Home / In evidenza  / Mobilità interna all’Asp nonostante lo stop della Regione, la Cisl Fp chiede chiarimenti

Mobilità interna all’Asp nonostante lo stop della Regione, la Cisl Fp chiede chiarimenti

“Lo stop a concorsi e procedure di mobilità durante il periodo elettorale vale per tutti o solo per alcuni?”. A chiederlo al management dell’Asp di Agrigento sono il coordinatore regionale delle Professioni sanitarie Alessandro Farruggia e il responsabile del dipartimento Sanità pubblica e privata Giovanni Farruggia.

“Troviamo oltraggioso e irrispettoso l’atteggiamento da parte dell’amministrazione dell’Asp di Agrigento nei confronti dei propri dipendenti – dicono -. E’ infatti inspiegabile come diversi accordi siglati nel mese di luglio siano oggi congelati a causa del periodo elettorale, in ossequio dell’atto di indirizzo dell’Assessorato regionale, mentre ci risulta che due professionisti sanitari di categoria D provenienti dall’Asp di Caltanissetta siano stati trasferiti presso l’Asp 1 di Agrigento nel polo ospedaliero di Licata, bypassando le indicazioni anzidette. Questo – continuano –  risulta ancor più grave in quanto tali assegnazioni potrebbero comportare la copertura di posti che spetterebbero ad altri lavoratori, rischiando di vanificare il rispetto dell’accordo sottoscritto al tavolo negoziale del 29 luglio sulla mobilità interna”.

La Cisl Fp di Agrigento, Caltanissetta ed Enna ha più volte chiesto all’Azienda la ricognizione di tutto il personale in entrata dall’inizio dell’anno corrente ad oggi, ma, aggiungono Alessandro e Giovanni Farruggia, “Tale ricognizione non è mai pervenuta, e solo quella potrebbe permettere in piena trasparenza di risalire agli eventuali spostamenti, alle assegnazioni e alle operazioni di mobilità, permettendo di garantire la giusta priorità al personale interessato”.

La Cisl Fp, attraverso una lettera formale, ha già chiesto chiarezza rispetto a quanto avvenuto e ha sollecitato l’Azienda a provvedere alla revoca delle assegnazioni al polo ospedaliero di Licata e a prendere atto degli accordi già raggiunti, nel solo interesse dei lavoratori.

NON CI SONO COMMENTI

POSTA UN COMMENTO