Home / 2021 / Giugno

“LO GIURO”

Quel giuramento spesso offeso, umiliato, reso un atto dovuto solo per far parte dell’Arma.

E poi i carabinieri che saltano alle cronache per atti ignobili, da condannare, come nel caso di Stefano Cucchi.

Questo corto è sentito, ti pulsa dentro, fa riflettere e commuove e non può fare a meno di mostrare la bravura indiscussa di uno dei più bravi attori di teatro che risponde al nome di Fulvio Cauteruccio, protagonista del corto, diretto da Francesco Bigazzi, scritto da Marco Saverio Alessandro Mazzinghi, Gianmarco Fusi e Monica Sperandio.

Un lavoro molto ben fatto.

Un corto girato con il taglio cinematografico 4:3, una regia sopraffina, che sa come costruire una scena per poi entrarci di dentro, dando risalto alle intenzioni della storia narrata. Ottima la fotografia che scava nel colore e nel gioco di ombre.
La giusta suspence e un audio impeccabile curato in presa diretta da Manuela Patti.

Perché questo corto è così emozionante? Per più di un motivo

È un riflessione obbligatoria e crudele, per nulla scontata, sul delicato e imperituro ruolo degli uomini dell’arma, che ogni giorno con abnegazione devono scegliere, non solo di fare bene il proprio lavoro, ma anche che azioni attuare, mentre ognuna delle persone che si incontrano potrebbe essere un potenziale nemico.

Mostra tutta la sua arte, Fulvio Cauteruccio in questo monologo, emozionando fino ai brividi, con quella sua voce baritonale e riconoscibilissima,  che ti precipita nello stomaco, mentre racconta le mille sfaccettature emotive della vita di un carabiniere e di quel “lo giuro” che finisce dentro a giorni ostili, mentre si trova a dover sentire il dolore degli altri o l’ostilità che si avverte e che non si sa mai quanto lo possa essere fino in fondo. E poi il proprio dolore, l’incertezza di non sapere dove quella professione porterà, a volte fin dove non saresti mai voluto arrivare.

Ma quel “lo giuro” rieccheggia in ogni alba, in ogni scelta, in ogni difficoltà, in ogni stilla di paura.

4 minuti intensi, in cui ci si sente tutti solidali con quell’uomo che veste una divisa, che onora e che a sua volta gli rende onore, rendendolo fiero di ogni momento vissuto, fedeli ad un mestiere difficile che non permette errori e che diventa fortezza.

Il corto è visibile qui 

Simona Stammelluti 

Sono 142 i nuovi casi di coronavirus registrati in Sicilia nelle ultime ventiquattro ore su 15.381 tamponi processati. L’isola è oggi la regione che registra il maggior numero di nuovi casi Covid. Seguono Lombardia (+129) e Campania (+120), uniche sopra i 100 nuovi contagi. Il tasso di positività è 0.92%. Le vittime sono 3 mentre i guariti/dimessi sono 335. Attualmente ci sono 4.031 persone positive (-196).

I nuovi casi per provincia

Catania 30;

Caltanissetta 25;

Agrigento 20;

Trapani 20;

Siracusa 16;

Enna 14;

Palermo 13;

Ragusa 4;

Messina 0.

Nuova ordinanza firmata dal sindaco di Agrigento Franco Miccichè per frenare i “bollori” di una eventuale movida scatenata. L’ordinanza entrerà in vigore domani 1° luglio e cesserà il prossimo 12 settembre.

Orari di chiusura dei locali:

Nel centro città, Villaggio Mosè e nei quartieri periferici: Tutte le tipologie di pubblici esercizi, esercizi di vicinato alimentari, laboratori artigianali di prodotti alimentari (a titolo esclusivamente esemplificativo e non esaustivo: ristoranti, trattorie, pizzerie, pub, self-service, bar, pasticcerie, gelaterie, rosticcerie e similari) devono chiudere alle 02:00 tutti i giorni. Per San Leone, invece, l’orario di chiusura è alle 02:00 dal lunedì al giovedì mentre nei festivi e prefestivi (venerdì, sabato e domenica) l’orario di chiusura è fissato alle 03:00.

Bevande alcoliche e contenitori in vetro:

Vietata la vendita, per asporto, di bevande contenute in bottiglie e bicchieri di vetro, da parte degli esercenti le attività di somministrazione di alimenti e bevande, anche dispensate da distributori automatici, per motivi di tutela dell’ordine e della sicurezza pubblica, dalla data odierna e su tutto il territorio comunale; vietato il consumo e/o l’abbandono in luogo aperto al pubblico di bevande alcoliche o non alcoliche, comunque acquisite, contenute in bottiglie di vetro o in contenitori realizzati con il medesimo materiale; vietata la vendita per l’asporto delle bevande alcoliche e superalcoliche, dalle ore 24:00 fino alla chiusura degli esercizi; vietata la vendita per l’asporto delle bevande alcoliche e superalcoliche, dalle ore 24:00 fino alla chiusura degli esercizi; consentita dopo le ore 24.00 esclusivamente agli esercizi pubblici (ad es. bar e ristoranti) la somministrazione delle bevande alcoliche e superalcooliche per il consumo immediato all’interno del locale o nello spazio esterno di pertinenza regolarmente avuto in concessione.

