Home / Secondo Piano  / In provincia oltre il 75% degli agrigentini ha effettuato la doppia dose
   

In provincia oltre il 75% degli agrigentini ha effettuato la doppia dose

 

Seppur ancora in zona gialla, la Sicilia ha intrapreso la strada per rientrare in zona bianca. A meno di numeri stravolgenti e di improvviso rialzo della curva dei contagi, l’Isola la prossima settimana dovrebbe rientrare nell’ambìta categoria dei colori.

Scende ancora la curva dei contagi in provincia di Agrigento con circa 600 persone attualmente positive al covid19 a fronte delle 2mila del mese di agosto. Si conferma, dunque, il trend iniziato già nelle scorse settimane e che può far ben sperare per il futuro. Buone notizie giungono anche dalla pressione ospedaliera: un solo paziente ricoverato nel reparto di medicina dell’ospedale di Ribera, altri due in terapia intensiva e nessuno in sub-intensiva. All’ospedale San Giovanni di Dio di Agrigento sono venti i pazienti attualmente ricoverati nel reparto di medicina. Numeri che rappresentano una naturale conseguenza dei frutti che sta finalmente cominciando a dare la campagna vaccinale, tornata a regime con 2mila somministrazioni quotidiane. Anche i tre Comuni “sotto osservazione”, Licata, Palma di Montechiaro e Ravanusa, hanno superato quota 60%, indice al di sotto del quale si “rischiano” misure più stringenti. Tutti i comuni della provincia di Agrigento – adesso – l’hanno superata e quasi la totalità (ad esclusione dei tre sopracitati e di Cattolica Eraclea) sono anche oltre l’80%. Numeri che proiettano la provincia di Agrigento al primo posto in Sicilia per somministrazione di prime dosi (80,62%). La percentuale degli agrigentini con doppia dose è invece 75,38% pari a 280.896 persone.

Questa la situazione nei Comuni agrigentini di persone vaccinate con doppia dose: Agrigento 40.163 (79,05%); Alessandria della Rocca 1962 (80,74%); Aragona 6.790 (82,99%); Bivona 2.472 (79,36%); Burgio 2.034 (84,69%); Calamonaci 840 (74,80%); Caltabellotta 2.445 (78,95%); Camastra 1.295 (71,71%); Cammarata 4.400 (81,83%); Campobello di Licata 6.440 (76,90%); Canicattì 22.039 (71,34%); Casteltermini 5.400 (78,20%); Castrofilippo 1.683 (70,42%); Cattolica Eraclea 2.163 (69,44%); Cianciana 2.443 (81,54%); Comitini 698 (87,25%); Favara 22.820 (78,93%); Grotte 3.850 (79,61%); Joppolo Giancaxio 749 (73,50%); Licata 19.999 (62,89%); Lucca Sicula 1.324 (86,54%); Menfi 8.100 (74,41%); Montallegro 1.650 (80,42%); Naro 4.658 (71,07%); Palma di Montechiaro 11.507 (60,94%); Porto Empedocle 10.537 (73,98%); Racalmuto 5.078 (73,15%); Raffadali 8.682 (78,18%); Ravanusa 5.925 (60,86%); Realmonte 3.077 (78,12%); Ribera 12.094 (74,46%); Sambuca di Sicilia 4.245 (84,33%); San Biagio Platani 2.086 (76,19%); San Giovanni Gemini 5.555 (80,22%); Santa Elisabetta 1.598 (80,46%); Santa Margherita Belice 4.321 (76,72%); Sant’Angelo Muxaro 806 (73,81%); Santo Stefano Quisquina 3.211 (81,50%); Sciacca 29.895 (85,02%); Siculiana 2.819 (73,49%); Villafranca Sicula 1.010 (83,18%).

NON CI SONO COMMENTI

POSTA UN COMMENTO