Home / Cinema e TV  / Ma di quale Sagra Carmelo Cantone è stato nominato consulente tecnico? Del Carciofo? De Cucummari? Della Pesca? Della Nocciola?
   

Ma di quale Sagra Carmelo Cantone è stato nominato consulente tecnico? Del Carciofo? De Cucummari? Della Pesca? Della Nocciola?

 

Sarà la Sagra del Carciofo, che si tiene a Cerda? Sarà la Sagra del Cous Cous, che si tiene a San Vito lo Capo? Sarà la Sagra della Nocciola, che si tiene a Novara di Sicilia? Oppure la Sagra della Pesca che si tiene a Leonforte?

Queste le domande che in questo momento si pongono molti agrigentini in merito alla notizia apparsa oggi su alcuni organi di stampa che proclamavano il consigliere comunale Carmelo Cantone consulente tecnico della Sagra del Mandorlo in Fiore che si tiene ad Agrigento.

Un’altra fetta di agrigentini (e non) è caduta nel tranello di una notizia stampa assolutamente contraffatta e non corrispondente al vero. Tra l’altro, il sottoscritto, ha avuto modo di sentire il Direttore del Parco Archeologico, affidatario dell’incarico a Cantone (già presidente di commissione pur essendo in opposizione…) Roberto Sciarratta.

Il Direttore ha dichiarato testualmente: “Ma di quale Sagra stiamo parlando? Dove sono gli oltre 600 mila euro che occorrono per realizzare la manifestazione? Ma chi ha tirato fuori questa notizia di incarico a Carmelo Cantone? Ma la stampa sa leggere le notizie oppure no? Il Parco Archeologico, se mai si realizzasse la Sagra della Primavera, cosa assai difficile, ha affidato un incarico di consulenza tecnica a Carmelo Cantone. La Sagra del Mandorlo in Fiore, sono certo, non si farà. Stiamo facendo qualche miracolo, ma con mille difficoltà, per potere realizzare la Festa della Primavera, che è tutt’altra cosa rispetto al Mandorlo in Fiore; e a Cantone abbiamo affidato a titolo gratuito la consulenza di una delle attività culturali dell’eventuale Festa”.

Queste le parole del Direttore del Parco Roberto Sciarratta che, tra l’altro, troveranno conforto in quelle che verranno profferite martedi prossimo dall’assessore regionale al Turismo Manlio Messina che sarà ad Agrigento.

Del resto, contrariamente a quanto possa pensare ancora qualcuno, è doveroso ricordare che l’Ente titolare della manifestazione non è il Parco ma il Comune di Agrigento. Non si è fatta alcuna riunione proprio con il Comune per decidere sul da farsi. E già si parla di nomine.

Dunque, il Direttore del Parco, seppur con una piccola svista, ha pensato di incaricare Cantone per le motivazioni espresse sopra. Nulla a che vedere con la Sagra del Mandorlo in Fiore. Sarà stato forse, fortemente pressato dal solito politico di turno di Forza Italia, per cercare di mettere le mani su una manifestazione che, a dire il vero, lo stesso Direttore Sciarratta ha negato ogni possibilità di realizzazione.

Forza Italia ci ha tentato, ma ci sono ragionevoli certezze che quest’anno i propri tentacoli non agguanteranno i colori e il folklore della Sagra. Tra l’altro, il Comune non ha ancora autorizzato o meglio delegato il Parco Archeologico ad effettuare la manifestazione nè è stato istituito un incontro con il sindaco e con l’assessore al ramo Costantino Ciulla.

Pazienza; sembra proprio che l’onorevole di Forza Italia, forzando come è solito fare, abbia fatto un buco nell’acqua. Almeno per questo anno s’avi a stuiari u mussu…

Lo stesso Cantone, orgoglioso di sposare una cantonata (non me ne voglia) ha pubblicato sulla sua pagina di facebook la notizia (falsa). Ed ha ricevuto anche tanti auguri e centinaia di mi piace!

Domani mi proclamerò Giulio Cesare. E prenderò forse anche tanti mi piace…

Minchiate a parte, Roberto Sciarratta è stato chiaro.

E se siamo distratti come molti colleghi lo sono stati oggi, pubblichiamo la determina (che invitiamo i colleghi giornalisti a leggere con più attenzione) attraverso la quale si conferma ciò che abbiamo scritto.

NON CI SONO COMMENTI

POSTA UN COMMENTO