Obblighi per i titolari dei locali:

Vigilare – sia all’interno del proprio locale che nel perimetro esterno dell’area autorizzata, di pertinenza del proprio locale – anche avvalendosi di addetti al controllo dell’utenza, invitando gli avventori a tenere comportamenti che non disturbino, mediante schiamazzi o rumori, ovvero, abusando di strumenti sonori, la quiete pubblica e il riposo delle persone; vigilare, affinché, i frequentatori del locale, nell’area esterna autorizzata, di stretta pertinenza dell’esercizio – non tengano comportamenti che contrastino con le norme igieniche e di tutela dell’ambiente, in conseguenza alla fruizione del locale, proponendo soluzioni idonee per agevolare il rispetto delle norme basilari di rispetto dell’ambiente; attuare le prescrizioni normative relative alla somministrazione di alimenti e bevande e di sicurezza dei luoghi di lavoro; osservare le disposizioni di legge poste a tutela dei minori di età; rispettare rigorosamente i limiti perimetrali dell’area pubblica esterna al locale, regolarmente concessa dal Comune, nonché le condizioni imposte dal titolo concessorio, evitando di invadere la parte di suolo pubblico non autorizzato all’occupazione, con sedie, tavolini, fioriere, pedane, ombrelloni, gazebo e altro; assicurare, salvo impedimenti di carattere oggettivo, che dopo l’orario di chiusura dell’esercizio e nei periodi di chiusura per ferie o di chiusura forzata per altri motivi, l’area esterna occupata con tavoli e sedie venga sgombrata o comunque resa inutilizzabile, avendo cura che le relative operazioni, specie se effettuate in orario serale e notturno, si svolgano in modo da non disturbare il riposo delle persone; non permettere, durante gli spettacoli di intrattenimento musicale, che si svolgono con complessi musicali, di far posizionare gli strumenti oltre lo spazio pubblico autorizzato; orientare le casse elettroacustiche verso la direzione del mare per attutire l’espansione del volume dalla parte delle abitazioni; esporre in modo ben visibile agli avventori il paragrafo della presente ordinanza che esplicita gli obblighi particolari a loro carico; attrezzare l’area di pertinenza del locale con idonei raccoglitori di rifiuti.

Quest’anno il Fiat 500 Club Italia, con sede a Garlenda (SV) organizza il 1° Fiat 500 World Wide Meeting nei giorni 2-3-4 luglio 2021. Il grande evento motoristico vedrà protagoniste le fiat 500 storiche con 3400 equipaggi iscritti e presenti in 100 piazze da 22 Nazioni.

Il 4 luglio, giorno del suo 64° compleanno, sarà anche la “1^ giornata mondiale della fiat 500 storica che ha ottenuto il patrocinio del Ministero dei Beni Culturali.

Anche il Coordinamento di Agrigento dopo un prolungato pit stop dei piccoli e scattanti bolidi, causato dalla pandemia, parteciperà con l’organizzazione dell’evento giorno 4 luglio.

I soci del Club, alle ore 10,00 si ritroveranno al porticciolo turistico di S. Leone. Subito dopo la consegna della welcome bag, il corteo partirà per percorrere le vie cittadine di S. Leone e Agrigento. Alle ore 13,00 pranzo conviviale. Subito dopo, consegna attestati di partecipazione, ringraziamenti e saluti.

Per informazioni sull’evento si può contattare il fiduciario locale Dario Tabone al numero 338.9703001 oppure all’indirizzo email d.tabone@500clubitalia.it. E’ attiva anche una pagina Facebook dove è possibile trovare notizie, aggiornamenti e informazioni sull’evento, “Fiat 500 Club Italia Agrigento”.

Il World Wide Meeting potrà essere seguito sul sito www.500clubitalia.it grazie alla programmazione di dirette dagli eventi e interviste nei giorni 2,3 e 4 luglio.

Si conclude il Progetto Reg.le Global Learning II finalizzato non solo alla formazione, ma anche a nuove possibilità di lavoro per i tanti studenti che hanno partecipato ai corsi, dove il Consorzio Universitario Empedocle di Agrigento è Ente capofila.

Venerdì mattina alle ore 10,30 nell’Aula Magna “ Luca Crescente”, verranno consegnati gli attestati di partecipazione alla presenza dell’Assessore Regionale alla Istruzione e Formazione, prof. Roberto Lagalla.

