Home / Secondo Piano  / Famiglia sterminata, il messaggio dei parroci di Licata
   

Famiglia sterminata, il messaggio dei parroci di Licata

 

«Le gioie e le speranze, le tristezze e le angosce degli uomini di oggi, dei poveri soprattutto, e di tutti coloro che soffrono, sono pure le gioie e le sofferenze dei discepoli di Cristo» (Gaudium et spes, 1). La Comunità ecclesiale di Licata con i suoi parroci prende atto con profonda costernazione della strage avvenuta a Licata in cui hanno perso la vita cinque persone: tra queste, due piccoli innocenti. Riaffiora il dramma di Caino, specchio di una società malata e confusa che cerca “il profitto” calpestando il diritto alla vita. Come Comunità ecclesiale non possiamo tacere; abbiamo il dovere di annunciare il Vangelo della misericordia, del perdono, del rispetto per la vita, dal suo nascere al suo naturale compimento, di affermare, soprattutto, il primato dell’essere sull’avere. A nome di tutte le comunità parrocchiali di Licata, esprimiamo il nostro profondo cordoglio ed affidiamo al Dio della misericordia e dell’amore questi nostri fratelli e sorelle che, oggi, hanno tragicamente concluso la loro vita terrena, assicurando la nostra preghiera e vicinanza a quanti sono stati colpiti dal grave e pesante lutto.

I parroci di Licata

don Pino Agozzino

don Tommaso Pace

don Salvatore Licata

don Leopoldo Argento

don Gaetano Vizzi

don Stefano Principato

don Salvatore Cardella

don Angelo Fraccica

don Francesco Burgio

don Giovanni Scordino

NON CI SONO COMMENTI

POSTA UN COMMENTO