Home / Secondo Piano  / Continua impietosa la marcia del Covid 19 nelle scuole (che continuano a tenere aperte). Al Politi di Agrigento una insegnante e due studenti positivi

Continua impietosa la marcia del Covid 19 nelle scuole (che continuano a tenere aperte). Al Politi di Agrigento una insegnante e due studenti positivi

Casi covid accertati al Liceo R.Politi di Agrigento. Ad avere contratto il virus sono due studenti e di una insegnante. Sono state poste in quarantena due classi e attivata la modalità a distanza per seguire le lezioni.
Ecco la nota ufficiale della direzione scolastica:

“Al Liceo “R.Politi” di Agrigento questa mattina è pervenuta la notizia ufficiale, da parte delle autorità sanitarie, della positività di 2 allievi ed una docente, che da giorni mancavano da scuola.Si tratta dei primi casi registrati nel nostro istituto, ma da subito sono state attivate tutte le misure preventive. Le due classi sono state messe in quarantena e seguiranno le lezioni a distanza, in attesa degli accertamenti sanitari, che le autorità competenti hanno già avviato. La Dirigente, prof.ssa Santa Ferrantelli, rassicura i familiari degli studenti, poiché, dall’inizio dell’anno scolastico, sono state adottate tutte le misure preventive atte a fronteggiare l’emergenza sanitaria.La Dirigente, inoltre, ha disposto, già da alcuni giorni, che docenti, alunni e personale A.T.A., indossino, permanentemente, la mascherina anche in posizione statica, mantenendo sempre le regole del distanziamento fisico e dell’igiene delle mani, imposte dalle normativa ministeriale. “Siamo consapevoli che la situazione sia complessa e facciamo appello al buonsenso di ciascuno. Ogni decisione è assunta dopo un costante confronto con le professionalità competenti. La situazione di emergenza in cui tutti operiamo non ha precedenti ed impone di rispondervi con tutti i mezzi di cui disponiamo, al fine di garantire il diritto all’istruzione e salvaguardare la salute di tutti. Un doveroso grazie va ai miei docenti e al personale tutto, che lavorano andando oltre i loro obblighi, con grande senso di responsabilità”.

NON CI SONO COMMENTI

POSTA UN COMMENTO