impegno a versare immediatamente le spettanze e a programmare la soluzione definitiva della vertenza, oltre allo sciopero saranno organizzate altre iniziative di lotta.

A Caltanissetta i Carabinieri hanno arrestato un uomo di 34 anni, M B sono le iniziali del nome, indagato di maltrattamenti in famiglia e stalking. A denunciarlo sono stati l’ex moglie e il nuovo compagno di lei, vittime il 14 agosto scorso dell’ennesimo episodio persecutorio nei loro confronti. Lui avrebbe inseguito a bordo della sua automobile i due che hanno percorso diverse strade cittadine fino alla caserma dei Carabinieri con i quali sono stati in contatto telefonico. Nonostante fosse in prossimità della caserma, il 34enne non ha esitato ad avvicinarsi all’automobile dei due e a scagliare pugni e calci contro vetri e carrozzeria.

E’ stato definito il listino della coalizione Partito Democratico, Più Europa e Movimento Cento passi, al fianco della candidata presidente della Regione, Caterina Chinnici. Si tratta di:

Bellia Roberta
Calabrese Antonio
Li Calzi Cleo
Grassi Nicola
Martorana Cettina
Mattaliano Cesare

Cleo Li Calzi è stata assessore regionale al Turismo del centrosinistra, Antonio Calabrese, segretario cittadino del Partito democratico a Ragusa, Nicola Grassi presidente dell’anti racket Asaec a Catania, poi Roberta Bellia è presidente del Consiglio comunale di Carini, Cettina Martorana è stata assessore alle Attività produttive della giunta Orlando a Palermo, e Cesare Mattaliano è stato consigliere comunale a Palermo.

Ancora una volta amministratori agrigentini presi di mira da minacce.

A ricevere l’ultima in ordine di tempo è stato il sindaco di Siculiana Peppe Zambito. Un familiare del primo cittadino ha ricevuto una telefonata minacciosa: “Digli a Giuseppe Zambito di farsi la scorta”. Zambito, 46 anni, sindaco della città degli sposi dall’ottobre del 2020, ha sporto denuncia a carico di ignoti alla locale stazione dei Carabinieri.

Indagini in corso.

1.762 i nuovi casi di Covid19 registrati nelle ultime 24 ore in Sicilia a fronte di 11.828 tamponi processati. Ieri erano 1.732. Il tasso di positività è al 14,9% in crescita rispetto al 14,6% di ieri. La Sicilia è al quarto posto per contagi fra le regioni italiane. Gli attuali positivi sono 79.255 con un decremento di 4.389 casi. I guariti sono 6.135 e 16 le vittime, che portano il totale dei decessi a 12.035. Sul fronte ospedaliero i ricoverati sono 531, in terapia intensiva sono 32.

Questi i dati nei Comuni capoluogo: Palermo 395, Catania 327, Messina 354, Siracusa 139, Trapani 144, Ragusa 100, Caltanissetta 86, Agrigento 156, Enna 61.

Giuseppe Ruvolo è capolista nel plurinominale.

Sono 50 i migranti che con due barche sono giunti a Lampedusa durante la notte. I due sbarchi avvengono dopo quasi 4 giorni di stop dovuti verosimilmente alle condizioni meteo sfavorevoli, tra mare agitato e vento. Provengono da Mali, Costa d’Avorio, Camerun, Tunisia e Nigeria. Entrambi i natanti sono stati intercettati dalla Guardia di Finanza a 17 miglia dalla costa di Lampedusa. Adesso sono ospiti del locale Centro d’accoglienza dove attualmente si contano 334 persone.

L’inchiesta sui presunti dati falsi covid. Si sono avvalsi del giudizio immediato l’assessore Ruggero Razza e i dirigenti della Regione, Maria Letizia Di Liberti e Mario Palermo.

Si sono avvalsi del giudizio immediato, ovvero della scelta di essere subito processati scavalcando il filtro dell’udienza preliminare, l’assessore regionale alla Sanità, Ruggero Razza, l’ex dirigente del Dasoe Dipartimento per l’osservatorio epidemiologico, Maria Letizia Di Liberti, e il direttore dello stesso Dasoe, Mario Palermo. La prima udienza è in calendario il 10 novembre innanzi alla terza sezione del tribunale di Palermo, con rito ordinario. Sono sotto udienza preliminare invece gli altri tre imputati: Salvatore Cusimano, dipendente regionale, Emilio Madonia, impiegato di una società privata, e Roberto Gambino, dipendente dell’Azienda sanitaria di Palermo distaccato al Dasoe. A loro si contesta il reato di falso in concorso. A Di Liberti e Madonia si addebita anche il reato di avere indotto in errore, trasmettendo dati falsi, il ministero della Sanità e l’Istituto superiore di Sanità, che, a fronte di tali dati ritenuti falsi, classificarono la Sicilia a rischio basso e non moderato nella settimana dal 14 al 20 dicembre 2020. Hanno indagato, coordinati dalla Procura di Palermo, i Carabinieri di Palermo e Trapani. I sei indagati avrebbero alterato i dati modificando il numero dei positivi e dei tamponi e, a volte, anche dei morti. Dal novembre 2020 al 19 marzo 2021, data dall’ultimo caso, i Carabinieri avrebbero documentato circa 40 episodi di falso. La giunta regionale, di cui Razza è parte, ha deliberato la costituzione di parte civile nel procedimento.