Home / In evidenza  / Nuove fermate ferroviarie, Ferrovie Kaos: “Bene l’amministrazione, ma si pensi ad una vero metro di superficie”
   

Nuove fermate ferroviarie, Ferrovie Kaos: “Bene l’amministrazione, ma si pensi ad una vero metro di superficie”

 

“Apprendiamo con soddisfazione dei recenti sviluppi segnalati dall’amministrazione comunale di Agrigento circa la costruzione delle nuove fermate ferroviarie nella periferia cittadina”: esordisce così Mauro Indelicato, presidente dell’associazione Ferrovie Kaos, a proposito dell’annuncio del sindaco Franco Micciché relativo alla possibilità di integrare il servizio ferroviario cittadino con due fermate lungo l’asse Agrigento – Palermo.

Il primo cittadino, in particolare, ha parlato del progetto di costruzione delle stazioni di San Michele e Fontanelle, capaci di servire zone importanti della città e collegarle con il centro: “L’annuncio – ha proseguito Indelicato – va nella giusta direzione. La linea Agrigento – Palermo attraversa quartieri che ospitano la zona industriale e l’ospedale, indispensabile quindi pensare a un collegamento diretto ferroviario con la stazione centrale”.

Tuttavia l’associazione Ferrovie Kaos sottolinea che questo primo passo deve necessariamente essere seguito da un progetto più ampio, capace di contemplare la costruzione di una vera metropolitana di superficie per collegare Aragona Caldare con Porto Empedocle: “Il progetto esiste da anni – ha sottolineato Indelicato – e sfrutta l’attuale linea servita dai treni per Palermo e Caltanissetta, oltre che la linea che si snoda da Agrigento Bassa e scende verso Porto Empedocle”. Di questa idea però non si è mai fatto nulla: “Visto che l’amministrazione Micciché – è il pensiero dei soci di Ferrovie Kaos riportato dal presidente Indelicato – è tornata a parlare delle nuove stazioni ferroviarie, è indispensabile provare a mandare in porto anche il progetto sulla metropolitana di superficie. Diversamente, il rischio è quello di avere due nuove fermate simili a mere cattedrali nel deserto, con un servizio monco e poca utenza”.

Secondo Ferrovie Kaos, ad Agrigento si potrebbe ricalcare l’esempio di Ragusa: nella città iblea infatti, a breve partiranno i lavori per realizzare, lungo il tracciato già esistente della linea Siracusa – Gela, una vera e propria metropolitana di superficie.

NON CI SONO COMMENTI

POSTA UN COMMENTO