Home / Secondo Piano  / Di Rosa, Codacons: “Il silenzio della politica ci ha costretti a denunciare”
   

Di Rosa, Codacons: “Il silenzio della politica ci ha costretti a denunciare”

 

“L’assenza e l’assoluto silenzio della Politica “che decide” ci ha costretto a denunciare tutto alla Procura della Repubblica”.
“FAVARA? Potrebbe essere la prima città ad essere implosa, la prima di una lunga serie”
“Che nel territorio Agrigentino ci sia TROPPO SILENZIO DA PARTE DELLA DEPUTAZIONE eletta con i voti del territorio, oramai sembra acclarato, gli unici a parlare, sono stati quelli che hanno cercato di scaricare sui loro sindaci, le responsabilità del loro silenzio”
La situazione igienico sanitaria di Favara, potrebbe a breve toccare tanti altri comuni del territorio Agrigentino, per questo e per il silenzio della Deputazione Agrigentina tutta, ci siamo trovati “costretti” a ricorrere alla Giustizia Ordinaria, a Firma del Presidente l’Avvocato Pierluigi CAPPELLO e dello scrivente Vice Presidente Provinciale, in dato odierna, come CODACONS Provinciale, abbiamo inviato con una Pec, un esposto denuncia, contro tutti gli attori del disastro FAVARESE che la Procura delle repubblica di Agrigento riterrà porre sotto la lente di ingrandimento, siamo stanchi, il territorio tutto è stanco, si è tornati indietro di ben 40 anni, i problemi atavici di un intero territorio, sono rimasti insoluti e la politica è tornata prepotentemente in campo solo per gestire i potentati economici che potranno arrivare con flussi di denaro per condotte idriche e gestione del servizio ed eventuali finanziamenti di “termovalorizzatori” che porterebbero nella nostra provincia denaro fresco e spendibile.
Com’è, oramai, noto agli uffici dell’Asp, – (tant’è che l’Asp ha più volte sollecitato pulizie e disinfestazioni straordinarie) – la situazione igienico sanitaria del territorio del Comune di FAVARA e non solo, da oramai troppo tempo, è ai limiti della vivibilità.
La salute e il benessere delle persone sono strettamente legati allo stato dell’ambiente. Un ambiente naturale di buona qualità risponde alle esigenze di base, allo stesso tempo, l’ambiente rappresenta un percorso importante per l’esposizione umana all’aria inquinata, al rumore e alle sostanze chimiche pericolose. Nella sua relazione sulla prevenzione delle malattie mediante ambienti sani, l’Organizzazione mondiale della sanità (OMS) stima che i fattori di stress ambientali siano responsabili per il 12-18 % di tutti i decessi nei 53 paesi della regione Europa dell’OMS. Il miglioramento della qualità dell’ambiente in settori chiave come l’aria, l’acqua e il rumore può contribuire a prevenire le malattie e a migliorare la qualità della salute umana.
FAVARA, oramai da troppo tempo è UNA DISCARICA A CIELO APERTO, non viene più effettuata la scerbatura e il sistema della raccolta differenziata crea giornalmente delle discariche in ogni zona della città, le discariche, grazie anche al grande numero di animali abbandonati, diventano punto di ristoro per gli stessi, lo sciopero degli addetti ai lavori, sembra più una scusa per coprire il malfunzionamento di un servizio che altro…..
Pertanto, anche in considerazione del prolungarsi della situazione creata dalla diffusione del Covid-19, e del grande numero di infetti che continua ad aumentare sempre più, non potevamo ancora tardare la nostra denuncia.
ADESSO CONFIDIAMO NELLA PROCURA AGRIGENTINA PER FAR LUCE SU UN TERRITORIO MARTORIATO DAL “SILENZIO”

Il Vice Presidente Provinciale CODACONS
Giuseppe DI ROSA

NON CI SONO COMMENTI

POSTA UN COMMENTO