Home / Secondo Piano  / Vessavano e torturavano disabili psichici a Licata, in carcere tre persone
   

Vessavano e torturavano disabili psichici a Licata, in carcere tre persone

 

Su disposizione del procuratore della Repubblica Luigi Patronaggio, e del sostituto Cianluca Caputo, i carabinieri  di Licata, hanno eseguito un provvedimento di custodia cautelare in carcere di tre persone: Marco Sortino, 36 anni; Gianluca Sortino, 23 anni; Antonio Casaccio, 26 anni, tutti accusati di aver picchiato e torturato tre disabili psichici a Licata. girando le immagini con un telefono cellulare per poi postarle sui social.

Il provvedimento si è attivato dopo che le vittime hanno deciso di denunciare e di raccontare tutte le vessazioni subite nel tempo: legate a una sedia con un secchio in testa e picchiate. Calci, pugni, bastonate e minacce di morte.

I tre indagati sono accusati di tortura, sequestro di persona e violazione di domicilio.

Adesso la Procura di Agrigento avrà 48 ore di tempo per chiedere la convalida del fermo al Gip

NON CI SONO COMMENTI

POSTA UN COMMENTO