Home / Secondo Piano  / La sindaca di Favara nega di avere il covid, quello di Canicattì chiude una scuola
   

La sindaca di Favara nega di avere il covid, quello di Canicattì chiude una scuola

 

Cinque agrigentini sono risultati positivi al coronavirus e saranno costretti a trascorrere la malattia in casa. “Non si registra nessun nuovo ricovero in ospedale, mentre due ammalati sono fortunatamente guariti – ha spiegato il sindaco Franco Micciché – . Il totale di oggi è quindi di 49 persone colpite dal Covid-19, delle quali 46 restano nelle proprie case mentre tre sono ancora ricoverate. Una ad Agrigento, una a Caltanissetta e una a Canicattì. L’appello che faccio ogni giorno è quello di rispettare sempre le norme anti contagio per salvare noi e i nostri cari”. 53 positivi a Licata, 7 nuovi casi. “Il momento è delicato. A Licata i positivi, fino a questo momento, sono 50 con precisione. Tutti, tranne due, sono positivi che non sono a rischio. Qualcuno ha la febbre, qualcuno ha dei malesseri leggeri e sono stati ricoverati – sono 4 – in strutture dove c’è solo assistenza di medici, non di anestesisti – ha spiegato il sindaco Pino Galanti – . Fra gli infettati c’è anche un bambino di un anno. Vi scongiuro, limitate le vostre uscite, diminuite i contatti. No agli assembramenti, cosa che hanno fatto i più giovani”. In serata i numeri sono stati aggiornati. “L’Asp ha appena comunicato 7 nuovi casi di contagio. Sono in corso – spiega la polizia municipale – le notifiche dei provvedimenti di obbligo di permanenza domiciliare. Il numero complessivo è ora di 53 soggetti positivi. Nel frattempo la sindaco di Favaras Anna Alba smentisce le indiscrezioni secondo cui la stessa sia stata contagiata. “Ho ricevuto tanti messaggi, vi assicuro che non è vero”. Novità anche da Canicattì,con altri dieci casi.
“Oggi si registrano ulteriori dieci nuovi contagi al Covid19. Nessun decesso e nessuna guarigione”. Lo annuncia il sindaco di Canicattì, Ettore Di Ventura. “La maggior parte di questi nuovi casi – aggiunge – sono riconducibili all’indagine epidemiologica condotta in questi giorni. Riteniamo, purtroppo, che i numeri possano continuare ad aumentare. Proprio oggi pomeriggio ho disposto la chiusura della scuola dell’infanzia plesso “La Carrubba” nel quale è stato accertato la positività di una operatrice scolastica, non residente in città”. A Canicattì si è arrivati a quota 52 contagiati.

NON CI SONO COMMENTI

POSTA UN COMMENTO