Home / Secondo Piano  / Emergenza rifiuti, il Comune paga alle ditte altri 800mila euro
   

Emergenza rifiuti, il Comune paga alle ditte altri 800mila euro

 

Il Comune di Favara paga alle ditte che gestiscono il servizio ecologico altri 800mila euro  che aggiunti ai precedenti 400mila si arriva ad un totale di circa 1,2 milioni di euro.

Resterebbero scoperte solo due mensilità.

L’amministrazione comunale ha potuto saldare una parte degli arretrati grazie all’arrivo della prima e seconda parte dei fondi regionali straordinari.

Sindaca ed assessore al bilancio si erano impegnate a versare immediatamente all’Ati Iseda la liquidità incassata dal Comune e così è stato, sciopero o non sciopero. Del resto, i soldi non c’erano e non c’era nessuna intenzione a non pagare. I finanziamenti regionali sono stati assegnati a Favara come a tutti i Comuni.

La lunga astensione dal lavoro che ha danneggiato la città e gli stessi lavoratori, è servita comunque a cambiare l’atteggiamento dei cittadini adesso più disponibili ad interessarsi della cosa pubblica. In questo senso, già le donne di Favara ne hanno dato grande testimonianza di partecipazione organizzando una petizione per un confronto con il Prefetto e in futuro con il Governo regionale.

Ad ogni modo, a pagamento avvenuto è lecito chiedere  e pretendere l’immediato ripristino del regolatore servizio.

NON CI SONO COMMENTI

POSTA UN COMMENTO