“ Il percorso formativo, previsto del progetto Global Learning II, promosso dal Consorzio Universitario Empedocle e finanziato dall’Assessorato Regionale all’Istruzione e Formazione, – dichiara il Presidente Mangiacavallo – ha visto la partecipazione di numerosi discenti residenti sia in Provincia di Agrigento che nelle Regioni del nord Italia. Questo importante progetto, oltre a fornire importanti elementi di specifica conoscenza professionale, offre nuove opportunità di lavoro in linea con l’obiettivo principale che il C.D.A. del Consorzio intende perseguire: dare corpo alla terza missione, per contribuire alla crescita culturale, economica e sociale del nostro territorio”

Presenti alla cerimonia : il Presidente del Polo didattico dott. Marcantonio Ruisi; il Sindaco di Agrigento dott. Francesco Miccichè; Il Commissario della Camera di Commercio, ing. Giuseppe Termine.

A seguito della positività al test rapido dell’on. Giovanni Di Caro, comunicata in data odierna, su disposizione dell’onorevole Presidente dell’Assemblea, in via precauzionale la seduta d’Aula n. 276, già convocata per mercoledì 30 giugno 2021, alle ore 17:00, è rinviata al successivo martedì 6 luglio 2021 alle ore 16.00 col medesimo ordine del giorno. Allo stesso modo l’attività delle Commissioni parlamentari è sospesa e potrà riprendere a decorrere da martedì 6 luglio 2021.

A Catania beni per 7 milioni e 500mila euro sono stati sequestrati dalla Guardia di finanza al commercialista Antonio Paladino, presidente dell’associazione datoriale Confimed Italia, e a Massimiliano Longo, dello studio Fla. Sono indagati dalla Procura di essere parte di un’associazione per delinquere finalizzata alla commissione di reati tributari, che avrebbe coinvolto diversi professionisti e legali rappresentanti di società aventi sede in tutto il territorio nazionale. Paladino, Longo e gli altri avrebbero commercializzato modelli di evasione fiscale, in base ai quali effettivi debiti tributari sono stati compensati con inesistenti crediti erariali, per 9 milioni e 500mila euro. I due sono indagati per indebita compensazione di debiti tributari e truffa nei confronti degli imprenditori che hanno acquistato crediti ignari della loro inesistenza e che, per tale ragione, sono stati costretti a corrispondere il dovuto all’Erario dopo aver versato ingenti somme di denaro all’organizzazione.

Cinque persone sono indagate dalla Procura di Enna nell’ambito delle indagini sull’omicidio dell’allevatore di 55 anni, Salvatore Blasco, il cui corpo senza vita è stato trovato lo scorso 24 febbraio nelle campagne di Nicosia. L’autopsia ha accertato che a causare il decesso sarebbero state delle lesioni interne riconducibili a un pestaggio presumibilmente compiuto da più persone. La tesi privilegiata nelle indagini sarebbe quella di contrasti tra allevatori.

Il Lions Club Agrigento Host, insieme all’Aido, l’associazione italiana donatori organi, sezione di Favara, hanno consegnato, nella sala del sindaco di Favara, un manifesto finalizzato a sensibilizzare verso la donazione degli organi, anche attraverso un video scaricabile con codice Qr Code da rilevare dal manifesto stesso tramite smartphone. Il manifesto è stato consegnato al vicesindaco di Favara, Giuseppe Bennica, in presenza degli assessori Adriano Varisano e Miriam Mignemi. Il presidente Aido di Favara, Salvatore Urso, commenta: “La Sicilia, purtroppo, è il fanalino di coda delle regioni per indice di scelta della donazione degli organi. Per questa ragione abbiamo ritenuto opportuno dedicare un’iniziativa alla promozione della cultura della donazione di organi e tessuti, peraltro destinata anche a coloro che rinnovano la propria carta d’identità elettronica all’ufficio anagrafe del Comune di Favara”. E il dirigente del Lions Club Agrigento Host, Giuseppe Caramazza, afferma: “In collaborazione con l’Aido abbiamo rilanciato il valore del consenso alla donazione degli organi. Per questo basta pensare al valore della vita di un nostro caro per comprendere quanto possa essere importante esprimere questo prezioso consenso”.

A circa 5 miglia dalla costa di Lampedusa si è ribaltata una barca con a bordo migranti di origine subsahariana. Sono state recuperate in mare 48 persone. Altri 7, invece, e al momento, sono stati recuperati morti. Secondo le testimonianze dei sopravvissuti vi sarebbero ancora 9 dispersi. Nel frattempo, durante la notte si sono susseguiti quattro sbarchi, tramite cui sono approdati complessivamente 256 migranti. Anche ieri sono stati contati quattro sbarchi, con l’approdo di altre 136 persone.