Home / In evidenza  / Agrigento, ricorso seggio comunale a Roberta Zicari, il Tar dispone la riconta dei voti

Agrigento, ricorso seggio comunale a Roberta Zicari, il Tar dispone la riconta dei voti

Come si ricorderà, in esito alle consultazioni elettorale dello scorso ottobre, alla lista “Diventera Bellissima” sono stati assegnati due seggi nel Consiglio Comunale di Agrigento, uno dei quali a Gianni Tuttolomondo (nominato anche Assessore nella nuova Giunta del Sindaco Miccichè).
Ed infatti, l’Ufficio Elettorale ha attribuito al candidato Tuttolomondo complessivi 257 voti a fronte dei 252 voti assegnati alla Zicari.
L’avv. Roberta Zicari, ritenendo frutto di un errore di calcolo o di trascrizione l’attribuzione alla stessa di soli 252 voti  – con il patrocinio degli avv.ti Girolamo Rubino e Giuseppe Impiduglia- ha proposto innanzi al TAR Palermo un ricorso elettorale per chiedere la correzione del risultato elettorale e la propria proclamazione in luogo del candidato Tuttolomondo.
In particolare, con il ricorso, gli avv.ti Girolamo Rubino e Giuseppe Impiduglia, hanno sostenuto che nella sezione n. 36 (ossia quella sita nella frazione di Giardina Gallotti ) – la candidata Zicari avesse conseguito n. 24 voti, come risultanti dal verbale della medesima sezione; tuttavia, in sede di trascrizione dei voti conseguiti nella varie sezioni, l’Ufficio Elettorale  avrebbe per errore trascritto, con riferimento a tale sezione, un solo voto.
Per effetto del suddetto errore, all’avv. Zicari sono stati assegnati di n. 252 voti in luogo dei 275 alla stessa effettivamente spettanti e che le avrebbero consentito si superare il candidato Tuttolomondo e di essere proclamata alla carica di Consigliere Comunale.
Il TAR Palermo – Presidente Calogero Ferlisi, Relatore dott. Luca Girardi-, tenuto conto delle censure formulate dagli avvocati Rubino e Impiduglia, ha disposto una verifica del materiale elettorale concernente la sezione n. 36 del Comune di Agrigento, per la rilevazione dei voti di preferenza effettivamente conseguiti dai candidati Zicari e Tuttolomondo e  per l’accertamento della “corrispondenza dei rispettivi risultati con quanto riportato nei Verbali delle operazioni di detta sezione elettorale”.
Il TAR ha disposto che le operazioni di verificazione vengano espletate – nel contraddittorio delle parti –  entro il termine di trenta giorni e che al loro espletamento provveda  il Prefetto di Agrigento, o un funzionario da questi delegato.
Il TAR ha anche fissato per il 22 aprile 2021 l’udienza definitiva del giudizio.
Dunque, a breve, verrà accertato quale dei due candidati della lista “Diventerà Bellissima” ha effettivamente diritto a sedere  sugli scranni del Consiglio Comunale di Agrigento.
NON CI SONO COMMENTI

POSTA UN COMMENTO