Home / In evidenza  / Amministrative Canicattì, nota stampa del Coordinamento lista “Liberi e Forti, Insieme per Servire Canicattì
   

Amministrative Canicattì, nota stampa del Coordinamento lista “Liberi e Forti, Insieme per Servire Canicattì

 

“La consultazione elettorale alla quale sarà chiamato i prossimi 10 e 11 ottobre il popolo canicattinese rappresenta un momento di vitale importanza per il futuro della nostra comunità, dalle scelte che faremo dipenderà tanta parte di quella ripartenza che ormai attendiamo dall’inizio di questa terribile pandemia. Non sfugge ad alcuno, infatti, come su una crisi strusciante dell’intero assetto socio economico della nostra città, si sia abbattuta, con tutta la sua furia dirompente, la diffusione del covid-19, che ha piegato e piagato la nostra società con centinaia e centinaia di contagiati e decine di morti. Un danno paragonabile davvero soltanto agli esiti dei grandi conflitti mondiali. Oggi è tempo di iniziare a guardare avanti, di farlo con coscienza, con il rigore dovuto alle scelte importanti, ma con l’entusiasmo e la passione che, sempre, ha distinto la nostra comunità rispetto al circondario e che ha fatto di Canicattì un riferimento dell’economia regionale e anche nazionale. Occorre, in buona sostanza ricercare le ragioni, intanto, dell’unità per risanare le ferite del tessuto sociale; occorre, ancora, stringersi attorno a quanto di buono è stato fatto in questi tempi difficili e corroborarlo, ampliarlo, declinarlo in una progettualità semmai più spinta ed articolata, capace di intercettare e tradurre sul territorio anche gli auspicati e consistenti, finanziamenti legati al Recovery Found.

In questa ottica i movimenti e le persone che si riconoscono nella lista “Liberi e Forti, Insieme per servire Canicattì”, hanno ritenuto di sposare con convinzione la candidatura a sindaco dell’amico Ettore Di Ventura. Una scelta sicura, decisa, che – fermo restando il rispetto delle ragioni e della buona fede degli altri diretti competitori alla carica di primo cittadino, il cui riconoscimento riteniamo essere elemento fondante una democrazia compiuta – consentirà a nostro avviso di completare celermente quanto già cantierato nel corso degli anni passati e muoversi rapidamente e con rinnovata e più strutturata visione verso le priorità ancora insolute della nostra comunità”.

NON CI SONO COMMENTI

POSTA UN COMMENTO